Proposta Da Osimo a Roma!

Ciao a tutti!
Cerco compagni per un cammino ambizioso che intraprenderò lunedì 19 settembre.
Da Osimo (AN) fino a Roma, passando per il Grande Anello dei Sibillini, il cammino di San Benedetto e la via Francigena di San Francesco. 13 tappe per quella che è non la via più breve, ma quella secondo me più interessante e affascinante dal punto di vista naturalistico, storico e spirituale.
Costo del viaggio: il minimo possibile. Notti affidate all'ospitalità pellegrina o a quello che la strada porterà con sè.

Anche per pochi giorni o qualche chilometro da condividere non esitate a contattarmi.
Ecco qua il programma di viaggio:



Tappa 1: Osimo – Treia

Si attraversa la val Musone e si segue il crinale collinare che congiunge Montefano Vecchio e Appignano. Si scende a Chiesanuova per poi risalire verso il santuario del SS.mo Crocifisso.

Lunghezza: 28.6 km
Dislivello +: 470m

Tappa 2: Treia – Caldarola

Si scavalcano i frastagliati profili collinari della val Potenza e della val di Chienti passando per Tolentino.

Lunghezza: 28.2 km
Dislivello +: 311 m

Tappa 3: Caldarola – Fiastra

Si risale il versante settentrionale dei Monti Sibillini attraverso le carrarecce che dividono Fiordimonte dalle Gole del Fiastrone.

Lunghezza: 22 km
Dislivello +: 1009 m

Tappa 4: Fiastra – Visso

Attraverso le due tappe del Grande Anello dei Sibillini, passando per il Santuario di Macereto.
Lunghezza: 22 km
Dislivello +: 1100 m.

Tappa 5: Visso – Norcia

Ancora lungo il Grande Anello dei Sibillini in direzione sud fino a Campi Vecchio, poi si scende lungo il versante umbro.

Lunghezza: 18.8 km
Dislivello +: 582 m

Tappa 6: Norcia – Cascia

Lungo il cammino di San Benedetto. Dopo l’attraversamento del Piano di Santa Scolastica, si valicano i monti che separano Norcia da Cascia, con salita graduale e pochi veri strappi; raggiunta quota 1.000 metri si torna a scendere.

Lunghezza del percorso: km 17,7
Dislivello +: 480 m

Tappa 6: Cascia – Leonessa

Ancora lungo il cammino di san Benedetto per la seconda e terza tappa. Si percorre il Sentiero di Santa Rita, risalendo il fiume Corno. SI attraversa Roccaporena e a seguire, con una carrareccia in quota, Monteleone di Spoleto. Il percorso prosegue con in pianura in direzione dei monti Reatini.

Lunghezza del percorso: 30 km
Dislivello +: 660 m

Tappa 7: Leonessa – Poggio Bustone
Terza giornata lungo il cammino di San Benedetto. Dalla Vallonina fino a Poggio Bustone il percorso è interamente nel bosco. Giunti alla fonte Petrinara, si affronta la lunga discesa su Poggio Bustone, che nelle aperture della faggeta regalerà notevoli panorami sulla Valle Santa.

Dislivello +: 610 m
Lunghezza: 15,2 km


Tappa 8: Poggio Bustone – Rieti

Il cammino di San Benedetto si congiunge con quello di San Francesco. Si scende gradualmente dai monti Reatini fino al capoluogo ciociaro.

Lunghezza: 18 km
Dislivello +: 320 m

Tappa 9: Rieti – Poggio san Lorenzo

Si segue il tracciato della via Francigena di San Francesco con una tappa pianeggiante fino agli ultimi cinque chilometri.

Lunghezza: 21 km
Dislivello +: 240 m

Tappa 10: Poggio San Lorenzo – Abbazia di Farfa

Attraverso una deviazione si attraversa la Salaria e si risale il crinale delle colline fino al centro monastico medievale.

Lunghezza: 26 km
Dislivello +: 124 m

Tappa 11: Abbazia di Farfa – Monterotondo

Si ritorna sul tracciato tradizionale della via Francigena di San Francesco.

Lunghezza: 28.1 km
Dislivello +: 25 m

Tappa 12: Monterotondo – Montesacro (Roma)

Si entra a Roma attraversando il parco della Marcigliana fino al corso del fiume Aniene.

Lunghezza: 18 km
Dislivello +: 0 m


Tappa 13: Montesacro (Roma) – Piazza San Pietro

Passando per Villa Ada e il Foro Italico si raggiunge il quartiere Flaminio, si attraversa Ponte Milvio e costeggiando il Tevere si entra in Vaticano.

Lunghezza: 15 km
Dislivello +: 0 m
 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per chiarire: le difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.
Una media di 23 km il giorno è un bel camminare. Molto interessante e sicuramente dal punto di vista personale una grande soddisfazione.
Bivacchi e cibo li procuri in natura?
Buona AVVENTURA con 20 anni in meno mi sarei sicuramente aggregato a settembre sarò in Italia.
 

Discussioni simili



Alto Basso