Fallkniven F1 PRO VS TRC Bushcraft

Il cpm-s30v non mi sembra un acciaio molto adatto a lavori tipo bushcraft. Anzi se devo dir la verità non mi sembra neppure un acciaio adattissimo a coltelli fissi ma più da folder.
 
Me la spiegate questa affermazione sull acciaio?
Mi viene in mente solo che possa essere molto duro ma poco resiliente.
 
Giusto! è un acciaio poco resiliente e poco elastico, inoltre essendo ricco di carburi molto duri ha un'altra resistenza all'usura ossia è un acciaio difficile da riaffilare.
Per un coltello bushcraft preferisco un acciaio che si affila facilmente sul campo, resiliente e che sia elastico, non rigido. L'ideale per me sarebbe un comune acciaio al carbonio (1095,C70, k720, 5160......) per chi vuole anche resistenza all'ossidazione direi che un comune inox oppure un semi-inox come il D2.
 
Giusto! è un acciaio poco resiliente e poco elastico, inoltre essendo ricco di carburi molto duri ha un'altra resistenza all'usura ossia è un acciaio difficile da riaffilare.
Per un coltello bushcraft preferisco un acciaio che si affila facilmente sul campo, resiliente e che sia elastico, non rigido. L'ideale per me sarebbe un comune acciaio al carbonio (1095,C70, k720, 5160......) per chi vuole anche resistenza all'ossidazione direi che un comune inox oppure un semi-inox come il D2.

Quindi va bene anche uno Sleipner, che è simile al D2?
 
Per un coltello bushcraft preferisco un acciaio che si affila facilmente sul campo, resiliente e che sia elastico, non rigido. L'ideale per me sarebbe un comune acciaio al carbonio (1095,C70, k720, 5160
è stato già detto tutto.
poi, riguardo al modello preciso, sul mercato ne troveremo una infinità, così tanti da farci girare la testa. allora forse la cosa migliore potrebbe essere prendere quello che, se soddisfacente le nostre esigenze, per primo ci fa battere il cuore.
altrimenti non se ne esce più...
perchè è matematico, se giri cercando un acquisto migliore, non ne troverai uno solo, MA 10.000!!!!!!
 
Direi di si, però lo sleipner è più soggetto a ossidazione e cmq già il D2 rispetto ad un inox tende a "punteggiarsi" se lasciato all'umido, nulla di grave cmq.
 
è stato già detto tutto.
poi, riguardo al modello preciso, sul mercato ne troveremo una infinità, così tanti da farci girare la testa. allora forse la cosa migliore potrebbe essere prendere quello che, se soddisfacente le nostre esigenze, per primo ci fa battere il cuore.
altrimenti non se ne esce più...
perchè è matematico, se giri cercando un acquisto migliore, non ne troverai uno solo, MA 10.000!!!!!!

E' stato detto tutto e quindi? lasciamo la sezione coltelli in sola lettura? scherzi a parte, a me non interessa indicare un modello in particolare ma dare solo una informazione su acciai più adatti e meno adatti poi uno sceglie ciò che vuole.
 
hai frainteso il mio "è gia stato detto tutto".
per maggior precisione aggiungiamoci un bellissimo IMHO :)
se poi sono così perentorio è perchè in questo caso, probabilmente, troppi dettagli possono confondere che ha bisogno di una direzione da seguire che (forse) non siano tante scuole di pensiero, così che alla fine non avrà un coltello in tasca ma tante idee confuse in testa :)
 
Direi di si, però lo sleipner è più soggetto a ossidazione e cmq già il D2 rispetto ad un inox tende a "punteggiarsi" se lasciato all'umido, nulla di grave cmq.

Infatti, io uso un Legion ed in effetti cominciano ad esserci un po' di macchie di passivazione ma questo non mi crea problemi, anzi il contrario: quando vedo un bellissimo coltello "intonso" mi fa molta tristezza, non è più un utensile da taglio ma un oggetto da vetrina.
 
Infatti, io uso un Legion ed in effetti cominciano ad esserci un po' di macchie di passivazione ma questo non mi crea problemi, anzi il contrario: quando vedo un bellissimo coltello "intonso" mi fa molta tristezza, non è più un utensile da taglio ma un oggetto da vetrina.
Lo penso così anche io.
Però 3gg fa ho estratto il mio Robust che evidentemente non avevo asciugato e mi ha fatto molta tristezza anche trovarlo pieno di ruggine! :rofl:
 
Lo penso così anche io.
Però 3gg fa ho estratto il mio Robust che evidentemente non avevo asciugato e mi ha fatto molta tristezza anche trovarlo pieno di ruggine! :rofl:

MALISSIMO! :-x
Una nota di demerito per Jk74 :biggrin:

Un conto è adoperarli, un contro è trascurarli.

A fine utilizzo è doverosa adeguata manutenzione: lavarli, asciugarli, riaffilarli, oliarli, coccolarli...:poke:
 
Come classe s30v/ s35v sono superiori al D2, cioè mantiene il filo più alungo del D2... "Fatto"
Nessuno ti costruisce una spada fatta da questi metalli menzionati sopra, Io gli starei lontano anche dai coltelli fissi.



Mi sorprende il fatto che ancora in Italia il D2 viene visto come un Super Steel, quando in altri paesi sviluppati lo hanno buttato nel cessò più di 10 anni fa.
 
Il concetto di acciaio superiore o inferiore non vuol dire proprio nulla, quello di supersteel poi mi fa sorridere......esiste l'acciaio adatto per una cosa e l'acciaio adatto per un'altra.
 
MALISSIMO! :-x
Una nota di demerito per Jk74 :biggrin:

Un conto è adoperarli, un contro è trascurarli.

A fine utilizzo è doverosa adeguata manutenzione: lavarli, asciugarli, riaffilarli, oliarli, coccolarli...:poke:
Tu, @ROCKY77 e @copacunici dovete andare... sento che vi chiamano... là, aff... :biggrin::biggrin:
Siccome avevo dato a prestito il mio Fiskark (inox) stavo usando come lama da giardino il Robust
E' lì che il carbonioso ti frega, le piccole cose che inducono in piccole dimenticanze.
questo è poi il motivo per cui i miei EDC sono sempre stati inox
 
Corso di Orientamento
Alto Basso