First Aid Kit

TOGLI i farmaci TUTTI dall'antimuscarinico ai FANS(alcuni tipi in caso di emergenza sono pericolosi) all'antistaminico (tanto chi è allergico ha dietro o la penna o il cortisone).
La crema non riesco a capire che principio attivo usi.
In un kit di primo soccorso LA FARMACIA È SOLO PERICOLOSA.
Se stai male torni a casa e a meno che non ti porti dietro la nitro o la dopamina puoi tornare a casa benissimo anche senza questi farmaci (se hai bisogno dei due che ho nominato NON TORNI quindi cambia poco).
QUINDI NIEMTE FARMACI.
Si parla di First Aid kit e non emergenza, secondo me.
I casi che hai citato sono estremi, per quello che faccio e dove lo faccio, il kit che ho postato HA RISOLTO , per ora, tutti gli inconvenienti che mi sono capitati.
 
@andreamountainlover, dalle scritte in inglese arguisco che sia una foto pubblicitaria :biggrin:

Comunque una ricerca con la parola troncata "etrimide" mi dice che è una crema antisettica (non è un antibiotico) a base di cetrimide, appartenente alla categoria dei sali di ammonio quaternario per la disinfezione di cute lesa ed integra
 
Sicuramente la sacca stagna ad alta visibilità suggerita da @andreamountainlover è un'ottima idea...
In aggiunta a quanto ho appena scritto in un altro commento, posso dire che pure 'sto discorso dell'alta visibilita', cioe' che i contenitori di PS per trekking devono essere rosso fiamma, arancione o comunque fluo mi ha sempre lasciato un tantino perplesso, in questi contesti? Nel senso OK, la cassetta di PS appesa per legge al muro in una scuola deve per forza essere visibilissima, potrebbe doverla trovare anche un supplente appena arrivato.

Ma in escursionismo, almeno l'astuccio di PS personale uno dovrebbe davvero esercitarsi per trovarlo e riconoscerlo nello zaino pure nel buio piu' totale, e nei limiti del possibile ovviamente, trovare ogni singolo oggetto che contiene, e riuscire a usarlo, sempre nel buio piu' totale, o senza poter guardare. Ripeto, se l'astuccio e' fluorescente male ovviamente non fa, tranne se te lo fanno pagare di piu' solo perche' e' rosso. Ma se ti accontenti che sia rosso, prima o poi te ne penti.
 
In aggiunta a quanto ho appena scritto in un altro commento, posso dire che pure 'sto discorso dell'alta visibilita', cioe' che i contenitori di PS per trekking devono essere rosso fiamma, arancione o comunque fluo mi ha sempre lasciato un tantino perplesso, in questi contesti? Nel senso OK, la cassetta di PS appesa per legge al muro in una scuola deve per forza essere visibilissima, potrebbe doverla trovare anche un supplente appena arrivato.

Ma in escursionismo, almeno l'astuccio di PS personale uno dovrebbe davvero esercitarsi per trovarlo e riconoscerlo nello zaino pure nel buio piu' totale, e nei limiti del possibile ovviamente, trovare ogni singolo oggetto che contiene, e riuscire a usarlo, sempre nel buio piu' totale, o senza poter guardare. Ripeto, se l'astuccio e' fluorescente male ovviamente non fa, tranne se te lo fanno pagare di piu' solo perche' e' rosso. Ma se ti accontenti che sia rosso, prima o poi te ne penti.
Sono d'accordo. Infatti nei link che ho postato sono disponibili vari colori (pure mimetico...)
E' chiaro che ognuno conosce il proprio kit e la sua ubicazione, nel mio caso, ad esempio, l'astuccio è nero... Il fatto che sia ad alta visibilità può essere utile a chi dovesse prestarti soccorso, in quanto riuscirebbe ad identificare immediatamente l'eventuale kit.
 
@andreamountainlover, dalle scritte in inglese arguisco che sia una foto pubblicitaria :biggrin:

Comunque una ricerca con la parola troncata "etrimide" mi dice che è una crema antisettica (non è un antibiotico) a base di cetrimide, appartenente alla categoria dei sali di ammonio quaternario per la disinfezione di cute lesa ed integra
Sicuro?
Quello serve per i terreni selettivi dello Pseudomonas aeruginosa e SICURO per i virus NON funziona.

Comunque grazie MA NON COMPRATELO se proprio volete il tubetto allora il betadine in gel.
 
Altre foto "pubblicitarie".
Per l'autore della discussione:
IMG_20210421_110812.jpg

Un' idea delle dimensioni e degli attacchi m.o.l.l.e.
Per la crema antisettica
IMG_20210421_110638.jpg
 
Grazie a tutti!! In effetti saper utilizzare anche le medicazioni non è scontato. Vedrò di assemblarlo in base alle mie necessità/ capacità. Sapreste consigliarmi dei contenitori pratici per le emergenze con sistema a molle?
Io prima deciderei cosa metterci dentro e poi mi preoccuperei del contenitore :)

Intendiamoci, non è una critica è solo un consiglio perché prenderlo prima ti potresti trovare con un qualcosa che o non riesce a contenere ciò che hai previsto (banalmente trovi il flacone del disinfettante da 250ml e non vuoi "sbatterti" a cercare qualcosa di alternativo di più piccolo) o un qualcosa di più grande di ciò che ti serve e finisci per riempirlo con cose che potrebbero essere poco utili o non necessarie il che non è che, a mio avviso, sia poi così deleterio (se ti porti due bende anziché una non è che muori o viene l'ispettore del asl a chiederti spiegazioni).

Dopo di che che sia una tasca concepita per il kit di primo soccorso o una semplice tasca dove infili il tutto dentro una busta ziplock credo che non essendo in un contesto operativo un minuto in più per tirare fuori quello che serve ed un minuto in più per rimettere via il tutto sia il minimo del problema.

Dopo di che ..... vedi tu :)
Molti dei contenitori che ti hanno consigliato sono sicuramente funzionali.

Una nota personale, mai avuto contenitori dai colori sgargianti, al limite una piccola croce rossa su sfondo bianco giusto per distinguerla, molte volte fatta da me, per il kit personale.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
Altre foto "pubblicitarie".
Per l'autore della discussione:
Vedi l'allegato 221795
Un' idea delle dimensioni e degli attacchi m.o.l.l.e.
Per la crema antisettica
Vedi l'allegato 221796
Si ecco leggo male la composizione però non credo sia ad ampio spettro ma sia solo un battericida (e non credo nemmeno per tutti oltre allo pseudomonas credo che non sia efficace nemmeno contro i clostridi e bacilli)
BETADINE in tubetto e passa tutto.
 
Senza offesa, @andreamountainlover , ma questa specifica frase proprio non l'ho capita, sicuramente sara' colpa mia. La rispiegheresti magari con piu' dettagli ed esempi, per favore?
Era una metafora per dire che i farmaci che ti porteresti dietro sono inutili o meglio NON SONO FONDAMENTALI e anzi POSSO FARE DANNI.
Avere o meno la diarrea è ininfluente se rimani IDRATATO inoltre se è causato da infezione batterica ci fai poco o nulla.
Io avevo esagerato dicendo che non ci sono farmaci davvero indispensabili da avere dietro a meno cje non porti dietro nitroglicerina o dopanima che sono due esempi di farmaci usati nella rianimazione.
Il succo del discorso è che portarsi dietro farmaci è inutile anzi DANNOSO perchè in caso di soccorso si potrebbe avere interazione con farmaci che davvero fanno la differenza.
 
Se parliamo della diarrea, salvo che non sia legata a patologie più gravi, bisogna considerare che sovente è anche una sorta di difesa da parte dell'organismo, che in tale modo cerca di espellere alimenti o sostanze ingerite e ritenute nocive, quindi, al di là del fastidio e dell'oggettivo imbarazzo che crea il fatto di dover liberare l'intestino frequentemente, assumere farmaci per bloccare l'evacuazione potrebbe non essere la terapia migliore, in quanto di fatto si bloccherebbe il sistema naturale di difesa.
Fondamentale è mantenersi idratati.
Senza dubbio, trovandosi in giro e non a casa propria, la questione è sicuramente fastidiosa. A quel punto, secondo me, sarebbe meglio interrompere l'escursione e rientrare a casa.
Solo se il problema dovesse persistere, protraendosi per più giorni, allora potrebbe essere utile assumere farmaci, previo consiglio del medico.
 
@delta2 io ragiono nei termini in cui mi comporterei a casa, la diarrea può venire per mille motivi, e non li discuto, ma può anche venire, banalmente, per una esposizione al freddo (che sia ambientale piuttosto che aver bevuto acqua gelata) ed in montagna (secondo me) può capitare più facilmente che tante altre patologie più "serie", e per questo non ho bisogno di disturbare il mio medico.

Io porto con me gli stessi farmaci che userei a casa ed anche se gli faccio fare solo un semplice "giretto" in montagna preferisco avere con me, e non usare, che non avere con me e incavolarmi perchè ne ho bisogno.

Dopo di che questo è quello che io faccio, non è di certo un consiglio per nessuno, nel tempo ho imparato a farmi molti riguardi in merito nel consigliare cosa NON portare a livello di farmaci che sia in montagna o per altri luoghi, rimando molto volentieri questo al proprio medico di base che, teoricamente, mi conosce meglio che un utente su un forum.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
Senza dubbio, trovandosi in giro e non a casa propria, la [diarrea] è sicuramente fastidiosa. A quel punto, secondo me, sarebbe meglio interrompere l'escursione e rientrare a casa.
appunto, e' proprio li' il problema. "Escursione" significa un milione di cose diverse, a partire dalla durata. Se ti prende mentre stavi tornando a casa, che magari se ti fermi ad aspettare che passi perdi l'ultima corriera, o quando devi scendere di quota di corsa perche' sta arrivando un temporale in cresta, o se comunque per "interrompere l'escursione e rientrare a casa" ci vuole una giornata o quasi, cosa non cosi' peregrina su traversate appenninniche, mica solo nel Kalahari... che dovresti fare?

Non lo dico per polemica, solo per capire cosa effettivamente ha senso avere nel kit. Cosa assolutamente in tema, visto che abbiamo detto in tanti che prima capisci cosa ti serve e solo dopo vai a cercare il contenitore adatto, no?

Capire cosa portarsi dietro sempre e' in tema, ed e' un conto. Sapere quando e come ha effettivamente senso usarlo, cioe' che se mi prende la diarrea al secondo giorno di un giro di 7 devo prendere solo il minimo veramente indispensabile di pasticche per mettermi in sicurezza o tornare a casa, anziche' finire il giro di 7 giorni a forza di pasticche e' ancora piu' importante, ma e' tutto un altro film che va raccontato come tale, mi pare.
 
Allora ricordiamoci che stiamo parlando di diarrea e ce ne sono vari tipi.
(attenzione descrizioni dettagliate)
Ma in generale di cosa stiamo parlando?
Stiamo semplicemente parlando di accumulo anomalo di acqua nelle feci.
Questo vuol dire tutto e niente perchè un conto è la diarrea emorragica in cui c'è il sangue un altro è quella data dal colera in cui letteralmente hai un flusso in uscita che va in linea retta, un altro è un infezione da E.Coli e un altro ancora é una intossicazione.
La cosa MIGLIORE da fare è BERE BERE E CONTTINUARE A BERE COSTRINGENDOSI A BERE.
Il resto è o superfluo (se è un'infezione da E.Coli gli fai il solletico) o inutile o peggio pericoloso per esempio a seguito di una intossicazione prendere medicinali può affaticare eccessivamente il fegato.
Quindi che fare?
BERE e basta, ci troviamo in un ambiente comunque ostile se siamo da soli continuiamo a tornare indietro se insiene ad altri facciamoci aiutare.

In altri casi prendere farmaci è proprio PERICOLOSO ad esempio in montagna l'aspirina non la prenderei nemmeno sotto tortura perchè se avessi la febbre o mal di tesya si mi passerebbe ma se mi dovessi tagliare magari male allora sarebbero cavoli amari.
 
Bhà ...... io continuo a rimanere della mia idea e soprattutto che un attacco di diarrea può venire, in montagna, nella realtà, per motivi MOLTO meno tragici che colera, intossicazioni, emorragie etc etc ....... dopo di che alzo le mani.

Ciao :si:, Gianluca
 
Attenzione ai farmaci: la somministrazione di farmaci la possono fare solo i medici per cui sono da considerarsi per uso personale e basta. Data la riconoscenza di alcuni individui sarebbe meglio prendere precauzioni anche con i farmaci da banco, del tipo: "in quella tasca rossa c'è il farmaco di libera vendita XYZ, potrebbe alleviare il tuo disagio come potrai leggere nel foglietto illustrativo assieme alle controindicazioni/effetti collaterali; se vuoi, per tua volontà e sotto la tua unica responsabilità puoi usufruirne..." (fare in modo che sia l'interessato prenderlo con le sue mani) ;)
 
Grazie a tutti per le risposte! Non credevo fosse un forum così attivo, sono molto contento di essermi unito! Seguendo alcuni consigli sono arrivato a scegliere questi due zainetti, mi sembrano pratici e funzionali nell'utilizzo. Il primo ha anche delle medicazioni già incluse. Cosa ne pensate? Per quanto riguarda il contenuto ho preso spunto da diversi commenti poi mi informerò meglio. Screenshot_20210421-143801.png Screenshot_20210421-143918.png
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
G Per i nuovi iscritti 2

Discussioni simili



Alto Basso