Proposta Dolomiti, dal 10 al 18 Agosto

Ho le ferie dal 10 al 18 Agosto, mi piacerebbe passarle sulle Dolomiti. Cerco compagni di trekking.
Questi sono i luoghi che vorrei visitare:

- Sfornioi, bivacco Campestrin.
Partenza da Ospitale di Cadore, si dorme al bivacco, il giorno dopo ci si dirige verso Cibiana di Cadore (volendo si può andare anche verso Forno di Zoldo passando dal rifugio Bosconero)
- cascate e cadini del Brenton, lago del Mis
- Monte Castello, bivacco della Pace
Partenza dal rifugio Fanes, il giorno seguente si può rientrare al rifugio utilizzando lo stesso sentiero, oppure scendere a Passo Falzarego



Dati

Data:
Regione e provincia: Veneto e Trentino
Località di partenza:
Località di arrivo:
Tempo di percorrenza:
Chilometri:
Grado di difficoltà: EE
Descrizione delle difficoltà:
Periodo consigliato: Agosto
Segnaletica:
Dislivello in salita: circa 1000
Dislivello in discesa:
Quota massima: 2900 m
Accesso stradale:
Traccia GPS: [puoi caricare la tua traccia GPS nella Mappa Escursioni ed inserire il link permanente al posto di questo testo]


Descrizione
191387
191388
191389
191390
191391
191393
 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per chiarire: le difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.
Ultima modifica:
Ciao bellissimo giro. Mi aggregherei più che volentieri ma il 16 agosto parto per le vacanze. Sto organizzando tra il 10 e il 14 un paio di giri con ferrate. Bei posti in bocca al lupo.
 
Bello, gli Sfornoi sul gruppo del Bosconero sono un giro che farei volentieri (ma in giornata partendo da Cibiana, c'è un bel circuito ad anello che si chiama appositamente "anello degli Sfornoi" che parte e arriva a Cibiana e richiede un certo impegno fisico ma che è sicuramente appagante).
Prima di tutto, in Veneto fai attenzione alla percorribilità dei sentieri, perchè dopo la tempesta di fine Ottobre 2018 alcuni sono non facilmente percorribili per smottamenti e alberi caduti:
https://docs.google.com/spreadsheets/d/1L4qPpNhGaGyyMUkKfqRaeeNV0K2TN3mboDPM_R_OHic/edit#gid=1788649809

Ad esempio, sentiero CAI 483, fino al bivacco Campestrin da Ospitale non ci dovrebbero essere problemi, e così pure fino a Forcella Bela Alta (la forcella tra gli Sfornoi e il Sassolungo di Cibiana). Poi però la parte successiva fino a Cibiana risulta ancora da verificare. E così pure dall'altra parte (quella che chiude l'anello degli Sfornoi), verso Forcella dei Matt-Forcella Ciavazoles (sentiero CAI 485).
Per come è la situazione ora (io frequento queste montagne) l'anello degli Sfornoi non lo farei e aspetterei ancora qualche anno.
 
Dalla tabella di percorribilità che ho trovato sul sito del CAI Veneto i tratti di sentiero che m' interessano dovrebbero essere agibili, poi comunque scriverò al CAI della Val di Zoldo o a quello di Pieve di Cadore per avere conferma.
 
Ultima modifica:
Già, soprattutto il Bosconero (non è così frequentato come gli altri itinerari: è poco "di moda").
Purtroppo sono in ferie solo dal 15 agosto in poi e non riesco a combinare.
 
Sono andata al Campestrin. Il giorno dopo ho fatto Forcella Bella e sono arrivata alla forcella di Cibiana. Tutto molto bello ma mi serve lo sherpa, ieri sera aveva un gran mal di schiena. Escursione consigliatissima. Conviene salire in macchina fino a Festin o oltre perché nel primo tratto del sentiero non c'è nulla da vedere, si fatica inutilmente.
 
Sono andata al Campestrin. Il giorno dopo ho fatto Forcella Bella e sono arrivata alla forcella di Cibiana. Tutto molto bello ma mi serve lo sherpa, ieri sera aveva un gran mal di schiena. Escursione consigliatissima. Conviene salire in macchina fino a Festin o oltre perché nel primo tratto del sentiero non c'è nulla da vedere, si fatica inutilmente.
E' una "caratteristica" delle dolomiti di centro cadore (la mia zona di frequentazione prevalente).
Vale a dire il lento (e spesso faticoso) avvicinamento verso la parte più "panoramica/bella da vedere".
Spesso capita di fare alcuni km nei boschi senza vedere nulla di panoramico, e sembra di fare fatica per niente.
Ma poi, se si ha pazienza, la fatica viene ripagata da panorami e visioni mozzafiato.
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso