Recensione Fitorch MR15 - La torcia alimentabile da 5 batterie diverse

#1
Ciao a tutti. Ringraziandoli per la fiducia concessami, oggi recensiremo la Fitorch MR15 che mi è stata gentilmente fornita dalla stessa Fitorch.



CLICCA QUI per andare alla pagina ufficiale del prodotto sul sito web Fitorch.

Ci tengo a precisare che le mie recensioni sono fatte a livello amatoriale, quindi senza l’ausilio di strumenti fantascientifici o di test in laboratori segreti ed all’avanguardia. Pertanto, tra le righe che seguiranno, ci saranno le mie umili osservazioni ed anche le mie umili opinioni.


Caratteristiche ufficiali:

- high-strength aerospace aluminum body
- mil-spec hard anodized for extreme durability
- resists impact PMMA while providing high light transmittance levels
- metal filmed reflector to create a high intensity beam
- waterproof O-Ring seals
- maximum output of 1.200 Lumens and 245 meter beam distance
- LED: CREE XP-L
- power Input: DC 2,75 V - 6,00 V
- switches: raise side switch & flat side switch
- side switch controls 4 illumination levels (Turbo, High, Medium, & Low) and Strobe mode
- mode memory
- hidden Micro USB port for recharging
- four flush mounted LEDs to indicate charging status and battery level
- compatible with 5 different battery configurations
- 1x - 3,7 V 21700 Li-ion
- 1x - 3,7 V 20700 Li-ion
- 1x - 3,7 V 18650 Li-ion
- 2x - 3 V CR123A Lithium Primary
- 3x - 1,5 V AAA Alkaline Batteries
- dimension: width head 35,07 mm - body 25,4 mm - tail cap 28,12 mm; length 153,31 mm
- weight: 131,6 g (excluding battery)
- IPX-8 water resistance
- 2-meter impact resistance tested


La confezione e gli accessori

La Fitorch MR15 viene venduta all'interno di una scatola di cartone leggero arancione e nera.
Sul davanti spicca la foto della torcia di dimensioni ovviamente ridotte rispetto a quelle reali, viene specificato che il suo livello luminoso massimo ha 1200 lumens, che ha un tiro massimo di 256 metri ANSI, che ha un runtime massimo di 229 ore, che utilizza un LED CREE XP-L e, cosa più importante, che è possibile utilizzare ben 5 tipi di batterie differenti per alimentarla.
In un'altra immagine è raffigurata la porta microUSB che ha il compito di ricaricare la batteria ricaricabile all'interno. Tale porta è normalmente nascosta alla vista, vedremo come più avanti.



Sul retro troviamo una breve descrizione del prodotto, le sue caratteristiche, un riquadro in cui sono specificate le prestazioni raggiunte dai vari livelli, la lista degli accessori, le dimensioni, le certificazioni CE e RoHS, i dati sull'azienda, un QR-code che indirizza alla home del sito della Fitorch e le informazioni sull'azienda.



Su uno dei 2 lati si trovano dei piccoli riquadri con i dati di spicco del modello e le certificazione CE e RoHS.



mentre sull'altro lato viene ripetuto che questa MR15 è compatibile con 5 tipi di batterie differenti.



Una volta estratto tutto dalla confezione, troveremo:

- la MR15
- una batteria 21700 da 5.000 mAh, inserita all'interno della torcia (viene fornita anche se sulla scatola è scritto il contrario)
- l'adattatore in cui inserire le 3xAAA
- in cavo USB -> microUSB per la ricarica (lungo poco più di 50 cm)
- il laccio da polso
- un O-ring di scorta
- il fodero in cordura
- il manuale



Come ho detto prima, il fodero è in cordura e l'apertura/chiusura è affidata al velcro,



lateralmente ha due fasce elastiche ed è in grado di ospitare la torcia sia con la testa sia rivolta verso l'alto



che verso il basso.



Posteriormente manca il D-ring ma troviamo il passante per cintura e quello per il sistema M.O.L.L.E. che si chiude con un bottone a pressione).



Su un lato del fodero è cucito un lembo che riporta il logo Fitorch.



Il cavo fornito tra gli accessori permette la ricarica della batteria



ed ha i soliti plug USB e microUSB.



Ecco nel dettaglio il manuale della torcia, disponibile solo in lingua inglese. Può essere visionato e/o scaricato dal sito della Fitorch a QUESTO indirizzo.




La torcia

La MR15 è una torcia prodotta da Fitorch che ha la singolare peculiarità di poter funzionare, oltre che con la 21700 fornita, anche con altri 4 tipi di batterie diverse (anche se io ne ho utilizzata senza problemi una sesta) con 3 chimiche diverse (4 con quella aggiunta da me), ma vedremo questo particolare nel capitolo appropriato.
Questa nuova torcia ha un corpo in lega di alluminio anodizzato dalle linee molto pulite, un anello spigoloso nella parte della testa che la fa stare ferma su un piano inclinato (anche se non smorza facilmente un eventuale rotolamento), ha due interruttori meccanici che comandano l'UI, degli indicatori di carica e una zigrinatura orizzontale su corpo e coda.
Sulla zigrinatura trovano posto il logo ed il sito web dell'azienda da un lato



e il nome del modello con le certificazioni dall'altra.



Come ho detto prima, la torcia è comandabile da 2 interruttori meccanici. Entrambi sono posti l'uno accanto all'altro e si trovano senza problemi al buio, anche indossando i guanti.
Osservando bene si può notare che il primo, che ha una corsa breve ed un click quasi ovattato, sporge di più rispetto al secondo, dalla corsa più lunga e dal click un po' più marcato, che è quasi a filo con il corpo torcia.



Accanto agli interruttori si trovano 4 cerchi satinati dietro ai quali si trovano 4 LED indicatori verdi che ci comunicano, quando serve, la carica residua della cella all'interno.



In testa trova posto un LED CREE XP-L HD CW (con dominanze gialline-marroncine ai bassi livelli e bianca al Turbo) ben centrato in una parabola di tipo SMO.



Il tutto è sovrastato da una lente priva del trattamento antiriflesso, protetta da un bezel con piccola merlatura.



Lateralmente alla testa si trovano il triangolino che informa che la superficie può diventare molto calda e il numero identificativo del prodotto.



Subito sotto l'anello spigoloso si trova un'altra scritta che indica il verso di rotazione della testa della torcia per usare (o celare) la porta microUSB (anche se è scritto solo USB).



Come ho detto prima, ruotando la testa verso destra accederemo alla porta microUSB che ci permetterà di ricaricare la batteria. Da notare la presenza di un O-ring che ha il compito di non far entrare l'acqua.



Svitando o avvitando la testa faremo allontanare o riavvicinare la parabola ed il LED dalla lente come se fosse una torcia zoom ma così facendo otterremo solo una diminuzione dello spill che si chiuderà di circa 20° rispetto all'ampiezza originaria. L'intensità dello spot rimarrà invariata e quindi il tiro massimo non subirà variazioni.
Ripeto, la MR15 NON è una torcia zoom.





La coda è piatta e permette il tailstand. Su di essa troviamo una freccia che indica anche in che direzione ruotare il tailcap per poter sfruttare il lock-out fisico (la torcia non dispone di quello elettronico).



Osservando lateralmente la coda della torcia possiamo notare il foro per il laccio da polso.



La torcia è divisibile in sole due sezioni



e la prima volta che sviteremo il tailcap dovremo togliere il film protettivo di plastica che isola la batteria dai contatti.
La filettatura anodizzata arriva ingrassata e risulta essere più lunga rispetto ad altre torce. Ciò si traduce in più rotazioni da eseguire per poter accedere al vano batteria protetto dai liquidi da un altro O-ring. Il lavoro di tale guarnizione, cumulato con quello dell'altra presente in testa, assicura la protezione della torcia (secondo i dati ufficiali) da liquidi secondo lo standard IPX8.



Appena tireremo fuori la torcia dalla confezione, vi troveremo attaccato questo cartoncino triangolare che ci avviserà di togliere il suddetto film protettivo.



Tornando alla torcia, continuo col dire che al polo negativo si trova una singola molla di medie dimensioni priva della finitura dorata.



Idem al polo positivo. La circuiteria non sarà a vista.




La batteria fornita, quelle compatibili ed il sistema di ricarica

La Fitorch ha scelto di dotare la sua MR15 di una batteria 21700 protetta (la C270) e flat top da 5000 mAh nominali. Mi scuso ma, date le sue dimensioni, mi è stato impossibile eseguire un test di scarica sulla cella come faccio di solito per testarne i mAh effettivi.

Ecco l'ampio polo positivo piatto



ed il polo negativo.



Ed ecco tutte le informazioni presenti sulla guaina. Aggiungo che la velocità di ricarica consigliata per questa batteria è di 1 A ma supporta una velocità massima di 2A.









Oltre alla 21700 (che esce con la torcia), la MR15 è compatibile con le 20700 e con le 18650 (tutte batterie agli Li-Ion). Ufficialmente accetta anche 2xCR123A in serie (batterie al litio non ricaricabili in quanto il circuito della torcia supporta un massimo di 6V e quindi 2x16340 non possono essere usate), 3xAAA Alkaline e, come ho potuto constatare dai miei test, accetta anche 3xAAA Ni-Mh.
Come potete vedere la torcia è compatibile con ben 6 tipi di batterie e 4 chimiche differenti.
Con mia sorpresa, nonostante abbiano un diametro inferiore alla 21700, le 18650 e la coppia di CR123A entrano nel corpo torcia senza l'ausilio di un adattatore. Una volta serrato il tailcap non si muoveranno dalla loro posizione quindi non avremo nessun effetto maracas nel corpo torcia.
N.B. Dalla foto seguente manca solo la 20700 perchè è una batteria che non possiedo ma, dimensionalmente parlando, sarebbe di poco più sottile di una 21700.



Per utilizzare le 3xAAA, indipendentemente dalla loro chimica, si deve utilizzare l'apposito adattatore in plastica uscito dalla confezione. Da notare come sul corpo esterno sia presente una freccia che avvisa l'utente del verso che si deve seguire per inserire questo adattatore nella torcia. Tutti i contatti, sia esterni che interni, sono dorati.



Ecco nel dettaglio quello che costituirà il polo negativo



ed ecco il polo positivo con il suo contatto sporgente.



Come abbiamo visto prima, per effettuare la ricarica bisogna accedere alla porta microUSB svitando la testa. Il circuito di ricarica assorbirà circa 1A.
N.B. La ricarica va eseguita solo sulle batterie agli ioni di litio (21700, 20700 e 18650).



La ricarica della 21700 terminerà in circa 6-7 ore. Il voltaggio finale si attesta a circa 4,15V.




Come funziona

La MR15 ha cinque livelli selezionabili, uno dei quali è un livello speciale (Strobo).

Secondo i dati ufficiali della Fitorch, i livelli normali hanno le seguenti caratteristiche:

- Turbo -> 1200 lumens per 2 ore e 30 minuti
- High -> 345 lumens per 7 ore
- Medium -> 100 lumens per 25 ore
- Low -> 6 lumens per 229 ore

N.B. Le durate dichiarate sono state registrate in laboratorio dalla Fitorch con la batteria 21700 da 5000 mAh (ovviamente) carica già presente all'interno della torcia. Va da sé che utilizzando batterie con meno capacità si avrà un runtime inferiore.

Ricordo che la torcia ha 2 interruttori: uno sporgente (IS) ed uno a filo (IF) con il corpo torcia.

Accensione/Spegnimento

Con un singolo click su IF accenderemo o spegneremo la torcia. Vista la presenza della memoria, sarà riproposto sempre l'ultimo livello utilizzato in precedenza.

Cambio livelli

A torcia accesa basterà un click su IS per ciclare i livelli (1 click = 1 cambio livello). C'è da fare una precisazione: i livelli non procederanno in loop ma si andrà dal livello più basso al più alto e poi torneranno indietro dal più alto al più basso.

Momentary-On del Turbo

A torcia spenta, eseguire una mezza pressione su IF per avere il momentaryOn sul livello Turbo, rilasciando l'interruttore si spegnere la torcia.
Si può eseguire il momentaryON del LED, sempre a torcia spenta, eseguendo una pressione prolungata ma al rilascio del tasto ci ritroveremo con attivo il livello memorizzato in memoria.

Livello speciale (Strobo)

La MR15 è provvista di Strobo e si può attivare sia a torcia accesa che spenta.
A torcia accesa basta premere e tener premuto IS per azionare lo Strobo. Al rilascio del tasto si tornerà al livello normale precedentemente utilizzato.
A torcia spenta, sempre premendo e tenendo premuto IS, si può azionare lo Strobo come momentaryON (al rilascio del tasto il LED si spegnerà). Se terremo pigiato l'interruttore per più di 2 secondi lo Strobo rimarrà acceso. Da questa situazione potremo scegliere se pigiare IS per spegnere il LED o pigiare IF per accendere il livello che si ha in memoria.

Blocco/Sblocco

Si può eseguire il blocco fisico della torcia svitando di 1/4 di giro il tailcap. Basta riavvitare per poter riutilizzare la torcia. La MR15 è sprovvista di blocco elettronico.

Indicatore di carica

Come abbiamo potuto vedere, accanto agli interruttori si trovano 4 LED indicatori verdi che ad ogni accensione della torcia si accenderanno per 2 secondi per comunicarci la carica residua.
4 Indicatori accesi = tra 100 e 75%
3 Indicatori accesi = tra 75 e 50%
2 Indicatori accesi = tra 50 e 25%
1 Indicatore acceso = < al 25%
Quando la tensione della batteria scenderà sotto i 3,4 V, l'ultimo indicatore inizierà a lampeggiare per comunicarci che la batteria è quasi scarica. Raggiunti i 3V inizierà a lampeggiare ancora più velocemente per avvisarci che la situazione è critica.


Dimensioni: pesi ed ingombri

La Fitorch MR15 è lunga 15,34 cm, ha un diametro minimo di 2,51 cm e massimo di 3,52 cm, pesa 130 gr senza batteria e 200 gr con l'aggiunta della 21700. La sola batteria pesa 70 gr.

A seguire, ecco il paragone dimensionale con un accendino BIC grande, la C270, una 18650 non protetta button top (LG HG2)



e con la Rofis MR50, unica altra torcia alimentata da 21700 in mio possesso.






Lumen, runtime, candele e beamshot

N.B. Le prove dei principali test a seguire sono state fatti con la 21700 uscita dalla confezione. Per le curve di scarica ho anche eseguito i test con una 18650 (HG2), 2xCR123A, 3xAAA Alkaline e altrettante Ni-Mh. Il tutto è stato eseguito in un ambiente casalingo a 21° con e senza ventilazione forzata.

I seguenti valori sono stati presi con la batteria carica e sono da considerarsi di picco.



I seguenti valori sono stati presi con le batterie cariche e sono da considerarsi di picco.

N.B. Le curve di scarica sono ovviamente indicative, il risultato potrebbe variare in positivo o in negativo a seconda delle batterie utilizzate dall'utente finale o dalle condizioni di utilizzo che possono variare dalle mie durante i miei test.

Le eventuali leggere discrepanze inerenti le prove fatte su uno stesso livello sono da imputare ad un diverso posizionamento dell'attrezzatura di misurazione nei miei test.









I seguenti valori sono stati presi con le batterie cariche e sono da considerarsi di picco.



Tutte le foto a seguire sono state scattate con il bilanciamento del bianco regolato sui 5200K.

Questa foto è stata scattata ad una distanza di 40 cm dal muro.



Ampiezza del fascio



Beamshot ai livelli Turbo, High e Medium. La linea degli alberi si trova a 25 metri. Lo spill, con lo spot rivolto verso l'infinito sul piano orizzontale, parte da circa 1 metro e 60 cm dai miei piedi.







La casetta si trova a 70 metri, livelli utilizzati Turbo e High e Medium.







Gli alberi in fondo si trovano a circa 150 metri (ovviamente non si vedono). Ho usato solo il Turbo e l'High.





Ne approfitto anche per allegare un breve video che rende meglio l'idea della potenzialità della torcia.



Considerazioni personali

Inutile girarci intorno, il fatto che questa torcia sia compatibile con così tante batterie è una figata pazzesca! Difficilmente si trova una torcia che riesca a sfruttare così bene diverse fonti di alimentazione.

Come possiamo vedere dalle curve di scarica tutti i livelli sono ben regolati, le curve del Turbo non ventilate mostrano come sia presente un livello fantasma di circa 600 lumens mentre quelle ventilate mostrano come la torcia possegga una regolazione basata sulla temperatura per cercare di offrire la maggiore luminosità possibile.
I più attenti avranno notato che la curva con la 21700 parte ad una luminosità leggermente inferiore rispetto alla 18650 non protetta e alla coppia di CR123A. Questo comportamento molto probabilmente è da imputare all'intervento del PCB sul mio esemplare di batteria (la C270).Infatti, nel dubbio, ho provato una 21700 non protetta ed ha avuto lo stesso comportamento della 18650. Ad ogni modo non c'è da allarmarsi, si ha solo una differenza di 100 lumens.

Nel complesso è un buona torcia, i dati dichiarati sono veritieri e tutto sommato ha una buona UI. Grazie alla loro sporgenza rispetto al corpo torcia, non si fatica neanche a trovare gli interruttori buio.
L'unico neo trovato è la ricarica che viene interrotta qualche Volt prima del dovuto invece di terminare ai canonici 4,20V. Per il resto è un buon prodotto.


Voi cosa ne pensate di questa MR15? L'acquistereste? Discutiamone insieme
 

Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
N Illuminazione 0
N Illuminazione 0

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto