Declinazione magnetica in Nuova Zelanda... 23°!

Ricordo quando feci il corso CAI e mi insegnarono orientamento e topografia. Mi dissero che in Italia l'anomalia della declinazione magnetica si attesta più o meno sui 2° e quindi è trascurabile. Bene. Ho provveduto a cancellare questa declinazione magnetica dal cervello. Ora però mi trovo a dover fare un viaggio in Nuova Zelanda. Per scrupolo ho controllato il valore della declinazione con un tool online e scopro che è di 23°!! Non credo sia trascurabile!
All'atto pratico, cosa dovrei fare? Cioè se per esempio calcolo l'azimuth tra me, il nord e il picco di una montagna e scopro che quest'azimuth vale 50°... significa che devo sottrarre 23? O aggiungere 23? O nessuna delle due?? o_O
 
Queste sono le formule di conversione fra Nv e Nm (somme algebriche):
Nv=Nm+Declinazione
Nm=NV-Declinazione.

Nel caso della Nuova Zelanda la Declinazione è E, quindi positiva: 50°-23°= 27°. Questo è l'angolo che devi leggere sulla bussola magnetica per raggiungere il picco della montagna.

francesco
 
Ok, in pratica quando passo "dal terreno alla carta", o quando oriento la carta, aggiungo 23.
Viceversa quando passo "dalla carta al terreno", sottraggo 23.
Grazie mille ad entrambi.
 
A parte l'aver chiaro il concetto di base (e questo lo avete chiarito) non basta una bussola con l'aggiustamento della declinazione magnetica? (tipo suunto m3 global o altre)

Idem per gli aggeggi elettronici... si dovrebbe poter impostare se voglio indicato il nord magnetico o quello vero...
 
Solo a titolo informativo, la declinazione magnetica in nuova zelanda varia da 18 a 24 gradi in funzione della zona.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ma perchè le carte della Nuova Zelanda hanno una variazione così marcata?!?
A quanto ne capisco io (e ne capisco poco...) le carte sono solo il riflesso della situazione in natura. La zona della Nuova Zelanda soffre del fenomeno della declinazione magnetica di 23 gradi. L'Italia ne soffre per il 3, quindi più trascurabile. Pertanto, se apro una mappa topografica in NZ, avrò una discrepanza tra nord magnetico e nord geografico (quello sulla carta) di 23°.

A parte l'aver chiaro il concetto di base (e questo lo avete chiarito) non basta una bussola con l'aggiustamento della declinazione magnetica? (tipo suunto m3 global o altre)

Idem per gli aggeggi elettronici... si dovrebbe poter impostare se voglio indicato il nord magnetico o quello vero...
Ho letto sì che le bussole professionali hanno questa possibilità (anche se non ho capito all'atto pratico come fanno). Io però ho una bussola da orientamento molto semplice.

Poi ho un GPS Garmin, ma lì non dovrei avere problemi, giusto? Appunto perchè è il GPS a dirmi dove mi trovo.

Solo a titolo informativo, la declinazione magnetica in nuova zelanda varia da 18 a 24 gradi in funzione della zona.

Ciao :si:, Gianluca
Sì, mi ero accorto che in alcuni punti dà 22, altri 24... Non ho capito se c'è una correlazione con la posizione. Tipo se mi sposto a sud la declinazione magnetica aumenta?
 
Scusa, ma mi sembra che tu la stia facendo più grossa di quella che è, senza contare che poi avrai anche il GPS :eek:.
Non capisco il problema, dovrai fare rilevamenti topografici precisi o solo avere delle indicazioni di massima?
Nel primo caso, visto le competenze che stai mostrando, sei spacciato :rofl:
Nel secondo non dovresti avere grossi problemi, a maggior ragione che non hai una bussola professionale.

Io prima di passare al GPS usavo una bussola a bottone del Deca, ti lascio immaginare la precisione, senza contare la leggibilità, ma per orientare la cartina era più che sufficiente poi ti cercavi qualche riferimento fisico ed era fatta.
 
Confronto una declinazione di 13 gradi W dove vivo e quando vado a trovare mia suocera con mia moglie, di 18 gradi E. Ne devo tener conto anche in posti dove non c'e' visibilita': In Mare con la nebbia.
Secondo me non c'e' niente di piu' inutile di due cose nella vita: Le regole mnemoniche per i nodi e le formule da ricordarsi sulla declinazione magnetica per andare dalla bussola alla carta e viceversa.

Dal lato pratico, come chiedi tu, lascia perdere i libri, sopratutto quelli scritti da autori di paesi che non hanno deviazioni magnetiche importanti, non confrontano la vera pratica sul campo e quindi devono appoggiarsi alla teoria pura. Scusate ma e' cosi': Personalmente non chiederei mai ad un "esperto scrittore" della Louisiana ( deviazione zero) di spiegarmela.
Il mio suggerimento e' questo: Prendi un pezzo di carta, disegna o copia / incolla una rosa magnetica, segna sulla rosa magnetica un puntino rosso , nel tuo caso, siccome la Dm della Nuova Zelanda e' circa 23 E, segnalo su 23 gradi a destra del Nord. Tieni il pezzettino di carta in tasca.
Quando si tratta di fare i calcoli, invece di ricordarti se devi fare + - o robe del genere, guarda la bussola, poi guardati e girati il pezzettino di carta e inventati tu stesso nel tuo cervello il sistema di capire se devi sottrarre o aumentare, per andare da carta a bussola o viceversa.
Credimi, a spostare visualmente la rosa di carta con le mani ci arrivi subito a ricordarti, ma molto meglio, a capire cosa sta succedendo.

Le declinazioni magnetiche sono una funzione dell'effetto del campo magnetico della terra, variano anche annualmente dipendentemente con il variare della posizione dei poli magnetici ed altri fattori.

https://commons.wikimedia.org/wiki/File:World_Magnetic_Declination_2010.pdf

La tua bussola molto probabilmente e' calibrata per l'emisfero NORD e potrebbe funzionare male per l'emisfero SUD. Di solito le bussolette da bancarella non riscontrano apparenti problemi perche' sono starate cosi' tanto che non importa, ma se uno possiede una bussola seria bisognerebbe informarsi con il costruttore.

 
Se usi un GPS il problema della declinazione magnetica si "auto risolve" nel senso che, semplicemente, non c'è visto che ti fornisce le coordinate in latitudine e longitudine, PERÒ se il GPS ha la funzione bussola e usa un chip "interno" anch'esso è soggetto alla correzione della declinazione magnetica che potrebbe anche essere automatica (dipende).

Le bussole con correzione della declinazione magnetica agiscono ruotando la corona con i gradi, normalmente le bussole "standard" hanno lo zero coincidente con le ore "12", quelle con la correzione permettono di far ruotare questa corona a destra, o a sinistra, portando lo zero nella posizione derivante dal valore della declinazione.

Ciao :si:, Gianluca
 
Scusa, ma mi sembra che tu la stia facendo più grossa di quella che è, senza contare che poi avrai anche il GPS :eek:.
Non capisco il problema, dovrai fare rilevamenti topografici precisi o solo avere delle indicazioni di massima?
Nel primo caso, visto le competenze che stai mostrando, sei spacciato :rofl:
Nel secondo non dovresti avere grossi problemi, a maggior ragione che non hai una bussola professionale.

Io prima di passare al GPS usavo una bussola a bottone del Deca, ti lascio immaginare la precisione, senza contare la leggibilità, ma per orientare la cartina era più che sufficiente poi ti cercavi qualche riferimento fisico ed era fatta.
Nessun problema. Ma sono molto prudente e quindi sono abituato a "pensarle tutte". Il GPS si potrebbe rompere per esempio. Sapere di avere una bussola in tasca e saperla usare mi fa stare più tranquillo. La userei in caso di emergenze e in quel caso non vorrei sbagliare un campeggio di 3 km perchè non mi sono informato sulla declinazione :)
 
Confronto una declinazione di 13 gradi W dove vivo e quando vado a trovare mia suocera con mia moglie, di 18 gradi E. Ne devo tener conto anche in posti dove non c'e' visibilita': In Mare con la nebbia.
Secondo me non c'e' niente di piu' inutile di due cose nella vita: Le regole mnemoniche per i nodi e le formule da ricordarsi sulla declinazione magnetica per andare dalla bussola alla carta e viceversa.

Dal lato pratico, come chiedi tu, lascia perdere i libri, sopratutto quelli scritti da autori di paesi che non hanno deviazioni magnetiche importanti, non confrontano la vera pratica sul campo e quindi devono appoggiarsi alla teoria pura. Scusate ma e' cosi': Personalmente non chiederei mai ad un "esperto scrittore" della Louisiana ( deviazione zero) di spiegarmela.
Il mio suggerimento e' questo: Prendi un pezzo di carta, disegna o copia / incolla una rosa magnetica, segna sulla rosa magnetica un puntino rosso , nel tuo caso, siccome la Dm della Nuova Zelanda e' circa 23 E, segnalo su 23 gradi a destra del Nord. Tieni il pezzettino di carta in tasca.
Quando si tratta di fare i calcoli, invece di ricordarti se devi fare + - o robe del genere, guarda la bussola, poi guardati e girati il pezzettino di carta e inventati tu stesso nel tuo cervello il sistema di capire se devi sottrarre o aumentare, per andare da carta a bussola o viceversa.
Credimi, a spostare visualmente la rosa di carta con le mani ci arrivi subito a ricordarti, ma molto meglio, a capire cosa sta succedendo.

Le declinazioni magnetiche sono una funzione dell'effetto del campo magnetico della terra, variano anche annualmente dipendentemente con il variare della posizione dei poli magnetici ed altri fattori.

https://commons.wikimedia.org/wiki/File:World_Magnetic_Declination_2010.pdf

La tua bussola molto probabilmente e' calibrata per l'emisfero NORD e potrebbe funzionare male per l'emisfero SUD. Di solito le bussolette da bancarella non riscontrano apparenti problemi perche' sono starate cosi' tanto che non importa, ma se uno possiede una bussola seria bisognerebbe informarsi con il costruttore.

Grazie per i suggerimenti. Sono d'accordo con te in tutto. Anche al corso di orientamento mi sono rifiutato di imparare a memoria i procedimenti e ho sempre "capito" e quindi applicato il ragionamento da zero e non ho mai avuto difficoltà proprio per quello. Inoltre ho la memoria di un pesce rosso, quindi non ricorderei niente. Mi basta ricordare che il nord magnetico è a EST rispetto a quello della mappa e tutte le addizioni/sottrazioni vengono da sè.
 
Se usi un GPS il problema della declinazione magnetica si "auto risolve" nel senso che, semplicemente, non c'è visto che ti fornisce le coordinate in latitudine e longitudine, PERÒ se il GPS ha la funzione bussola e usa un chip "interno" anch'esso è soggetto alla correzione della declinazione magnetica che potrebbe anche essere automatica (dipende).

Le bussole con correzione della declinazione magnetica agiscono ruotando la corona con i gradi, normalmente le bussole "standard" hanno lo zero coincidente con le ore "12", quelle con la correzione permettono di far ruotare questa corona a destra, o a sinistra, portando lo zero nella posizione derivante dal valore della declinazione.

Ciao :si:, Gianluca
Tutto chiaro.
Sì ho la funzione "bussola" nel GPS ma non la uso.
 
Come M4rc0 voglio capire le cose.
Il punto è che il Nord magnetico non mi semra essere ad Est di quello geografico e questo mi sballa tutti i ragionamenti :wall::wall::wall:

1) sulla mappa vedi
2) dalle coordinate 82°42′N 114°24′W

Quindi in Italia come può essere Est la declinazione se il nord magnetico è a Ovest?
L'ago della bussola invece che puntare verso la Finlandia (Est) mi sembra che punti verso il Canada (Ovest)

191504


Inoltre fonti diverse dicono cose diametralmente opposte a seconda di dove hanno fatto il copia e incolla :(

Cito questo articolo
Nelle nostre regioni la declinazione magnetica è occidentale (-) ed ha un valore di pochi gradi.

e Wikipedia
Tale valore alle coordinate geografiche di Roma (41° 53' 42" N, 12° 29' 05" E), calcolato al 25 marzo 2014, è pari a 2° 37' 20" E

e questa immagine


Allora in Italia la declinazione è Est oppure Ovest?

Se è Ovest mi sta bene che poi sia necessario sommare dei gradi positivi (con somma algebrica)
Ng = Nm +(+3°)
per riportare l'ago verso Est sul meridiano che passa dal polo Nord geografico.

Se è Est allora occorre che l'Est per convenzione sia da considerarsi negativo e non positivo
Ng = Nm +(-3°) per spostare l'ago verso Ovest.

Voi avete capito?
 
Ultima modifica:
Inoltre fonti diverse dicono cose diametralmente opposte a seconda di dove hanno fatto il copia e incolla :(

Cito questo articolo
Nelle nostre regioni la declinazione magnetica è occidentale (-) ed ha un valore di pochi gradi.
Hanno scritto una sciocchezza. Nel 2005, anno di pubblicazione dell'articolo, la declinazione in Italia era già Est, quindi positiva.
Abbiamo avuto declinazione W, quindi negativa, fino alla fine degli anni 70.
Non essendo io un ragazzino :biggrin::biggrin: infatti mi ricordo che per lavoro correggevo il rilevamento Vero letto sulle carte aumentandolo con il valore della declinazione (doppio negativo).


Allora in Italia la declinazione è Est oppure Ovest?
Definitivamente Est, anche perchè aumenta di 7' Est ogni anno.

https://www.ngdc.noaa.gov/geomag/calculators/magcalc.shtml

francesco
 
Ok..
E ciò significa che
il polo nord geografico è spostato verso Est rispetto al polo nord magnetico

Oppure che
il polo nord magnetico è spostato verso Est rispetto al polo nord geografico

???
Grazie ancora
 
si parla di
declinazione occidentale:
- se il Nord magnetico è ad Ovest del Nord geografico;
dec. orientale:
- nel caso opposto.
Quindi, per passare da azimut magnetico al corrispondente azimut geografico:
- si sottrae il Delta(la declinazione) dal primo, se la dec. è occidentale;
- si aggiunge il Delta in caso di declinazione orientale.
Viceversa, per passare da azimut geo. ad azimut magnetico:
- si aggiunge il Delta al primo per dec. occidentale;
- si sottrae per dec. orientale.
Pur cui alla tua precedente domanda la risposta segue la tua congiunzione ... oppure:
"il Nord magnetico è spostato ad Est del Nord geo.".


Con un esempio. Siamo in un punto A dell'Italia e rilevo con la bussola l'azimut di un punto B ( 20°20'); ipotizzando che la dec al momento del rilevamento sia di 2° E(orientale), l'azimut geografico sarà: 20°20'+2° = 22° 20'.
Qui un quadro del 1959 con il grafico in cui il Nord mag invece era a W del Nord geo.
191511
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso