Escursione Da Prato Capito al monte San Rocco, monte Cava e monte Rotondo

Parchi d'Abruzzo
Parco Regionale Sirente-Velino
Data: 08/09/2019
Regione e provincia: Abruzzo AQ
Località di partenza: Prato Capito
Località di arrivo: Prato Capito
Tempo di percorrenza: 3 ore e 54 minuti in cammino, poco più di 5 ore in totale.
Chilometri: 19,59
Grado di difficoltà: E+
Descrizione delle difficoltà: nulla in particolare, se si è studiato il percorso in precedenza
Periodo consigliato: penso sempre
Segnaletica: praticamente inesistente
Dislivello in salita: 1033 mt.
Quota massima: 2000 mt (Cava)
Accesso stradale: Da Spoleto si prende la strada verso Terni, uscita Terni est, si prosegue attraversando le gallerie e si gira per Rieti est. Si va in direzione della Cicolana che attraversa la valle del Salto e ci porta verso l'autostrada che prenderemo in direzione l’Aquila, si esce al casello di Torninparte e si prosegue verso Campo Felice. Prima di superare il Valico della Chiesola di Lucoli si parcheggia su un grande spiazzo a destra, quota 1616 m.
Traccia GPS:

Descrizione:

Si prende la sterrata che costeggia, tenendolo a destra, il Prato Capito, entra nella faggeta ed esce dopo un oretta sui Prati di Cerasolo, una volta attraversati si sale sull'ampia dorsale e si scavalca il Monte San Rocco (1880mt), il Monte Cava (2000mt) e poco più avanti il Monte Rotondo (1993mt). Quasi 20 km in solitaria con Ninetto, il mio Jack Russel per questa escursione che avevo in programma da un anno. Solitaria molto wild ed appagante, anche perchè non ho incontrato anima viva, a parte cani da pastore che mi hanno costretto ad andare continuamente fuori traccia. Escursione da considerarsi E+ sia per la lunghezza, sia per il dislivello, saluti.

partenza ore 6:25 dal parcheggio di Prato Capito
DSCN6752.JPG

l'unico segnale che incontrerete verso la vetta,
DSCN6753.JPG

si prosegue lungo una faggeta
DSCN6758.JPG

la mole del monte Orsello
DSCN6761.JPG

in vista dei prati del Cerasolo
DSCN6762.JPG

il monte Cava visto dai prati di Cerasolo
DSCN6763.JPG

cavalli al pascolo
DSCN6765.JPG

Morrone e cima Zis
DSCN6769.JPG

si sale lungo la dorsale Sud-Est
DSCN6771.JPG

cresta est del Cava
DSCN6778.JPG

La catena del Gran Sasso con sua maestà, il Corno Grande
DSCN6781.JPG

un semprevivo ragnateloso
DSCN6782.JPG


DSCN6786.JPG

uno sguardo indietro...
DSCN6787.JPG

la frazione di Corvaro e a dx il monte Cocuruzzo
DSCN6788.JPG


DSCN6790.JPG

la meta si avvicina
DSCN6791.JPG

a dx il monte Cava, a sx il monte Rotondo, Ninetto controlla la via
DSCN6792.JPG

in lontananza la Laga, il monte San Franco ed il valico delle Capannelle
DSCN6793.JPG

vetta monte Rotondo
DSCN6794.JPG

vetta monte Cava
DSCN6797.JPG

scendendo verso il San Rocco
DSCN6799.JPG

vetta monte San Rocco
DSCN6800.JPG


DSCN6803.JPG


DSCN6804.JPG

una mazza di tamburo, ce ne sono molti
DSCN6805.JPG


DSCN6807.JPG

si ripercorre la faggeta
DSCN6808.JPG


DSCN6810.JPG


DSCN6811.JPG


DSCN6812.JPG

ritorno al parcheggio
DSCN6813.JPG

il monte Cava visto dal parcheggio di Prato Capito. fine escursione di 19,59 km. e 1033 mt. di dislivello.
DSCN6814.JPG
 

Allegati

Ultima modifica:
Territorio molto intimo e solitario, a torto trascurato. Averlo attraversato da solo (per tacer del cane) secondo me ha fornito un valore aggiunto all'escursione. Complimenti.
 
Ragionando in termini di ore piuttosto che di Km, il Passo della Chiesola (parcheggio sovrastante prato Capito) è l'attacco di sentieri montani più vicino a Roma, da questo punto di vista non so se l'esosità del pedaggio sia una maledizione o una fortuna in quanto, appunto, restituisce a quei luoghi la loro natura solitaria impedendo l'invasione di massa.

Bella la passeggiata la S. Rocco, stato della neve permettendo è anche "ciaspolabile", d' altro canto il parcheggio in questione risulta più pieno d' inverno che non d' estate.

Bella passeggiata, belle foto, grazie per la condivisione!
 
Quella lunga cresta che và dai Prati del Cerasolo al M. Rotondo ha appassionato moltissimo anche a me.
Tuttavia ho trovato molto più interessante e meno monotona (ed è per questo che la raccomando, avendo fatto entrambi i percorsi) la salita di avvicinamento dal valico di San Rocco:
https://www.avventurosamente.it/xf/threads/monti-san-rocco-cava-e-rotondo-dal-valico-di-san-rocco.51330/
E' vero che richiede più dislivello, ma offre la possibilità di chiudere un anello e di evitare l'andata e ritorno in quei 4km di sterrata che a parer mio sono molto lunghi e monocorde.
 
Grazie ragazzi! L'escursione è stata molto appagante, in silenzio e senso di libertà assoluto. Vero che gli 8 km fatti su strada sterrata sono per così dire "sprecati", però fanno comodo per scaldare le gambe per l'ascesa e riposanti per il ritorno. Valuterò anche i vostri percorsi, la conoscenza di quella zona merita di essere approfondita. :si:
 

Discussioni simili



Alto Basso