Dry-Bag ...essenziali o in più? Vediamo!

Sembra una domanda ...in realtà è un consiglio ma aprirei una discussione.

DRY-BAG o meglio SACCHE IMPERMEABILI sono quegli accessori che ti accorgi di non averli solo se ti capita il fattaccio.

E a me è accaduto due settimane fa...a 2000m in un breve trekking di due giorni e per fortuna abbastanza non troppo lontano dalla macchina.

Praticamente a 2 km dalla zona dove dovevamo piantare la tenda e verso le 6 di sera scoprì che una borraccia chiusa malamente nello zaino , decise di aprirsi e spandere acqua su pile, sacco a pelo , materassino, giacche....tutto...

Ero praticamente sguarnito perché quasi tutto era parecchio inzuppato.

Fortuna che ho tenuto le torce frontali e l'altra elettronica in una Dry-Bag da 1 litro .

Quindi dagli errori e da un trekking praticamente buttato ho imparato e consiglio vivamente l'uso delle sacche impermeabili per salvaguardare il vestiario e tutta l'attrezzatura nello zaino.

Un consiglio sulle misure:
In una sacca da 1 l ci stanno una torcia frontale, una Power bank , delle batterie e altre piccole cose utili durante un trekking da proteggere.
Ci sta pure un kit di primo soccorso o i vostri averi personali ( chiavi , portafoglio e cellulare)

In una sacca da 3 l ci stanno dei vestiti di ricambio compreso l'intimo
Ci sta pure un micropile o parecchio cibo

In una sacca da 6 l ci sta un piumino compatto, abbigliamento invernale, qualsiasi oggetto ci sta già bene

Vi consiglio una sacca da 12 l per contenere un sacco a pelo invernale o 3 stagioni

211582


Ulteriore consiglio... Suddividetele per colore in modo da trovare in fretta ciò che serve o al limite con un pennarello indelebile scrivete cosa contengono.

Ma passiamo alla discussione....

DRY-BAG SI.... o NO?
Cosa ne pensate?
 
Io le ho, ne uso 3, me ne servirebbero altre 2..
1) per il kit cucina (dove ho l'acol o il bioetanolo)
2) per vestiti puliti, che poi uso per i vestiti sporchi affinché separò da tutto io resto dello zaino per i cattivi odori
3) kit medico, pulizia.

Me ne servirebbe una per il sacco a pelo, ed un altra per contenere pile o piumino
--- Aggiornamento ---

L'alternativa low cost, è un bel sacco del pattume nero di quelli resistenti, dove ci si mette tutto dentro e così oltre a proteggerlo da liquidi, si ha anche un riparo dalla pioggia..
 
Sempre usati i sacchetti della spazzatura. Recentemente uso la sacca di gonfiaggio dei materassini per documenti e tecnologia. Ma giusto per dargli una doppia utilità e non avere la sensazione di portarmi quasi inutilmente un oggetto dietro. I Sacchi della spazzatura li trovi di tanti spessori. Ci sono ad esempio quelli dedicati all'edilizia che reggono tranquillamente materiali di scarto delle piccole demolizioni, macerie. Leggeri e resistenti.
 
Assolutamente si! L'ho imparato (in altro contesto) quando ho utilizzato per molto tempo uno zaino a pozzo Ortlieb con cui, se ti serviva qualcosa sul fondo, dovevi tirare fuori tutto! Quindi prima che per il discorso impermeabilità, per me è un discorso di organizzazione.
 
yes anche per me. Uso quelle della sea to summit assieme alle osprey. Non temo la questione fuoriuscita accidentale di liquidi ma mi piace l'idea di aver tutto ben separato nello zaino.
 
Uso i Cuki ziplock di diverse misure anche io, per kit primo soccorso, il kit igiene, il cibo di via (barrette, cioccolato, frutta secca ecc), l'elettronica. Mentre uso una sacca stagna da 8L per sacco a pelo e vestiti di ricambio e la sacca per gonfiare il materassino per la tenda.
 
Confermo l'utilità dei sacchetti.
La loro storia è longeva e risalente: già nel manuale scout dell'ASCI si parlava di imbustare il contenuto dello zaino in diversi sacchetti (all'epoca usavamo il tessuto, per ovvie ragioni, con sacche autocostruite dalla zia di turno che sapeva cucire). Dopo, come hanno osservato molti, è arrivata la plastica (o comunque i tessuti artificiali), e anche il riciclo di sacche per altri usi (di qualunque tipo). Sempre perchè avevamo pochi soldi.
Il pimo utilizzo di sacche stagne personalmente l'ho fatto in realtà per la canoa canadese negli anni 90, con sacche della SealLine trasparenti acquistate in un REI durante una spedizione negli Stati Uniti (in Italia non arrivavano).
Quando ho cominciato a collezionare roba militare, ho visto che anche in VietNam ai soldati americani venivano date sacche stagne da 20/30 litri per lo zaino ALICE.
Oggi ci sono milioni di offerte su siti, per sacche quasi tutte identiche e di fabbricazione quasi sempre cinese.
Vi racconto il mio aneddoto sulle sacche (ovvero sull'unica volta che non le ho prese, pensando fossero inutili), così ridete un pò.
2017, Camino Primitivo verso Santiago. Parto da Oviedo con il solo zaino, un TNF da 50 litri, effettivamente eccessivo per il giro e pieno solo per 2/3, che aveva però comodissima una tasca indipendente sul fondo. Ovviamente in quella tasca di solito ci si mette la roba che non si usa tutti i giorni (tipo il cambio), per cui ci avevo messo i vestiti "civili" per la città e il trasferimento in aereo. Faccio il mio Camino, senza mai aprire o controllare questo scomparto, e solo in albergue a Santiago mi accorgo che, data la copiosa sudorazione della mia schiena in un "trail" fatto a buon passo, il tutto è abbondantemente intriso ed olezzante. Mi ha salvato l'enorme lavanderia a gettoni...
Con l'aereo il giorno dopo...
 
Assolutamente si, io la uso in diversi modi: a mare per contenere la roba bagnata, nei climi umidi per tenere alcuni capi asciutti e anche in situazioni più estreme. In totale ne ho tre, due abbastanza ingombranti in PVC che hanno miseramente fallito la prova immersione, e una 12 litri della osprey (quella gialla della foto), che ha egregiamente tenuto all'asciutto la macchina fotografica durante un'escursione/immersione in un Wadi in Oman. Vale il prezzo d'acquisto.
Per me è un oggetto versatile e indispensabile. Giusto qualche remora a tenerci dentro la biancheria usata: protegge gli altri indumenti nello zaino, ma quando la si apre serve la molletta al naso.
 
Finora ho sempre utilizzato i sacchetti stile Cuki Ziplock, ma ho intenzione di comprarmi un paio di dry sack EVAC della Sea To Summit, che, oltre all'impermeabilità, hanno il plus di avere il fondo in un materiale che, premendo, permette di far uscire l'aria (e quindi comprimere discretamente il contenuto) senza però far entrare acqua. Qui si vede benino.
 
211881
Incuriosito da tutte le vostre buone recensioni sulle drybag mi sono fatto tentare.
ho preso un anonimo set su amazon composto da queste 3 drybag 3-5-8L.
a sorpresa le drybag sono arrivate marchiate lixada.
LA qualità sembra discreta, ovviamente non stiamo parlando di un articolo Sea To Summit, ma il funzionamento è lo stesso. si riempie, si chiude e si svuota. Resta un effetto tipo "sottovuoto".
ho buttato la 8L sotto la doccia piena di magliette. test superato.
211883
 

Allegati

@Spartacco , ti chiedo un consiglio sul litraggio della sacca/sacche da prendere: leggevo, nel tuo post, che in quello da 6L riescono a starci piumino, abbigliamento invernale e qualcos'altro. Io pensavo a qualcosa di un po' più grande in cui poter riporre l'abbigliamento anche per viaggi: per esempio, l'anno scorso sono stata in Vietnam 3 settimane, un'altra volta 2 settiman in Islanda e l'anno prossimo - Covid permettendo - vorrei fare 10 gg di Kungsleden. Secondo te qual è la misura più adatta a contenere indicativamente 4 T-shirt, 2-3 pantaloni corti, 1-2 pantaloni lunghi, 1 maglia lana merino, un pile, un piumino? Una 13L o 20? Poi ne prenderei una o due di più piccoline, ma diciamo che averne una grandina (che poi, al massimo, se non è completamente piena si ripiega ulteriormente quindi non occupa spazio eccessivo) non sarebbe male.
 
Ultima modifica:
Io faccio così: nello zaino la busta dell'immondizia che protegge tutto. l'acqua sta nelle sacche a rete laterali dello zaino, ma all'esterno;
potrebbe essere sensato prenderne una per l'elettronica, ma imbustare tutto in buste multiple mi pare eccessivo, oltre che inefficiente nella gestione degli spazi nello zaino.
 
A parte che l'acqua, credo, è meglio tenerla all'esterno, proprio x evitare inconvenienti, io uso 2 sacche stagne, una da 4l x il cibo e una da 12 x gli indumenti...
 
Io faccio così: nello zaino la busta dell'immondizia che protegge tutto. l'acqua sta nelle sacche a rete laterali dello zaino, ma all'esterno;
potrebbe essere sensato prenderne una per l'elettronica, ma imbustare tutto in buste multiple mi pare eccessivo, oltre che inefficiente nella gestione degli spazi nello zaino.
Il problema di usare un sacco solo è che per prendere qualcosa devi tirare fuori tutto e questo può capitarti sotto l'acqua ad esempio. Proprio per ottimizzare gli spazi è meglio dividere in diversi sacchi. Io usavo quelli della spazzatura, ci sono di diversi formati, spessori e colori. Ma in effetti, posso confermare che l'effetto sottovuoto permette di recuperare parecchio volume. Francamente non farei grossi investimenti in merito, ma considerato il rapporto qualità prezzo del prodotto che ho trovato su Amazon lo consiglio.
 
Io OPT
@Spartacco , ti chiedo un consiglio sul litraggio della sacca/sacche da prendere: leggevo, nel tuo post, che in quello da 6L riescono a starci piumino, abbigliamento invernale e qualcos'altro. Io pensavo a qualcosa di un po' più grande in cui poter riporre l'abbigliamento anche per viaggi: per esempio, l'anno scorso sono stata in Vietnam 3 settimane, un'altra volta 2 settiman in Islanda e l'anno prossimo - Covid permettendo - vorrei fare 10 gg di Kungsleden. Secondo te qual è la misura più adatta a contenere indicativamente 4 T-shirt, 2-3 pantaloni corti, 1-2 pantaloni lunghi, 1 maglia lana merino, un pile, un piumino? Una 13L o 20? Poi ne prenderei una o due di più piccoline, ma diciamo che averne una grandina (che poi, al massimo, se non è completamente piena si ripiega ulteriormente quindi non occupa spazio eccessivo) non sarebbe male.
Io opterei per una 16 o 20 l che se non riempi del tutto la pieghi e la comprimi bene :si:
 
Assolutamente sì; che siano sacchetti ziplock, sacchi della spazzatura o drybag veri. Dopo un paio di acquazzoni come si deve sono sempre con me.
 

Discussioni simili


Alto Basso