Informazione Dolomiti Alta Via n° 1 - situazione neve

Buongiorno a tutti,
questa estate dal 3 al 13 luglio mi piacerebbe cimentarmi in questo trekking che dal Lago di Braies arriva a Belluno, però sono un po' dubbioso riguardo alle condizioni in termini di neve che ci saranno lungo il percorso visto che l'inverno scorso è stato caratterizzato da abbaondanti nevi.
Qualcuno è passato lungo i percorsi dell'alta via di recente (Dolomiti di Braies- Fanes, Dolomiti Ampezzane, Pelmo e Civetta, Dolomiti di Zoldo e Cadorine) e sa se e quanta neve c'è?
Secondo voi servono i ramponi?
 
Ciao,
ho fatto quest'alta via lo stesso periodo, i primi di luglio, ma di 6 anni fa.
E' inutile dire che il tempo cambia di anno in anno e quindi il mio contributo è senz'altro superfluo. Comunque non ho trovato per nulla neve lungo i sentieri. Solamente, quando ho fatto un deviazione dal rif. Coldai per salire sul Civetta, ho dovuto attraversare un paio di canali innevati, ma con un po' di attenzione li ho superati senza attrezzatura necessaria. L'area intorno al Lagazuoi, che se non sbaglio è il più punto più alto del percorso, aveva neve accumulata ma al di fuori dei sentieri. Anche altri anni sono passato da quelle parti nello stesso periodo e ho trovato sempre i sentieri liberi.
Invece l'anno scorso sono capitato in quelle zone tra fine giugno e inizio luglio, aveva appena nevicato e anche tanto, ma in poco tempo è andata via.
Mi sento di dire che forse i ramponi saranno superflui, ma è solo il mio modesto parere.
Ciaoo
 
Ciao

prova su www.neveitalia.it per avere informazioni aggiornate.

Io l'ho percorsa l'anno scorso più o meno nello stesso periodo e , alle quote più alte, era necessaria l'attrezzattura invernale.

Auguri
Aldo:)
 
Grazie per le informazioni. Però sono un po' contrastanti, quindi non so decidermi riguardo a come comportarmi.

Portarmi appresso attrezzatura invernale è un bel peso per tutti quei kilometri però non vorrei non rimpiangere il fatto di non averla portata.

Aldo57 cosa intendi per attrezzatura invernale? In caso non dovrebbero bastare i ramponi ed un piumino oltre al solito abbigliamento estivo?
 
Ciao
anch'io intenzionato a fare Alta Via 1 quest'estate.
La tappa Fanes-Lagazuoi penso sia la più problematica.
Guarda sito del Rifugio Lagazuoi sezione Informazioni
Rifugio Lagazuoi Dolomiti - CONDIZIONI DEI NOSTRI SENTIERI E VIE FERRATE
Alta Via aperta ma chiusa forcella del lago. Si devia alla capanna alpina per poi risalire al lago lagazuoi e da lì neve fino al rifugio.
Se servono ramponi penso che bisognerebbe sentire il rifugio.
Ho chiesto ad amici pusteresi circa quantità neve e confermano abbondanza oltre i 2500mt.
Credo che questo sia unico punto critico (forse anche nuvolao).
Dal 4-6 luglio ci sarà skytrail lungo tutta l'alta via 1; sarebbe interessante sentire commenti circa condizioni percorso.
........ io ho pensato di ritardare partenza.
 
Ciao, sono tornato domenica da quattro giorni di bellissime passeggiate nelle Dolomiti ampezzane. In effetti c'è ancora molta neve anche sotto i 2000 nei versanti in ombra. Sabato e domenica trekking nel cuore del parco fra Ra Stua, Fodara Vedla, Senes e il Biella dove abbiamo incontrato poca neve sui sentieri fino ai 2300 del Biella per l'esposizione dell'altopiano. Diversa sarà la situazione del sentiero sul versante nord della Croda del Becco. Non ti so dire però se servano i ramponi, dove l'abbiamo trovata (Nuvolau, Sorapiss) era dura e non ghiacciata e si andava bene con gli scarponi, ti consiglierei però come hanno già fatto di chiamare i rifugi sul sentiero e parlare con loro della situazione. Io così ho fatto e ho dovuto modificare alcuni itinerari che avevo in testa. E' un giro magnifico che prima o poi anch'io vorrei fare tutto. Goditelo.

Ah... se passi dal rifugio Biella prenditi un bicchierino di grappa al mugo. Splendida :)
 
Ciao, purtroppo vi rinuncerò.
Mi sono un po' informato in giro ed ho chiamato i rifugi, ma ci sono troppi contrattempi.

Ho chiamato il rifugio Lagazuoi, mi hanno detto, come hai scritto te, che la Forcella del Lago è ancora chiusa e x arrivare al Lagazuoi bisogna scendere alla capanna alpina, poi su al rifugio Scotoni ed infine al Lagazuoi. C'è neve dal lago di Lagazuoi fino al rifugio; ho chiesto se erano necessari i ramponi, ma mi hanno detto che la neve è buona. Ciò non toglie che in altri tratti possa essere ghiacciata soprattutto la mattina presto.
Fra l'altro mi hanno confermato l'assenza di posti letto il 5-6 proprio x via della Dolomiti Sky Run ed io pensavo di fermarmi a dormire al Lagazuoi proprio il 6. Sfiga...

Sto seguendo anche le vicende legate all'organizzazione della Dolomiti Sky Run ed hanno dovuto cambiare parte del tracciato.
Copio-Incollo quello che ho trovato scritto in un altro forum da parte di organizzatori dell'evento:
"Buona sera. Siamo molto impegnati nel controllo percorso. L'inverno ci ha lasciato un sacco di problemi e stiamo aspettando che un sentiero venga reso agibile Ecco le news ( tutte ufficiose, le comunicazioni ufficiali le faremo appena possibile tra mercoledì ed il briefing). Forcella da Lech inagibile, si passa per capanna alpina e rif scotoni, neve da lago lagazuoi a rifugio lagazuoi, neve presso forcella averau dal lato falzarego e a forcella giau. Qualche nevaio in val civetta. Il percorso dal Duran a Belluno sarà cambiato in profondità per la non inagibilita' di forcella cazeta dove nonostante tre giorni di lavoro non siamo riusciti a rendere sicuro il percorso, forcella Caneva e forcella pis pilon, per troppa neve ( a forcella pis pilon la neve supera abbondantemente i tre metri). consigliamo i ramponcini i bastoncini e ghette. Ci si bagnera' sulla neve. Nell'ultimo tratto ci sarà un guado di un piccolo torrente. Queste sono Anticipazioni perché possiate prepararvi, ma ripeto, non sono ufficiali. Vi assicuro che stiamo facendo i salti mortali per farvi percorrere un trail splendido e il più possibile in sicurezza, non dimenticando che stiamo parlando di.montagna."

Quindi x una serie di motivi a malincuore dovrò rinunciare.

Stavo pensando in alternativa di fare l'Alta Via del Granito, trekking molto più corto, ma penso che il problema neve sia il medesimo anche lì dato che siamo sempre attorno ai 2200-2400mt di quota.
 
Ciao
le tue informazioni mi fanno pensare che per tutto mese luglio su AV1 ci sarà molta neve.
La tappa Fanes-lagazuoi in queste condizioni sembra faticosa ma fattibile.
Forcella averau e forc giau possono essere evitate (dal rifugio lagazuoi a rif palmieri).
Poi sarà agibile forc ambrizzola per raggiungere rif città di fiume?
Circa :"Il percorso dal Duran a Belluno sarà cambiato in profondità per la non inagibilita' di forcella cazeta dove nonostante tre giorni di lavoro non siamo riusciti a rendere sicuro il percorso, forcella Caneva e forcella pis pilon, per troppa neve ( a forcella pis pilon la neve supera abbondantemente i tre metri)." mi sembra che questa parte del percorso Dolomiti skyrun sia sul versante della valle di zoldo e non sulla AV1.
Da passo duran si va al rif sommariva (credo senza problemi), poi forc van de città a 2400mt, forse lì......... neve :).
Serve un piano B?
(Penso che AV granito abbia condizioni simili).
 
Ciao a tutti, sono Andrea Bonfy e sono nuovo del forum.
Quest'estate vorrei fare anche io l'Altavia nr. 1 , ma credo che la faro' a fine agosto, primi di settembre vista la situazione neve.
Probabilmente da solo perchè la mia fidanzata non è appassionata come me.
Ho chiamato i rifugi e tutti i gestori mi confermano che si è indietro, con la situazione neve, di almeno un mese.:biggrin:
Beh che dire...oa continuo a navigare e a scoprire questo Forum.....
Ciaoooo
Andrea
 
salve a tutti sono nuovo nel forum e nel mondo del trek e quindi mi scuso in anticipo caso mai dovessi porvi domande stupide,ho 19 anni e vengo da roma.
vorrei affrontare quest'estate di preciso gli inizi di luglio l'alta via numero 1.Come ho scritto sono ancora giovane e alle prime armi,secondo voi va bene questo come itinerario da affrontare per la prima volta?premetto che sono uno sportivo e pratico sport 4 volte a settimana,amo l'avventura e la natura e difficilmente mi fermo davanti a difficoltà di adattamento.Pensavo di affrontarlo in solitaria poichè quasi nessuno tra i miei amici ama questi tipi di vacanze ma preferisce rilassarsi su una bella spiaggia in grecia.
i quesiti che quindi volevo porvi sono:
-Come primo itinerario è fattibile o forse un po azzardato?
-Rigurdo al pernottamento volevo evitare i rifugi e quindi dormire solamente in tenda,che ne pensate?fa molto freddo la notte?animali?
-Un altra mia paura è quella dei sentieri,si riconosce facilmente la strada da seguire o c'è bisogno di mappe o altro?
-Che attrezzatura mi consigliate di portare e quindi di acquistare per affrontare questo itinerario?(es.zaino quanti litri?vorrei spendere il meno possibile)
-Non è consigliabile affrontarlo da solo?
-Per quanto riguarda l'acqua si trova lungo il percorso?di solito ogni quanto?è possibile usare (es.per cucinare o per berla)quella dei ruscelli o rischio il cagotto?
-La doccia come ve la fate ?cioè di acqua per lavarsi ce ne vuole...non vi lavate o cosa? ahahha
-qualcuno vicino roma che l ha fatto...?mi sa dire come ha raggiunto il posto con il treno?
-quanti soldi possono partire per una vacanza così?riguardo al cibo i rifugi sono molto cari?vendono tipo pasta o altri generi alimentari che mi posso cucinare dopo io o mi devo portare tutto da casa?
grazie ancora scusate per la lunghezza ma essendo un principiante devo cominciare ad informarmi fin dall'inizio per evitare spiacevoli inconvenienti.
ranieri
 
l'alta via delle dolomiti è concepita per avere come punti di appoggio i rifugi (quasi tutti gestiti dal CAI). Ergo se vuoi pagare meno ed usufruire dello sconto cai, iscriviti alla suddetta associazione.
Se sei alle prime armi, ti consiglierei di fare qualche esperienza dalle tue parti...e poi avventurarti sull'alta via...spesso si sta sui 2500-3000 metri e può nevicare come grandinare (anche se ormai le nevicate estive sono sempre più rare ma non da essere escluse).
i sentieri sono visibili e segnati dai bolli rossi...è uno degli itinerari maggiormente frequentato (rispetto alle altre alte vie)
doccia, cibo: ci sono i rifugi..inoltre l'itinerario dell'alta via ogni tanto scende di quota e permette di fare rifornimento in valle.
 
ciao tommaso ti ringrazio per la risposta
ho letto di molte persone che l'hanno affrontata solamente con la tenda in quel caso secondo il tuo parere come facevano a lavarsi?riguardo al cibo ok ci sono i rifugi ma presso i rifugi ci sta anche la vendita di alimenti da portar via o è solo ristorazione e quindi bisogna aspettare di scendere in valle?..
un'ultima domanda e poi ti lascio libero ;) in quanti giorni si riesce a percorrere per un principiante ..
grazie mille
 
si, molti la fanno in tenda..ma considera che la tenda è un peso ed un ingombro nello zaino...bisogna valutare anche questo aspetto..
per il lavarsi: 1) non ci si lava 2) si sfruttano i torrenti 3) i rifugi fanno usare a pagamento le docce.
I rifugi fanno ristorazione..al massimo ti possono fare il panino o venderti la bottiglia d'acqua,.
A memoria i tempi di percorrenza sono dai 10 ai 14 giorni...alcune tappe si possono riunire, a patto di essere disposti a fare una bella scarpinata di diverse ore...
Dei ragazzi che ho conosciuto a novembre scorso, facendo l'alta via n.2 in tenda mi hanno riferito che, accampatisi sui prati di passo valles, di notte qualcuno ha provato a portare via uno zaino che era stato lasciato fuori dalle tende perchè non ci stava...suppongo fosse qualcuno che li avesse visti al passo
 
è veramente assurdo quello che mi dici..anche li si riesce a trovare gente così (ladri!!),per quanto riguarda il cibo pensavo a delle bistecche di soia ,queste almeno erano le cose che aveva portato mio padre nella grande randonnee in corsica quan'era giovane.
Non credo che farlo da solo in tenda sia un problema..te che dici forse è meglio andare con un amico?
grazie
 
ma puoi farlo da solo...ma prima farei qualche due giorni da qualche parte per farsi un'idea...camminare 10-14 giorni...devi contare recupero energie etc.
 
Intanto complimenti per la tua passione già così giovane, io a 19 anni pensavo solo a far festa e casino.
Concordo con tommaso82. Andrei per gradi: prima di intraprendere un trekking così lungo, fossi in te farei un trekking di 2-3 giorni nelle tue zone in modo da prendere le misure e fare un po' di esperienza. Penso che sugli Appennini ci siano parecchi posti dove si possono fare giri di 2-3 giorni.
Io l'AV1 l'ho fatta l'estate scorsa. E' molto bella; la prima parte del percorso è molto frequentata, poi via via che ti avvicini a Belluno i posti diventano più solitari.
Io mi sono appoggiato ai rifugi. Mediamente spendi 50/60€ x alloggio + colazione e cena. Per il pranzo ho fatto la spesa prima di partire e poi a passo Staulanza a circa metà percorso nel negozietto di un campeggio. Portarsi tenda, fornelletto, pentole, viveri... soprattutto da solo per 2 settimane diventa secondo me abbastanza tosta come cosa.
Ripeto che ti conviene simulare l'uscita con un trekking di un weekend così ti fai un idea di cosa ti aspetta e ci prendi le misure.
Per qualunque domanda chiedi pure.
 
salve
la ringrazio per i complimenti ,anche io amo fare festa e casino ma amo anche l'avventura non ne posso fare a meno :wall::wall:;due anni fa mi sono girato in vespa la Sardegna e quest'anno speravo di scoprire il mondo del trekking e avevo in programma perfino il giro dell'Olanda in bicicletta con un mio amico.Per qualunque domanda non esiterò a scrivervi grazie ancora per la disponibilità.:si::si:
ranieri
 
Intanto complimenti per la tua passione già così giovane, io a 19 anni pensavo solo a far festa e casino.
Concordo con tommaso82. Andrei per gradi: prima di intraprendere un trekking così lungo, fossi in te farei un trekking di 2-3 giorni nelle tue zone in modo da prendere le misure e fare un po' di esperienza. Penso che sugli Appennini ci siano parecchi posti dove si possono fare giri di 2-3 giorni.
Io l'AV1 l'ho fatta l'estate scorsa. E' molto bella; la prima parte del percorso è molto frequentata, poi via via che ti avvicini a Belluno i posti diventano più solitari.
Io mi sono appoggiato ai rifugi. Mediamente spendi 50/60€ x alloggio + colazione e cena. Per il pranzo ho fatto la spesa prima di partire e poi a passo Staulanza a circa metà percorso nel negozietto di un campeggio. Portarsi tenda, fornelletto, pentole, viveri... soprattutto da solo per 2 settimane diventa secondo me abbastanza tosta come cosa.
Ripeto che ti conviene simulare l'uscita con un trekking di un weekend così ti fai un idea di cosa ti aspetta e ci prendi le misure.
Per qualunque domanda chiedi pure.

Ciao @ranieri , concordo com quanto ti ha scritto jegger ed aggiungo un paio di cosette...

Fare un trekking di due settimane senza appoggiarsi a rifugi per dormire/mangiare prevede intanto una accurata pianificazione, non è solo questione di tenda, il sacco, il cibo, l'acqua che va pianificata anche come punti d'acqua per rifornirsi (idem col cibo, ma con l'acqua è ancor più stringente). Hai un fornello per cucinare? Lo devi comprare? Gas? Alcol? Esbit? Ti "sparo" domande non per terrorismo, ma solo perché le variabili sono tante e dalla domanda "come fanno per lavarsi" leggo la tua passione ma al contempo inesperienza e quindi trovo sacrosanto il consiglio di arrivare per gradi agli obiettivi.

Inoltre, leggevo i messaggi più vecchi (ed è anche normale, parliamo di una Alta Via) che si fa riferimento a picozza e ramponi... li possiedi/sai usare? Perché anche questo aspetto non è una cosa che si può sottovalutare.

Sei di Roma, hai il Gran Sasso (e non solo) a portata di mano, pianifica qualche uscita graduale per prendere confidenza con l'argomento - poi magari sei un trekker professionista ed io ho preso un granchio, ma in caso contrario arrivare alle cose gradualmente, sudandosele e guadagnandosele, è una cosa splendida più che forzare le tappe
 
Corso di Orientamento
Alto Basso