domanda su orologi con gps

salve,

Data la mia crescente frequentazione delle cime,sto ponderando l'aquisto di un orologio con bussola,altimetro,barometro e cardiofrequenzimetro.
Ho notato che ne esistono alcuni,prodotti in particolare da garmin e suunto che hanno anche il GPS.

Quello che non riesco a capire e' se questa funzione e' disattivabile a comando(come la posizione sul GPS del cellulare)oppure se indica al satellite costantemente la mia posizione senza possibilita' di scelta.

Se non fosse possibile,di sicuro opterei per un modello senza GPS,che tra l'altro ha un costo decisamente inferiore.

Un'altra curiosita' e' se solitamente sia possibile spegnere questi orologi al fine di risparmiare la batteria e poi riaccenderli ogni tanto per controllare i dati.
 
Per me i casio pro trek sono il meglio. Sono orologi, gli altri son pc da polso, con batterie che le devi caricare tramite usb, e con display troppo sofisticati. Il gps almeno che non sei uno sportivo che tiene conto dei tempi non serve a nulla. Ormai poi l' abbiamo tutti nel cell.
 
In genere la funzione gps è disattivabile. Io ho un Timex ed è così. Inoltre posso spegnerlo e riaccenderlo quando mi serve fare il punto. Tuttavia ti confesso che io lo uso solo per la corsa: in escursione uso o un Laurens o un Casio Pro trek che hanno altimetro, barometro e bussola ma non il gps: come gps uso un Garmin Oregon.

Il mio parere spassionato è che per le escursioni o i trek anche impegnativi è meglio un modello senza GPS, che quindi non hanno il problema della batteria e sono, in genere, più robusti. Penso, ad esempio, ai casio pro trek (come consigliato da vacca) o anche ai g-shock, che sono robustissimi (li usano i membri dei corpi speciali). Tra questi a me piace molto il rangeman, che ha il triplo sensore (altimetro-barometro-bussola), è radio-controllato ed ha la carica solare (io porto ogni giorno un riseman che non ha la bussola).

Buona scelta ;)
Ciao
Davide
 
...se indica al satellite costantemente la mia posizione senza possibilita' di scelta...

Ti chiedo 1000 volte scusa perché non intendo certo correggere un lapsus ma c'é una sia pur minima possibilità che qualcuno leggendo equivochi.

L'orologio ovviamente non indica un bel niente al satellite (altrettanto ovviamente è il contrario). Ci sono aggeggi che lo fanno ma non mi risulta esistano in forma di orologio e sono tutta un'altra storia.
 
Si in effetti i Casio pro trek sono interessanti,
comunque mi chiedo perche' la maggior parte di alpinisti e scialpinsti usi i suunto.
 
Se intendi alpinisti di fama la risposta sta nella pubblicità: ci sono case costruttrici che investono molti soldi solo per stare poi nei titoli di coda di un film documentario, o avere il loro marchio sulla tenda.
Sono pur sempre buoni. Io ed un mio amico avevamo preso insieme, io il pro trek 240, lui suunto core black. Più o meno all' epoca alla stessa cifra. Ci siamo trovati bene entrambi.
 
Si in effetti i Casio pro trek sono interessanti,
comunque mi chiedo perche' la maggior parte di alpinisti e scialpinsti usi i suunto.
ho un ambit 2 hr della suunto
perche' suunto e' personalizzabile al 100% , se decidi di settere 10 sport che tu fai , al momento di iniziare la sessione gli dici che sport stai facendo , e lui visualizza e registra quello solo quello che tu hai deciso ( anticipatamente nei settaggi ) , batteria , con registrazione del segnale gps ogni secondo e fascia cardio arrivo a 18 ore , con i setteggi al minimo arrivo a 55 ore ...
per esempio , nei settaggi trekking non registra ( e nemmeno cerca all inizio quindi ) la fascia cardio , nel nuoto ( piscina ) non cerca e non registra il gps ... e cosi via ...
il suunto registra il dislivello fatto , incrociando i dati gps e barometrici , col solo barometro se cambia il tempo non e' preciso , solo gps in gole o zone impervie perdi il segnale , anche se devo dire che il segnale lo ha perso una decina di volte in 3 anni di orologio ...
dipende anche molto dal budget che hai
 
mi sa che dovro' prenderne due allora,uno con e uno senza gps,a seconda di quello che andro' a fare,
ad esempio se ho capito bene per un trekking di piu' giorni e' meglio quello tipo orologio perche' la batteria dura di piu',nel caso invece di scialpinismo in alta quota quello col gps e' piu' affidabile,giusto?
mi sembra superfluo invece un gps a se stante(che gia' posseggo)visto il peso e l'ingombro e visto che bisognerebbe portarsi anche l'artva e il telefono.
 
Un orologio senza gps non ne vedo il motivo , puoi non farglielo registrara ... piu gg di trek ho risolto con un power bank ... ricarichi una volta e sei a posto ... dimenticavo , il suunto quando lo colleghi per scaricare i dati delle uscite , in automatico aggiorna le orbite dei satelliti cosi quando li cerca ci mette pochissimo .. in ordine normale entro 10 secondi li aggancia
 
mi aggancio a questo vecchio thread per esprimere il mio personalissimo parere:
sconsiglio uno strumento all-in-one. posseggo un casio pro-trek PRG240 che fa tante cose, ma lo uso al 98% come orologio e quasi mai come bussola/altimetro/barometro/termometro.
se voglio un GPS porto con me il mio ormai quasi vetusto garmin 65s che si è sempre comportato bene.
perchè?
ho un cellulare con le SUE batterie, un GPS con le SUE batterie ed un orologio che... beh quello si carica al sole :)
l'unica volta che usai il cellulare per fare tutto le batterie mi lasciarono e restai senza nulla.
come si dice: "il fiammifero si frega una volta sola" :)
il tutto sempre IMHO
(si è vero il 65s pesa più di un orologio, ma almeno è cartografico)
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso