Informazione Ferrate intorno a cortina: anche senza ramponi e piccozze?

Parchi del Veneto
Parco Regionale delle Dolomiti d'Ampezzo
Salve a tutti, nella prima metà di luglio vorrei fare delle ferrate intorno a Cortina, per la precisione queste.

Sentiero dei pionieri Ferrata Col Bilgeri
Piz Boè da Colfosco
Ferrata Ivano Dibona dal Passo tre croci
Ferrata rene pol 1 + Ferrata rene pol 2
Ferrata Strobel Da Fiames
Ferrata Tomaselli
FERRATA LIPELLA E TOFANA DE ROZES
Sentiero dei Kaiserjäger - Piccolo Lagazuoi+ Furcia rossa

Secondo voi in quel periodo ci sono ancora nevai? E' necessario munirsi di piccozza e ramponi? Ed è sempre necessario avere con sè il kit da ferrata?
 
Per fare una ferrata ti serve il kit da ferrata, imbrago e casco e ti consiglierei caldamente anche dei guanti di pelle.
I guanti devono resistere alle abrasioni e avere un buon attrito sul palmo.
Diciamo che se servono ramponi e piccozza eviterei di fare una ferrata, semplicemente perché il cavo potrebbe essere sotto neve/ghiaccio... quindi informati sulle condizioni del percorso: puoi chiedere sui gruppi Facebook di ferrate e arrampicate, come ai rifugi vicini.
 
Per fare una ferrata ti serve il kit da ferrata, imbrago e casco e ti consiglierei caldamente anche dei guanti di pelle.
I guanti devono resistere alle abrasioni e avere un buon attrito sul palmo.
Diciamo che se servono ramponi e piccozza eviterei di fare una ferrata, semplicemente perché il cavo potrebbe essere sotto neve/ghiaccio... quindi informati sulle condizioni del percorso: puoi chiedere sui gruppi Facebook di ferrate e arrampicate, come ai rifugi vicini.
Il kit da ferrata ce l'ho, invece dei guanti appositi li ho provati ma mi sembrava che avessero una maneggevolezza davvero pessima, quindi mi porterei dei normali guanti da giardinaggio a quel punto.
Allora chiederò ai rifugi in zona, grazie.
 
dei guanti appositi li ho provati ma mi sembrava che avessero una maneggevolezza davvero pessima, quindi mi porterei dei normali guanti da giardinaggio a quel punto.
Boh sì li ho visti usare, io sto usando dei guanti da sollevamento pesi con le mezze dita, per quando fa caldo insomma.

Sulle scarpe invece ci sarebbe da fare un discorsone a parte... Sai già cosa usare? Arrampichi?

Cerca delle relazioni sui percorsi che vuoi fare, magari qualcosa di recente che ti dice anche lo stato dell'attrezzatura della via.
 
Ultima modifica:
Ho arrampicato in palestra qualche volta, per questo ho le scarpette d'arrampicata, ma mica sono necessarie per le ferrate?
p.s. scusa il ritardo della risposta ma dev'essermi sfuggita la tua...
 
Per le ferrate di solito si usano scarpe da approach o da alpinismo, dipende dalla ferrata e da come uno è abituato a fare arrampicata trad. Qualche ferrata si può fare anche con le scarpe da trail running.
Non so se c'è qualche ferrata particolarmente tecnica da fare con le scarpette, ma mi sentirei di escluderlo.
 
Beh se non ci sono ferrate tanto tecniche da richiedere le scarpette di arrampicata, allora tanto vale che ci vado con le scarpe da trekking, anche perchè le scarpe da alpinismo non ce le ho e non ho nessuna voglia nè di comprarle nè di portarmele dietro in aggiunta alle normali scarpe da trekking...
 
Il problema delle scarpe da trekking puro è che di solito hanno la suola troppo flessibile nella parte anteriore per usarle per rampicare in comodità.
Poi se mi dici che le usi normalmente per fare delle alpinistiche facili è un conto, dipende che scarpe da trekking sono.
Sulle ferrate corte potrebbe non essere un problema perchè eventualmente ti aiuti molto con le braccia, su quelle lunghe devi usare bene i piedi.
Le scarpe da approach sono una via mezzo tra quelle da alpinismo e quelle da trekking puro, di solito, per questo potrebbero essere un buon compromesso.
 
Il problema delle scarpe da trekking puro è che di solito hanno la suola troppo flessibile nella parte anteriore per usarle per rampicare in comodità.
Poi se mi dici che le usi normalmente per fare delle alpinistiche facili è un conto, dipende che scarpe da trekking sono.
Sulle ferrate corte potrebbe non essere un problema perchè eventualmente ti aiuti molto con le braccia, su quelle lunghe devi usare bene i piedi.
Le scarpe da approach sono una via mezzo tra quelle da alpinismo e quelle da trekking puro, di solito, per questo potrebbero essere un buon compromesso.
Secondo te com'è adesso la situazione nevai? Ma soprattutto, possibile che le previsioni per Cortina cambino di giorno in giorno e che piova quasi tutti i giorni? Per caso ci sono periodi in cui piove di meno, come ad esempio a settembre? Non vorrei andare lì una settimana e trovarmi pioggia tutti i giorni così da non poter fare alcuna ferrata...
 
A settembre-ottobre di solito piove meno un po' su tutto l'arco alpino perché sui rilievi si accumula l'umidità e poi fa nebbia e temporali pomeridiani, quelli chiamati "di calore" tipici estivi.
L'autunno può essere una stagione più umida, senz'altro fa meno temporali, dipende dall'anno, ma negli ultimi anni mi pare che la tendenza sia quella di avere più siccità d'autunno e estati più bagnate.
Ci sono delle valli che sono più predisposte a raccogliere umidità, per esempio la Valle Po qui in Piemonte è famigerata per le sue nebbie estive.
Nei giorni scorsi ha nevicato dai 2mila in su, col rialzo termico previsto da oggi la neve sotto i 3mila si scioglierà in pochi giorni.
Informati sulla situazione lì in zona, comunque sì ti consiglierei settembre ma conta molto la fortuna :)
 
Secondo te com'è adesso la situazione nevai? Ma soprattutto, possibile che le previsioni per Cortina cambino di giorno in giorno e che piova quasi tutti i giorni? Per caso ci sono periodi in cui piove di meno, come ad esempio a settembre? Non vorrei andare lì una settimana e trovarmi pioggia tutti i giorni così da non poter fare alcuna ferrata...
Si, possibile. Lo scorso fine settimana sono stato da quelle parti (più o meno), il tempo è rimasto abbastanza stabile per i due giorni che ci sono stato ma, soprattutto nel pomeriggio/sera, le nuvole si accumulano ed è piovuto quasi sempre.
Comunque dipende dal periodo: ci sono periodi secchi e periodi piovosi.
Questo è un periodo mediamente piovoso, soprattutto verso il pomeriggio-sera.
Comunque consulta sempre il sito meteo dell'ARPAV, che per me è discretamente affidabile:
http://www.arpa.veneto.it/previsioni/it/html/meteo_dolomiti.php
 
Grazie a entrambi... Il fatto è che l'anno scorso mi preparai per settembre e nevicò proprio il giorno prima di partire ahahahah. È vero che conta molto la fortuna. Però comunque ho bisogno di molto caldo anche a settembre (altrimenti ghiaccia la notte ed è pericoloso), cosa non semplice e se poi fa molto caldo il meteo non si comporta come d'estate? Non so proprio che fare/quando andare... mi viene voglia di andare da qualche altra parte.
 
E' questione di fortuna.
Però in una settimana ad Agosto o Settembre almeno un paio di giorni buoni li trovi, soprattutto se affronti la cosa al mattino sul presto (pomeriggio/sera spesso accade che il tempo peggiori).
Se penso alla Tofana di Rozes (ferrata Lipella), bella montagna e molto invitante per arrampicate o ferrate, quando ci vado vicino la vedo spesso con molte nuvole sopra "a cappuccio".
Non è facile trovare una giornata completa con tempo buono su questa montagna: un mio ex collega sono molti anni che vorrebbe arrampicarci (una delle numerose vie) e non riesce mai a trovare una giornata completa libera e con tempo buono per tutto il giorno.
 
vai dove ti pare, ma il meteo può andare "storto" ovunque
Beh insomma, intorno al Monte Bianco è sicuramente più stabile ad esempio. Credo che la zona di Cortina sia davvero uno dei posti più instabili d'Italia per quanto riguarda il meteo.

Andreal il problema è che prima di una certa ora i pullman non passano quindi nemmeno potrei partire presto più di tanto, mi ci vorrebbe la macchina (che non ho) mentre io contavo di parcheggiarmi in un camping con la tenda e poi di muovermi con bus e navette.
 
Ma hai mai fatto ferrate? arrampicato in palestra specie se quelle al chiuso di plastica non ti dà alcuna esperienza di montagna al massimo ti può aiutare un pò nei movimenti.
Se posso permettermi rivedrei meglio le ferrate che hai intenzione di fare perchè mi pare di capire non hai molta esperienza e tra quelle da te citate ce ne sono un paio molto difficili, non parlo solo dal punto di vista tecnico ma anche considerando lunghezza del percorso e variabili ambientali che possono aumentare anche di molto la difficoltà.
Per esempio la Ferrata Tomaselli che non ho fatto personalmente è ritenuto una delle più difficili con alcuni passaggi privi di cavo, al lipella (che ho fatto) invece anche se non "estrema" come la tomaselli è molto lunga e se la trovi bagnata come successo a me causa temporali notturni diventa per niente banale.

Per i nevai secondo me quest'anno ce ne saranno ancora molti almeno fino ad agosto ma puoi solo chiedere ai gestori dei rifugi, alle guide alpine o ad altri escursionisti che sono stati in zona.

Il kit da ferrate secondo me è sempre bene averlo ma cè anche chi va slegato, alla fine sono scelte personali, la vita è tua.
 
intorno al Monte Bianco è sicuramente più stabile ad esempio
mah dici? a me non pare... più o meno tutte le montagne alte che ho visto metà delle giornate estive comunque hanno il cappello di nuvole e il resto dipende dal periodo

muovermi con bus e navette.
beh occhio che in val badia mi son trovato malissimo, molto costosi e il servizio veramente misero e comunque anche in auto quando usciva il sole la valle si riempiva di auto

Ma hai mai fatto ferrate? arrampicato in palestra specie se quelle al chiuso di plastica non ti dà alcuna esperienza di montagna al massimo ti può aiutare un pò nei movimenti.
Se posso permettermi rivedrei meglio le ferrate che hai intenzione di fare perchè mi pare di capire non hai molta esperienza e tra quelle da te citate ce ne sono un paio molto difficili, non parlo solo dal punto di vista tecnico ma anche considerando lunghezza del percorso e variabili ambientali che possono aumentare anche di molto la difficoltà
Ho volutamente evitato di entrare nel merito delle singole ferrate, anche perchè non le ho fatte.
E aveva già tirato fuori tanti argomenti da affrontare.
Comunque certo sono d'accordissimo, non le sottovalutare :si:
 
Ultima modifica:
beh occhio che in val badia mi son trovato malissimo, molto costosi e il servizio veramente misero e comunque anche in auto quando usciva il sole la valle si riempiva di auto
io invece mi sono trovato bene cioè le volte che ne ho avuto bisogno ho trovato il bus che mi portava dove volevo, certo la val badia è cara e quindi il costo del bus sarà superiore a quello di una città ma sempre meno che pagare un parcheggio o una multa.
Il problema semmai è un altro, i bus iniziano le corse a orari comodi da turista dormiglione il che non va molto daccordo con le ferrate.
Se hai intenzioni di spostarti solo in bus sarai molto condizionato dagli orari, per capirsi io per fare la ferrata lipella sono partito a piedi dal rifugio col gallina alle 6 di mattina e sono tornato alle 18.
 
Ciao,
delle ferrate che hai messo in elenco ho fatto solo la Tomaselli, il Sentiero dei Kaiserjäger / piccolo Lagazuoi e il Pitz Boè ma dal Passo Pordoi, tramite la ferrata Piazzetta.
Non penso che troverai nevai, almeno in queste che ho elencato. Una mia amica si trova ora in quella zona e la situazione è abbastanza tranquilla.
Mi permetto di dire che i mezzi pubblici in Alto Adige, oltre ad essere molto efficienti sono anche economici. Con una tessera di 28 euro settimanali puoi viaggiare liberamente per tutta la regione (treno e corriere).
In alcuni campeggi la rilasciano gratuitamente come a San Lorenzo in Sebato, che si trova nel crocevia tra la Val Pusteria e la Val Badia e hai la stazione del treno a 200 metri dal camping.
 
Ma hai mai fatto ferrate? arrampicato in palestra specie se quelle al chiuso di plastica non ti dà alcuna esperienza di montagna al massimo ti può aiutare un pò nei movimenti.
Se posso permettermi rivedrei meglio le ferrate che hai intenzione di fare perchè mi pare di capire non hai molta esperienza
...e hai capito male. Non ho fatto ferrate sulle alpi ma quelle in Abruzzo nel parco del Gran Sasso le ho fatte tutte e più di una volta, in particolare quelle sul Corno Grande e sul Corno Piccolo le conosco a memoria. E le faccio senza assicurazione, tanto mi sento sicuro. L'esperienza in montagna ce l'ho, sia per una questione ambientale sia per difficoltà di passaggi (ho fatto fino al 3° grado senza assicurazioni). E' proprio perchè so quanto può essere pericolosa una ferrata con la pioggia che faccio tutte queste domande, prendo precauzioni e nel dubbio non me la sento di fare questa vacanza a Cortina se piove quasi tutti i giorni e non posso partire presto quanto voglio a causa dell'orario dei pullman.

Ho già chiesto alle guida via mail e ai rifugi, sui nevai non mi ha risposto nessuno. Mi sa che devo proprio chiamarle le guide. Vorrei evitare di portarmi ramponi e piccozza, per questo magari riprovo a settembre.

mah dici? a me non pare... più o meno tutte le montagne alte che ho visto metà delle giornate estive comunque hanno il cappello di nuvole e il resto dipende dal periodo
Aspè, io non parlavo della cappa di nuvole intorno all'ora di pranzo (che è un po' ovunque così, sono d'accordo), ma della permanenza del bel tempo e soprattutto dell'affidabilità delle previsioni. Guardo spesso le previsioni sul Gran Sasso e su Courmayeur e si notano spesso 5-6 giorni consecutivi di sole, poi confermati. Con Cortina invece è un inferno, se oggi le previsioni dei prossimi giorni dicono ABC, può capitare che domani le riguardi e dicano XYZ! Ogni giorno sembra che rimischino tutte le carte nel mazzo e ne estraggano casualmente altrettante, questa cosa con le altre montagne da me citate non avviene. Difatti sono 2 anni che vorrei fare una vacanza a Cortina e proprio a causa delle previsioni brutte e imprevedibili non ci sono riuscito, mentre ho già fatto un tour del MTB e del Gran Sasso, e probabilmente fra pochi giorni tornerò a Courmayeur.

@mezcal: grazie anche a te per il feedback. Ora dico una cosa che secondo voi sarà una stupidaggine, ma uno dei motivi per cui preferisco andare in Veneto piuttosto che in Trentino è che in quest'ultimo ho una paura boia di chiamare il soccorso alpino viste le cifre assurde che chiedono...
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso