domanda su lame enzo

Ciao volevo chiedere un'informazione su lame enzo, in particolare guardavo al modello enzo camper che ha una lunghezza di 12,5 cm .
Mi piaceva per la sua maggiore lunghezza rispetto al camper che mi sembra il compromesso ottimale per una lama versatile , ne troppo ne troppo poco . Di solito con questa lunghezza e coltelli nordici mi sono trovato bene nei vari lavoretti in bosco.
Gli enzo però rispetto ai classici nordici sono fulltang e leggermente più spessi quindi teoricamente anche più robusti.

Non risco a capire però se il modello camper è possibile trovarlo in acciaio 01, lo ho trovato in D2 comunemente ma sebbene ho sentito che sia un buon acciaio non ne sono molto convinto, dicono che sia più ostico da riaffilare e forse leggermente più incline al chipparsi sul filo.

Ora tenendo conto che il coltello io lo devo usare e mi piace averlo bene e facilmente affilato e che non ho mai avuto problemi grossi di ruggine con altri acciai prettamente carboniosi non sarebbe meglio forse lo "01"

Se non esiste un enzo camper in 01 con profilo scandi come lo vorrei (qualunque inox lo escludo proprio)
avreste qualche alternativa di qualità a prezzo simile e soprattutto con forma e geometria simile?

P.S. dimenticavo mi piacerebbe avere la sola lama per poi farmelo io il coltello o in alternativa un kit basico senza fodero
 
C

corey82

Guest
Hai gia provato a chiedere a thomas?
io da lui ho preso il kit del trapper 95 in d2....per ora l'ho manicato col paracord in attesa mi venga la voglia di cominciare a fargli il manico con la micarta!:wall:
 
Il trapper è disponibile in vari acciai, purtroppo però per alcuni acciai è disponibile solo la versione scandi che non mi piace per nulla.
Per quanto riguarda l'enzo camper l'ho avuto, è un ottimo coltello e non ho riscontrato alcun problema al filo.
 
Il trapper è disponibile in vari acciai, purtroppo però per alcuni acciai è disponibile solo la versione scandi che non mi piace per nulla.
Per quanto riguarda l'enzo camper l'ho avuto, è un ottimo coltello e non ho riscontrato alcun problema al filo.
Come mai non ti piace lo scandi? Io di solito uso coltelli scandi e mi sono trovato bene.tu sul trapper che acciaio/profilo conisglieresti?
 
Lo scandi mi piace nei coltelli nordici non nei bushcraft alla "woodlore" e simili. Anche perché lo scandi zero è tipico dei coltelli bushcraft inglesi non tanto dei puukko e dei coltelli nordici in generale.

La versione del trapper che mi piaceva di più era quella flat in D2 ma non la fanno più. Ora se dovessi acquistarne uno andrei sicuramente sulla molatura flat, l'acciaio è abbastanza indifferente.
 
Scusa la ignoranza ma che vantaggi presenta il bisello flat? Non ne ho mai posseduto uno.
E' facile da affilare? Conscandi zero a casa con le pietre diamantate grandi o in bosco con la dc 4 non ho mai avuto problemi. Ci affilo pure l'accetta
 
Molta più penetrazione e maggior facilità di riaffilatura...se vuoi affilare uno scandi devi portare via materiale per tutta la larghezza del bisello a meno di convessarlo mentre in un flat basta affilare il microbisello che è molto più piccolo. Se la lama si chippa leggermente poi la differenza si nota ancora di più.
 
Inoltre lo scandi zero vero e proprio è saltato fuori con la moda dei bushcraft all'inglese, un tempo non esisteva. I vecchi coltellinai del nord europa, tali e quali ai nostri, forgiavano e poi molavano su grosse mole rotonde, le corteggiatrici non esistevano, di conseguenza le bisellature venivano sempre più o meno concave e con l'uso e le riaffilature il filo veniva convessato.
 
Inoltre lo scandi zero vero e proprio è saltato fuori con la moda dei bushcraft all'inglese, un tempo non esisteva. I vecchi coltellinai del nord europa, tali e quali ai nostri, forgiavano e poi molavano su grosse mole rotonde, le corteggiatrici non esistevano, di conseguenza le bisellature venivano sempre più o meno concave e con l'uso e le riaffilature il filo veniva convessato.
Molto interessante, ;)
 

Discussioni simili



Alto Basso