Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

Proposta Dopodomani escursione di due giorni sull'Etna

Parchi della Sicilia
Parco dell'Etna
Ciao a tutti gli avventurosi Siculi e non,dopodomani insieme ad un'amico partenza dal rifugio Brunek dove lasceremo l'auto per una due giorni sull'Etna,cercheremo di fare un anello che ci riporti al Brunek o anche a Piano Provenzana,orientativamente cammineremo per un po' indietro sull'Altomontana e meteo permettendo cercheremo di vedere più posti possibili,sarà anche una zingarata fotografica,il mio amico è un fotografo professionista(che di tempo ne fa perdere a cercare scatti:p).Dormiremo in qualche rifugio,pranzi e cene al sacco,mi sa che questa volta mi risparmio fornello e gavetta,anche se nei rifugi si può accendere il fuoco,comunque i dettagli li deciderò domani.
Se qualcuno si vuole aggiungere è il benvenuto.
 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per chiarire: le difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.
ti anticipo qualche consiglio: potrebbe essere conveniente lasciare un'auto a piano provenzana e una al brunek (distana circa 6-7 km). partendo dal brunek dopo 8 km circa c'è un trivio in corrispondenza di Passo dammusi: andando dritti dopo poco più di un km si arriva al rif. S. Maria; io vi consiglio di andare invece a sx verso il rif Timpa Rossa, molto bello, in legno, immerso nella faggeta, con cisterna di acqua (quasi) buona. da lì potete fare due percorsi fino a Piano Provenzana (aggirando Monte Nero da sopra o da sotto), attraversando la spettacolare frattura eruttiva del 2002, innestandovi nella pista che porta ai crateri e scendendo facilmente a piano provenzana.
 
Cavolo che spinno! Dunque, sabato e domenica sarebbe stato l'ideale visto che lavoro, venerdi e sabato sarebbe stato più facile.. Ma giovedi e venerdi è difficile ma non impossibile.. Vediamo un po..

Se la fortuna mi assiste ed alcune condizioni mi sono favorevoli potrei pure venire:

1 la mia raga mi deve dare il permesso xD
2 il mio cane non vi da fastidio
3 se venerdì i sindacati confermano lo sciopero che è stato indetto io posso aderiree e venire sull'etna
4 giovedi mattina per ottenere il permesso potrei donare il sangue, ma qui bisogna vedere se riesco ad essere puntuale con te, a che ora partite giovedi?

Ci sono fonti d acqua lungo il tragitto? Non per me ma per il mio cane, quindi non necessariamente acqua potabile al 100%

Fammi sapere se qualcosa sulle condizioni 2 e 4 Gaetano :)
 
Ciao Raziel,allora:l'escursione inizia domani che sarebbe mercoledì,non giovedi,giorno in cui invece dobiamo tornare.
Il cane non ci da fastidio,come ha scritto poco fa alexlicc l'acqua nel rifugio Timparossa è presente,poi se dai un'occhiata alla discussione che parla dell'organizzazione dell'altomontana Etnea a cura di spyrozzo alcune pagine addietro c'è un paragrafo dove si parla di rifugi e presenza di acqua,io non so ancora dove dormiremo,questo dipende da quanta strada facciamo e vogliamo fare(sarà un'escursione di avanscoperta per me,in previsione di qualche altra uscita più corposa in futuro.Magari si ha voglia di godersi il paesaggio e fare fotografie,quindi non si procede a passo veloce,non ho fatto un piano preciso ed intenso,anche perchè vado con un amico che non è molto allenato a camminare con lo zaino in spalla,quindi non lo posso torturare!:p) potremmo anche arrivare al rifugio di monte Spagnolo,ho dato un'occhiata alla discussione che ti ho nominato ed alexlicc non sa se nel rifugio di monte Spagnolo c'è l'acqua,quindi fino a quando qualcuno conferma non lo sappiamo,nel caso in cui si dormirà a monte Spagnolo a metà strada tra il Brunek e quest'ultimo c'è il Timparossa,dal quale possiamo passare sia all'andata che al ritorno per prendere un po' d'acqua.
Noi partiremo domani mattina molto presto,se vuoi più tardi ti faccio sapere l'orario preciso di partenza,comunque penso che non saremo al Brunek prima delle 8,abbiamo una piccola macchina e sulla circonvallazione di Catania ci potrebbe essere traffico.
Per quanto riguarda il cane la mia preoccupazione era anche il tragitto,l'altomontana dovrebe essere ben battuta,ma il resto dei sentieri non so se possano essere pericolosi per le zampe del cane,perchè ci sono pietre taglienti e spigolose che qualche hanno fa mi hanno tagliato un paio di scarpe ovviamente non da trekking.
Noi dovevamo fare questa uscita sabato e domenica,ma abbiamo dovuto anticipare perchè al mio amico gli è capitato tra le mani un lavoro di fotografia,e poi il meteo prevede peggioramenti!
Questo per il momento è tutto.:)
 
azz.. Ok Gaetano, come sempre grazie per la disponibilità, ma purtroppo per domani proprio non si può :(

Facciamo così fatti questa avanscoperta, apprendi e studia i vari prossimi possibili itinerari (magari non sotto i 20 km xD )e poi quando sei piu esperto ci porti pure me ^^

Per le pietre non c erano problemi al cane mettevo i calzini e poi c'è abituato venendomi sempre dietro.

Ok buon divertimento Gaetano, alla prossima si spera.
 
c'è poco da fare... il fascino l'etna ha colpito ancora :)
comunque appena salvo termina il carrellino ed il tempo è decente, organizzeremo un'escursione gastronomico-turistico-gastronomica che calcherà le orme dell'altomontana.
credo si articolerà in 3 giorni, di più si di meno no.
l'intenzione sarebbe quella di "benedire" ogni rifugio incontrato per strada con mangiare ed abbondanti libagioni. l'intenzione (possibilmente) sarebbe quella di progredire costantemente a stomaco pieno, provvedendo con contributi a base di carne equina (promossa nell'ultima arrostita), castrato, maiale, salsiccia e pane con companatico caratteristico.
ovviamente PRIMA necessiterà terminare il carrellino che si farà carico (è proprio il caso di dirlo) di trasportare il tutto. obbigatoria sarà anche l'amaca per riprendersi da ogni progressione alimentare. un premio verrà dato a chi russerà più forte!!!

(cià fazzu!!! si si cià fazzu!!!)
 
Ultima modifica:
Ahahah...pensavo che il fatto del carrellino era uno scherzo!Ed invece lo si fa sul serio,bella l'idea di pernottare in tutti i rifugi,è balenata in mente anche a me.
L'Etna ha colpito ancora,puoi dirlo forte spyrozzo!!!Con i suoi scenari e le sue grotte si è fatta veramente amare!Al più presto sistemo le foto in un album...
 
Ho cercato di creare un album su avventurosamente,ma per adesso ci sono dei problemi nel caricamento delle foto,quindi ho lasciato perdere finchè i problemi vengano risolti.
Nel frattempo ho creato l'album su facebook all'indirizzo:Facebook
Mancano solo i commenti che al più presto cercherò di mettere.
Comunque,l'escursione è andata benissimo!Siamo partiti dal Brunek poco prima di mezzogiorno,causa traffico,autovettura non proprio all'ultimo grido!Poi ci siamo fermati a Santa Venerina da un escursionista conosciuto su facebook che conosce l'Etna come le sue tasche,il quale ci ha fornito validissime indicazioni e consigli.
Segue una sintesi dell'escursione:
Dal Brunek abbiam percorso l'altomontana fino al rifugio di monte Spagnolo,dove siamo rimasti per la notte.C'era ancora luce e potevamo spingerci oltre ma abbiamo preferito sostare in quest'ultimo dato che da lì parte un sentiero che conduce fino alla grotta del Gelo.
Nottata tranquilla,camino acceso,temperatura esterna di 6 gradi,interna di 11(i camini sono la peggiore trovata se si vuole riscaldare una stanza!La maggior parte dell'energia sviluppata esce dalla canna fumaria!Poi la legna della legnaia è molto vecchia,leggerissima,fa molta luce e poco calore).
L'indomani mattina poco dopo l'alba ci avviamo sul tracciato diretto alla grotta,il primo tratto boscato,poi inizia ad alternarsi tra colate laviche e alberi,l'ultimo tratto lo si percorre totalmente sulle colate,cosa dire... paesaggi mozzafiato,sentieri talvolta irti e poco tracciati,però grazie agli ometti si ci orienta bene se non c'è nebbia,ne vale veramente la pena,la vista della grotta è sensazionale,specialmente il suo interno,se il ghiaccio non è scivoloso la si può visitare senza scivolare,altrimenti:ramponi!
Ripeto che la grotta è una delle cose più belle che abbia visto in sicilia,quello scrigno di ghiaccio immerso in un deserto di lava ancora sterile merita tutta la salita con gli zaini pesanti ed anche il doppio,la temperatura al suo interno non supera mai i-6 gradi,talmente sono rimasto affascinato che non mi sono reso conto di aver passato più di mezzora al suo interno in maniche corte!
Dopo aver concluso questa fantastica visione ci avviamo alla discesa,seguendo gli ometti che ci porteranno fino alla grotta dei Lamponi e poi di nuovo sull'altomontana,per questioni di tempo non siamo riusciti a passare da monte Nero e da piano Provenzana.
Abbiam visitato anche un tratto della grotta dei Lamponi,bellissima anche questa,mi pare sia lunga un km,ma noi abbiam percorso solo un centiaio di metri in ambedue le direzioni,il soffitto della grotta è crollato in più di un punto,creando dei pozzi di luce veramente suggestivi che ti permettono di vedere l'interno della galleria senza l'uso delle fredde luci a led.
Siamo arrivati al punto di partenza quasi al tramonto,stanchi,ma soddisfattissimi,questo è un percorso ad anello da ripetere,in quanto l'interno della grotta del Gelo è in continua evoluzione e a seconda dei mesi si possono anche ammirare stalattiti di ghiaccio!
 
ho fatto la salita alla grotta del Gelo dallo stesso percorso tanti anni fa, il primo maggio, partendo dal Rif Monte Scavo; posso confermare che suscita emozioni incredibili. Aprile-Maggio è il periodo migliore per poter ammirare le stalattiti di ghiaccio, ma in qualunque stagione la grotta del gelo è spettacolare. Già che ci sono, si potrebbe organizzare (ma per l'anno prossimo), una variante più impegnativa ma assolutamente spettacolare, andando fino alla grotta del diavolo (2400 m, tagliando le distese di lava verso est ed uscire nei pressi di monte Pizzillo lungo la posta che sale ai crateri. L'ho sempre voluta fare ma ogni anno mi salta sempre...
 
Alexlicc quindi la grotta del Diavolo tu già l'hai vista?E' anche essa una galleria di scorrimento della lava?C'è anche il ghiaccio dentro?
Sarebbe un'itinerario interessante...
 
No non l'ho mai vista; qualche anno fa dalla grotat del gelo hon tagliato tutta la colata a monte (è sterminata) fino a spuntare sotto monte Pizzillo ma non l'ho trovata; ma ora posso recuperare le coordinte e dovrebbe essere più facile. E' una grotta di scorrimento lavico con un picolo ghiacciaio perenne all'interno (così ho letto su un libro)
 

Discussioni simili



Alto Basso