Fase 2 di riapertura, ovviamente non chiara per chi fa uscite come noi in natura

Bene. C'è uno straccio di link che nel sito del cai non riesco a trovare nulla? :(
ho guardato la diretta

Hervé Barmasse e il Presidente generale del Cai Vincenzo Torti e
Marco Cavana, medico specialista in anestesia e rianimazione. Obiettivo della diretta è fare un po' di chiarezza sul nuovo decreto e i vari dubbi interpretativi su cosa gli appassionati di montagna possono fare dopo il 4 maggio.

E poi le linee guida sanitarie, le attenzioni per la nostra e altrui salute e quali precauzioni per una gita in sicurezza. Cosa porteremo nel nostro kit di pronto soccorso? Con quali accorgimenti dovremo affrontare le nostre prime uscite in montagna ai tempi del Covid-19?

in diretta alle 18 sul canale instagram

http://instagr.am/p/B_sdZ-8osBj/
https://www.instagram.com/hervebarmasse/
 
Metto il link alla nota odierna di un ente emiliano, gestore di parco. Invito tutti a leggerlo, dato che fa alcune considerazioni interessanti, pacate e che io personalmente trovo condivisibili.
http://www.parcoappennino.it/newsdettaglio.php?id=59593
Per gli emiliano romagnoli, una conferma, se ce ne fosse stato bisogno, che si può, anche se non tutto è chiarissimo.

Del resto, l'ultima ordinanza del presidente della regione cita 17 norme statali (leggi, dpcm, dl, ecc. ) e 12 norme regionali, per un totale di 29 norme di riferimento, cui si aggiungono circolari e direttive ministeriali, oltre a tutta la parte comunale (e provinciale: anche se abolite, lavorano ancora, semplicemente non le eleggiamo più noi direttamente)...
 
quel coprifuoco dalle 6 alle 22 vale per tutte le regioni o solo per quella che hai indicato?
E' una disposizione della regione liguria, il che non vuol dire che non possa esserci analoga disposizione in altre regioni, in qualsiasi caso non è una disposizione a carattere nazionale.

Ciao :si:, Gianluca
 
in Liguria già hanno ristretto gli spostamenti... meno male che erano quelli che avevano anticipato le aperture...

occhio alle fregature dell'ultimo momento!
 
La regione Toscana ha pensato bene di consentire di usare mezzi privati per spostarsi per fare attività sportiva ma di vietarlo per fare attività motoria. Ovviamente non ha specificato cosa rientri nelle due categorie e nessuno sa cosa sarà consentito fare domani.
 
Si ma dimentichi sempre che il nostro lockdown non è stato draconiano come in Cina-Wuhan dove:
1) hanno obbligato davvero tutti a stare a casa e senza muoversi per nessun motivo, e hanno chiuso TUTTE le attività produttive salvo quelle essenziali
2) se uno era infettato in casa e aveva conviventi veniva portato via e trasferito in un posto dove stava da solo in isolamento, veniva sorvegliato e gli portavano a casa tutto
3) tutti gli spostamenti venivano controllati con estremo rigore, le mascherine adottate da subito e ovunque e tutti geolocalizzati via cellulare (se non ce l'avevano glielo fornivano)
Queste misure in un sistema come quello comunista cinese (dittatoriale-oppressivo) si possono fare, e probabilmente ottengono l'effetto che tu ipotizzi (cioè in un mese i contagi crollano quasi a picco, come tra l'altro è successo a Wuhan).
Quello ch dici non corrisponde alle curve ufficiali
a Wuhan hanno chiuso TUTTO il 23 gennaio ma il 23 Febbraio non era tutto finito ...anzi
la curva ha avuto un picco di nuovi casi a metà Marzo ... dopo di che in 15 giorni si è effettivamente appiattita
ovvero finalmente circa zero nuovi casi
Ora se i positivi non sintomatici non esistessero essendo chiusi in famiglia se un membro è positivo
dopo 14 giorni lo sono tutti quindi dopo un mese tutti malati e poi nessun nuovo positivo.
Invece i positivi non sintomatici ci sono e proprio loro sono il punto chiave
io credo che i non sintomatici siamo contagiosi in un tempo molto più tardi dei 14 giorni.
E in effetti L'unica regione che ha fatto tampone a tutti ha davvero ottenuto di iniziare la decrescita dopo un mese circa dai primi casi.
 
La regione Toscana ha pensato bene di consentire di usare mezzi privati per spostarsi per fare attività sportiva ma di vietarlo per fare attività motoria. Ovviamente non ha specificato cosa rientri nelle due categorie e nessuno sa cosa sarà consentito fare domani.
come se fossero antani???? o_Oo_Oo_O

dalla patria delle supercazzole devo dire che questa gli e' venuta benissimo, peccato che, battute a parte, non sia chiara e rischi una denuncia.

in veneto in teoria non c'e' il coprifuoco, e quindi pesca serale / notturna permessa!!!

edit:

https://www.ilgazzettino.it/nordest/treviso/coronavirus_zaia_cosa_ha_detto_oggi_3_maggio_2020-5205587.html

direi che l'ordinanza veneta, linkata nell'articolo, sia chiara e immediata
 
Ultima modifica:
Fermo restando la validità delle autonomie delle singole regioni e fermo restando, a maggior ragione, delle singole specificità che indubbiamente il coronarovirus presenta a livello di diffusione oltre che di gestione, tutte queste ordinanze non mi danno una idea di "coesione nazionale" nè di un piano organizzato come la logica vorrebbe, sia ben inteso, questo giudizio, che ovviamente ha connotati politici, non si riferisce solo ad una parte, o a uno schieramento, ma indistintamente a tutte le forze e relativi rappresentanti istituzionali, in altre parole, non mi danno una idea di "buona politica" a prescindere dal colore/schieramento/funzione.

Dopo di che..... amen, così è.

Ciao :si:, Gianluca
 
Fermo restando la validità delle autonomie delle singole regioni e fermo restando, a maggior ragione, delle singole specificità che indubbiamente il coronarovirus presenta a livello di diffusione oltre che di gestione, tutte queste ordinanze non mi danno una idea di "coesione nazionale" nè di un piano organizzato come la logica vorrebbe, sia ben inteso, questo giudizio, che ovviamente ha connotati politici, non si riferisce solo ad una parte, o a uno schieramento, ma indistintamente a tutte le forze e relativi rappresentanti istituzionali, in altre parole, non mi danno una idea di "buona politica" a prescindere dal colore/schieramento/funzione.

Dopo di che..... amen, così è.

Ciao :si:, Gianluca
da un lato ti do ragione. dall'altro, le normative nazionali hanno portato a paradossi e problemi gestionali seri (ad es, c'e' stata una grossa protesta dei politici friulani perche' i residenti a erto e casso non possono andare a fare la spesa a longarone, a 5 km, ma devono fare un disastro di strada, e teoricamente potrebbero andare fino a trieste, a 200 km, senza problemi; idem per altre zone di confine tra veneto e friuli in cui le situazioni sono paradossali, immagino sia cosi' anche altrove)

se la calabria (zona quasi graziata) o la sicilia domani volessero muoversi di piu' e riaprire tutto, se lo facessero sotto controllo dei medici e in caso di rogne avessero un piano b, personalmente non sarei contrario.

sempre IMHO il governo non sta lavorando male, ma la differenza tra regioni si vede. sapendo che testa hanno i veneti, quel che hanno fatto i nostri politici per bloccare l'epidemia nonostante avessimo alcuni dei primi focolai e' notevolissimo.
 
@walterfishing il concetto non è che non si debba riconoscere le singole specificità, senza entrare troppo nel dettaglio, siamo in 60 milioni solo nostro Signore metterebbe d'accordo tutti senza che non ci sia nessuno che si lamenta, ma quanto che le decisioni dovrebbero avvenire centralmente, perché siamo tutti Italiani e tutti hanno stessi diritti, doveri e necessità, e sempre centralmente riconoscere le singolarità regionali/provinciali se non addirittura comunali (o poco più).

Non dovrebbero semplicemente esistere le ordinanze "regionali" ma un unico decreto legge, o dpcm, che comprenda anche le ordinanze regionali ma armonizzate, non che ogni regione intenda un qualcosa come vuole, questo non è un esempio di coesione nè di, banalmente, accumunanza di vedute che, come in qualsiasi, struttura sociale (dalla coppia alla nazione) può anche essere diversa ma che, alla fine, dovrebbe essere condivisa rinunciando chi ad una cosa e chi ad un altra, banalmente che senso ha riportare in un decreto regionale, paro paro, un articolo di una disposizione a carattere nazionale ?

In Italia siamo maestri a nazionalizzare i debiti (ed i problemi) e privatizzare gli utili (e i benefici) e questo ne è un esempio.

Non è questione di cattivo governo o di cattivo presidente di regione, o di "bravo", ma di un esempio di cattiva politica in generis.

Ovviamente secondo me :)

Ciao :si:, Gianluca

PS.:...... va bhè sono :offtopic: rispetto al thread, inoltre non può che essere uno sfogo per cui...... ri amen :ka:
 
Ultima modifica:
come se fossero antani???? o_Oo_Oo_O

dalla patria delle supercazzole devo dire che questa gli e' venuta benissimo, peccato che, battute a parte, non sia chiara e rischi una denuncia.

in veneto in teoria non c'e' il coprifuoco, e quindi pesca serale / notturna permessa!!!

edit:

https://www.ilgazzettino.it/nordest/treviso/coronavirus_zaia_cosa_ha_detto_oggi_3_maggio_2020-5205587.html

direi che l'ordinanza veneta, linkata nell'articolo, sia chiara e immediata
Le ordinanze di Zaia sono chiare, le capisce anche un bambino.
A livello nazionale dovrebbero prendere esempio.
--- Aggiornamento ---

Quello ch dici non corrisponde alle curve ufficiali
a Wuhan hanno chiuso TUTTO il 23 gennaio ma il 23 Febbraio non era tutto finito ...anzi
la curva ha avuto un picco di nuovi casi a metà Marzo ... dopo di che in 15 giorni si è effettivamente appiattita
ovvero finalmente circa zero nuovi casi
Ora se i positivi non sintomatici non esistessero essendo chiusi in famiglia se un membro è positivo
dopo 14 giorni lo sono tutti quindi dopo un mese tutti malati e poi nessun nuovo positivo.
Invece i positivi non sintomatici ci sono e proprio loro sono il punto chiave
io credo che i non sintomatici siamo contagiosi in un tempo molto più tardi dei 14 giorni.
E in effetti L'unica regione che ha fatto tampone a tutti ha davvero ottenuto di iniziare la decrescita dopo un mese circa dai primi casi.
Si, effettivamente potrebbe essere che ci sia ancora qualcosa che sfugge e che fa si che la curva in Italia cali in modo così lento.
Potrebbe essere, come dici tu, il "peso" degli asintomatici (peraltro, è la mia regione - il Veneto - quella che fa più tamponi di tutti e ha individuato negli asintomatici una possibile causa di generazione di nuovi focolai).
Questi, se non vengono individuati e isolati, potrebbero costituire una base per creare nuovi contagiati-nuovi focolai.
 
Ultima modifica:
Apertura Parco Ruffini giorno 1

I civic hanno fatto sloggiare due che giocavano a tennis... Erano pure marito e moglie a quanto ho capito.

Da Torino è tutto per ora.
 

Alto Basso