Dubbio powerbank e pile ricaricaricabili

In breve: se uso un caricabatterie/powerbank, come il nitecore con le 18650, e finisco le 18650, e al posto uso per quel giorno delle pile usa e getta? si può fare?
O x estendere la domanda, esistono sul mercato dei dispositivi in grado di farlo?
Qualcosa che funzioni come powerbank con ricarica a muro, ma all occorrenza possa essere ricaricato con pile usa e getta? Questo per lo smartphone, delle batterie aa in sè mi importa poco.
 
In breve: se uso un caricabatterie/powerbank, come il nitecore con le 18650, e finisco le 18650, e al posto uso per quel giorno delle pile usa e getta? si può fare?
O x estendere la domanda, esistono sul mercato dei dispositivi in grado di farlo?
Qualcosa che funzioni come powerbank con ricarica a muro, ma all occorrenza possa essere ricaricato con pile usa e getta? Questo per lo smartphone, delle batterie aa in sè mi importa poco.
1)Ma la dimensione delle 18659 rispetto alle AA non è diversa??
2) direi di no
3) prova a cercare una cover battery, magari ne trovi una per il tuo modello, e risolvi il tutto..
 
Si, forse mi sono espresso male, anche perchè ad elettronica sono un po' indietro:

Allora, tutti sanno cos'è una power bank per cellulari. Ci sono dei modelli che funzionano a batterie ricaricabili: il caricabatterie ti ricarica le batterie, l'energia viene immagazzinata nelle batterie ricaricabili invece che in una normale power bank, diciamo che una batteria ha 3500 mAh; poi si può attaccare un usb e ricaricarci il telefono.
Ad esempio è utile per chi usa sia fotocamera che va a pile, e vuole anche caricarci il telefono.
Dal mio punto di vista sembrava interessante per la leggerezza e la praticità, cioè se una pila tiene 3500, 10 pile equivalgono a 35000 ecc ecc, quindi in teoria si può ottimizzare il peso e l'ingombro.

Quindi ci sono 2 componenti: il caricabatterie con presa a muro e uscita usb, e le singole batterie.

La domanda è: posso usare suddetto caricabatterie con delle pile usa e getta (non ricaricabili), solo al fine di ricaricare il telefono? Oviamente non voglio ricaricare le pile non ricaricaricabili.
 
Si, forse mi sono espresso male, anche perchè ad elettronica sono un po' indietro:

Allora, tutti sanno cos'è una power bank per cellulari. Ci sono dei modelli che funzionano a batterie ricaricabili: il caricabatterie ti ricarica le batterie, l'energia viene immagazzinata nelle batterie ricaricabili invece che in una normale power bank, diciamo che una batteria ha 3500 mAh; poi si può attaccare un usb e ricaricarci il telefono.
Ad esempio è utile per chi usa sia fotocamera che va a pile, e vuole anche caricarci il telefono.
Dal mio punto di vista sembrava interessante per la leggerezza e la praticità, cioè se una pila tiene 3500, 10 pile equivalgono a 35000 ecc ecc, quindi in teoria si può ottimizzare il peso e l'ingombro.

Quindi ci sono 2 componenti: il caricabatterie con presa a muro e uscita usb, e le singole batterie.

La domanda è: posso usare suddetto caricabatterie con delle pile usa e getta (non ricaricabili), solo al fine di ricaricare il telefono? Oviamente non voglio ricaricare le pile non ricaricaricabili.
Non è ben chiaro, tutti i powerbank dentro hanno batterie ricaricabili, varia magari il tipo e l forma ma son tutti batteria a 3.7V-4.2V,(18650 e tutti gli altri formati) più i vari sistemi per avere in uscita sempre 5V(o anche 9v, 12v e più) se per pile usa e getta intendi le AA-AAA sono da 1.5v, esistono però i powerbank apribili come lo è quello che hai messo.
Ma tieni conto che se prendi un powerbank da 10k di ottima qualità di mah buoni per la carica sono sui 6000-7000 massimo, quindi 20k massimo 14.000, se la qualità del powerbank cala ancora peggio.
 
Si si puo fare tranquillamente con un box adatto ma le batterie usa e getta sono da 1,5...e percio' ne occorrono almeno 4 ...io su ali comprai un box quadrato impermeabile....perfettamente adatto al tuo uso
 
Si si puo fare tranquillamente con un box adatto ma le batterie usa e getta sono da 1,5...e percio' ne occorrono almeno 4 ...io su ali comprai un box quadrato impermeabile....perfettamente adatto al tuo uso
Un link riesci a metterlo?

Quindi ne deduco, che una power bank a stilo ricaricabili possa funzionare anche a stilo usa e getta a patto che eroghi sui 5v quindi 4 stilo usa e getta, 2 è troppo poco, dico bene?

Ma tieni conto che se prendi un powerbank da 10k di ottima qualità di mah buoni per la carica sono sui 6000-7000 massimo, quindi 20k massimo 14.000, se la qualità del powerbank cala ancora peggio.
Si, ma credo che dipenda, in questo caso, dalla stilo ricaricabile, cioè, se con l'uso il rendimento cala, basta comprare una nuova stilo ricaricabile, magari di buona qualità, e si ritorna al rendimento "standard" del 70% rispetto al dichiarato. Credo. Era interessante anche per questo, così invece di dover sostituire un power bank che è un pezzo unico, si può sostituire solo la stilo ricaricabile, con conseguente risparmio, sempre in teoria.
 
la differenza è che usando le AA, ne devi mettere almeno 4 per arrivare alla tensione ottimale per la ricarica e se non sono pile molto capienti non riesci a caricare il cell, forse metà... insomma va bene per emergenza, ma a quel punto emergenza per emergenza conviene quasi un pannellino solare di quelli ripiegabili, almeno è indipendente, se devi comprare delle batterie per emergenza puoi prendere le cr123 che si trovano comunque bene nei negozi di fotografia e col nitecore vanno bene.

Per le AA c'è questo https://www.amazon.it/POW1-BATTERIA-EMERGENZA-PORTATILE-SMARTPHONE-CELLULARI/dp/B0168O5GOG
 
Grazie ma non preoccuparti. La mia conclusione è che le pile usa e getta, di quelle che puoi trovare al minimarket di un paesino per intenderci, non sono per nulla adatte a caricare un celluare.
A quel punto un pb tradizionale forse è + veloce e in base al modello ha un peso accettabile.
 
Se prendi un powerbank che usa pile da 3.7v, a prescindere dal fatto che possa fungere anche da caricabatterie sempre da 3.7v, molto difficilmente puoi sostituire quelle batterie con altre batterie che non siano sempre da 3.7v poiché le batterie da 3.7v hanno un voltaggio di sicurezza, oltre il quale non è opportuno scendere pari a 3V, per cui se usi un qualcosa fatto a regola d'arte con due batterie da 1.5v poste in serie sei a 3V che è il limite, diciamo, di spegnimento che il circuito dovrebbe rilevare per evitare il danneggiamento delle batterie ricabili, se ne metti tre superi i 4.2V che è il valore massimo, a batteria completamente carica, delle batterie al litio per cui potresti anche quì non essere nelle condizioni progettuali, potrebbe funzionare lo stesso ma la mano sul fuoco non la metto. In realtà a batteria completamente carica le normali AA erogano un pò di più di 1.5V, 1.65V se non ricordo male, ma appena le consumi un pò si abbassano a 1.5V.

In altre parole, per le batterie ricaricabili da 3.7v, ovvero le moderne litio, avrai bisogno di un accrocchio che sia solo powerbank o anche caricabatterie poco importa, ed un secondo accrocchio per le normali batterie AA siano esse alcaline o litio, considera però che le normali batterie alcaline AA sono sull'ordine dei 1000/2000 mA, e ne hai bisogno di 4, in questo caso i mA rimangono uguali, si sommano i volt visto che sono in serie, quelle al litio, sempre AA, raggiungi i 2000/2600 mA, sempre teorici, quelli pratici dipende dal rendimento che non è mai il 100%.

Un ultima considerazione, le batterie al litio, non ricaricabili, esistono anche da 3V, come ad esempio le CR123, per cui ne basterebbero 2, ma le RCR123, ricaricabili, sono da 3.7v, il che vuol dire che non è certa la compatibilità fra una CR123 ed una RCR123.

Ciao :si:, Gianluca
 
Grazie molto interessante.
Quindi, scusa se ne approfitto, volendo usare un back up di emergenza come uno di quelli che è stato postato più sopra, tipo questo
se volessi un'idea indicativa di cosa aspettarmi, dovrei considerare l'amperaggio della singola batteria.
Con 4 batterie arrivo al voltaggio richiesto, dopodichè l'amperaggio resta lo stesso?

Per esempio, è sufficiente fare un calcolo per arrivare al voltaggio richiesto? Mettiamo che trovo AA al litio da 3500 mah e 1.8v (ho fatto una rapida ricerca su amazon), il dispositivo linkato sopra indica un voltaggio in uscita di 5, questo vuol dire che ne bastano 3? E la quarta cosa fa, aumenta l'amperaggio, o è sprecata, o esplode?

O magari ho sbagliato tutto, la questione è più tecnica, e in pratica paese che vai batteria che trovi, e per batterie diverse servono dispositivi diversi?
Grazie ancora
 
Grazie molto interessante.
Quindi, scusa se ne approfitto, volendo usare un back up di emergenza come uno di quelli che è stato postato più sopra, tipo questo

se volessi un'idea indicativa di cosa aspettarmi, dovrei considerare l'amperaggio della singola batteria.
Con 4 batterie arrivo al voltaggio richiesto, dopodichè l'amperaggio resta lo stesso?

Per esempio, è sufficiente fare un calcolo per arrivare al voltaggio richiesto? Mettiamo che trovo AA al litio da 3500 mah e 1.8v (ho fatto una rapida ricerca su amazon), il dispositivo linkato sopra indica un voltaggio in uscita di 5, questo vuol dire che ne bastano 3? E la quarta cosa fa, aumenta l'amperaggio, o è sprecata, o esplode?

O magari ho sbagliato tutto, la questione è più tecnica, e in pratica paese che vai batteria che trovi, e per batterie diverse servono dispositivi diversi?
Grazie ancora
Guardati la differenza tra batterie in serie e in parallelo.
Di AA-AAA esistono le nizn ricaricabili da 1-65-1.7v rispetto alle nihm da 1.2v.
Ma serve comunque un caricabatterie apposito con voltaggi diversi, per le litio anche se cambia il formato il caricabatterie è sempre quello
Non mi è chiaro però il perché vuoi rimanere sulle usa e getta, se per emergenza e quindi da casa ti porti powerbank(che si rompe), più portastilo+pile usa e getta, che una volta scariche sono inutili e quindi sei obbligato a trovare dove le vendono. Perché non prendere un porta 18650 o formato simili, hai comunque una scarica ma poi potresti sia ricaricarle in movimento, che in paese anche solo trovare un bar, chiesa, qualche abitante disponibile e una spina dove ricaricaricarle che è più probabile che trovare qualcuno che le vende.
Sul fatto dell'efficienza e del 65-70% è tutta energia che si perde per strada, perché la capacità che dichiarano è quella effettiva delle batterie che contiene, ma NON quella di effettiva carica di un dispositivo.
 
Allora, è molto semplice, se te metti 4xAA che comunemente trovi sui 1000 mah avrai un power bank da 5v e 4000 mah, la stessa capacità la ottieni con una solo ricaricabile al litio, quindi non ha molto senso portarsi dietro tante AA specie se usa e getta... il primo caricabatterie della nitecore che ti ho suggerito invece è molto comodo, accetta quasi tutti i formati di pile al litio, io tengo sempre la torcia in auto o nella borsa, se sono a corto con la carica del cell posso togliere la pila dalla torcia e ricaricare il cell, e con una sola 18650 riesco quasi a ricaricarlo, non al 100% ma 70/80% quasi sicuro.
 
Concettualmente qualsiasi sistema tu utilizzi, che sia una batteria da 3.7v o n batterie da 1.5v o da 1.2v, avrai quasi certamente un circuito elettronico che converte la tua tensione in ingresso in una tensione in uscita a +5v, se parliamo di uscita usb.

Questo cosa vuol dire ? che qualsiasi discorso dipende da questo circuito di conversione che in base a come è fatto ti permette di fare certe cose.

Ad esempio, se io ho un circuito che prevede un alimentazione da una batteria da 3.7v per ottenere i +5v in uscita, avrò un circuito di "elevazione" che avrà un range di lavoro che potrebbe essere da +3 a +4.2v, se gli colleghi una sorgente da 6v (4 pile aa da 1.5v) il circuito potrebbe non essere più in grado di lavorare, dovrebbe abbassare la tensione e non più elevarla, e potresti trovarti in uscita la stessa tensione in ingresso ovvero +6v, parallelamente se io collego 2 sole batterie AA potrei avere tensione sufficiente a far funzionare il tutto solo fino a quando le batterie sono completamente cariche, appena le usi un pochino, per cui una frazione della capacità totale, il circuito di "elevazione" potrebbe diventare instabile e restituire in uscita una tensione inferiore ai +5v.

Se io collego due batterie in serie, ovvero il "+" di una batteria è collegato al "-" dell'altra, la tensione (volt) si somma ma la corrente (mA) sarà, a parità di capacità di ogni singolo elemento, sempre quella, in altre parole, tre pile AA alcaline in serie forniranno 4.5V a 1000mA/2000mA (non c'è uno standard e non è dichiarato sulla batteria come per le ricaricabili), se le stesse tre batterie le collego in parallelo (tutti i "+" insieme e tutti i "-" insieme) la tensione sarà sempre 1.5v ma la corrente sarà la somma di ogni singolo elemento per cui 3000mA/6000mA.

Ovviamente qualsiasi trasformazione che comporti una tensione in ingresso diversa da quella in uscita non è mai lineare ma avrà una perdita che dipenderà dalla qualità del circuito di trasformazione, può essere il 10% come il 40%, però questa perdita si calcola non sulla tensione ma sulla potenza che è il prodotto della tensione per la corrente, in altre parole, se io 3 batterie da 1000mA collegate in serie è come avere una batteria da 4.5v/1000mA ovvero una batteria da 4.5W, se il mio circuito di conversione ha una resa del 80%, entrano 4.5W e ne escono 3.6W che, nel caso di una uscita a +5v equivale a +5V/720mA.

Inoltre c'è da fare anche un altro discorso le batterie da 3.7v mantengono più costantemente la tensione durante tutto il processo, questo fa sì che si utilizzerà un convertitore a "elevazione", le batterie alcaline, invece, non mantengono la tensione costante durante la scarica e, di conseguenza, si preferisce lavorare con un curcuito a scendere per poter "spremere" più energia possibile.

In conclusione, se vuoi avere la possibilità di utilizzare batterie ricaricabili (da 3.7v) e batterie alcaline avrai bisogno di due apparecchi differenti.

Se però vuoi sperimentare sappi che, concettualmente, è più facile adattare un powerbank che usa pile alcaline con pile da 3.7v che il contrario.

Ciao :si:, Gianluca
--- Aggiornamento ---

Ad esempio questo è un circuito che potrebbe esserti utile, almeno sulla carta:

https://www.amazon.it/dp/B082LNPS56/ref=cm_sw_r_cp_apa_i_E6obFbVDGSTZT

Questo perché ha come Vin un range da 2.5V a 5.5V.

Se tu prendessi un modulo del genere e saldassi, rispettando la polarità, un porta pila per 18650 in parallelo ad un porta pile da tre elementi AA, a seconda che inserisci una pila 18650 o 3 pile AA (MAI IN CONTEMPORANEA, O UNA O L'ALTRA, meglio sarebbe un deviatore a due vie che escluda una o l'altra) avrai i +5v in uscita con una corrente massima di 2A, ovviamente per quanto tempo dipende dalle batterie che ci metti.

Ovviamente questo serve solo per batterie cariche, non ha la capacità di ricaricare nulla, ma avresti il vantaggio che se ti trovi a piedi con la 18650 puoi, toglierla, e metterci tre pile AA (magari al litio che durano di più e risentono meno dell'autoscarica, costano ovviamente di più), non ci caricherai completamente un cellulare (con le alcaline) ma forse il 20/40% che è sempre meglio che niente.

Non partendo da prodotti finiti ma facendolo la fattibilità è molto più elevata, e questo circuito ne è un esempio.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso