Fine delle trasmissioni

Dai ragazzi, adesso dopo che abbiamo alimentato tutta la pazzia attorno al bushcraft non dobbiamo meravigliarsi che al supermerdato vendono questi utilissimi kit. :rofl::rofl::rofl:
Io mi compro due, nel caso si rompe il cuscinetto.:sleep::rofl::rofl::rofl::rofl:
E sto già pensando come modificare un trappano a collona per farlo andare con le batterie per portarlo in bosco.:woot:;)
 
Non è da salotto ma semplicemente bushcraft commerciale :)

In fin dei conti, al giorno d'oggi, essendo un prodotto commerciale, per cui soggetto ad una qualche garanzia sul funzionamento, non può essere come il "vero" che non sempre funziona o che funziona dopo una certa pratica acquisita.

E a guardar bene questo accendino primitivo l'attrito che si ha fra il "pomello fisso" e l'asta che gira ne riduce la capacità, per cui, la scelta è "azzeccata" nel mettere una ralla.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
beh però una delle finalità del bushcraft -tra le altre- è quella di imparare e padroneggiare le diverse tecniche di permanenza in natura, un attrezzo del genere mi sembra del tutto contrario all'idea di bush...voglio dire, un conto è saper scegliere il legno del trapano e della base, il ramo giusto per l'archetto e saper mettere tutto assieme e se lo sai fare potrai prepararti il tuo kit in ogni situazione o realizzarlo una volta e portarlo con te e nel caso una parte non performasse più o si rompesse sapesti come realizzarne un'altra, mentre con un aggeggio preconfezionato una volta rotto beh, avrai le competenze per ripararlo se on hai imparato prima come costruirlo'...con questi aggeggi si perde l'arte del saper fare, li vedo più giochini didattici da far utilizzare dai bimbi in giardino
 
Nulla di cui stupirsi... semplicemente, per ora, sono meno in voga e stupiscono di più ;)
Ma sono sulla stessa, identica falsariga dei coltelli, segacci, acciarini, zaini, tarp e via dicendo...

A meno che la critica, il giudizio non dipenda da "dove tira il vento nella maggioranza della società"....
"...XX commerciale, nessun problema...anzi figo, utile e bla-bla..." e "...YY commerciale, fuori di testa, assurdo, ridicolo...".

A me non piacciono, cioé... posso tranquillamente farne a meno e arrangiarmi in altre maniere.
Ma é lo stesso discorso per mille, mila materiali commerciali che però si tende a "mitizzare".
Come se qualcuno si compra 5 coltelli, tre segacci e due accette.... non ci vedo nulla di stravagante se uno si prende il kit fuoco "primitivo", con inserti tecnologici ;) Cambia solamente il genere di oggetto... e la filosofia "ibrida" scelta per vivere certe attività.

Insomma... và bene colui che compra lame e non si arrangia con ciò che trova in natura!! Avendone poi di tutte le forme, dimensioni e colori,...
Ma é ridicolo, "senza senso" e fuori contesto comprare dei legnetti con dentro un cuscinetto ??

(ovviamente il coltello é usato come esempio, potrebbero starci i mille mia tipo di telo (tarp), segaccio, acciarini, zaini, ecc...)

È praticamente la stessa identica cosa... stessa identica filosofia... cambiano solo i gusti su quale "oggetto" ;)
 
Ultima modifica:
Non è ridicolo comprare dei legnetti con dentro un cuscinetto. I soldi sono i miei e ci compro ciò che voglio. Il ridicolo è comprare il legnetto con dentro il cuscinetto per fare sopravvivenza.
Poi ognuno fa ciò che vuole ma secondo me svanisce il significati. Io ne so poco di survivor perchè non è la mia passione principale. Ho provato a fare il fuoco in tutti i modi ma, essendo fumatore, l' accendino l'ho sempre con me quindi se va bene quel attrezzo allora va bene anche se in quel contesto uso l'accendino
 
Wildlife mi pare dica il vero, quando compriamo questo quello e quell’altro coltello, kit per cucinare, firesteel, Hobo, accetta etc facciamo in parte la stessa cosa, seguiamo la scia commerciale. Ma ci piace così siamo appassionati e vogliamo provare
 
Sarà ma io non sono mai riuscito ad accendere un fuoco con l'archetto.
La pietra facaia è la mia migliore amica...
Ciao
Nino
 
Non è da salotto ma semplicemente bushcraft commerciale :)
Questa è come "quasi morto" "quasi incinta" "convergenze parallele" bishcraft e commerciale sono 2 parole che non possono essere inserite nella stessa frase, l'oggetto in questione credo sia un souvenir da appendere alla parete, non credo possa esistere qualcuno che va per boschi o per monti che, dopo averlo comprato, lo infili nello zaino, poi a 62 anni ho imparato che l'impossibile esiste
 
Non è ridicolo comprare dei legnetti con dentro un cuscinetto. I soldi sono i miei e ci compro ciò che voglio. Il ridicolo è comprare il legnetto con dentro il cuscinetto per fare sopravvivenza.
Condivido pienamente ed é proprio quello che intendevo. Premesso che parlo di "sopravvivenza in natura" e per "passione, volontà".

Ma lo stesso discorso, almeno per quanto concerne il mio senso di coerenza, lo faccio anche se uno si porta il coltello. Il Tarp. Lo zaino, ecc...Poi come dici, ognuno spende i propri soldi come vuole e pratica le varie attività secondo le proprie filosofie, i propri approcci. Ma appunto seguendo quel discorso e volendo fare certi appunti sul fare altrui... qualsiasi oggetto comprato, porterebbe ad essere ridicolo e farebbe svanire il significato pratico di quell'attività.

Come dico spesso... la differenza la fà ciò che si predica, paragonata a ciò che si pratica. Poi se uno é coerente tra ciò che dice e come pratica... può anche portarsi la casa... Ma sarebbe brutto e incoerente dire "niente kit fuoco", per determinati motivi,... ma il "super fulltang" SÌ ;)

NB: per chì non lo sapesse... giusto perché a me piace specificare la mia posizione. La mia preferenza, nelle uscite, é quella del partire senza nulla. A parte il vestiario... per evitare eventuali denunce per atti osceni :)

Tra l'altro... lo sò sono strano... mi fà più strano vedere gente che porta ciò che in natura sarebbe quasi impossibile riprodurre... piuttosto che vedere persone portare attrezzi, che volendo, si possono replicare senza troppi problemi :)
 
Ultima modifica:
bishcraft e commerciale sono 2 parole che non possono essere inserite nella stessa frase
Capisco il concetto ma, alla fine, non è così diverso da chi pratica la sopravvivenza con l'accendino o con un fire stick in ferro cerio o in magnesio, prodotti che, difficilmente, trovi in natura.

Senza parlare di tante altre "cose" che non esistono di per sé in natura, banalmente la bussola o il coltello in acciaio ultra mega giga, ma che "oggi" sono di uso comune oltre che rappresentare quel minimo di "sicurezze" che quando hanno inventato il bushcraft non esistevano, ma, d'altro canto, PARLO PER ME, io "gioco" a fare il bushcraft non lo pratico come facevano solo cent'anni fa.

Ripeto, capisco chi rimane un pò "inorridito" guardando quell'articolo.

Ciao :si:, Gianluca
 
IMHO, se uno lo prende come un gioco o una curiosita', potrebbe ancora andare. tra l'altro ne intravedo qualche utilizzo scolastico e/o di divulgazione scientifica.

a me fa ridere il fatto che, grazie a questo coso, gente che fino a ieri non riusciva neppure ad accendere un microonde, adesso pensi di essere in grado di accendere un fuoco modello vulcano... ammetto che non saprei usare l'archetto, men che meno farlo, ma non mi invento di comprarne uno con cuscinetto a sfera e tra poco anche sensore di prossimita' e lettore mp3... :p
 
..non ci starebbe male ;) Magari anche con degli ammortizzatori ;)
Sarebbe una versione differente dalle solite auto che "molti" utilizzano per raggiungere i luoghi in cui poi fanno "survival volontario"... con mille mila lame, attrezzi, oggetti.... sacchi pieni di cibo preso in negozio ;)
Ma importante... salvati dal non avere il "kit - Primitive Fire" di Amazon o simili, ahahah
 
Ultima modifica:

Contenuti correlati

Alto Basso