Escursione Da Livata a Monte Autore

Parchi del Lazio
  1. Parco Regionale dei Monti Simbruini
Dati

Data: 8 novembre 2015
Regione e provincia: Lazio/Roma
Località di partenza: Livata
Località di arrivo: Monte Autore
Tempo di percorrenza: 2,30 (andate e ritorno)
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà: percorso facile
Periodo consigliato: sempre, molto bello in inverno con le ciaspole
Segnaletica: ottima
Dislivello in salita: da 1420 a 1854 (1618 alla base della funivia)
Quota massima: Monte Autore 1854
Accesso stradale: piazzale di Livata dove ci sono due ristoranti

Descrizione

Insieme agli avventurosi Wildmax, Gruccione, LoSvedese, Simonetta e altri amici siamo partiti da Livata verso il monte Autore, passando dalla funivia di Monna dell'Orso. Il percorso, ben segnato, costeggia prima la strada che porta alla partenza della funivia, successivamente attraversa il bosco e nel tratto che porta alle "vedute" si inerpica per un centinaio di metri, l'unica parte un po' faticosa. Alle vedute gli chef Wildmax e Losvedese si sono fermati per preparare la legna e pranzo, mentre il resto del gruppo ha proseguito fino alla cima, molto ventosa, dell'Autore. Da lassù abbiamo potuto ammirare la piana di Camposecco e le altre cime dei Simbruini. Dopo il meritato pranzo a base di salsicce, formaggio e salame, schiacciato un riposino e foto ricordo prima del ritorno, il capo spedizione Wildmax ha guidato la discesa e in soli 45 minuti siamo tornati alla base di partenza, praticamente una corsa :). Come al solito è stata una piacevole giornata in compagnia di vecchi e nuovi amici.
 

Allegati

  • P1040253.jpg
    P1040253.jpg
    430,6 KB · Visite: 329
  • P1040254.jpg
    P1040254.jpg
    496,8 KB · Visite: 322
  • P1040256.jpg
    P1040256.jpg
    514,2 KB · Visite: 317
  • P1040261.jpg
    P1040261.jpg
    484,7 KB · Visite: 319
  • P1040262.jpg
    P1040262.jpg
    559,8 KB · Visite: 322
  • P1040263.jpg
    P1040263.jpg
    445,1 KB · Visite: 285
  • P1040268.jpg
    P1040268.jpg
    480,6 KB · Visite: 298
  • P1040278.jpg
    P1040278.jpg
    285,9 KB · Visite: 291
  • P1040279.jpg
    P1040279.jpg
    190,9 KB · Visite: 303
  • P1040284.jpg
    P1040284.jpg
    476,9 KB · Visite: 305
  • P1040285.jpg
    P1040285.jpg
    554,1 KB · Visite: 300
Sono stato per la prima volta a Livata alla fine di agosto e mi è piaciuta... soprattutto immaginarla innevata poi. Io non sono uno sciatore ma secondo me c'è da divertirsi con la neve... Complimenti per la gita e la compagnia!
 
Ciao Maurizio, secondo te è possibile percorrere questo stesso percorso in inverno? Mi pare siamo passati per un tratto della pista da sci.
 
D

Derrick

Guest
D'inverno la sterrata Monna dell'Orso - Vedute è percorsa da escursionisti con scarponi, con ramponcini, con ciaspole, con o senza cane, in bicicletta (con gomme da neve), su sci, e in motoslitta. Occasionalmente passa qualche fuoristrada. Percorso comunque bellissimo a volte spettacolare:

http://www.subbjacumeo.it/monte-livata/

Sul rimanente percorso, dalle Vedute alla cima del monte Autore, si vedono tracce di scarponi, di ciaspole e di sci.
Aggiungo che credo esista un percorso che dalla cima degli impianti di Monna dell'Orso porta alle Vedute, e di lì si fa la strada in discesa fino alla base degli impianti di Monna dell'Orso e volendo si rifà il giro.
Se scegli di non fare la sterrata ma di fare il sentiero parallelo, in faggeta, i ramponcini servono. Mai percorso, sempre fatta la sterrata, ma mi ricordo di un escursionista che, dalla sterrata, si era allontanato di pochi metri per espletare un bisogno fisiologico e nel tornare aveva difficoltà a percorrere il lieve dislivello tra la faggeta e il terrapieno della sterrata.
 
D

Derrick

Guest
Non è che lo suggerisco, dico che è quello che faccio sempre. Essendo una sterrata, di domenica può essere trafficato da ogni genere di utenti della montagna. Ma lasciando "aria" attorno alla strada crea quelle spettacolari prospettive che si vedono nelle foto. Inoltre non avendo praticamente pendenza può essere percorso anche senza ausili (ramponi, ciaspole) anche se, con neve dura, io qualcosa sotto le suole ce l'ho sempre. Infine anche se torni al buio senza lampada, dalle Vedute all'asfalto è impossibile perdersi.

Nella carta che mostri la scritta "Monna dell'Orso" è in corrispondenza dell'arrivo degli impianti. Gli sciatori possono salire con gli impianti, percorrere la cresta in leggera discesa fino ad arrivare alle Vedute, e da lì fare la sterrata fino ad arrivare alla base degli impianti. La base degli impianti di Monna dell'Orso coincide con la fine dell'asfalto e l'inizio della sterrata. In pratica le mie escursioni partono dalla base degli impianti di Monna dell'Orso e non da Campo dell'Osso.
Se parti da Campo dell'Osso (perché vuoi aggiungere un po' di dislivello) allora la traccia rosa è tutto asfalto e non credo sarebbe di grande soddisfazione.
 
Quindi, il tratto rosa da Monna dell'orso fino alle vedute è lo sterrato di cui parli. Che comunque è transitabile in auto, giusto?
 
D

Derrick

Guest
Diciamo che con la neve è transitabile con un fuoristrada di quelli belli tosti. L'ultima volta che ci sono andato c'era una Jeep "impantanata" nella neve. I due ragazzi a bordo avevano passato la notte nell'abitacolo. E' stata estratta da un'altra Jeep (una Cherokee vecchio modello con l'assetto rialzato, dotata di argano). La Cherokee con l'assetto rialzato ha fatto il percorso tranquillamente, fino alle Vedute e ritorno.
Quel giorno ci fu un intervento di salvataggio di un escursionista scivolato dalle Vedute di Monte Autore. La Panda 4x4 dei VVFF credo sia arrivata fino alle Vedute, ma non ho notizie certe (quando sono arrivati i VVFF io stavo già a Monna dell'Orso e li ho visti andare a tutta birra verso la sterrata).
 
Ciao Svedese, Derrik ha già risposto alla tua domanda; se ricordi quando stavamo alla seggiovia sulla sinistra c'era una strada che ti porta fino alle vedute, molto più agevole di quella che abbiamo fatto noi. In inverno sono arrivato in macchina poco oltre la funivia (ovviamente dipende da quanta neve c'è, ma credo che fino alla funivia la spazzino) e da quel punto con le ciaspole fino all' Autore
 
io l'ho fatta sulla strada (penso che si possa fare anche dove siamo passati noi) ... dipende dalla quantità di neve, quando la feci con le ciaspole ho incrociato anche diverse persone con i soli scarponi
 
Alto Basso