Escursioni notturne - Come le gestite?

Non porto nulla di più di quello che avrei durante il giorno.
Frontale+mini torcia d'emergenza, entrambe ricaricabili con powerbank.
Powerbank per il telefono
E roba antipioggia
Al massimo 1 strato più pesante
--- Aggiornamento ---

Io sarei curioso di sapere se qualcuno ha già fatto un uscita da più giorni sempre in notturna, quindi dormendo "fuori" di giorno, e in che posto(tenda, bivacchi, rifugi, hotel)
 
Ultima modifica:
Anch'io ho incrociato un toro in mezzo a un bel pratone e a tante belle mucche. Avevo saltato il filo come al solito (quello elettrificato che non è mai collegato per fortuna).
Non sapevo fosse un reato...vale anche quindi se mi trovo in mezzo ad una proprietà privata quindi come era quel pascolo
 
Anch'io ho incrociato un toro in mezzo a un bel pratone e a tante belle mucche. Avevo saltato il filo come al solito (quello elettrificato che non è mai collegato per fortuna).
Non sapevo fosse un reato...vale anche quindi se mi trovo in mezzo ad una proprietà privata quindi come era quel pascolo
No, nelle proprietà private e recintate, l'allevatore fa pascolare chi vuole. E noi escursionisti, se la proprietà privata è recintata non dovremmo passare...
 
Di solito in notturna viaggio con una buona frontale sui 400 lumen e una torcia a mano nello zaino di scorta...metti caso che la frontale si scarica .
Uno zaino sui 30 o 40 litri dipende dalla stagione.
Se da solo mi porto dietro un kit di emergenza edc e cibo e acqua...non si sa mai
 
Per questioni lavorative, ci troviamo spesso a attaccare il sentiero verso le 20/21 quindi già con il buio... Ormai l'abbiamo fatto diverse volte, spingendoci, come l'ultima escursioni, anche oltre i 2500 con +1000 di dislivello.

Frontali con pile di scorta o come nel mio caso con possibilità di essere alimentata via powerbank, percorso studiato bene sulla carta se non già fatto prima e comunque traccia sui Garmin e a disposizione anche sui telefoni. Avere già deciso prima dove ci fermeremo con la tenda ed eventualmente avere anche un piano B a metà percorso. Sinceramente non abbiamo mai pensato a soluzioni di difesa se si esclude il coltello, che in caso di reale necessità sarebbe ben inutile. Valuterò uno spray come suggerito da alcuni.
 
Per questioni lavorative, ci troviamo spesso a attaccare il sentiero verso le 20/21 quindi già con il buio... Ormai l'abbiamo fatto diverse volte, spingendoci, come l'ultima escursioni, anche oltre i 2500 con +1000 di dislivello.
Quando io mi faccio mille problemi e poi leggo queste cose....... :unsure:

Domanda: per mangiare come fate? Mangiare prima direi che è improponibile (ok qualcosa di energetico ma senza appesantirsi), mangiare a mezzanotte prima di entrare intenda idem.

Ma non avete paura di mettere male un piede? Io col buio andrei solo su sentieri molto larghi, quelli dove possono passare anche i fuoristrada.
 
U

Utente 24852

Guest
Camminare di notte con una lampada frontale che illumina bene nelle immediate vicinanze é uguale a camminare di giorno,... a meno che tu non abbia un ritmo tale da essere più veloce della luce che illumina davanti a te ;)

Il rischio di mettere male un piede é uguale al giorno, perché che sia luce diurna/naturale o quella delle lampade,... dove poggi il piede e parecchio in pi`é comunque illuminato. Ci vuole la stessa attenzione.

Poi chiaramente se la frontale fà pochissima luce é un altro discorso,... ma la maggior parte fà una luce che copre molto più spazio rispetto a 1/2/3/4 e oltre passi ;)
 
U

Utente 24852

Guest
Ho capito: devo buttare la mia frontale da 14 euro al decathlon e comprarne una seria.
ahahah, ma no,... se ti illumina i piedi e qualcosina davanti a te, và bene per camminare. Ovviamente se vuoi andare velocemente, vedere molto di più del necessario alla camminata,... allora forse in base a quello che hai, dovresti valutare un'alternativa,... ma deve proprio essere debolissima quella che hai, ahahahah
 
Però, per come intendo io le escursioni, camminare di notte con la frontale non è una scelta ma una necessità perchè non si è arrivati al punto del biavacco con la luce naturale.

Aggiungiamo che io ODIO piantare la tenda al buio, è chiaro che preferisco camminare di giorno per tutta una serie di motivi, non ultimo godermi il panorama :si:
 
U

Utente 24852

Guest
Béh, chiaramente c'é da capire il motivo per cui ci si ritrova fuori la notte,... se é una mal organizzazione, bisogna puntare e a correggere quella.

Se invece é come per me, odio la luce, non mi piace il sole,.... amo la notte ed il buio ed amo andare in natura la notte, appositamente,... é tutta un'altra storia. Anche senza dover detestare le ore diurne e le differenze che ci sono tra giorno e notte,.... ma semplicemente per un piacere, interesse personale,...
 
Béh, chiaramente c'é da capire il motivo per cui ci si ritrova fuori la notte,... se é una mal organizzazione, bisogna puntare e a correggere quella.

Il problema è che qualcuno di noi lavora anche il sabato mattina e possiamo partire solo il pomeriggio; in autunno ed inverno le giornate sono corte per cui vai di frontale! :biggrin:
 
U

Utente 24852

Guest
Ah, ok,... sì, quindi anche quella é una necessità.

Ho sbagliato, ho dato per scontato che intendevi per necessità nel senso perché ci si é organizzati male. Non ho tenuto conto delle necessità, ma previste. Errore mio.
 
Quando io mi faccio mille problemi e poi leggo queste cose....... :unsure:

Domanda: per mangiare come fate? Mangiare prima direi che è improponibile (ok qualcosa di energetico ma senza appesantirsi), mangiare a mezzanotte prima di entrare intenda idem.

Ma non avete paura di mettere male un piede? Io col buio andrei solo su sentieri molto larghi, quelli dove possono passare anche i fuoristrada.
Quando usciamo di notte (con il buio per essere più precisi, che in inverno possono essere anche le 18), semplicemente si mangia qualcosa prima e poi si cena una volta raggiunta la destinazione del pernotto... difficilmente in queste uscite facciamo percorsi da più di 2/3 ore, quindi alla fine entro la mezzanotte si riesce quasi sempre a mangiare. Un po’ è esigenza (amico negoziante) un po’ scelta (anche il panorama notturno può essere affascinate, magari con la luna piena, e il bosco di notte ha il suo fascino, al limite del c**arsi addosso qualche volta).

Una buona frontale è indispensabile, ma per camminare non è che serva chissà cosa, tant’è che per non darsi fastidio a vicenda spesso è sufficiente tenerla ai livelli più bassi. La mia ad esempio ha un led ausiliario “da lettura” che fa poca luce ma molto diffusa e per camminare al buio è perfetto.
 

Discussioni simili



Alto Basso