Fornelli ad Alcool vs Fornelli a gas in lunghe percorrenze

E comunque.... Qui nessuno ne ha parlato mi pare, ma una soluzione davvero leggerissima sono le esbit. Io ci sono un pò affezionato perché mio padre è sempre andato a pastiglie di Meta. Abitudine dell'esercito. Ma a parte l'affezione con 8gr sono certo di mangiare. A volte ne bastano 4 di gr.
 
Ma qualcuno ha mai provato la cera liquida?
Quella delle candele finte o lampade, si trova sui 4 euro al litro.
Penso sia paraffina liquida...ad ogni modo come i tutti i vari combustibili tipo olii vegetali, cera / parafaffina liquida o solida, gasolio hanno di pro un potere calorifico nettamente superiore all'alcol (a memoria tipo una volta e mezza), di contro... producono una quantità di fuliggine tale che dopo che li usi una volta capisci immediatamente perché nessuno li usi come combustibile da trekking...
 
Qui nessuno ne ha parlato mi pare, ma una soluzione davvero leggerissima sono le esbit
Personalmente le uso per "scaldare" ma non per "cucinare", per scaldare intendo una tazza di thè, l'acqua per il cous cous etc etc, per cucinare intendo dei wurstell, purè di patate, una busta knorr etc etc.

Ciao :si:, Gianluca
 
E comunque.... Qui nessuno ne ha parlato mi pare, ma una soluzione davvero leggerissima sono le esbit. Io ci sono un pò affezionato perché mio padre è sempre andato a pastiglie di Meta. Abitudine dell'esercito. Ma a parte l'affezione con 8gr sono certo di mangiare. A volte ne bastano 4 di gr.
In passato se ne è parlato ampiamente, ottimo per farsi una tazza di thè o reidratare una busta ma solitamente non viene utilizzato per impegni molto "gravosi"; ho trovato una mia risposta del lontano 2012... che riporto anche qui per comodità (ma nel caso leggetevi tutto il thread, è interessante!):

Il potere calorifico dell'Esbit è superiore del 20% rispetto all'alcool etilico... la differenza di peso secondo me è poca (vuol dire portarsi dietro ad es. 50 gr di esbit contro 60 gr di alcool...), mentre la differenza di prezzo è immensa (35€ al Kg contro 1-2€ al Kg)
 
In passato se ne è parlato ampiamente, ottimo per farsi una tazza di thè o reidratare una busta ma solitamente non viene utilizzato per impegni molto "gravosi"; ho trovato una mia risposta del lontano 2012... che riporto anche qui per comodità (ma nel caso leggetevi tutto il thread, è interessante!):
Diciamo che il rapporto col peso secondo me non è corretto. Se non erro le pastiglie sono da 4gr e bruciano per circa 5minuti.
Io non sono un matematico della cottura, ma quanti grammi di alcool servono per 5min di cottura?
 
Diciamo che il rapporto col peso secondo me non è corretto. Se non erro le pastiglie sono da 4gr e bruciano per circa 5minuti.
Io non sono un matematico della cottura, ma quanti grammi di alcool servono per 5min di cottura?
La domanda che ti devi porre è diversa... Come di un'auto non ti interessa quanti litri di carburante ti servono per tenerla accesa X minuti ma bensì quanti litri ti servono per percorrere X Km, così con fornelli e combustibili vari devi domandarti non quanti grammi servono per X minuti di fiamma, ma bensì quanti grammi servono per far bollire X ml di acqua.

Con l'alcol, in "kitchen conditions", servono solitamente circa 13 grammi per far bollire 500ml di acqua, con l'Esbit.. lascio la parola a chi lo usa! ;)
 
L'alcol alimentare che si trova da noi è 95°, non 98°... confermo che la resa aumenta... più o meno del 5%, come ci si potrebbe aspettare. Stessi vantaggi se si utilizza il bioetanolo da stufe (però quello puzza come l'alcol rosa)



Confermo, fa strano perché sotto i 5° diventa un liquido apparentemente ininfiammabile :D ma basta insistere un po'....
Tu l'hai provato a basse temperature quando aveva ancora la lana di roccia o l'avevi già tolta? Perchè in teoria quella fa da stoppino e quindi dovrebbe rendere molto più immediata l'accensione anche alle temperature più rigide



Assolutamente! Ricordiamoci che ogni bomboletta piccola ha quasi tanto metallo quanto gas...
Preciso, visto che l'ho testato, che col bioetanolo non sono riuscito a spegnere la fiamma appoggiando il coperchio sul fornello, mentre con l'alcol si..
 
La domanda che ti devi porre è diversa... Come di un'auto non ti interessa quanti litri di carburante ti servono per tenerla accesa X minuti ma bensì quanti litri ti servono per percorrere X Km, così con fornelli e combustibili vari devi domandarti non quanti grammi servono per X minuti di fiamma, ma bensì quanti grammi servono per far bollire X ml di acqua.

Con l'alcol, in "kitchen conditions", servono solitamente circa 13 grammi per far bollire 500ml di acqua, con l'Esbit.. lascio la parola a chi lo usa! ;)
Ripeto, io lo uso a volte per affezione col vecchio porta pastiglie di mio papà e non mi è mai venuto in mente di misurare le tempistiche. Normalmente viaggio a gas e qualche volta ad alcool a causa della curiosità che mi avete fatto venire qui :lol: .
Detto questo, non ho mai notato problematiche così grosse come quelle del vecchio post (che sono andato a leggere).
Prenderò i tempi, ma per ora posso dirti che le pastiglie che utilizzo io sono da 4gr. Con una pastiglia riesco a fare un tè in tazza d'alluminio con coperchio e con 2 faccio un riso in busta in pentolino d'alluminio . Non dico sia la svolta, ma con 8 12gr viaggio tranquillo e faccio un pasto fuori senza problemi. Niente che possa rovesciarsi, niente bombole, pochissimo peso, nessun problema di accensione ed è pure perfetto nel caso serva un innesco. Ha i suoi vantaggi.
 
Lancio una ipotesi:
Il Post originale menziona il peso dell' acqua nella equazione. Deduco che quindi, per questo esercizio aritmetico l'acqua bisogna portarsela dietro.
Se e' cosi', il peso dell' acqua per una escursione lunga diventa il fattore piu' importante.
E quindi varrebbe la pena di investire in una pentolina a pressione? Ce ne sono di carinissime e di tutte le misure.
Pesa di piu', ma mai come il risparmio di acqua che serve a cucinare gli spaghetti o i tortellini, e poi cucina piu' velocemente e si risparmia anche carburante, che sia alcohol o gas.

Qui' un esempio di una media compatta

https://gsioutdoors.com/halulite-2-7-l-pressure-cooker.html

Questo signore, Giovanni Soldini, e' il master della cucina Italiana con pentola a pressione in condizioni ex-casalinghe, nel suo ambiente di lavoro l'acqua dolce deve essere limitatissima se no comincia a pesare troppo e ad influire sulla performance della barca. Qui' cucinava per sei persone.

 
[...Esbit...] le pastiglie che utilizzo io sono da 4gr. Con una pastiglia riesco a fare un tè in tazza d'alluminio con coperchio e con 2 faccio un riso in busta in pentolino d'alluminio . Non dico sia la svolta, ma con 8 12gr viaggio tranquillo e faccio un pasto fuori senza problemi. Niente che possa rovesciarsi, niente bombole, pochissimo peso, nessun problema di accensione ed è pure perfetto nel caso serva un innesco. Ha i suoi vantaggi.
Per le uscite in giornata, dove si ha bisogno semplicemente di un thè caldo e di una busta di noodles, l'Esbit ha assolutamente il suo perché...
Come alternativa in questi caso qua io, da fornellettista etilico che sono, parto semplicemente col fornelletto "carico" e fine, lasciando a casa la bottiglietta

Lancio una ipotesi:
Il Post originale menziona il peso dell' acqua nella equazione. Deduco che quindi, per questo esercizio aritmetico l'acqua bisogna portarsela dietro.
Nonononono!!!! :rofl: ...Altrimenti per star fuori una settimana bisognerebbe spalleggiarsi 20 Kg di acqua! :-?
L'acqua chi fa trekking di più giorni fa in modo di riuscire a recuperarla lungo l'itinerario possibilmente almeno una volta al giorno, altrimenti è un problema...
Poi comunque vi sono contesti un cui una pentola a pressione può avere senso, ad esempio in casi di gruppi numerosi, campibase ad alta quota etc etc... Nei classici trekking da più giorni per una/due persone difficilmente si ammortizza il peso extra, e si preferisce semplicemente evitare cibi con lunghe bolliture...
 
Ultima modifica:
Ma qualcuno ha mai provato la cera liquida?
Quella delle candele finte o lampade, si trova sui 4 euro al litro.
posso dirti che un misto di cera (poca) e alcol (tanto) brucia bene, ma appena va in ebollizione fa tipo un vulcanetto. lo usavo come mini esperimento scientifico :D

edit: e sporca in modo assurdo
 
mi hai incuriosito, appena riesco faccio una prova, non in casa però, altrimenti mia moglie mi uccide :gover:
se vuoi un metodo semplice per riuscirci: prendi una candela di quelle piccole da te dentro la sua vaschetta metallica, quasi finita o comunque che ne sia rimasta meno della meta'. riempi fino all'orlo di alcol. dai fuoco. tempo qualche minuto, goditi il vulcanetto, e sta indietro (meglio se la posi al suolo o ovunque non possa fare danni notevoli e neppure sporcare)
 

Discussioni simili



Alto Basso