Escursione con amica celiaca e intollerante al latte

ciao ragazzi vi chiedo un consiglio: ad aprile tornerò a fare la via degli dei da bologna a firenze e staremo fuori 4 giorni. con noi viene anche una ragazza che è intollerante al glutine e al lattosio. visto che non siamo certo i tipi da ristorantini e alberghi cosa pensate che possa mangiare ? avete qualche consiglio ?
a me è venuto in mente solo il purè istantaneo (senza latte però)
 
Ciao credo che non tarderanno ad arrivare suggerimenti vari,ma credo che la cosa migliore sia mettersi a tavolino con lei e stendere un menù che coniughi peso e limitazioni alimentari.
Lei conoscerà ovviamente i suoi gusti e gli alimenti idonei e tu,per esempio,farai una valutazione del peso e della "cucinabilità" sul campo.
Ti voglio segnalare la linea senza glutine dalla Arnaboldi,ottimi prodotti,io le uso spesso,sono solo tre ma è già una base di partenza...
Arnaboldi - un grande ristorante a casa tua
 
Ciao, tra le cose da provare puoi scegiere la polenta a cottura rapida (3 minuti). La puoi condire come vuoi, anche preparando prima il condimento (fungi, ragù.....), diluendo poi con l'acqua consigliata sulla confezione e cuocedo poi la polenta insieme al tutto. Io che non sono intollerante al lattosio, l'ho provata versandoci dentro del gorgonzola a cubetti ed era deliziosa. Col mais preparano anche della pasta, di vari formati.
 
Se ti può interessare io e la mia Stellina abbiamo preso del latte di soia in polvere ma ancora non lo abbiamo testato!
 
fantastico grazie mille per questi suggerimenti !
avevo già provato per curiosità (con sommo disgusto :p) un sacchetto della linea Arnaboldi.
 
Beh c'è sicuramente di peggio delle Arnaboldi che secondo me,nel panorama dei cibi disidratati sono da considerare nella fascia alta.
Ovviamente dipende dai termini di paragone e dai gusti.
 
di cose senza glutine ce ne sono a milioni, dalle merendine alle cose pronte, buttati sul riso e la pasta al mais, legumi....poi chiedi a lei cosa vuole mangiare, magari è lei per prima che si porta dietro i suoi prodotti....
io sono vegan e solitamente non mi faccio così tanti problemi :)
 
Nuvolo e Nuvola (per inciso: ma siete complici di nick ? :biggrin::lol:), siete rimasti sulle nuvole...cioè. ehm... volevo dire rimasti un po' indietro :biggrin:

Come giustamente ha già precisato Kiwi, ed io confermo appunto in quanto celiaco, ormai i prodotti te li tirano dietro (intendo come scelta, non certo come prezzi :lol:); il problema semmai è la rete della ristorazione che, seppure anch'essa molto sviluppatasi negli ultimi anni, è ancora un po' a macchia di leopardo cioè non uniforme sia in termini geografici sia in termini di garanzia di sicurezza.

:)
 
Ciao ben non avendo a che fare direttamente con queste problematiche ovviamente non siamo informati(si siamo due nuvoli e un cielo).
Giusto per caso mi sono capitate sotto gli occhi quelle buste li qualche giorno prima della mia risposta e allora ho voluto dare il mio piccolo contributo.
Sicuramente possono essere comode come lo sono le buste classiche per i normo...mangianti.
 
Ciao ben non avendo a che fare direttamente con queste problematiche ovviamente non siamo informati(si siamo due nuvoli e un cielo).
Giusto per caso mi sono capitate sotto gli occhi quelle buste li qualche giorno prima della mia risposta e allora ho voluto dare il mio piccolo contributo.
Sicuramente possono essere comode come lo sono le buste classiche per i normo...mangianti.
Ovviamente la mia intendeva essere una battuta;
Anzi sono sempre da apprezzare, in generale, le persone che si interessano anche a problemi che, per loro fortuna, non le riguardano.
Fossero tutti così, il mondo girerebbe meglio.

Ciao.:D
 
via degli dei da bologna a firenze
Mi dai maggiori informazioni, per favore, vorrebbe farla anche mia sorella.

con noi viene anche una ragazza che è intollerante al glutine e al lattosio. visto che non siamo certo i tipi da ristorantini e alberghi cosa pensate che possa mangiare ? avete qualche consiglio ?
Se questa ragazza è in tollerante al glutine e al lattosio dovrebbe sapere bene cosa può mangiare oppure no. Il pane senza glutine, i biscotti e i dolci senza glutine, tanto per fare un esempio di "farinacei";attenzione ai salumi che spesso hanno il lattosio ma esistono anche quelli senza. Il parmigiano non dovrebbe dare problemi agli intolleranti al lattosio. La polenta la possono mangiare anche i celiaci. I fagioli, le lenticchie, i piselli, i ceci, il tonno, tutta roba in scatola che possono mangiare i celiaci.
 
Attenzione che, vado a memoria, i cibi devono essere cucinati in recipienti dedicati, per dirne una non si deve cucinare la pasta per celiaci dove si cucina la pasta normale, ma la tua amica avrà sicuramente presente questo dato.

Bel casino però 2 patologie di questo tipo associate.

In bocca al lupo e buon divertimento.
 
i cibi devono essere cucinati in recipienti dedicati, per dirne una non si deve cucinare la pasta per celiaci dove si cucina la pasta normale
Questo lo sconoscevo, ne sai il motivo??

Capita spesso che per questioni pratiche in trek. portiamo alimenti per bambini: perché? solitamente ci stanno un'attimo a cuocere!! ad esempio c'è ina pastina che sta 2 minuti!!!!!
Quindi per analogia darei un occhio anche al reparto infanti. Per fortuna ( o purtroppo in base a come la si guarda) la celiachia e le intolleranze vengono riscontrate abbastanza presto.
A un carissimo compagno di classe alle elementari, primi anni '80, scoprirono il morbo poco dopo la nascita. Siamo stati compagni fino al liceo ed ho visto tutto il percorso di adeguamento delle case produttrici di cibi specifici. Oggi c'è una varità incredibile rispetto a soli 10 anni fa'..sta volta per fortuna e basta!!
 
Nei casi peggiori, e vale per molte forme di intolleranza e allergie, bastano piccolo tracce di allergenico per scatenare le crisi.

Un collega di mio fratello, allergico al sesamo, gira con farmaci potentissimi, verifica prima di mangiare ogni cosa, parla con i gestori dei locali, perché rischia la pelle per un attacco anche solo per la presenza di microgrammi di sesamo.

L'informazione, invece, del cuocere in pentole e padelle differenti i cibi per le persone celiache, qualora si debba cucinare apposta per loro viene da un mio ex collega che ha moglie e figlio celiaci. Una volta l'ho portato a mangiare al mio ristorante di pesce preferito, gli mancavano solo le lacrime agli occhi alla fine della cena, durante la quale aveva anche telefonato alla moglie, e aveva anche chiesto info al padrone del locale, il quale aveva detto di segnalare il problema all'atto della prenotazione, in modo da permettere l'acquisto di ingredienti adatti alla necessita, non li tenevano normalmente, ma per il resto avevano già un set da cottura dedicato.

Peraltro, tenuto conto di quanto ho appena riferito, al limite si compera un nuova pentola e si mangia tutti le stesse cose, o quasi. Alimenti per celiaci of course.
 
I cibi si cucinano in pentole diverse per evitare che residui di farinacei finiscano nel piatto del celiaco. Ad esempio non giri la pasta tua e poi quella senza glutine con la stessa forchetta.
 
Voglio ricordare un prodotto facilmente reperibile,le gallette di riso o mais.

Sono certificate "no glutine",si trovano facilmente,pesano poco e hanno un discreto potere calorico.
Io le trovo della Fiorentini (S-lunga) ma anche la Scotti ha una sua linea,ottime quelle miste riso + mais,croccanti e sfiziose.

Qualche volta le mangio anch'io,sono un buon sistema per non sentire i morsi della fame (tipo spuntino a metà mattina) e se ingerite con acqua o altro liquido aumentano di volume dando un buon senso di sazietà.
 

Discussioni simili



Alto Basso