Difficile convivenza fra un camminatore (io) e i motociclisti

S

Speleoalp

Guest
E' un comportamente umano e in quanto tale fondamentalmente errato. Basterebbe avvisare l'autorità ed evitare di invischiarsi in queste situazioni, dove magari, poi il motociclista a cui hai squarciato la gomma, te mena... Anche se come ho detto in precedenza, questo è l'ultimo dei mali. Il mio pensiero principale va alla flora e alla fauna.
Vero... ma non sono uno che ama farsi difendere dalle autorità o da altri enti. Ne parlo, ne discuto e si risolve. Ma è un altro discorso che sicuramente non vediamo uguale e penso sia inutile continuare, ahah sarebbe lunghissimo, ahah

Certamente... ma c'é anche il rovescio della medaglia, a riguardo che mi mena, ahaha

Io penso alla flora e alla fauna, ovviamente e sicuramente.
Ma anche a me e se fosse capitato con la mia compagna.... oppure qualche bambino della giungla :lol:
 
S

Speleoalp

Guest
Commento una sola cosa.
Chi fa enduro in modo illegale è giusto che sia sanzionato. Non dalle persone, ma dalle forze dell'ordine.

Il mio amico ha perso la milza e fatto un mese di coma grazie a chi ha messo un tronco in mezzo ad un sentiero che non c'era 10minuti prima (ps: il bosco in montagna era di sua propietà...come l'intero lato di montagna) e io ho fatto una brutta caduta che mi ha costretto a 3 settimane di fermo lavorativo (sono libero professionista) e un polso lussato più una costola...

capisco tutto l'odio che avete per chi di endurista e rispetto altrui non ha nulla, ma evitate gesti estremi...dormire la notte con la coscenza sporca non è bello...

PS: Oltre alla coscienza vi troverete se beccati una bella denuncia per tentato omicidio...(ciò che si sono trovati sul gobbo i signori responsabili)
Premetto che non ho nessun odio per chi và in moto (qualunque essa sia).
Non tengo conto delle proprietà private che riguardano terreni boschivi, alpi, montagne.... ma se tutto ok vi do rispetto. Perché l'essere umano si è già preso troppo in città, paesi e quindi è inutile e prepotente prendersi anche proprietà altrove e soprattutto fuori dai centri già creati.

Sicuramente non è che domani vado a piazzare oggetti... anche se ha più diritto un tronco in mezzo ad un sentiero che il libero passaggio di una moto. Poi qui non abbiamo di questi "sport". Inoltre qui non durerebbero mezza giornata queste attività, tra autorità, pastori, ecc....

Però di primo impatto a livello teorico, la risposta è quella.
Ma chiaramente se recidivi... maleducati e arrogati...

Alla fine comunque non ho capito....

"siete stati colpiti dalla ghiaia, ecc che hanno scaraventato in giro??"
 
Il rombo l'ho sentito si, ma come ho scritto era praticamente tutta la giornata che in basso passavano mezzi e quindi non ho pensato ad un pericolo imminente, magari ho/abbiamo sottovalutato la situazione ma ciò non toglie il fatto che i motociclisti in questione abbiano travalicato. Poi personalmente non ho nulla contro chi va in moto, però se lo fa con certi criteri.


Vivendo ai margini del bosco lo frequento giornalmente, sia per piacere che per recupoerare qualche frutto o erba officinale. Ci tengo poi a precisre che non ho mai utilizzato piante vive come test per i coltelli, ma se mi porto dietro una lama importante è semplicemente perché in passato mi è tornata più che utile, visto il tipo di uscite che pratico abitualmente (oltre a piacermi, non lo nego).


Ovviamente i problemi del bosco non riguardano solo e soltanto i motociclisti, ma anche ed in buona misura chi lo vive come un luogo di svago "consumabile" a guisa di un cinema o un locale, quindi approcciandolo in maniera superficiale e come se fosse un luogo dove all'uomo tutto è permesso in nome del "sacrosanto svago". Trovare bottiglie di plastica, fazzolettini, scatolette, vetri, provoca una rabbia molto forte, tanto che nel mio piccolo tento quanto più possibile di contribuire alla sensibilizzazione verso l'ambiente -del quale troppo spesso ci scordiamo di far parte- nei confronti di chi decide di andar per boschi.
Ho un cuginetto di 13 anni che si sta appassionando alla montagna, e mi ha fatto molto piacere, dopo tanti discorsi, portarlo in escursione e vedere come si ponesse nei confronti dell'ambiente nel quale ci trovavamo, niente fiori o piante colte inutilmente, tante domande e curiosità e la voglia di ripetere l'esperienza.


Riguardo agli approcci "energici" verso chi si comporta in maniera sconsiderata nei boschi beh, non sono in realtà assolutamente contrario, il peace and love non mi rappresenta decisamente, però non mi andrebbe di danneggiare un eventuale soccorritore o un altro escursionista, ma modi per far ricordare allo smanettone di turno che ci vuole un po più di rispetto per il luogo dove ci si trova ce ne sono eccome...


detto questo credo che il vero argomento su cui rifletere sia l'approccio che in molti hanno con l'ambiente naturale e come questo approccio condizioni il loro modo di muoversi in escursione. Forse al di là dei fatti particolari che ci portano ad aprire un topic è sulla sostanza dell'avventurarsi nella natura sulla quale riflettere.


@ Speleo: no non ci hanno colpito fortunatamente, ho avuto solo paura che la mia compagna si potesse fare male.
 
Allora...facciamo due considerazioni. Sarà indecente vedere i boschi fresati? bè bello non lo è di sicuro,un solco profondo mezzo metro impedirebbe a qualunque moto di proseguire. Facciamo che i solchi sono profondi al massimo 25 cm perchè se no la moto tocca sotto e le ruote girano a vuoto.
E in ogni caso se hanno scavato un solco del genere è perchè sono smanettoni,gli stessi che infestano i colli nei fine settimana facendoti rischiare la vita. Anche se hanno altre cavalcature,plasticume con carene e 170 CV....quelli per me sono i veri motociclisti indecenti.
Io comunque trovo più indecente trovare piatti di plastica e schifezze dei merenderos,oppure i soliti cocci di vetro del diversamente intelligente che "rompe bottilia e ammazza familia".
Anche perchè la plastica se proprio non ti va la puoi appiccare (ma puzza) o al porta via il primo incendio boschivo ...col vetro ti tagli e resta lì per migliaia di anni. Non ho mai portato giù il rifiuto di un altro (e non intendo farlo,non sono uno spazzino ) ma non ne ho neanche mai abbandonato uno dei miei (tranne cosa è "organico" ) e la coscienza mia è a posto. Se cominciassimo tutti a non abbandonare più nulla ,tra incendi boschivi e innondazioni penso che in 100 anni la natura si ripulisce da se.

Per quanto riguarda i "dissuasori" ,voglio solo che tu pensi un attimo al fatto che magari un giorno ,invece dello sconsiderato passa qualcuno che sta portando soccorso a qualcun altro. Magari sta venendo a soccorrere proprio te e si squarcia il copertone "per grazia ricevuta". Magari ti sta portando il siero antivipera o qualcosa altro di importante.

Poi per carità i pedoni sono sempre santi...anche quando te li trovi alle 2alps sulle piste da downhill segnalate e con tanto di cartelli. Un giorno ho trovato pure una mamma col passeggino :rofl: pensa un pò. E ho santificato chi sulle bici ha inventato i freni a disco!
Il solco se è profondo un metri e largo mezzo in moto ci passi lo stesso , mica sei in macchina .... e io invece tutti i guri torno con nello zainetto ( faccio skyrun ) pieno di roba non mia ... e me ne vanto , dai il buon esempio per primo ... se no si passa per il solito ragionamento all italiana " lui fa cosi e allora io faccio cosà " ...
 
ora dico la mia:
Io non ho una moto da enduro mono, leggera, agile e snella da infilarsi per mulattiere, ma un pesante bicilindrico, quindi mi trovo spesso per sterrate "poco divertenti" per i veri enduristi.
Rallento sempre quando incontro qualcuno in bici o a piedi, anche se le mie velocità son sempre relativamente basse.
Però puo' capitare che NON conoscendo il percorso, ci si trovi in una situazione in cui rallentare improvvisamente può essere pericoloso,questo per esprimere un parere tecnico. A volte quando qualcuno non rallenta è per questo, anche se alcuni "fenomeni" esistono eccome, e di solito vengono poi cazziati successivamente.
Ma pregate che non trovi mai uno che mette assi con chiodi, fili, massi per far "cadere nel burrone" e cose varie, perchè vi giuro che passerà il più brutto quarto d'ora della sua vita anche solo per averlo pensato.
Si rischia di far ammazzare qualcuno o di fargli fare male sul serio, e questo non è ammissibile, mai.
Se vai in giro come dici , un sasso in mezzo alla strada nin ti recherebbe alcun danno fisico ... e nel mio bosco di sassi ne metto quanti e dove voglio
 
detto questo credo che il vero argomento su cui rifletere sia l'approccio che in molti hanno con l'ambiente naturale e come questo approccio condizioni il loro modo di muoversi in escursione. Forse al di là dei fatti particolari che ci portano ad aprire un topic è sulla sostanza dell'avventurarsi nella natura sulla quale riflettere.
credo che il succo sia proprio questo....per molti, moltissimi.....tropperrimi, l'ambiente naturale è un'estensione di quello cittadino con meno comodità.....e basta.

Questi atteggiamenti ci sono in città(sovente con conseguenze molto pesanti) dove ci sono avvisi, cartelli e un codice vigente che non dovrebbe essere opinabile, discutibile o interpretabile.....eppure la gente non li rispetta e altra gente ci lascia le piume.

Pensate veramente che chi non ha sviluppato un minimo di senso civico possa in qualche modo essere interessato da quale sia il modo corretto di approcciare la natura e l'escursionismo?
 
Commento una sola cosa.
Chi fa enduro in modo illegale è giusto che sia sanzionato. Non dalle persone, ma dalle forze dell'ordine.

Il mio amico ha perso la milza e fatto un mese di coma grazie a chi ha messo un tronco in mezzo ad un sentiero che non c'era 10minuti prima (ps: il bosco in montagna era di sua propietà...come l'intero lato di montagna) e io ho fatto una brutta caduta che mi ha costretto a 3 settimane di fermo lavorativo (sono libero professionista) e un polso lussato più una costola...

capisco tutto l'odio che avete per c

hi di endurista e rispetto altrui non ha nulla, ma evitate gesti estremi...dormire la notte con la coscenza sporca non è bello...

PS: Oltre alla coscienza vi troverete se beccati una bella denuncia per tentato omicidio...(ciò che si sono trovati sul gobbo i signori responsabili)
Anche avere in giro per il bosco mio nipotino e veder sfrecciare le mto come se niente fosse non è bello ... ripeto , se in enduro si gira col cervello non ci si fa male ... se ti becchi un ramo in strada che 10 minuti prima non c'era è perche è passato col gas aperto
 
Se vai in giro come dici , un sasso in mezzo alla strada nin ti recherebbe alcun danno fisico ... e nel mio bosco di sassi ne metto quanti e dove voglio
Nel TUO bosco si, ma mi sembrava che il discorso non fosse limitato alle proprietà private (dove di solito non si va).
Ma un conto è un sasso, un conto è un masso o un tronco messo in posizione "problematica" solo per il gusto di veder cadere qualcuno.
Perchè questo ho letto in qualche post.
E poi io vado piano ma non penso solo per me... e ti assicuro che raccattare qualcuno per un incidente è sempre una brutta cosa.
 
S

Speleoalp

Guest
Mi sembra che il primo (forse l'unico) che ha scritto che avrebbe messo un ramo in mezzo al sentiero sono io.

Ma se si resta nel contesto, non l'ho scritto per il "piacere di vedere cadere qualcuno".

Ma se unno và in montagna con un mezzo a motore, sfreccia.... un tronco può anche cadere per conto suo. Come lui mette a rischio me e chi mi stà attorno, animali, ecc sulle proprie gambe (da nascita).... perché io non potrei lasciare un tronco (naturale e nel suo habitat) dove poco prima nessuno si è fatto il minimo problema se c'ero io (essere vivente)??

Mica per divertimento o per nulla dicevo ciò,...
 
Allora voglio fare un paragone,così vediamo se rendo l'idea. Mettendola sul ridicolo perchè qui la situazione si sta surriscaldando
Supponiamo di dover fare fuori la suocera e di volerlo fare lasciando un serpentello (ovviamente MOLTO velenoso) nel giardino di casa. Supponiamo un cobra egiziano,così in 15 minuti tira le cuoia. Con la vipera ci va quasi un ora (e non è detto che la ammazza).
Siamo sicuri che il serpentello colpirà proprio la suocera? E non il postino,il bimbo dei vicini che scavalca per prendere il pallone o l'elettricista o l'idraulico.
E allora. Facciamo il paragone...con le tue assi chiodate.
Chi ti dice che non ci metterà sopra il piede un bimbo che va in giro col papà a cercare funghi,o due adolescenti che vanno a farsi le canne,penso che le scarpe della DC o etnies si perforino nè più nè meno di un copertone da moto.
Quindi capirai perchè non ti condivido
 
S

Speleoalp

Guest
Allora voglio fare un paragone,così vediamo se rendo l'idea. Mettendola sul ridicolo perchè qui la situazione si sta surriscaldando
Supponiamo di dover fare fuori la suocera e di volerlo fare lasciando un serpentello (ovviamente MOLTO velenoso) nel giardino di casa. Supponiamo un cobra egiziano,così in 15 minuti tira le cuoia. Con la vipera ci va quasi un ora (e non è detto che la ammazza).
Siamo sicuri che il serpentello colpirà proprio la suocera? E non il postino,il bimbo dei vicini che scavalca per prendere il pallone o l'elettricista o l'idraulico.
E allora. Facciamo il paragone...con le tue assi chiodate.
Chi ti dice che non ci metterà sopra il piede un bimbo che va in giro col papà a cercare funghi,o due adolescenti che vanno a farsi le canne,penso che le scarpe della DC o etnies si perforino nè più nè meno di un copertone da moto.
Quindi capirai perchè non ti condivido
ahah, bel paragone ;))

Ma per come la vedo, chiunque non sia in grado di fermarsi prima dell'ostacolo.... oppure nell''estremo non gli frega nulla di fermarsi o rallentare molto,...stà scendendo ad una velocità non adatta al quel tipo di situazione. Sia in bici, moto o addirittura a corsa.... Circuiti e piste dovrebbero essere fatte apposta per evitare malintesi e problemi.
 
Lasciamo stare le proprietà private dove nessuno dovrebbe passare senza permesso, né in moto, né quelli che scavalcano la recinzione per rubarmi la legna o la frutta.
In un bosco, un sentiero o una strada sterrata nessuno è padrone e siamo tutti di passaggio e tutti abbiamo lo stesso diritto di starci, se non infrangiamo qualche legge o regolamento.
Io sono endurista, escursionista e pure pescatore e odio coloro che si credono padroni del mondo ( non sto parlando di nessuno in particolare qui presente sul forum), dagli esaltati che escono in moto solo per far casino e non hanno neppure idea di come si affronti uno sterrato, da quelli che mi si mettono sulla strada pubblica minacciandomi con una forca (si mi è successo) solo perché hanno visto una moto mentre loro spargevano rifiuti ovunque e i maleducati e i presuntuosi che si inventano un divieto di pesca solo perché volevano prendere il sole con la morosa dove io ero appostato dalle 5 di mattina (mi è capitato più volte).
Gli incivili, i maleducati e gli imbecilli ci sono ovunque, sia che abbiano un casco o gli scarponi ai piedi, e sono questi che andrebbero sanzionati per fargli abbassare la cresta.
Limitiamoci alla convivenza nelle zone comuni, chiamando chi di dovere se proprio dobbiamo, e una volta giunti alla metà possiamo pure praticare la nostra passione.
Ma sempre nel rispetto di tutti e con la certezza di non provocare danni a nessuno
 
S

Speleoalp

Guest
Lasciamo stare le proprietà private dove nessuno dovrebbe passare senza permesso, né in moto, né quelli che scavalcano la recinzione per rubarmi la legna o la frutta.
In un bosco, un sentiero o una strada sterrata nessuno è padrone e siamo tutti di passaggio e tutti abbiamo lo stesso diritto di starci, se non infrangiamo qualche legge o regolamento.
Io sono endurista, escursionista e pure pescatore e odio coloro che si credono padroni del mondo ( non sto parlando di nessuno in particolare qui presente sul forum), dagli esaltati che escono in moto solo per far casino e non hanno neppure idea di come si affronti uno sterrato, da quelli che mi si mettono sulla strada pubblica minacciandomi con una forca (si mi è successo) solo perché hanno visto una moto mentre loro spargevano rifiuti ovunque e i maleducati e i presuntuosi che si inventano un divieto di pesca solo perché volevano prendere il sole con la morosa dove io ero appostato dalle 5 di mattina (mi è capitato più volte).
Gli incivili, i maleducati e gli imbecilli ci sono ovunque, sia che abbiano un casco o gli scarponi ai piedi, e sono questi che andrebbero sanzionati per fargli abbassare la cresta.
Limitiamoci alla convivenza nelle zone comuni, chiamando chi di dovere se proprio dobbiamo, e una volta giunti alla metà possiamo pure praticare la nostra passione.
Ma sempre nel rispetto di tutti e con la certezza di non provocare danni a nessuno
Cavoli... che cose che succedono, ah Pazienza e avanti ;)
 
Allora voglio fare un paragone,così vediamo se rendo l'idea. Mettendola sul ridicolo perchè qui la situazione si sta surriscaldando
Supponiamo di dover fare fuori la suocera e di volerlo fare lasciando un serpentello (ovviamente MOLTO velenoso) nel giardino di casa. Supponiamo un cobra egiziano,così in 15 minuti tira le cuoia. Con la vipera ci va quasi un ora (e non è detto che la ammazza).
Siamo sicuri che il serpentello colpirà proprio la suocera? E non il postino,il bimbo dei vicini che scavalca per prendere il pallone o l'elettricista o l'idraulico.
E allora. Facciamo il paragone...con le tue assi chiodate.
Chi ti dice che non ci metterà sopra il piede un bimbo che va in giro col papà a cercare funghi,o due adolescenti che vanno a farsi le canne,penso che le scarpe della DC o etnies si perforino nè più nè meno di un copertone da moto.
Quindi capirai perchè non ti condivido
Il sasso era grande come un panettone di cemento visibile da 50 metri di rettilineo e le assi non le abbiamo coperte con niente ... visibilissime sia da animali che da esseri umani ... e come dice speleo soni invisibili solo se passi a ritmo gara .
Con questo chiudo ....
 
Il sasso era grande come un panettone di cemento visibile da 50 metri di rettilineo e le assi non le abbiamo coperte con niente ... visibilissime sia da animali che da esseri umani ... e come dice speleo soni invisibili solo se passi a ritmo gara .
Con questo chiudo ....
In effetti quoto Skizzo, non prendiamoci in giro. Pensi che gli animali vedano i chiodi e pensino: "O che bel chiodino, ora lo scanso così evito di farmi male.." Chiudiamo questa brutta parentesi delle assi chiodate e non ne parliamo più.
 
Pane pane vino al vino??
Mi sembra che nel finto rispetto-amore della natura di alcuni, si nasconda una pericolosa intolleranza-odio verso tutti coloro che non la vivono nel loro stesso modo!
 
Pane pane vino al vino??
Mi sembra che nel finto rispetto-amore della natura di alcuni, si nasconda una pericolosa intolleranza-odio verso tutti coloro che non la vivono nel loro stesso modo!
Sarebbe bello indicare a chi ci si riferisce. Se dici a me, vorrei sapere come fai a dire che il mio amore-rispetto è finto. Il problema principale non è viverla diversamente, il problema è la mancaza di buon senso.
 
ahah, adesso mi tiro dietro un sacco di insulti e riaccendo eventuali "odi" verso di me,ahahah
Ma fà niente, voglio dire la mia....

Io invece non apprezzo per nulla quel tipo di attività e avrei sicuramente agito per "occhio per occhio... dente per dente"... Appena dopo la curva cieca, qualche bel ramo in posizione tattica.
Sia per la loro arroganza, maleducazione. Sia per il fatto della loro scarsa maturità, non ragionando su eventuali rischi e conseguenze che potrebbero causare e delle persone a piedi. Le due gambe le abbiamo da nascita e di natura e di conseguenza sono quelle che hanno più diritto su ogni altro mezzo di trasporto. Se proprio... proprio.... che si creino dei circuiti appositi. Ma non nella natura (boschi, alture,...) in città si fanno una bella spianata e se la modellano.

Per fortuna (non per me) dove abito io non và per nulla quel tipo di attività.

Che nervoso queste cose... son contento che alla fine però non vi siete fatti nulla ;)))
bravo, se il motociclista si ammazza tu sei accusato di omicidio volontario, complimenti....e mi fermo qui!!!!!!!!!!!
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
olasvadas Riflessioni 38

Discussioni simili



Alto Basso