Escursione Dal Magnola a Punta Trieste

Parchi d'Abruzzo
Parco Regionale Sirente-Velino
Dati

Data: 30 Novembre 2014
Regione e provincia: Abruzzo, AQ
Località di partenza: Peschio Rovicino, Forme
Località di arrivo: Peschio Rovicino, Forme
Tempo di percorrenza: 9 ore circa
Chilometri: 22 km
Grado di difficoltà: Media difficoltà
Descrizione delle difficoltà: Dislivello importante ma non eccessivo, giro lungo
Segnaletica: Presente in buona parte del percorso
Dislivello in salita e in discesa: 1750 metri
Quota massima: 2243 (Punta Trento)
Accesso stradale: Uscita A25 di Magliano de Marsi, poi seguire per Massa d'Albe e quindi per Forme.

Alla buon ora io, Pierpaolo e le instancabili Laika e Lilli iniziamo l'ascesa in prossimità di Forme,
da Peschio Rovicino, risalendo il ripido sentiero lungo il Vallone della Sentina che subito si inerpica sulle pendici del Sentinella fino a portarci al Rifugio Magrini, la cui sagoma vigile e inconfondibile sarà visibile come riferimento da quasi ogni punto dell'ampio anello che descriveremo.
Dal Rifugio, che si erge proprio in prossimità della vetta del Sentinella (2100m), passando per un ampio e verdeggiante altopiano dove pascolano degli splendidi cavalli selvatici, raggiungiamo
facilmente la vetta del Magnola (2220m) da cui, in lontananza a N-NE riusciamo a scorgere le bianchissime cime della Maiella totalmente innevata.
Dal Magnola proseguiamo lungo l'ampio anfiteatro di creste che circonda la Valle della Genzana, superato il Vado di Roscia Grande (2042m) tocchiamo, con un fitto saliscendi, Il Costone della Cerasa (2119m), la Cima della Cerasa (2159m) e la Costa della Tavola (2182m) che ci offrono splendidi panorami verso entrambe le valli interna ed esterna all'anfiteatro morenico.
Discesi al Vado di Castellaneta torniamo ad inerpicarci sui ruvidi declivi del monte Costa Stellata (2067m) e, dopo averne toccato la cima, proseguiamo lungo il ponte di cresta fino alla vetta di Capo di Pezza (2177m).
Proseguiamo lungo il costone che domina la Valle del Bicchero fino a raggiungere la Punta Trieste (2230m) da cui dobbiamo a scendere per poi risalire affrontando l' ascesa alla nona e ultima cima over 2000 del giro: la Punta Trento (2243m).
Discesi al Colle del Bicchero siamo tentati di raggiungere il Cafornia, tuttavia le poche ore di luce
diurna ancora disponibili ci fanno decidere di prendere un ritorno meno impegnativo e piu veloce dunque discendiamo diretti a valle lungo lo spettacolare canyon della Valle del Bicchero che quindi percorriamo per intero fino a giungere alla Valle Maiellama, inerpicata tra la Selva del Coco, poeticamente colorata di toni autunnali e la maestosa e rocciosa costa della Sentina.
La discesa è molto lunga ma affascinante perchè assistiamo ad un graduale aumento della vegetazione che si declina in tutti i possibili colori dell'autunno, testimonianza diretta della sensibile biodiversità presente in queste valli del Gruppo VS.
Per tutto questo ampio anello siamo stati accompagnati dal volo maestoso di grifoni (Gyps Fulvus) che volteggiavano curiosi sopra le nostre teste, tra le nuvole spesse di una giornata non troppo soleggiata.
Giungiamo al punto di partenza con gli ultimi sprazi di luce solare laddove l'ascesa non affrontata al Cafornia ci avrebbe costretto ad un rientro in notturna che abbiamo preferito evitare.
 
Ultima modifica di un moderatore:
Mezcal... infatti ho pensato di tornare a postare qualche uscita proprio perché notavo questa mancanza... bisogna ravvivare la sezione centro-italia! :p
 
Giro interessante di una zona che non conosco assolutamente.
Ottima la compagnia di Pier Vittorio che saluto.
Alcune immagini sono molto belle e suggestive!!!

:):)
 
complimenti per il giretto e per le foto !!!
il magnola e il sentinella presi da Peschio Rovicino anzichè da Ovindoli, fanno tutta un'altra impressione!!! :biggrin: Sabato guardavo ilSirente leggermente innevato e il Velino completamente pulito.... ma da domani neve a go-go!!!!:biggrin:
 
@Fabri64 ... conoscendo la tua passione per le foto avresti passato tutto il tempo a cercare l'inquadratura perfetta per fotografare i grifoni in volo! :p
@ziocipolla Si vedeva la maiella completamente innevata in lontananza ... ma il Velino era senza un filo di neve! comunque il freddo c'era! :p
 

Discussioni simili



Alto Basso