Recensione Deuter Speed lite 32

Da qualche tempo ho acquistato un Deuter Speed lite 32 e dopo alcune uscite vorrei farne una recensione preliminare.

Premetto che da tempo cercavo uno zaino da escursionismo veloce per uscite prevalentemente mezza giornata/giornaliere ad uso prevalentemente estivo ( ma in generale in tutte le stagioni) in montagna diciamo dai 1000m in su.
Posseggo già alcuni zaini:
- Simond alpinism 22
- Simond alpinism 32 poi sostituito con il 33
- Salewa Peak 38 ormai pensionato
- Osprey Kestrel 38
- Deuter guide 35+ che ha 6 anni
- Tashev Mount 60+10
- Deuter air contact pro 60+15+8
- Invicta Nord 70L
- Invicta Monviso 3
I 2 ultimi ormai fanno parte del museo

Vista la moda e la mania del leggero ad ogni costo anche io mi sono piegato a questa tendenza moderna anche se con circospezione e dopo studi, osservazioni e prove mi sono concentrato su 2 modelli:
- Osprey Talon 33
- Deuter Speed lite 32

Dopo averli analizzati , toccati con mano e provati ma solo in negozio e non in escursione ho scelto il Deuter per alcuni motivi:
1) mi stava meglio sulla schiena
2) spallacci più imbottiti
3) lo schienale è più rigido e da sostegno anche se forse la traspirabilità del talon è migliore ma questo non lo posso dire
4) al tatto il tessuto decisamente più robusto del talon
5) presenza di cinghie di compressione reverse per aggancio di materiali sul davanti come ciaspole ecc
6) 2 solide daisy chain che scorrono parallele anche queste danno possibilità svariate di attacco
7) tasca frontale più robusta di quella del Talon

dall'altra parte il Talon presenta:
- una cinghia ventrale e le tasche annesse fatte molto meglio e più capienti. La cintura del Deuter è floscia e poco sostenitiva e pure le tasche (un cellulare non ci sta) In ogni caso sono zaini per trasporto leggero quindi non è una cosa fondamentale.
- sistema porta bastoncini decisamente migliore
- entrambi sono molto leggeri ed entrambi sono costosi per quello che sono e offrono a mio avviso.

Speed Lite 32
Colore: nero e giallo
Peso 870gr
Misure 66-28-22 cm (LxlxP)
Struttura: telaio a X (tondino in Derlin)
Tessuto: Poliammide High Tenacity da 100 D

Lo zaino è abbastanza slanciato e stretto tale da non impedire i movimenti anche nei passaggi stretti tipo ferrate.
Presenta la solita tasca sul cappuccio molto capiente e e sulla faccia interna del cappuccio la solita tasca con zip. Il cappuccio presenta 4 asole porta materiale ai 4 angoli.
Il sistema di chiusura del ano principale è la classica con laccetto e presenta a quel livello tessuto molto rinforzato (vedi foto).
La chiusura dello zaino avviene con 2 piccole fibbie a mio avviso un tantino leggere, così pure tutte le cinghie hanno una larghezza ridotta sebbene robuste.
Il corpo centrale dello zaino è unico e non presenta un vano separato sul fondo cosa poco importante in questi litraggi.
quindi al corpo dello zaino si accede solo dall'alto. L'interno è regolare e c'è il solito spazio per la sacca idrica che io non uso mai. La forma è uniforme ed il rivestimento interno è robusto.
All'esterno frontalmente c'è una bella tasca di materiale robusto e a rete sui margini laterali per far asciugare eventuali indumenti bagnati riposti. la chiusura della tasca avviene tramite la solita piccola fibbia e fettuccia molto allungabile.
Sempre frontalmente ci sono 2 porta bastoncini/piccozza. La picca però secondo me verso il basso con trova il comodo alloggiamento dei moderni zaini da alpinismo. D'altra parte questo non è uno zaino da alpinismo ma la piccozza ci sta bene comunque. 2 dasy chain scorrono parallele lungo la superficie frontale dello zaino e sono molto comode per attacco materiale.
Lateralmente in basso ci 2 tasche a rete in cui ci sta bene una borraccia da litro. Sempre lateralmente le 2 cinghie di compressione su ambo i lati sganciabili e con possibilità di reverse sul davanti, cosa per me molto utile.
Gli spallacci sono abbastanza imbottiti e traspiranti e su uno c'è un sistema per attaccare gli occhiali. Solita cinghia pettorale.
Della cinghia ventrale ho già parlato sopra.
Lo schienale è molto comodo e sostenitivo ed ha una sua bella rigidità e anche riponendo materiale abbastanza rigido non si sente alcuna pressione sulla schiena. Lo schienale presenta una retina e sembra abbastanza traspirante, in ogni caso come con tutti gli zaini camminando in montagna in maggio ho sudato.
Lo schienale non è regolabile ma pur essendo alto 192 con schiena lunga non ho avuto alcun problema. La misura è giusta. Con quasi tutti i deuter non ho mai avuto problemi di questo tipo nemmeno col Futura 26.
Altri zaini invece con schienale non regolabile tipo Millet e molti altri ho purtroppo dovuto scartarli perchè troppo corti.

Lo ho caricato con 5-6-7-8Kg e lo zaino si è comportato benissimo.
Conclusioni: devo ammettere che è un ottimo zaino ma ora voglio vedere quanto durera? fibbie, retina dello schienale, tasche a rete laterali sopratutto.
Sinceramente avrei:
1) messo fibbie un pelo più robuste
2) una cintura ventrale e con tasche più rigida e sostenitiva (anche se i pesi trasportati non sono tali dal richiedere ciò)
3) avrei rinforzato le tasche a rete laterali nella loro parte bassa.
Anche se tutto ciò avesse portato da 870gr ad 1kg ci poteva benissimo stare, ma forse volevano pesare 30gr meno del talon 33? Boh... sono cose che non capisco tanto...
4) manca di rain cover

Secondo me lo zaino è fatto per un utilizzo giornaliero o metà giornata in tutte le stagioni anche in inverno: molto comodo nel metti-togli-metti-togli ciaspole e materiale vario. D'estate lo zaino non lo si riempie tutto.
C'è anche la versione 26L ma ho optato per il 32 considerando anche un utilizzo invernale con più materiale.
Io quando esco sono abbastanza equipaggiato.
Per le uscite con pernotto in rifugio va benissimo.
Per uscite in completa autonomia di una notte lo boccio completamente.
Per uscite in completa autonomia con pernotto in bivacco: ci sono zaini molto migliori e più ben fatti.

Comuque dopo 5 uscite voto: 9. vediamo quanto durerà.....
 

Allegati

  • IMG_20200521_084947_BEAUTY.jpg
    IMG_20200521_084947_BEAUTY.jpg
    286,8 KB · Visite: 260
  • IMG_20200521_091700_BEAUTY.jpg
    IMG_20200521_091700_BEAUTY.jpg
    486,8 KB · Visite: 256
  • IMG_20200521_091725_BEAUTY.jpg
    IMG_20200521_091725_BEAUTY.jpg
    561 KB · Visite: 248
  • IMG_20200521_091747_BEAUTY.jpg
    IMG_20200521_091747_BEAUTY.jpg
    563,4 KB · Visite: 241
  • IMG_20200521_091816_BEAUTY.jpg
    IMG_20200521_091816_BEAUTY.jpg
    404,1 KB · Visite: 248
  • IMG_20200521_091619_BEAUTY.jpg
    IMG_20200521_091619_BEAUTY.jpg
    352,9 KB · Visite: 254
  • IMG_20200521_091630_BEAUTY.jpg
    IMG_20200521_091630_BEAUTY.jpg
    372,8 KB · Visite: 246
  • IMG_20200521_091806_BEAUTY.jpg
    IMG_20200521_091806_BEAUTY.jpg
    460,1 KB · Visite: 244
Ultima modifica:
una recensione un po' criptica che lascia molto spazio all'immaginazione :)
--- ---

adesso è spuntata ;)
Praticamente quello che ci faccio io con l'exos osprey da 38. A proposito: nella tua valutazione, perché non proprio l'exos? a livello di schienale mi sembra superiore al deuter..Come caratteristiche direi equivalenti.
 
Ultima modifica:
una recensione un po' criptica che lascia molto spazio all'immaginazione :)
--- ---

adesso è spuntata ;)
Praticamente quello che ci faccio io con l'exos osprey da 38. A proposito: nella tua valutazione, perché non proprio l'exos? a livello di schienale mi sembra superiore al deuter..Come caratteristiche direi equivalenti.
L exos è un altro pianeta, troppo grande per me come litraggio. Ho già il kestrel 38.
La forma è più simil alpinistica più minimal e più che un 32 sembra un 28-30.
Non è paragonabile all' exos come confort.
Questo è paragonabile al Talon o al nuovo Agile della Ferrino.
Se facevano l exos 26 lo prendevo.
--- ---

una recensione un po' criptica che lascia molto spazio all'immaginazione :)
--- ---

adesso è spuntata ;)
Praticamente quello che ci faccio io con l'exos osprey da 38. A proposito: nella tua valutazione, perché non proprio l'exos? a livello di schienale mi sembra superiore al deuter..Come caratteristiche direi equivalenti.
L exos nel suo genere è nettamente superiore, è un genere a se anche se preferivo la versione precedente che aveva le tasche sulla cintura
 
Ultima modifica:
Adesso a me manca un zaino con il quale fare uscite di una notte in tenda... L aether è una bestia! Vado di kestrel o stratos? L exos se ci butto dentro tenda e sacco sono pieno
 
Adesso a me manca un zaino con il quale fare uscite di una notte in tenda... L aether è una bestia! Vado di kestrel o stratos? L exos se ci butto dentro tenda e sacco sono pieno
A te sì monotematico. Osprey.
:poke: :poke:
Puoi andare a fare una notte anche con l' Aether secondo me.
Oggi ero in Novegno come hai visto prima del turno di notte.
Ho trovato dei bei posti per piazzare la tenda senza andare troppo distanti , ottimi posti per foto dell' alba. Beccato anche una zecca pestifera.
Comunque il kestrel è tipo l Aether per me.
Comunque te lo mostro. Dovresti prendere il 48? Il 58?
Lo stratos per me è una via di mezzo tra un exos e un kestrel.
Io preferisco il kestrel però de gustibus.
Altrimenti voli più basso con altri marchi.
Io comunque anche per una notte uso mezzo pieno un 70 litri. Andare via una notte o 3 notti in completa autonomia non cambia molto i volumi di carico.
È che tra lavoro e famiglia al max si riesce a dare una notte cavolo....
 
Uso l' arpenaz 40 vecchio modello preso in offerta alla decathlon, allo schienale floscio si ovvia avendo l'accortezza a come riempirlo, carico al massimo 12 kg e si comporta bene ;)
 
Ciao, sto valutando questo zaino per escursionismo anche invernale. Hai qualche aggiornamento in merito alla robustezza/durabilità? Quale sarebbe la posizione migliore in cui fissare le ciaspole?

Grazie mille
 
Ciao, sto valutando questo zaino per escursionismo anche invernale. Hai qualche aggiornamento in merito alla robustezza/durabilità? Quale sarebbe la posizione migliore in cui fissare le ciaspole?

Grazie mille
Ciao.
Le ciaspole le fissi sulla parte frontale dello zaino in 2 modi.
1) compri delle semplici cinghie al Decathlon da 3 euro e le fai passare dentro alle 2 file di daisy chain che ci sono frontalmente.
2) sganci le cinghie di compressione laterali e le colleghi reverse sul davanti in modo da collegare la cinghia di compressione dx con la sin.
Sulla durabilità è un po' presto. Lo ho da 2 anni ed è perfetto ma lo uso soprattutto d estate perché per l inverno uso molto anche un Deuter guide 35+.
In ogni caso il tessuto è abbastanza robusto.
Lo schienale non devi mettere all' interno roba puntuta che spinga sullo schienale altrimenti lo senti.
Le cose più fragili le ritengo le fibbie poi le cinghie che pur avendo apparentemente una buona robustezza sono a mio parere di larghezza un po' esigua comunque fanno il loro lavoro. La cintura ventrale non è il massimo perché è un po' floscia e ha due taschine un po' piccole. Ci sta un pacchetto di fazzoletti al max. Ma il peso trasportato non è mai più di 5-6kg nel mio caso.
Complessivamente gli do un buon voto.
Se vuoi qualcosa di più strutturato per l inverno devi andare su Deuter guide 34+ o millet Peuterey 35
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso