Escursioni in kayak - come cominciare?

#1
Ciao a tutti.
Sono nuovo da queste parti e sono riuscito solo a dare un’occhiata rapida a questo bellissimo forum, quindi se chiedo cose già assodate mi scuso sin d’ora.
Vengo subito al dunque. L’estate scorsa ho fatto una bellissima escursione organizzata in kayak (sit-on-top) sul lago di Santa Giustina in Val di Non. Non avevo mai messo piede su un kayak e mi sono stupito della facilità con cui ho potuto portare in giro moglie e figlio (lei aiutava molto, lui zero!). Ora con l’approssimarsi della bella stagione mi è tornata la voglia di rifare qualche giro di quel tipo (acque piatte). In quell’occasione c’erano degli accompagnatori, mentre l’ideale sarebbe fare da soli. In pratica vorrei acquisire le nozioni di base per poter uscire in sicurezza. Speravo di trovare un corso di questo tipo, ma mi sembra che i corsi di canoa/kayak siano normalmente indirizzati alla pratica sportiva anziché a quella puramente turistica. Ad esempio, i kayak utilizzati nei corsi sono sempre sit-in, mai sit-on-top…
Voi come avete fatto ad iniziare? Avete suggerimenti?
Grazie mille sin d’ora!
 

Ultima modifica di un moderatore:
#2
Ciao e benvenuto.
Per la mia esperienza posso dirti che i corsi di kayak partono tutti da nozioni base (manovre fondamentali,entrata,uscita,autosoccorso) a prescindere dagli obiettivi prefissati.
In pratica dall'ABC ci devono passare tutti.
Nel tuo caso potresti fare qualche lezione di base anche s ein dotazione ti forniscono un kayak a pozzetto,le tecniche sono le stesse tranne forse l'autosoccorso di cui un sit on top ha meno bisogno di un tradizionale.
 
#4
Ciao Yanca
Se tu ci indicassi dove abiti magari potrebbe essere più semplice per tutti consigliarti un luogo piuttosto che un altro.
Il problema è che, in ambito turistico, in Italia mancano tutta una serie di infrastrutture per poter consentire a qualcuno di fare turismo in kayak piuttosto che in canoa. Comunque la cosa non è assolutamente impossibile; io in gioventù mi sono fatto diversi giretti. Basta andare in un grosso lago e puntare da camping a camping per dormire, mentre poi a piedi o con la canoa ti vai a visitare qualche paesello limitrofo.

Altrimenti su questa scia, ma non in quella del turismo, ci sono associazioni che propongono in più giorni la discesa di qualche fiume, con vari pernotti in tenda piuttosto che in campeggio. Che io sappia queste cose le fanno anche sull'Adige. Ovviamente nel prezzo è incluso anche il viaggio di ritorno alla base per i partecipanti e per la canoa/Kayak.

Saluti
 
#5
Grazie Manuel. Io sono di Milano (l'avevo scritto nel form, ma in effetti vedo che non compare). Quello che mi preme è affrontare l'attività con le corrette nozioni di base, senza sottovalutare o trascurare aspetti che possano avere un effetto negativo sulla sicurezza. Da quello che dici mi sembra di capire che anche un approccio fai-da-te non sia da escludere a priori, ma vorrei evitare di dover ripercorrere di persona tutta la storia dell'evoluzione del kayaker! :)
 
#6
Grazie Manuel. Io sono di Milano (l'avevo scritto nel form, ma in effetti vedo che non compare). Quello che mi preme è affrontare l'attività con le corrette nozioni di base, senza sottovalutare o trascurare aspetti che possano avere un effetto negativo sulla sicurezza. Da quello che dici mi sembra di capire che anche un approccio fai-da-te non sia da escludere a priori, ma vorrei evitare di dover ripercorrere di persona tutta la storia dell'evoluzione del kayaker! :)
Yanka io ti consiglio un minicorso di 3 (tre) lezioncine private all'Idroscalo conosco un istruttore davvero in gamba,i prezzi sono buoni.
Se sei interessato ti passo il contatto,io e la mia compagna lo abbiamo fatto,è fondamentale per acquisire la corretta tecnica di pagaiata che non è affatto intuitiva come potrebbe sembrare.
Poi tutto dipende da quali sono i tuoi obiettivi: per il giretto a 20 metri dalla spiaggia non serve conoscere nulla ma se vuoi pagaiare per qualche ora, percorrere svariati chilometri,la tecnica corretta è fondamentale.
Ti assicuro che non basta l'autodidatta dei tutorial youtube o simili,sono dei complementi ma non credo sia possibile formarsi correttamente solo leggendo o guardando filmati,almeno questo è cià che ho sperimentato io.
Per l'autosoccorso e le manovre vale lo stesso principio.
 
#7
Grazie mille Kozan! Credo che quello che proponi tu sia esattamente quello che fa per me! Magari mi puoi girare i contatti in un messaggio privato (so che si può ma non ho idea di come si faccia...).
Grazie ancora!
 
#9
Premesso che tutte le mie esperienze a riguardo sono state effettuate in canoa all'interno di un gruppo scout e nell'arco di 10 anni, concordo a pieno con quello che ti ha detto Kozan, ma a mio giudizio comunque non è fondamentale nel senso che se vuoi puoi comunque fare pratica da solo.

A prescindere da come le apprendi, secondo me è fondamentale sapere come:

-Allacciare il giubbotto correttamente; per vedere se lo hai fatto basta immergersi e cercare di muoversi in acqua. Se il giubbotto ti finisce in gola o mina seriamente la tua capacita di aumentare la tua famiglia vuol dire che lo stai indossando nella maniera errata.
-Risalire sulla canoa/kayak; in un giorno di sole con il lago tranquillo, a 10 metri dalla riva dove non toccate fate una prova di scuffio, cioè vi ribaltate di proposito. A quel punto dall'acqua cercate di capire come rigirare la canoa/kayak e come risalirci sopra. Tutto questo affrontato come ti dicevo nella massima tranquillità cercando di divertirsi. Impara a legare tutto e ad avere a bordo uno strumento che ti aiuti a togliere l'acqua dal fondo.
-Imparare a pagaiare per faticare meno muovendosi più velocemente ed efficacemente senza correggere mille volte la propria direzione. Questa è una cosa che puoi fare con calma, nel senso che è una cosa che viene da sola con l'esercizio e con la pratica.

Ovviamente negli spostamenti nel lago, la tua distanza dalla riva deve essere direttamente proporzionale dalla confidenza che hai con il mezzo. Meno ne hai e meno ti devi allontanare. Alcuni dei consigli che ti ho dato potrebbero essere superflui se utilizzi un mezzo piuttosto che un altro, cerca comunque di intendere il senso.

Saluti
 

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto