Proposta Escursione/pernotto in natura

PROPOSTA
...tre giorni, due notti ai piedi del Basodino...


QUANDO:
Ma 23 - Me 24- Gio 25 luglio 2019

DOVE:
Regione del Basodino/Robiei, Svizzera Italiana.
Seguendo il "Sentiero Glaciologico".

REQUISITI / CONDIZIONI:

L'orario di ritrovo al punto di partenza dell'escursione sarà alle 08:30.
Il punto di ritrovo sarà alla stazione della funivia di Robiei, quella a monte.
Ogni partecipante sarà assolutamente libero di scegliere quale materiale, viveri, ecc. portare sulle proprie spalle, fintanto ché non condizioni o comprometta gli altri partecipanti. Ogni singolo individuo sarà libero di scegliere se raggiungere il punto di incontro tramite funivia o percorrendo il sentiero, circa 6 km per 1000 mt. dsl +.


La proposta é rivolta a tutti coloro che amano godersi la natura senza alcun genere di pressione, senza alcuna fretta.
Nessuna ricerca sportiva, nessuna volontà di raggiungere prestazioni fisiche, nessuna volontà d'arrivare a mete blasonate.
I ritmi di marcia potranno essere seriamente blandi, con frequenti fermate. Per fare foto, video, contemplare la natura, mangiare qualcosa, ecc.. senza che questo approccio infastidisca o crei problemi. Nervosimo, arroganza, agitazione, spavalderia non sono ben accette.
Essere persone calme, umili, semplici, capaci di affrontare le varie situazioni con buonsenso, prudenza, calma, senza vittimizzarsi in caso di fastidi, imprevisti, ecc... é auspicabile.


Il pernotto sotto le stelle sarà da fare nella parte alta del percorso.
Sui 2500 m.s.m, ai piedi di un ghiacciaio.
Nel video, dal minuto 1:06 al 2:23 il tratto interessato in cui fare "campo".
Il percorso é relativamente breve, solitamente percorribile senza problemi in meno di una giornata. La scelta del bivacco non é data quindi dalla difficoltà o dalla lunghezza del sentiero, ma per il semplice desiderio di stare qualche giorno in natura.
In allegato un video che mostra il percorso.

Se siete interessari, solo se seriamente, le condizioni sono compatibili con la vostra persona... fatevi avanti.

Ogni partecipante é responsabile per la propria persona, il proprio materiale, le proprie scelte e le proprie azioni.

La puntualità non é un "optional", per rispetto e serietà nei confronti degli altri. Organizzarsi con il giusto anticipo, con maturità é prioritario.



LUCA0281.JPG
 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per chiarire: le difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.

Ultima modifica:
Oltre alle foto pubblicate precedentemente (quì sopra) eccone altre, incontri molto frequenti in quelle zone e la possibilità di visitare la parte iniziale di una cavità naturale. Ovviamente per chì non ha paura di sporcarsi un pò le ginocchia, i gomiti...
 

Allegati

Ultima modifica:
Per sicurezza, non si sà mai... non ci sono alberi, arbusti o simili in quota, quindi se qualcuno vuole fare il fuoco, ha un fornellino a legna, ecc... dovrà portarsela dal basso. Ovviamente riducendo a cenere i rumasugli o portandosi via i pezzi più grandi.

Il terreno sarà composto da pietra, pietrisco, piuttosto duro e roccioso ovunque. Quindi per gli utilizzatori di tende e simili, che usano picchetti... meglio organizzarsi di conseguenza.

Probabilmente i venti che soffieranno dal ghiacciaio sovrastante saranno freschi e rafficati.
 
Ultima modifica:
CIAO,
é un'Ermellino ;)

Sono carinissimi e anche fuori di testa, ahah velocissimi ;)
Sono tipici della svizzera o sono, come per le italiche nutrie, una conseguenza di abbandoni/fughe da allevamenti ?

Visti solo in "video" o in qualche feria e mi hanno sempre incuriositi e se non costassero un rene ne avrei già preso un paio, poi, fortunatamente oltre al fatto che costano un rene ho già quattro gatti fissi in casa, e almeno cinque o sei fuori e non abitando nella reggia di caserta.......

Ciao :si:, Gianluca
 
Sono tipici della svizzera o sono, come per le italiche nutrie, una conseguenza di abbandoni/fughe da allevamenti ?

Visti solo in "video" o in qualche feria e mi hanno sempre incuriositi e se non costassero un rene ne avrei già preso un paio, poi, fortunatamente oltre al fatto che costano un rene ho già quattro gatti fissi in casa, e almeno cinque o sei fuori e non abitando nella reggia di caserta.......

Ciao :si:, Gianluca
Per quanto ne sò e da quanto ho capito leggendo una guida sugli animali di queste regioni, poco fà, in quanto non sapevo nulla per certo, non dovrebbero essere conseguenze di abbandoni o fughe. Ma naturalmente presenti nella regione.

Sono fantastici come animali, é stata la prima e l'ultima volta che ne ho visto uno allo stato selvatico.
Quì da noi fanno di moda i Furetti domestici, conosco diverse persone che li hanno in casa.
 
Sembra mancare molto tempo... ma tra lavoro, impegni vari, ecc... ci si arriverà molto presto!!
Quindi non fatevi scappare l'occasione di fare qualcosa di differente, sia per luoghi, sia per approcci ;)

SALUDOS ;)
 
Sono tipici della svizzera o sono, come per le italiche nutrie, una conseguenza di abbandoni/fughe da allevamenti ?
non so lì in Svizzera, ma io li ho visti in veste invernale (tutti bianchi) qui in Piemonte nel Parco Naturale Orsiera Rocciavrè.. non sono comunissimi, anche perchè venivano cacciati per la pelliccia, ma nemmeno così rari... almeno nei Parchi naturali.
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto