Disavventura con una mandria di mucche

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Ciao a tutti!
Volevo condividere la mia disavventura avuta con una mandria di mucche, mentre bivaccavo nelle Dolomiti.
Dopo una lunga salita, io, la mia ragazza ed il mio cagnolino (un bastardino di taglia media ancora piuttosto vivace), troviamo un bellissimo e ampio pianòro, decidiamo quindi di accamparci quì per la notte.
Intorno a noi, ma comunque a una buona distanza, pascolava una mandria di mucche sparpagliate quà e la.
Il posto è magnifico e ci rimaneva un'abbondante oretta di luce, decidiamo quindi di accendere anche un fuoco, il territorio si presta bene, la zona di bosco è piuttosto lontana e vicino a noi troviamo il letto di un fiume prosciugato da cui prendiamo le pietre per circoscrivere il falò, poco più lontano troviamo anche molti rami belli secchi.
Insomma, sembrava davvero che tutto filasse per il meglio, se non che, 10 minuti dopo aver accesso il fuoco, iniziamo a sentire diversi muggiti ed in pochi minuti ci ritroviamo la tenda accerchiata da una mandria di circa 20 mucche, alcune delle quali sembravano incuriosite dal fuoco a tal punto da scottarsi il muso!
Pre prima cosa abbiamo portato il cane lontano dietro ad alcuni alberi su di una collinetta, quì siamo rimasti piuttosto spaventanti cercando di ragionare sul da farsi, il crepuscolo iniziava ad avvicinarsi e le mucche non davano l'idea di volersene andare molto presto.
Fattostà che decidiamo di telefonare alla guardia forestale per capire come comportarci, sappiamo che le mucche siano animali molto docili ma siamo anche consci del fatto che possano diventare molto pericolose se spaventate.
La guarda forestale ci consiglia di telefonare alla malga più vicina per chiedere di richiamare la mandria ma questa ci risponde che non dovevamo accamparci e che la guardia forestale la chiamavano loro, sfanculandoci in pochi minuti!
Ormai quasi buio, con il cane stanco e poche idee sul da farsi. decido di lasciare la ragazza con il cane ed andare a smontare la tenda.
Mentre la smonto mi ritrovo in una situazione davvero comica (pensandoci ora), contornato da un'immensità di mucche che indietreggiano e avanzano ad ogni passo che faccio, con i musi praticamente a pochi centimetri da me e con la paura che anche il movimento elastico di una stecca possa spaventarle facendole attaccare, riesco trascinarla fino alla collina, insieme a zaini e materassini (mezza smontata perchè ovviamente gli imprevisti accadono sempre nei momenti come questi, di certo la tensione emotiva avrà aiutato).
Stremati anche dalla lunga giornata torniamo indietro accampandoci in un altro posticino carino, che avevamo notato precedentemente, a circa 10 minuti di distanza.
Lasciamo indietro una borraccia da 75 di acqua ed essendo rimasti con solo 1 litro per tutta la notte (compreso il cane che la notte beve come un cammello) non abbiamo potuto cucinare neanche una minestra o un piatto di riso.
Qualcuno di voi ha vissuto un'esperienza simile? Come avreste affrontato la cosa?
Grazie in anticipo :)

p.s.
Vi allego quì sotto la foto del posto, della mia belva e di alcune delle protagoniste di questa avventura :p

69090840_10221113309530804_2170539603675578368_n.jpg

68373134_10221113444974190_7114677862002589696_n.jpg
67973308_10221113347211746_7788318872217583616_n.jpg
 
Ultima modifica:
Credo che per un malgaro un cittadino che pianta la tenda nella malga sia come per un cittadino un malgaro che gli porta le mucche nella stanza del suo ufficio.

La tua storia è simpatica e ben raccontata, non vi traspare però il sentimento di entrare in sintonia con i luoghi, gli usi, la vita della gente che lì ci vive e si guadagna da vivere con un lavoro faticoso, quasi sempre più disagiato di quello di noi cittadini.
 
mah io sarei rimasto in tenda ,il cane abbaiando avrebbe allontanato i bovini, o un bastoncino x non favorire l'avvicinamento...a me capitò con cavalli selvatici non proprio amichevoli
 
Secondo me hai fatto la cosa migliore, sei stato rispettoso e sopratutto non hai sottovalutato la situazione. Le mucche saranno pure animali simpatici ma nel caso si dovessero spaventare per un qualsiasi motivo possono diventare pericolose, è normale. Mi è capitato di persona con il mio cane questa estate e grazie all intervento della malgara tutto si è concluso nei migliori dei modi.
 
Secondo me vi siete comportati benissimo.

Le vacche possono diventare molto pericolose, generalmente accade se ci sono i vitellini e quindi diventano molto protettive. Infatti non é raro che ci siano situazioni in cui vengano uccise o ferite delle persone e anche cani. Nel vostro caso mi sembra di capire che le vacche erano solo incuriosite, ma resta il fatto che potevano reagire in mille mila modi differenti, per mille mila motivi a noi sconosciuti. Avete fatto benissimo.

Gli pseudo mandriani/alpigiani che avete contattato, invece, sono palesemente delle "brutte" persone, altezzose, vanitose che sicuramente vivono atteggiandosi in determinate maniere, grazie alla tendenza della società di promuoverle come "eroi", invece andrebbero "castigati" per bene...


Io ho avuto la fortuna di crescere, vivere e lavorare in quei contesti.... ma anche di vivere e lavorare in contesti cittadini e quel genere di vita non é assolutamente più dura della maggior parte delle situazioni lavorative "comuni". Anzi,... l'alzarsi preso al mattino non é un fattore che rende duro un lavoro, mungere delle vacche, delle capre,... nemmeno. Preparare carni, formaggi, idem... la fienagione? dove non ci sono i macchinari moderni é dura come tanti altri, altrimenti é una cavolata come tanti altri. Ma anche in quel caso, a parità di "tecnologia" a dispozione, ci sono mille mila altri lavori e condizioni peggiori!! Insomma... sono lavori e attività molto belle, utili, impegnative... ma ho sempre smentito il venire trattati come se si facesse chissà cosa.
I riferimenti a condizioni e periodi storici in cui ci si doveva spaccare di più... lo é anche per moltissimi altri lavori in cui ci si spaccava di più... quindi inutile pensare quel lavoro sotto un'ottica non attuale.
Insomma... nulla giustifica quel comportamento, non sono brave persone... e nemmeno "competenti", altrimenti sapevano benissimo cosa poteva succedere e sarebbero comunque intervenute.

La tendenza degli ultimi anni però é quella di lasciare gli animali incustoditi e tornarsene giù con il bel pick-up, negli stabili belli e tutti riattati... quindi potrebbe anche essere la solita questione "...poverini, venire ad aiutarvi voleva dire muoversi e far fatica. Magari lasciare il bicchiere di rosso...."


Con le Vacche in modalità "protezione" non si dovrebbe mai urlargli contro, agitare bastoni, ecc...
Ma starsene in disparte il più discretamente possibile. Per quanto lo si possa fare...

Apparentemente si potrebbe pensare, vedendo moltissimi alpigiani "schizzofrenici", che urlare, bestemiare, usare bastoni siano metodi efficaci con le vacche... ma così non é. In quei casi l'animale conosce il pastore e reagiscono diversamente. In altri casi le innervosiscono e potrebbero vedere la cosa come una minaccia per loro, i vitalli e le altre. Inoltre se una vacca ti carica, c'é la probilità che lo faccia più volte, tendono a tornare sui loro passi... insomma, come avete fatto é stata la cosa migliore. Allontanandovi.

Poi chiaramente se dovesse ancora capitarvi, riuscirai ancora a valutare la situazione... se avvicinandoti vedi che le vacche o la vacca tendono a correrti in contro... presumo tu capisca che sia il caso di mollare tutto lì e pazienza, ahah
 
Ultima modifica:
Credo che per un malgaro un cittadino che pianta la tenda nella malga sia come per un cittadino un malgaro che gli porta le mucche nella stanza del suo ufficio.

La tua storia è simpatica e ben raccontata, non vi traspare però il sentimento di entrare in sintonia con i luoghi, gli usi, la vita della gente che lì ci vive e si guadagna da vivere con un lavoro faticoso, quasi sempre più disagiato di quello di noi cittadini.
Scusa sei il proprietario di un animale /animali che possono potenziamente uccidere un essere umano e veniamo fuori con queste storielle bucoliche?
Se io ho un cane ne rispondo io e NON deve per nessuna ragione aggredire un essere umano
io sono un mandriano gli animali si stanno pericolosamente avvicinando a sproposito a una famiglia e vengo fuori con storie che non devono accamparsi lì?
Quindi lascio che le vacche li maciullino? Ma stiamo scherzando? Il lavoro duro non giustifica nulla possono anche trovarsi un lavoro in fabbrica o in ufficio.. Che poi sia meno duro è da vedere
 
Ultima modifica:
Gli pseudo mandriani/alpigiani che avete contattato, invece, sono palesemente delle "brutte" persone, altezzose, vanitose che sicuramente vivono atteggiandosi in determinate maniere, grazie alla tendenza della società di promuoverle come "eroi", invece andrebbero "castigati" per bene...
stai scherzando spero ....
io la vedo in maniera differente , anche io ci son passato con l'aiutare in montagna , il malgaro che probabilmente dorme in malga e non al bar col bicchiere di rosso sul comodino , e' tutto il giorno che lavora e si sbatte tra stalle e pascoli , alla sera gli arriva una telefonata di tizi che han piantato la tenda ( e non si potrebbe ) che mi chiede di andar su a spostar la mandria di mucche perchè han paura ? ma n mi sarei messo a ridere e avrei attaccato ...
 
Secondo me vi siete comportati benissimo.

Le vacche possono diventare molto pericolose, generalmente accade se ci sono i vitellini e quindi diventano molto protettive. Infatti non é raro che ci siano situazioni in cui vengano uccise o ferite delle persone e anche cani. Nel vostro caso mi sembra di capire che le vacche erano solo incuriosite, ma resta il fatto che potevano reagire in mille mila modi differenti, per mille mila motivi a noi sconosciuti. Avete fatto benissimo.

Gli pseudo mandriani/alpigiani che avete contattato, invece, sono palesemente delle "brutte" persone, altezzose, vanitose che sicuramente vivono atteggiandosi in determinate maniere, grazie alla tendenza della società di promuoverle come "eroi", invece andrebbero "castigati" per bene...


Io ho avuto la fortuna di crescere, vivere e lavorare in quei contesti.... ma anche di vivere e lavorare in contesti cittadini e quel genere di vita non é assolutamente più dura della maggior parte delle situazioni lavorative "comuni". Anzi,... l'alzarsi preso al mattino non é un fattore che rende duro un lavoro, mungere delle vacche, delle capre,... nemmeno. Preparare carni, formaggi, idem... la fienagione? dove non ci sono i macchinari moderni é dura come tanti altri, altrimenti é una cavolata come tanti altri. Ma anche in quel caso, a parità di "tecnologia" a dispozione, ci sono mille mila altri lavori e condizioni peggiori!! Insomma... sono lavori e attività molto belle, utili, impegnative... ma ho sempre smentito il venire trattati come se si facesse chissà cosa.
I riferimenti a condizioni e periodi storici in cui ci si doveva spaccare di più... lo é anche per moltissimi altri lavori in cui ci si spaccava di più... quindi inutile pensare quel lavoro sotto un'ottica non attuale.
Insomma... nulla giustifica quel comportamento, non sono brave persone... e nemmeno "competenti", altrimenti sapevano benissimo cosa poteva succedere e sarebbero comunque intervenute.

La tendenza degli ultimi anni però é quella di lasciare gli animali incustoditi e tornarsene giù con il bel pick-up, negli stabili belli e tutti riattati... quindi potrebbe anche essere la solita questione "...poverini, venire ad aiutarvi voleva dire muoversi e far fatica. Magari lasciare il bicchiere di rosso...."


Con le Vacche in modalità "protezione" non si dovrebbe mai urlargli contro, agitare bastoni, ecc...
Ma starsene in disparte il più discretamente possibile. Per quanto lo si possa fare...

Apparentemente si potrebbe pensare, vedendo moltissimi alpigiani "schizzofrenici", che urlare, bestemiare, usare bastoni siano metodi efficaci con le vacche... ma così non é. In quei casi l'animale conosce il pastore e reagiscono diversamente. In altri casi le innervosiscono e potrebbero vedere la cosa come una minaccia per loro, i vitalli e le altre. Inoltre se una vacca ti carica, c'é la probilità che lo faccia più volte, tendono a tornare sui loro passi... insomma, come avete fatto é stata la cosa migliore. Allontanandovi.

Poi chiaramente se dovesse ancora capitarvi, riuscirai ancora a valutare la situazione... se avvicinandoti vedi che le vacche o la vacca tendono a correrti in contro... presumo tu capisca che sia il caso di mollare tutto lì e pazienza, ahah
Quoto tutto ;)
 
stai scherzando spero ....
io la vedo in maniera differente , anche io ci son passato con l'aiutare in montagna , il malgaro che probabilmente dorme in malga e non al bar col bicchiere di rosso sul comodino , e' tutto il giorno che lavora e si sbatte tra stalle e pascoli , alla sera gli arriva una telefonata di tizi che han piantato la tenda ( e non si potrebbe ) che mi chiede di andar su a spostar la mandria di mucche perchè han paura ? ma n mi sarei messo a ridere e avrei attaccato ...
Assolutamente non scherzo...
Ognuno percepisce le cose sulla propria pelle in maniera personale...

Per me il lavoro sugli alpi é moltissime volte più "sereno" e "tranquillo" di moltissimi altri lavori.
Proprio non ci vedo nulla di così pesante... boo... e ho vissuto e lavorato così...
Non sò... stare sotto padrone secondo le sue dispozioni, regole ed imposizioni e fare tetti in piode, estate, inverno... Stare tutto il giorno sotto la stecca del sole ad asfaltare le strade con il catrame... sempre sotto padrone e le sue direttive, volontà... in quelli vedo il lavoro duro e pesante...
Lavorare con le bestie? Fieno? Letame? Formaggio? ecc... Tutto il giorno, che in realtà é da mattina a sera/notte, ma non continuato e sicuramente senza orari specifici e "obbligati"? Sono lavori che tutelano la salute psico-fisica delle persone, altro che.... Non li ho mai visti così duri e faticosi. Calcolando che manco avevamo la tecnologia e moltissimi attrezzi automatici... Come per tutto ci sono sicuramente state quelle giornate con più o meno voglia, giornate che ci si sveglia meglio o peggio... ma per il resto, un lavoro fantastico e tranquillissimo se lo paragono ad altri.

Ma sono opinioni e sensazioni personali...
Conosco gente che fà crisi esistenziali e reputa duro e faticoso lavorare 8 ore al giorno, divise tra mattina e pomeriggio e dover alzare pacchi di carta per la stampante... chiaramente é questione personale.

In ogni caso, persone competenti e mature, sapendo che poteva scapparci il morto... perché se si parla di Vacche come di animali sempre e comunque innocui, si parte già male... si sarebbero mobilitati subito.
Ma anche quì... caratteristiche personali, anche dopo una giornata pesante... dovermi alzare a fare qualcosa non la faccio una tragedia.
Un buon alpigiano sà, pezzi di carta a parte, ma usando la testa, visto che apprezza la montagna per determinati motivi, che non é sua e non si fà come in città dove tutti sono egoisti sulle proprietà private proibendo l'accesso... ma anzi é consapevole e felice che ci siano altre persone che apprezzanno la natura.
Magari comprando anche i suoi prodotti... che in questo caso forse é meglio non fare, perché acidi a livelli assurdi.


Ma tutto questo non vuol dire che non sia consapevole che ci siano persone che sentono determinate cose più impegnative e dure di come le percepisco io. Ci mancherebbe altro...
Sono tutte opinioni personali... in nessun caso verità assolute.
 
Ultima modifica:
Assolutamente non scherzo...
Ognuno percepisce le cose sulla propria pelle in maniera personale...

Per me il lavoro sugli alpi é moltissime volte più "sereno" e "tranquillo" di moltissimi altri lavori.
Proprio non ci vedo nulla di così pesante... boo... e ho vissuto e lavorato così...
Non sò... stare sotto padrone secondo le sue dispozioni, regole ed imposizioni e fare tetti in piode, estate, inverno... Stare tutto il giorno sotto la stecca del sole ad asfaltare le strade con il catrame... sempre sotto padrone e le sue direttive, volontà... in quelli vedo il lavoro duro e pesante...
Lavorare con le bestie? Fieno? Letame? Formaggio? ecc... Tutto il giorno, che in realtà é da mattina a sera/notte, ma non continuato e sicuramente senza orari specifici e "obbligati"? Sono lavori che tutelano la salute psico-fisica delle persone, altro che.... Non li ho mai visti così duri e faticosi. Calcolando che manco avevamo la tecnologia e moltissimi attrezzi automatici... Come per tutto ci sono sicuramente state quelle giornate con più o meno voglia, giornate che ci si sveglia meglio o peggio... ma per il resto, un lavoro fantastico e tranquillissimo se lo paragono ad altri.

Ma sono opinioni e sensazioni personali...
Conosco gente che fà crisi esistenziali e reputa duro e faticoso lavorare 8 ore al giorno, divise tra mattina e pomeriggio e dover alzare pacchi di carta per la stampante... chiaramente é questione personale.

In ogni caso, persone competenti e mature, sapendo che poteva scapparci il morto... perché se si parla di Vacche come di animali sempre e comunque innocui, si parte già male... si sarebbero mobilitati subito.
Ma anche quì... caratteristiche personali, anche dopo una giornata pesante... dovermi alzare a fare qualcosa non la faccio una tragedia.
Un buon alpigiano sà, pezzi di carta a parte, ma usando la testa, visto che apprezza la montagna per determinati motivi, che non é sua e non si fà come in città dove tutti sono egoisti sulle proprietà private proibendo l'accesso... ma anzi é consapevole e felice che ci siano altre persone che apprezzanno la natura.
Magari comprando anche i suoi prodotti... che in questo caso forse é meglio non fare, perché acidi a livelli assurdi.


Ma tutto questo non vuol dire che non sia consapevole che ci siano persone che sentono determinate cose più impegnative e dure di come le percepisco io. Ci mancherebbe altro...
Sono tutte opinioni personali... in nessun caso verità assolute.
la vediamo uguale , solo non capisco l'associare un malgaro a vita di paese attaccato al calice rosso , sei uno di quelli ? non condivido nemmeno chi in mezzo ai pascoli viaggia col cane slegato ( non in questo caso ) che corre in mezzo alle mandrie , ma poi chiamano spaventati perche' han paura delle mucche ... e' gente di citta' che vuol passare la giornata in montagna non accettando le regole della stessa ... ho provato ad avere discussioni con gente che mi "rimproverava" per non aver raccolto la cacca del mio cane ( fatta non sul sentiero ) ... ma dai ...

il problema e' la non conoscenza delle cose , qui si parla di qualche mucca , ma sul Lecchese dalle mie parti ci sono cinghiali , quelli non son curiosi ...
 
la vediamo uguale , solo non capisco l'associare un malgaro a vita di paese attaccato al calice rosso , sei uno di quelli ? non condivido nemmeno chi in mezzo ai pascoli viaggia col cane slegato ( non in questo caso ) che corre in mezzo alle mandrie , ma poi chiamano spaventati perche' han paura delle mucche ... e' gente di citta' che vuol passare la giornata in montagna non accettando le regole della stessa ... ho provato ad avere discussioni con gente che mi "rimproverava" per non aver raccolto la cacca del mio cane ( fatta non sul sentiero ) ... ma dai ...
ahah, no, non bevo. Ho un padre alcolizzato e tanto basta ;)

Ma ne vedo molti di alpigiani che supportano la storia che sia un lavoro super duro, da eroi e poi sono spesso seduti tranquilli a bere,chiacchierare... smentendo loro stessi quanto tutto quanto. Senza sminuirlo... ma smentendo tante storielle...
 
ahah, no, non bevo. Ho un padre alcolizzato e tanto basta ;)

Ma ne vedo molti di alpigiani che supportano la storia che sia un lavoro super duro, da eroi e poi sono spesso seduti tranquilli a bere,chiacchierare... smentendo loro stessi quanto tutto quanto. Senza sminuirlo... ma smentendo tante storielle...
ok , ma fare di tutta l'erba un fascio non mi sembra corretto , e' come dire che tutti quelli che giran col cane in montagna mi rompono i coglioni alle bestie , non e' vero ( come i due ragazzi sopra ) e me ne rendo conto . ma e' questione di regolarsi con le regole( magari non scritte ) della vita in montagana .
vengo su a spostare una mandria , o tu che sei gia li sposti la tenda ? eh bhe ...
 
Infatti non mi sembra di aver scritto tutti, ma la gran maggioranza di quelli che incontro io.
Inoltre sono uno che non vede sfumatore o é bianco o é nero ;)

Il punto é che se uno chiama é perché non sà cosa fare, se chiama te invece é perché sà che invece tu sei competente, quindi aiutare dovrebbe essere scontato. In qualsiasi caso.

Io sono lì e non sò come fare, tu non vieni perché tanto io son già lì e a te dà fastidio quello che ho fatto.
Nonostante tu abbia le competente per dirmi come fare e se non funziona per venire ed aiutarmi...
se non viene pazienza. Ma poi se il giorno dopo ci si ritrova un ferito grave e un morto... anche il quel caso, zero buonismo... dicendomi "cacchi loro, loro eran già lì". Le mie bestie anche... mentre io ero chissà dove e non ho messo nessuno a controllarle... un pò come quando vengono predate, non ci sono "pastori" a controllare e si reclama degli esiti.

Opinione mia... ho capito cosa intendi. Solo che non la condivido, come tu non condividi la mia visione.
 
Infatti non mi sembra di aver scritto tutti, ma la gran maggioranza di quelli che incontro io.
Inoltre sono uno che non vede sfumatore o é bianco o é nero ;)

Il punto é che se uno chiama é perché non sà cosa fare, se chiama te invece é perché sà che invece tu sei competente, quindi aiutare dovrebbe essere scontato. In qualsiasi caso.

Io sono lì e non sò come fare, tu non vieni perché tanto io son già lì e a te dà fastidio quello che ho fatto.
Nonostante tu abbia le competente per dirmi come fare e se non funziona per venire ed aiutarmi...
se non viene pazienza. Ma poi se il giorno dopo ci si ritrova un ferito grave e un morto... anche il quel caso, zero buonismo... dicendomi "cacchi loro, loro eran già lì". Le mie bestie anche... mentre io ero chissà dove e non ho messo nessuno a controllarle... un pò come quando vengono predate, non ci sono "pastori" a controllare e si reclama degli esiti.

Opinione mia... ho capito cosa intendi. Solo che non la condivido, come tu non condividi la mia visione.
ma potrei anche condividerla , ma ipotizzo la classica telefonata al malgaro di turno dai turisti , magari giornaliera , le mucche mi dan fastidio , le mucche sono troppo vicine al picnic , e qua e la alla fine non so quanto sia colpa del malgaro ...

pensa ad una telefonata al corpo forestale ( carabinieri ) , le mucche si sono avvicinate alla tenda ( e gia' mi vedo le risate al comando ) cosa posso fare ? già se ne lavano le mani loro e suggeriscono di telefonare alla malga piu vicina , come fai a sapere quale e se le mucche son sue ? :) ... a che numero chiami ?
 
Ancora più grave, le autorità che prendono alla leggera la richiesta di aiuto. Qualunque essa sia, se poi la sezione forestale non vede un potenziale rischio parlando Vacche, ma la solita convinzione che siano innocue e carine é gravissimo da parte loro. Sono le autorità ad essere incompetenti.

Se dicono di chiamare quel numero, presumo siano a conoscenza di chì siano le vacche di quell'alpeggio, zona. Altrimenti, sarebbe sempre un loro errore, perché allora dovrebbero intervenire per assicurarsi che tutto sia ok.
Lavandosene le mani non sono giustificati, anzi....

Insomma, non é chì chiama per richiedere assistenza che deve comportarsi professionalmente in quell'ambito.
Di interventi preventivi ce ne sono a iosa... sempre meglio che vittimizzarsi e trovare scuse quell'unica volta che và male e l'intervento era da prendere seriamente.

Nelle centrali operative delle autorità il personale é formato anche per quello... avere a che fare con chiamate di tutti i tipi.

Sempre opinione personale sull'altro aspetto... la colpa del malgaro, per quanto mi riguarda é palese se il bestiame é lasciato da solo all'alpe e lui non é presente, non ha messo lì un altro pastore o un "bocia"... come era normalità un tempo. Adesso che spesso possono raggiungere comodamente gli alpi, spesso con veicoli... non lo fanno quasi più. Mah ;) :)
 
Mah.. Nessuno dice che non stia sulle balle beccarsi una telefonata al giorno - esageriamo alla grande- da gente che si è accampata dove manco poteva. Però non ci sono né recinzioni né cartelli. Ricordiamolo.
MA so che le mie mucche potrebbero essere letali. Non posso su qualsiasi piano sbattermi. Né il malgaro né le autorità (ancora più grave ma si sa se il culo non è il tuo e la situazione è lievemente ambigua cioè non è detto che ne rispondi direttamente perché muovere un dito lo stipendio arriva lo stesso.. Poi IHMO in mezzo a questo qualche eroe c'è sempre)
dentro di me posso anche pensare che chi si accampa è un mezzo deficiente ma non posso non fare nulla.
 
Alla fin della fiera, ormai é così. Come in tutto ci sono i favorevoli e i contrari e la verità raramente esiste.
Dalle proprie esperienze si può solo imparare e adattarsi in base alle proprie aspettative.

Io in montagna, come in città, non sono una persona egoista e gelosa delle "mie" cose e non vado d'accordo con chì lo é. Anzi... soprattutto fuori casa, tendo a ricordarmi che la terra é in realtà di tutti... In base a questo ho imparato a starmene alla larga dalle persone e da tutte quelle zone frequentate da altri, alpeggi compresi. Se proprio devo passarci... ormai lo faccio... a corsa, ahah

Nonostante sia più complicato e spesso bisogna rinunciare a splendidi paesaggi enormi, perché già "occupati", e andare in zone discoste e meno "belle"... pazienza, sempre natura é.
Evito così quasi qualsiasi contrasto, con persone e certi modi di fare che non apprezzo particolarmente.
 
ok , ma fare di tutta l'erba un fascio non mi sembra corretto , e' come dire che tutti quelli che giran col cane in montagna mi rompono i coglioni alle bestie , non e' vero ( come i due ragazzi sopra ) e me ne rendo conto . ma e' questione di regolarsi con le regole( magari non scritte ) della vita in montagana .
vengo su a spostare una mandria , o tu che sei gia li sposti la tenda ? eh bhe ...
Ciao Mauro, capisco che agli occhi di una malga una telefonata simile possa infastidire, ma noi non abbiamo chiamato pretendendo di farli venire a muovere la mandria, abbiamo semplicemente chiesto come comportarci e riferito cosa ci hanno consigliato di fare i Carabiniei, non essendoci mai trovati in una situazione simile!
Ci aspettavamo almeno dei consigli o comunque un minimo di aiuto, scusa ma seguendo il tuo ragionamento nella vita quotidiana dovremmo vivere nel nostro egoisto senza la minima considerazione verso le persone.
Poi ci lamentiamo se in posta i commessi rispondono sempre male e sono maleducati.
Non siamo di certo entrati in un recinto a dare fastidio alle mucche, ci siamo semplicemente accampati in un pianoro per goderci una notte in tenda.
Si parla comunque di luoghi molto turistici in quanto, il giorno dopo, siamo anche passati davanti alla malga, e si tratta di uno stabile appena rifatto e raggiungibile in auto, la definirei più un albergo con ristorante data la mole e la tipologia di persone che ospitava.
Comunque informandoci un pò il giorno dopo abbiamo trovato degli articoli riguardanti il pericolo delle mandrie nelle Dolomiti, in cui spiegava che questa questione è fin troppo spesso sottovalutata e che la regione ha stampato degli opuscoli appositamente per cercare di prevenire incidenti mortali o comunque gravi.
La sensazione che abbiamo provato dopo quella telefonata è stata di essere stati abbandonati senza un briciolo di umanità!
Personalmente, come dice Wildlife, mi pare una negligenza non da poco, ed è da incoscenti pensare che, delle persone poco esperte, si possano trovare in una situazione di pericolo senza aver fatto neanche il minimo indistensabile, fortunatamente sono a conoscenza della pericolosità delle mandrie e non mi sono messo a fare il matto, ma ci fosse stato al mio posto qualcun'altro che ,reagendo nervosamente o sguinzagliando il cane, avesse creato una situazione di spavento per le mucche sarebbe potuta finire male.
Vai a spiegare dopo ai Carabinieri (che tra l'altro non hanno fatto nessuna risata, anzi ci hanno consigliato cosa fare e cosa non fare) che alla richiesta di aiuto hai sfanculato e appeso in faccia il telefono.
 
ok puo' darsi che su qualcosa hai ragione , ma per curiosita' il numero da chiamare dove lo hai trovato ? te lo ha il la forestale ?
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
M Fauna 7
D Fauna 10
sfoligno Fauna 2
marcodelma Fauna 49
carlo guerrini Fauna 18

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso