Extrema ratio opinioni???

Ecco...

Addio vaso di Pandora.



La seguente considerazione è strettamente personale.

Acciaio tutto sommato lodevole ma quanto mai diffuso e usato da molte coltellerie, quindi niente di super e ancor meno di esclusivo.
Per la mia esperienza diretta su un mio pezzo e su quelli di amci che ho potuto maneggiare da nuovi, mi viene da dire che l'affilatura fa veramente ma veramente.... ma veramente schifo.
Angolo di affilatura tanto ottuso da sembrare retto, almeno per me che amo i rasoi.

"Eh si ma sono coltelli militari che devono reggere a usi stressanti".

Potrebbero dire alcuni...

Regà non è che tajano poco.
Non tajano proprio...

Credo ( IHMO ) che la fama e i prezzi di queste lame siano dovuti più alla buona gestione del.marketing e al design davvero davvero davvero accattivante, più che a una realistica qualità sul campo.

Ossia a parità di dimensioni ed acciaio altre case chiedono prezzi più onesti dedicando più attenzione all'affilatura.

Ripeto...
Per i leoni da tastiera....

Sono solo considerazioni personali.
 
U

Utente 24852

Guest
Ciao a tutti ho acquistato un nk3 della extrema ratio cosa ne pensate ?
Secondo voi è un marchio valido o c e di meglio

Per quanto mi riguarda ritengo che siano ottimi coltelli, sul prezzo non mi esprimo in quanto non é nella domanda. Ho avuto un Ontos e un MF a1, ne ho provati altri e devo dire che per quello che devono fare in natura, in un bosco... mi ci sono sempre trovato più che bene.
Non mi é mai capitato di dover tagliare del Granito, Marmo,...
Potendo svolgere, appunto, tutto ciò che mi serviva. Senza impedimenti, difficoltà o simili.

Il discorso "si trova di meglio" é difficile... perché appunto, le cose da fare son quelle e bene o male tutte le lame "serie" (inteso robuste, che non si piegano a guardarle) riescono a svolgere i più comuni lavori. Tralascio i vari super test estremi in quanto sono simulazioni non realistiche... o proprio cercate per mettere alla prova all'invero simile un attrezzo. Anche molti altri fattori non li ritengo validi per un giudizio universale, la facilità di affilatura, il tipo di metallo, ecc... in quanto queste sono preferenze personali e non sulla qualità, praticità di qualcosa.

L'unica cosa, ma si torna su quell'altro argomento... sicuramente trovi altri coltelli che ti possono aiutare a raggiungere gli stessi risultati... a costi molto, ma molto inferiori.

Premesso che é un mio modo di vedere in base a quello che IO ritengo di dover/voler fare in natura.
Tagliare legna, tagliare cibo, intagliare,... nulla di "bestiale" ;)
 
Ciao a tutti ho acquistato un nk3 della extrema ratio cosa ne pensate ?
Secondo voi è un marchio valido o c e di meglio
Chiederlo dopo averlo acquistato lo trovo curioso :)

Non mi esprimo in merito, mai avuto un coltello della E.R., decisamente fuori dalle mie tasche, però concedimi di chiedere invece a te perché l'hai comprato, come ti trovi e per quali utilizzi ?

Ciao :si:, Gianluca
 
Chiederlo dopo averlo acquistato lo trovo curioso :)

Non mi esprimo in merito, mai avuto un coltello della E.R., decisamente fuori dalle mie tasche, però concedimi di chiedere invece a te perché l'hai comprato, come ti trovi e per quali utilizzi ?

Ciao :si:, Gianluca
L ho preso x e tra un pieghevole e un fisso preferivo il fisso ma per metterlo in un marsupio doveva essere super small infatti ero tentato dal nk2 ma poi per paira della lama troppo corta h reso l nk3
Mi ispirava molto anche falkniven wm1 ma piu grande
 
Secondo la mia opinione, sono molto curati a livello estetico, a volte anche a discapito della praticità, la politica di fare tipi di lame diversissimi fra loro, con lo stesso acciaio, dello stesso spessore, lo stesso design di manico (secondo me un pò scomodo), è indiscutibilmente controproducente a livello di prestazioni delle lame, sicuramente è comodo a livello di produzione industriale.
I prezzi dei loro coltelli, di produzione industriale, sono comunque al livello di ottimi artigianali, anzi, ci sono ottimi artigianali, a prezzi più bassi.
Per me, è un ottima operazione di marketing, che fa sicuramente gioco all'azienda, una buona politica di risparmio (acciaio, spessore e manici standardizzati), danno un prodotto, che non è male, ma che secondo la mia opinione è sopravvalutato, questo in tutte e due le accezioni del termine.
 
Secondo la mia opinione, sono molto curati a livello estetico, a volte anche a discapito della praticità, la politica di fare tipi di lame diversissimi fra loro, con lo stesso acciaio, dello stesso spessore, lo stesso design di manico (secondo me un pò scomodo), è indiscutibilmente controproducente a livello di prestazioni delle lame, sicuramente è comodo a livello di produzione industriale.
I prezzi dei loro coltelli, di produzione industriale, sono comunque al livello di ottimi artigianali, anzi, ci sono ottimi artigianali, a prezzi più bassi.
Per me, è un ottima operazione di marketing, che fa sicuramente gioco all'azienda, una buona politica di risparmio (acciaio, spessore e manici standardizzati), danno un prodotto, che non è male, ma che secondo la mia opinione è sopravvalutato, questo in tutte e due le accezioni del termine.
Quindi se aveste dovuto spendere 150€ per un lama fissa small su cosa vi sareste buttati ? Conoscete artigiani che producono oggetti simili di qualità superiore a stessi prezzi?
 
Beh, rimanendo su un coltello industriale, l'enzo necker, con meno di 50€ è un onesto neck knife, con ottime doti di taglio, comunque, se volessi un coltello artigianale, (escludendo quelli che produco io, che per ovvi motivi non voglio tirare in ballo), mi rivolgerei sicuramente ad un iscritto a questo forum con il nickname @elba620, ho avuto il piacere di toccare con mano alcuni dei suoi coltelli e ti posso garantire che sono molto belli e funzionali, oltre che pezzi unici e fatti su indicazioni del committente.
Adesso basta, però, perché sennò si monta la testa ed aumenta i prezzi.

Una domanda che volevo farti è, che uso vorresti farne del coltello che hai acquistato?
Non mi viene in mente nessun utilizzo pratico, di una lama da 7 cm. per 6,3 mm. di spessore.
 
Beh, rimanendo su un coltello industriale, l'enzo necker, con meno di 50€ è un onesto neck knife, con ottime doti di taglio, comunque, se volessi un coltello artigianale, (escludendo quelli che produco io, che per ovvi motivi non voglio tirare in ballo), mi rivolgerei sicuramente ad un iscritto a questo forum con il nickname @elba620, ho avuto il piacere di toccare con mano alcuni dei suoi coltelli e ti posso garantire che sono molto belli e funzionali, oltre che pezzi unici e fatti su indicazioni del committente.
Adesso basta, però, perché sennò si monta la testa ed aumenta i prezzi.

Una domanda che volevo farti è, che uso vorresti farne del coltello che hai acquistato?
Non mi viene in mente nessun utilizzo pratico, di una lama da 7 cm. per 6,3 mm. di spessore.
Uso quotidiano dalla frutta all aprire noci tagliare carne formaggio e anche quando vado in montagna fare piccoli lavori con legna
 
Uso quotidiano dalla frutta all aprire noci tagliare carne formaggio e anche quando vado in montagna fare piccoli lavori con legna
Beh, un Enzo Necker ha doti di taglio e penetrazione nettamente superiori, dovute a geometrie più efficaci e spessore al dorso più ridotto (3,4 mm.), per i lavori con legno, avrei scelto il modello con il bisello scandi, un vero mangia legno.
 
Per quanto mi riguarda ritengo che siano ottimi coltelli, sul prezzo non mi esprimo in quanto non é nella domanda. Ho avuto un Ontos e un MF a1, ne ho provati altri e devo dire che per quello che devono fare in natura, in un bosco... mi ci sono sempre trovato più che bene.
Non mi é mai capitato di dover tagliare del Granito, Marmo,...
Potendo svolgere, appunto, tutto ciò che mi serviva. Senza impedimenti, difficoltà o simili.

Il discorso "si trova di meglio" é difficile... perché appunto, le cose da fare son quelle e bene o male tutte le lame "serie" (inteso robuste, che non si piegano a guardarle) riescono a svolgere i più comuni lavori. Tralascio i vari super test estremi in quanto sono simulazioni non realistiche... o proprio cercate per mettere alla prova all'invero simile un attrezzo. Anche molti altri fattori non li ritengo validi per un giudizio universale, la facilità di affilatura, il tipo di metallo, ecc... in quanto queste sono preferenze personali e non sulla qualità, praticità di qualcosa.

L'unica cosa, ma si torna su quell'altro argomento... sicuramente trovi altri coltelli che ti possono aiutare a raggiungere gli stessi risultati... a costi molto, ma molto inferiori.

Premesso che é un mio modo di vedere in base a quello che IO ritengo di dover/voler fare in natura.
Tagliare legna, tagliare cibo, intagliare,... nulla di "bestiale" ;)

Beh tu hai avuto un Ontos,un modello che costa più di 500€,volevo anche vedere che non tagliava :biggrin::biggrin: però Collini nella sua valutazione come voto gli dà solo 7.
 
U

Utente 24852

Guest
Beh tu hai avuto un Ontos,un modello che costa più di 500€,volevo anche vedere che non tagliava :biggrin::biggrin: però Collini nella sua valutazione come voto gli dà solo 7.

Bravo Collini... giustamente ognuno ha le sue preferenze e tali servono proprio per fare le proprie scelte.

Io non giustifico i prezzi esagerati, non enfatizzo esageratamente le caratteristiche degli E.R... o di altre lame.
Per me non ha senso, se qualcosa funziona ed é robusto... tutto il resto é solo questione di gusti personali.
Infatti raramente guardo alle specifiche tecniche "hi-tech" o cercando il super prodotto. A me serve usarlo.
Poi ovviamente, sudandomi i salario, ogni tanto decido di risparmiare mesi o anni per comprarmi qualcosa che mi piace e mi é utile. Non necessario o indispensabile, ovvio.
Ma d'altra parte é un pò come fanno tutti, solo che ognuno butta i soldi dove vuole.
In base ai propri gusti, volontà.
Consapevole che ci sono mille-mila prodotti che fanno le stesse cose e costano molto, ma molto meno. Pazienza.

Ma se mi si chiede se sono validi, la mia risposta é SÌ. Ma questo anche se mi avessero dato quell'oggetto, senza marchio, senza specifiche, ecc... Mandandomi in natura a fare quello che mi serviva fare... al mio ritorno avrei avuto la risposta alla domanda.
 
Bravo Collini... giustamente ognuno ha le sue preferenze e tali servono proprio per fare le proprie scelte.

Io non giustifico i prezzi esagerati, non enfatizzo esageratamente le caratteristiche degli E.R... o di altre lame.
Per me non ha senso, se qualcosa funziona ed é robusto... tutto il resto é solo questione di gusti personali.
Infatti raramente guardo alle specifiche tecniche "hi-tech" o cercando il super prodotto. A me serve usarlo.
Poi ovviamente, sudandomi i salario, ogni tanto decido di risparmiare mesi o anni per comprarmi qualcosa che mi piace e mi é utile. Non necessario o indispensabile, ovvio.
Ma d'altra parte é un pò come fanno tutti, solo che ognuno butta i soldi dove vuole.
In base ai propri gusti, volontà.
Consapevole che ci sono mille-mila prodotti che fanno le stesse cose e costano molto, ma molto meno. Pazienza.

Ma se mi si chiede se sono validi, la mia risposta é SÌ. Ma questo anche se mi avessero dato quell'oggetto, senza marchio, senza specifiche, ecc... Mandandomi in natura a fare quello che mi serviva fare... al mio ritorno avrei avuto la risposta alla domanda.
Infatti ho scelto e.r. per um fattore prettamente estetico rimanendo sempre su un prodotto garanzia
Sono consapevole che un falkniven a1 sarebbe stato piu utile ma un po'piu ingombrante da portarsi dietro
.
Inoltre c e il fattore uso quotidiano se estraggo un nk3 o un nk2 do meno nell occhio che con la tipica lama a punta modello enzo necker
 
Ciao a tutti ho acquistato un nk3 della extrema ratio cosa ne pensate ?
L ho preso x e tra un pieghevole e un fisso preferivo il fisso ma per metterlo in un marsupio doveva essere super small infatti ero tentato dal nk2 ma poi per paira della lama troppo corta h reso l nk3
Mi ispirava molto anche falkniven wm1 ma piu grande
Se le dimensioni erano un fattore fondamentale, e vi entra nel tuo marsupio, direi che è :si:
Uso quotidiano dalla frutta all aprire noci tagliare carne formaggio e anche quando vado in montagna fare piccoli lavori con legna
Per fare queste operazioni ci sono molti coltelli che lo fanno tranquillamente meglio, non è una questione di marchio ma di geometrie, un coltello così spesso farà "quelle" operazioni in modo peggiore che un coltello da 3mm o da 2.5mm, ovviamente per "modo peggiore" intendo che è meno facile non che faccia "schifo", d'altro canto i coltelli da cucina, se escludiamo ovviamente l'attività sul legno, fanno le stesse cose con spessori molto più contenuti.
Infatti ho scelto e.r. per um fattore prettamente estetico rimanendo sempre su un prodotto garanzia
E su questo nulla da dire, i gusti son gusti e non a tutti piace il gelato al pistacchio. Liberissimo di spendere come uno vuole e sindacarvi lo trovo assurdo.
Inoltre c e il fattore uso quotidiano se estraggo un nk3 o un nk2 do meno nell occhio che con la tipica lama a punta modello enzo necker
...... ecco, senza offesa, ma questo mi fà sorridere, ripeto, senza offesa. Se tu estrai un "qualcosa" e con questo ti ci metti a sbucciare la mela, non è la "punta" che mi metterebbe in agitazione ma quanto al fatto che tu abbia un coltello e se stai sbucciando una mela, lo tieni da un manico, è tutto nero (se hai preso quello), lo tieni in fodero più che un coltello difficilmente potrebbe essere ...... ovviamente se sei in piazza san carlo a torino, diversamente se sei in baita non ci faccio neanche caso (oddio magari ti chiedo come ci riesci).

A questo punto per uso "quotidiano" intendi in un contesto urbano o in montagna ?

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
Se le dimensioni erano un fattore fondamentale, e vi entra nel tuo marsupio, direi che è :si:

Per fare queste operazioni ci sono molti coltelli che lo fanno tranquillamente meglio, non è una questione di marchio ma di geometrie, un coltello così spesso farà "quelle" operazioni in modo peggiore che un coltello da 3mm o da 2.5mm, ovviamente per "modo peggiore" intendo che è meno facile non che faccia "schifo", d'altro canto i coltelli da cucina, se escludiamo ovviamente l'attività sul legno, fanno le stesse cose con spessori molto più contenuti.

E su questo nulla da dire, i gusti son gusti e non a tutti piace il gelato al pistacchio. Liberissimo di spendere come uno vuole e sindacarvi lo trovo assurdo.

...... ecco, senza offesa, ma questo mi fà sorridere, ripeto, senza offesa. Se tu estrai un "qualcosa" e con questo ti ci metti a sbucciare la mela, non è la "punta" che mi metterebbe in agitazione ma quanto al fatto che tu abbia un coltello e se stai sbucciando una mela, lo tieni da un manico, è tutto nero (se hai preso quello), lo tieni in fodero più che un coltello difficilmente potrebbe essere ...... ovviamente se sei in piazza san carlo a torino, diversamente se sei in baita non ci faccio neanche caso (oddio magari ti chiedo come ci riesci).

A questo punto per uso "quotidiano" intendi in un contesto urbano o in montagna ?

Ciao :si:, Gianluca
Si hai ragione ma se estrai un victoronox pieghevole dai meno fastidio che ad estrarre un coltello modo macellaio anche se lungo uguale nk2/3 sono talmente piccoli che SPERO NN diano troppo nell occhio
 
Un coltello con una lama da neanche 7 cm (come un enzo) non lo definirei da "macellaio", al massimo potrebbe essere uno spelucchino :)

Comunque non insisto, se per te è il coltello che soddisfa le tue esigenze direi che non c'è nulla da aggiungere :)

Ciao :si:, Gianluca
 
Un coltello con una lama da neanche 7 cm (come un enzo) non lo definirei da "macellaio", al massimo potrebbe essere uno spelucchino :)

Comunque non insisto, se per te è il coltello che soddisfa le tue esigenze direi che non c'è nulla da aggiungere :)

Ciao :si:, Gianluca
All enzo ci sto pensando seriamente adesso testo questo e.r se nn mi trovo lo cambio e potrei optare anche x Enzo 70 a questo prezzo sembra una bomba
Grazie mille dei suggerimenti
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso