Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

discensore

buona sera a tutti! stavo cercando un discensore per la corda doppia. Il problema è che non userei una corda da arrampicata ma un paracord d'emergenza e quindi penso che l'ATC non sia affidabile quanto una semplice piastrina. consigli? grazie in anticipo
 
ma stiamo scherzando? A parte che i discensori sono fatti per altri diametri di corda ma poi è risaputo che il paracord ha un basso punto di fusione e i discensori scaldano molto la corda; l'atc è simile al mio reverso e come vedi hanno entrambi le gole di frenata sagomate per sviluppare miglior grip sulla corda dal lato del bloccaggio cosa che non avverrebbe però con corde di spessore troppo basso. Ora io non so che esperienza abbia tu di scalata ma io vado per pareti dai 13 anni e ne ho quasi 41 quindi ascolta un consiglio evita il paracord per queste attività soprattutto perché non si tratterebbe come scritto di "emergenza" visto che stai pianificando la cosa, ma di puro rischio inutile. Io vado spesso in esplorazione nei miei boschi ed abitando sulle alpi è capitato spesso che mi dovessi calare da qualche parete o tratto di bosco ripido, conoscendo l'ambiente in cui andrò a muovermi ho sempre con me una corda d'emergenza per queste evenienze ma appunto è una corda da scalata, sono 20mt per un diametro da 7,5mm presa da decathlon https://www.decathlon.it/corda-rando-dry-75mm-x-20m-id_8495165.html è data come gemella o doppia ma come singola, per calate come quelle di cui stiamo parlando, è più che ottima e non rischi di ammazzarti
 
buona sera a tutti! stavo cercando un discensore per la corda doppia. Il problema è che non userei una corda da arrampicata ma un paracord d'emergenza e quindi penso che l'ATC non sia affidabile quanto una semplice piastrina. consigli? grazie in anticipo
CIAO,
...eviterei qualsiasi dispositivo progettato per l'arrampicata, alpinismo, speleologia, canyoning o simili... in quanto sono stati pensati per altri abbinamenti, materiali, diametri.

Il metodo migliore, secondo me, per utilizzare cordini molto fini, per calarsi in doppia... é alla vecchia maniera, facendolo passare attorno al corpo. Come i pionieri di quelle attività, che non avevano tante seghe mentali... ma tanta passione per gli ambienti che visitavano, pro e contro.

Detto questo, lungi da me criticare o dire agli altri cosa fare, ognuno ha la propria testa ed é libero di fare ciò che desidera. Ma il mio puro e semplice consiglio é di andarci con i piedi di piombo, super prudenza e attenzione. Non basarti su show televisivi e nemmeno su forum e ambienti "action" virtuali...
Di sicuro lo si può fare e non é cosa certa il cedimento del cordino, parlo perché ho fatto molte prove pratiche, reali e in prima persona, ma sempre con un sistema di sicurezza aggiuntivo. Avendo inoltre un bel bagaglio d'esperienza e conoscenza in determinate attività.

Quindi é una tua libera scelta e un tuo diritto... ma fai attenzione.

Se lo vuoi fare perché pensi che un giorno, forse, in casi estremi, improbabili o solo perché tu ha scelto determinati approcci e in base al tui sacro santo diritto di organizzarti come preferisci... potrebbe capitarti di ritrovarti in una situazione in cui avrai solo quel tipo di cordino e dovrai calarti... béh, ci stà... come dicevo la vita é tua... ma per fare delle prove, giusto per non arrivare a digiuno d'esperienza,, puoi farla con una sicurezza aggiuntiva. Così da lasciare i rischi solo per i momenti in cui di alternative non ce ne sono.

Quindi non devi rinunciare a priori, ma cerca di farlo con tutte le sicurezze aggiuntive possibili, puoi anche chiedere a qualcuno di esperto, intendo nella realtà e da persone che praticano, fanno prove in prima persona, ecc... di aiutarti per fare questa esperienza in tutta sicurezza. Una persona competente non avrà nessun problema a farlo...

Ma non correre rischi inutili in situazioni simulate, in cui puoi ancora permetterti di farlo in sicurezza.
...non perché succede questo, quello e bla-bla, ma semplicemente e onestamente per prudenza e buonsenso, visto che le situazioni di cui si parla non sono ancora imprevisti in contesti reali.
 
Ultima modifica:
CIAO,
...eviterei qualsiasi dispositivo progettato per l'arrampicata, alpinismo, speleologia, canyoning o simili... in quanto sono stati pensati per altri abbinamenti, materiali, diametri.

Il metodo migliore, secondo me, per utilizzare cordini molto fini, per calarsi in doppia... é alla vecchia maniera, facendolo passare attorno al corpo. Come i pionieri di quelle attività, che non avevano tante seghe mentali... ma tanta passione per gli ambienti che visitavano, pro e contro.

Detto questo, lungi da me criticare o dire agli altri cosa fare, ognuno ha la propria testa ed é libero di fare ciò che desidera. Ma il mio puro e semplice consiglio é di andarci con i piedi di piombo, super prudenza e attenzione. Non basarti su show televisivi e nemmeno su forum e ambienti "action" virtuali...
Di sicuro lo si può fare e non é cosa certa il cedimento del cordino, parlo perché ho fatto molte prove pratiche, reali e in prima persona, ma sempre con un sistema di sicurezza aggiuntivo. Avendo inoltre un bel bagaglio d'esperienza e conoscenza in determinate attività.

Quindi é una tua libera scelta e un tuo diritto... ma fai attenzione.

Se lo vuoi fare perché pensi che un giorno, forse, in casi estremi, improbabili o solo perché tu ha scelto determinati approcci e in base al tui sacro santo diritto di organizzarti come preferisci... potrebbe capitarti di ritrovarti in una situazione in cui avrai solo quel tipo di cordino e dovrai calarti... béh, ci stà... come dicevo la vita é tua... ma per fare delle prove, giusto per non arrivare a digiuno d'esperienza,, puoi farla con una sicurezza aggiuntiva. Così da lasciare i rischi solo per i momenti in cui di alternative non ce ne sono.

Quindi non devi rinunciare a priori, ma cerca di farlo con tutte le sicurezze aggiuntive possibili, puoi anche chiedere a qualcuno di esperto, intendo nella realtà e da persone che praticano, fanno prove in prima persona, ecc... di aiutarti per fare questa esperienza in tutta sicurezza. Una persona competente non avrà nessun problema a farlo...

Ma non correre rischi inutili in situazioni simulate, in cui puoi ancora permetterti di farlo in sicurezza.
...non perché succede questo, quello e bla-bla, ma semplicemente e onestamente per prudenza e buonsenso, visto che le situazioni di cui si parla non sono ancora imprevisti in contesti reali.
faccio fatica a leggere roba del genere ... e' ASSURDO ...
 
se pensi di dover fare una calata di qualche metro, portati un cordino da alpinismo da 5/6 mm (con 15mt puoi fare una calata di oltre 5 metri in piena sicurezza)

personalmente, ad un paracord non mi appenderei mai a più di 50 cm di altezza, non è certo omologato per alpinismo, alcuni sono cinesate debolissime (non tutti i paracord sono uguali), la calza stessa non è fatta per resistere alle sollecitazioni termiche e di sfregamento che potrebbero svilupparsi in una doppia

per una calata in emergenza con cordino il discensore non funziona bene, è progettato per lavorare con il diametro di una corda singola, al massimo per le gemelle o twin
anche il semplice 8 frena poco

personalmente se penso che potrebbe presentarsi la necessità di una calata in emergenza io metto nello zaino il cordino che ti dicevo e due moschettoni (da alpinismo): a parità di peso, hai più versatilità anche per altri usi e in calata li utilizzi come freno moschettone (sono manovre alpinistiche, che richiedono conoscenza ed applicazione, come tutte le manovre di corda)

ti allego un link sui cordini http://www.caimateriali.org/fileadmin/user_upload/vecchi/Bedogni, Guastalli - Cordini per alpinismo - La Rivista del CAI 6-2004.pdf
 
faccio fatica a leggere roba del genere ... e' ASSURDO ...
Mi dispiace.
È semplicemente un consigliare di utilizzare tecniche, materiali e percorsi più sicuri e indicati per tali attività... ma senza snobbare ciò che una persona chiede ed eventualmente le sue volontà, i suoi diritti personali.

Poi ognuno sceglie come preferisce, io metto sul tavolo tutto e non solo quello che piace a me, ma rispettando la volontà altrui.

Ho consigliato chiaramente le stesse cose che vanno per la maggiore in questi ambienti, poi capisco che visioni differenti preferiscono far finta di nulla su ciò che non si condivide,... io non sono così.
 
sempre rispetto al paracord...c'è da considerare anche il fattore di caduta...è vero che ci stiamo calando in doppia ma può capitare che un piede scivoli e che la corda riceva un sollecito anomalo, le corde da arrampicata sono pensate ad oc per questo tipo di evento, il paracord nasce per situazioni di carico statico, poi ovviamente uno fa quel che vuole e sperimenta parimenti
 
Mi dispiace.
È semplicemente un consigliare di utilizzare tecniche, materiali e percorsi più sicuri e indicati per tali attività... ma senza snobbare ciò che una persona chiede ed eventualmente le sue volontà, i suoi diritti personali.

Poi ognuno sceglie come preferisce, io metto sul tavolo tutto e non solo quello che piace a me, ma rispettando la volontà altrui.

Ho consigliato chiaramente le stesse cose che vanno per la maggiore in questi ambienti, poi capisco che visioni differenti preferiscono far finta di nulla su ciò che non si condivide,... io non sono così.

No ... se uno chiede "posso calarmi con il paracord ? " , non puoi rispondergli " Di sicuro lo si può fare e non é cosa certa il cedimento del cordino, parlo perché ho fatto molte prove pratiche, reali e in prima persona " ... è da pazzi !!
il paracord NON e' un cordino da alpinismo , se ti cali col paracord cola e torni a valle in un sacco nero , non sai nemmeno da dove vuole calarsi , probabilmente ha gia in casa il paracord e per non spendere soldi pensa "stupidamente " di poterlo usare , e tu gli dici SI ...

anche io porto in certe uscite solitarie un cordino , ma un cordino da 5.5 di kevlar apposito ...

consigliare di usare un paracorde per calarsi e' da manicomio , poi @Viera certo che deciderà lui cosa fare , ma la differenza tra kevlar e paracorde è se vuol tornare a casa sano o in un sacco in elicottero ...
 
.....conoscendo l'ambiente in cui andrò a muovermi ho sempre con me una corda d'emergenza per queste evenienze ma appunto è una corda da scalata, sono 20mt per un diametro da 7,5mm presa da decathlon https://www.decathlon.it/corda-rando-dry-75mm-x-20m-id_8495165.html è data come gemella o doppia ma come singola, per calate come quelle di cui stiamo parlando, è più che ottima e non rischi di ammazzarti
Per l'utilizzo che indica Viera, è meglio il prodotto di questo link di Maduva o una corda semi-statica come questa: https://www.decathlon.it/corda-stat-105mm-x-20m-id_8388739.html ?
 
Ma una banalissima mezza corda da 7,5 mm di spessore, fa così schifo?
Con 15 metri ti togli dai guai nella maggior parte delle situazioni.
 
Io ho tagliato una da 30 a metà, la porto dietro insieme ad un paio di moschettoni quando faccio qualche alpinistica semplice con persone poco esperte che non si sa mai, una calata con mezzo barcaiolo toglie da molti guai.
 
Scusate, giusto per capire e farmi un po' di cultura in merito dato che non sono esperto, ma una corda da alpinismo del genere 7,5mmx20m che proponete, non ha un allungamento considerevole rispetto ad una corda statica?
Leggevo il post di artiko che parlava di allungamenti del 50%: https://www.avventurosamente.it/xf/threads/corda-per-ripida-discesa.12964/#post-201796 (post#13).

Usandola solo per qualche discesa di 6-8 metri con imbragatura e piastrina, quale delle due è meglio e per quali ragioni?
Grazie :)
 
Scusate, giusto per capire e farmi un po' di cultura in merito dato che non sono esperto, ma una corda da alpinismo del genere 7,5mmx20m che proponete, non ha un allungamento considerevole rispetto ad una corda statica?
Leggevo il post di artiko che parlava di allungamenti del 50%: https://www.avventurosamente.it/xf/threads/corda-per-ripida-discesa.12964/#post-201796 (post#13).

Usandola solo per qualche discesa di 6-8 metri con imbragatura e piastrina, quale delle due è meglio e per quali ragioni?
Grazie :)
se la devi usare solo , e dico SOLO per discese da 6-8 mt in doppia potresti anche usare una statica , la differenza tra una e l'altra sta che alla fine di una caduta , la statica non si allunga , la dinamica effettua un arresto "morbido" lavorando come un dissipatore . se devi scegliere prendi una dinamica . le statiche sono usate per lavori particolari tipo corde fisse o lavori in quota
 
Ultima modifica:
Scusate, giusto per capire e farmi un po' di cultura in merito dato che non sono esperto, ma una corda da alpinismo del genere 7,5mmx20m che proponete, non ha un allungamento considerevole rispetto ad una corda statica?
Leggevo il post di artiko che parlava di allungamenti del 50%: https://www.avventurosamente.it/xf/threads/corda-per-ripida-discesa.12964/#post-201796 (post#13).

Usandola solo per qualche discesa di 6-8 metri con imbragatura e piastrina, quale delle due è meglio e per quali ragioni?
Grazie :)
Le sollecitazioni di una calata in doppia sono quasi statiche e secondo i test fatti dal CAI possono raggiungere i 600 chili, diciamo 1.000 per prenderci un po' di margine.

Come resistenza ci stanno sia il cordino (inteso come cordino in kevlar da 5,5 mm) che ovviamente la corda dinamica.
Il cordino in kevlar è statico, se fai una piccola caduta ti trasferisce tutta la sollecitazione, non dissipa nulla, ti prendi una bella botta, non dovrebbe succedere, ma gli imprevisti sono dietro l'angolo.
In più è troppo piccolo, i discensori non sono pensati per quelle dimensioni, sono di difficile gestione.

Sulla base di quanto detto sopra vado sempre di dinamica.
 
No ... se uno chiede "posso calarmi con il paracord ? " , non puoi rispondergli " Di sicuro lo si può fare e non é cosa certa il cedimento del cordino, parlo perché ho fatto molte prove pratiche, reali e in prima persona " ... è da pazzi !!
il paracord NON e' un cordino da alpinismo , se ti cali col paracord cola e torni a valle in un sacco nero , non sai nemmeno da dove vuole calarsi , probabilmente ha gia in casa il paracord e per non spendere soldi pensa "stupidamente " di poterlo usare , e tu gli dici SI ...

anche io porto in certe uscite solitarie un cordino , ma un cordino da 5.5 di kevlar apposito ...

consigliare di usare un paracorde per calarsi e' da manicomio , poi @Viera certo che deciderà lui cosa fare , ma la differenza tra kevlar e paracorde è se vuol tornare a casa sano o in un sacco in elicottero ...
béh, a tuo vantaggio hai evitato di inserire anche che ho detto di averlo fatto, quindi parlo con cognizione di causa diretta, ma con un sistema aggiuntivo di sicurezza. Avendo molta esperienza. Non ho mai detto di SI fallo, punto e basta.

Dicengoli pure che lo desiderava veramente, gli consigliavo di farlo seguito da qualcuno e in sicurezza con altri sistemi. Un'altra volta, non ho detto SI fallo.

Tutto il resto sono datti di fatto e io parlo in base a quello. Non per altro,...

Quindi non ho detto SÌ, punto e basta... anzi, gli ho detto quello che vien detto dalla maggioranza... evitando comunque di dire una cosa che non é certa, rendendolo comunque attento sulla questione sicurezza.


Ma non intendo essere frainteso un'altra volta, in quanto non contesto il tuo messaggio sulla sicurezza, sul prestare attenzione. Ma sull'accusarmi di avergli detto semplicemente "SI, puoi farlo", quando in realtà ho specificato, come ovvio che sia, che é fattibile seguendo delle norme di sicurezza. Facendolo con altri sistemi di sicurezza e delle persone competenti.
 
Ultima modifica:
Scusate, giusto per capire e farmi un po' di cultura in merito dato che non sono esperto, ma una corda da alpinismo del genere 7,5mmx20m che proponete, non ha un allungamento considerevole rispetto ad una corda statica?
Leggevo il post di artiko che parlava di allungamenti del 50%: https://www.avventurosamente.it/xf/threads/corda-per-ripida-discesa.12964/#post-201796 (post#13).

Usandola solo per qualche discesa di 6-8 metri con imbragatura e piastrina, quale delle due è meglio e per quali ragioni?
Grazie :)
Esattamente, se si tratta solamente di calata e risalita su corda si usano semplicemente delle corde statiche o se proprio semistatiche. In quanto ottimizzano il tutto e si evitano delle scomodità date dalle dinamiche.
Il discorso cambia se si prevendono anche situazioni in cui la corda/il nostro corpo devono subire degli strappi, delle cadute... allora la dinamica offre un sistema di dissipazione dato dalla sua elasticità. Ma ripeto, per calate e risalite le statiche sono consigliate. Vedi lavori in quota (tralicci, impianti di risalita, speleologia, ecc)
 
béh, a tuo vantaggio hai evitato di inserire anche che ho detto di averlo fatto, quindi parlo con cognizione di causa diretta, con un sistema aggiuntivo di sicurezza. Non solo quello.

Che se lo desiderava gli consigliavo di farlo seguito da qualcuno e in sicurezza con altri sistemi e non solo con quello.

Tutto il resto sono datti di fatto e io parlo in base a quello.

Quindi non ho detto SÌ, punto e basta... anzi, gli ho detto quello che vien detto dalla maggioranza... evitando comunque di dire una cosa che non é certa, rendendolo comunque attento sulla questione sicurezza.
ha detto che lo farebbe in caso di emergenza , e provare 10 volte insieme ad altri sistemi di sicurezza non significa che la volta che lo usera' in caso di emergenza funzionera' ... o anche in caso di emergenza usera' insieme altri sistemi di sicurezza ?
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
A Alpinismo e sport invernali 5

Discussioni simili



Alto Basso