Informazione Foto alla via lattea in Piemonte (senza camminare tanto)

Ciao a tutti! Sono Filippo, ho 25 anni e sono un utente nuovo che si è registrato oggi.
Ieri notte ho lurkato un po' il forum, e mi sembra pieno di persone esperte. Questa pandemia mi ha insegnato la dura lezione di quanto sottovalutassi il contatto con la natura.

Vorrei organizzare con i miei amici per il novilunio di luglio o agosto (in base al meteo) una nottata a guardar le stelle. Nessuno di noi ha visto la via lattea a occhio nudo e non tutti noi abbiamo allenamento per camminare molto. Quindi sono qui per chiedervi un po' di posti a massimo 2/3 ore da Torino raggiungibili in auto utilitaria e con una camminata non eccessiva, idealmente non superiore a 15 minuti o mezz'ora al limite.
Questo perché se facesse molto freddo o per ogni evenienza sarebbe utile raggiungere l'auto senza troppa fatica.

Ho letto qua e là alcuni luoghi, però non ho capito se rispecchiano queste caratteristiche:
- Colle del Nivolet
- Altopiano della Gardetta
- Colle della Maddalena

Alcuni miei amici sono molto spaventati per la questione freddo / possibilità di piantare magari una tenda o accendere un piccolo fuocherello per scaldarci. Potete darci qualche tips anche su questo?

Grazie mille!
 
Lascia stare il fuocherello a meno che non sia in un'area picnic con le classiche "zone barbecue".

Visto che non avete intenzione di camminare molto, potreste caricarvi sulle spalle più vestiti.
Tutti abbiamo dei giubbotti invernali, dei piumini che usiamo a gennaio... bene: legateli allo zaino.
Non bisogna farsi fregare dal clima estivo che c'è in pianura o di giorno.

Poi suggerisco di portare anche la coperta isotermica: pesa poco e costa un paio d'euro al decathlon.
Ricordate che la parte oro va tenuta all'esterno.
Non è una gran comodità ma ti salva la nottata in caso di errore di valutazione.
Si può tenere come ultimo strato fuori dal sacco a pelo, oppure (dicono sia ancora meglio ma non ho mai provato) ci si può avvolgere all'interno del sacco a pelo.

Adesso chiedo io una cosa a voi: come si fotografa la via lattea?
Io ho una reflex ma ,anche con tempi di esposizione lunghi, ottengo una bella stellata ma la via lattea non viene così spettacolare come in certe foto che vedo.
Forse le foto che vedo su internet sono pesantemente ritoccate?
 
Ultima modifica:
grazie per i consigli! Aspetto anche qualcun altro per il dove

Per le foto io non ho mai provato con la nuova macchina che ho. Con la vecchia, una D3300 che non reggeva gli ISO venivano veramente male.
Ora possiedo una Sony A7III, dovrebbe reggere gli ISO un po' di più. Il mio piano era quello di andare lì con cavalletto, 30 secondi di posa, f2/8 e sperimentare, essendo comunque la prima volta che faccio una roba simile
 
Benvenuto nel forum e bellissima l'idea delle foto, anni fa le facevo anche io con una vecchia reflex meccanica, anche in inverno.
Non conosco la zona e non posso darti le info che chiedi ma per il vestito adeguato ho un po' di esperienza.
Il mio consiglio è lo stesso di Doc74, vestiti !!!
In inverno sulla neve, non avendo all'epoca tute da sci o similari, mi mettevo anche 3 paia di pantaloni uno sopra l'altro (non scherzo), idem per i maglioni. Sarò stato anche ridicolo (sì, ero ridicolo :biggrin:) ma stare ore fermo a meno qualche grado dopo un po' sei congelato...
Certo d'estate non ci saranno meno X gradi di temperatura, però conta che ci sarà più freddo di quello che credi
Piuttosto non trascurare i particolari: cappello, calzini, guanti.... ho dovuto rinunciare ad una nottata perchè dopo mezz'ora avevo i piedi ghiacciati
 
Anche al rifugio Scarfiotti, nella valle di Rochemolles sopra Bardonecchia, si fanno belle foto. E si arriva in auto.
 
Grazie ancora per i tips!
Per le zone, sia per il rifugio Scarfiotti che per gli altri che ho indicato, sapete qualcosa in più? Perché per far un esempio: l'altopiano della Gardenna o il Colle del Nivolet immagino che sia tutto il colle, ma in pochi punti si potrà lasciare l'auto in modo sicuro
 
Grazie ancora per i tips!
Per le zone, sia per il rifugio Scarfiotti che per gli altri che ho indicato, sapete qualcosa in più? Perché per far un esempio: l'altopiano della Gardenna o il Colle del Nivolet immagino che sia tutto il colle, ma in pochi punti si potrà lasciare l'auto in modo sicuro

Allo Scarfiotti c'è un parcheggio molto grande. E tende ne vedo piantate spesso, direi che non ci sono problemi.
 
Io abito verso le valli di Lanzo, conoscete anche qualcosa in questa zona?
un po' nebbiose come zone, comunque se trovi la giornata secca...
Pian della Mussa...
Malciaussia...
--- Aggiornamento ---

La Luna sopra il Lago Malciaussia 6 agosto 2020 verso le 6 di mattina fotografata con lo smartphone

223328
 
Ultima modifica:
altopiano della Gardetta (Val Maira) comunque è a due ore di auto da Torino :biggrin:
Colle del Nivolet pure

penso ci siano posti più comodi, come spostamento... però non sono un esperto di inquinamento luminoso, qualche mappa però l'avevo vista...

https://www.lightpollutionmap.info/#zoom=10.02&lat=45.0502&lon=7.3792&layers=B0FFFFFFTFFFFFFFFFF
Andreapaiola non mettere certi link a quest'ora per favore.... sono 20 minuti che ci ****eggio su, ma avrei un sacco di lavoro da fare in smart working !!!! :D
 
Il Nivolet è discretamente buio, anche perchè è abbastanza incassato tra le montagne (quindi visuale non molto aperta, ma cmq buona). Non c'è nessun bisogno di camminare perchè va benissimo la piana dei laghetti dove si arriva in macchina, e di notte c'è tutto il posto che vuoi.
La piana dello Scarfiotti va bene, ma bisogna fare un bel tratto di sterrata non sempre bellissima....molto più comodo il Colle della Scala li vicino.
Non male e abbastanza comodo il Moncenisio al fondo del lago....le parti centrali della via lattea in corrispondenza delle costellazioni del Sagittario e Scorpione, passano proprio nella zona aperta verso sud.
Grandissima apertura sull'orizzonte est/sud/sudovest (quella che interessa) al Pian delle Nere, sopra Cuorgnè.
Val Varaita....ottime postazioni poco prima di arrivare sul colle dell'Agnello e sul colle di Sampeyre.
Spettacolare Bellecombe nel parco della Vanoise...si passa il Moncenisio, e poco prima di Termignon si svolta a dx e si sale su verso il lago....molto buio e sempre grandi cieli...meno di 2 ore da Torino.
Tutti i posti che ti ho menzionato sono raggiungibili in macchina..........anche perchè con un telescopio di quasi 100kg, anche fossi Reinold Messner non potrei portarlo.
Alcune foto dei posti menzionati:

Piana del Nivolet (con cometa Neowise e passaggio della ISS):

i-rG5fv3v-4K.jpg


Nivolet:
i-gWCrJDP-4K.jpg


Nivolet:
i-5W97WTQ-X4.jpg


Crissolo - Pian della Regina....la cometa Wirtanen sorvola il Monviso
i-P9sBpwx-X5.jpg


Izoard (un paio di ore da Torino):
i-2ckLvmg-4K.jpg


Izoard (con Giove sulla sx e la nebulosa trifida ben visibile circa al centro)
i-pbt92NF-4K.jpg


Assietta....M42 la Grande Nebulosa di Orione si specchia nel laghetto.....
i-98ZCVh6-4K.jpg


Mont Ventoux:
3J2A9349-4K.jpg


3J2A9339-4K.jpg
 
Ultima modifica:
Il Nivolet è discretamente buio, anche perchè è abbastanza incassato tra le montagne (quindi visuale non molto aperta, ma cmq buona). Non c'è nessun bisogno di camminare perchè va benissimo la piana dei laghetti dove si arriva in macchina, e di notte c'è tutto il posto che vuoi.
La piana dello Scarfiotti va bene, ma bisogna fare un bel tratto di sterrata non sempre bellissima....molto più comodo il Colle della Scala li vicino.
Non male e abbastanza comodo il Moncenisio al fondo del lago....le parti centrali della via lattea in corrispondenza delle costellazioni del Sagittario e Scorpione, passano proprio nella zona aperta verso sud.
Grandissima apertura sull'orizzonte est/sud/sudovest (quella che interessa) al Pian delle Nere, sopra Cuorgnè.
Val Varaita....ottime postazioni poco prima di arrivare sul colle dell'Agnello e sul colle di Sampeyre.
Spettacolare Bellecombe nel parco della Vanoise...si passa il Moncenisio, e poco prima di Termignon si svolta a dx e si sale su verso il lago....molto buio e sempre grandi cieli...meno di 2 ore da Torino.
Tutti i posti che ti ho menzionato sono raggiungibili in macchina..........anche perchè con un telescopio di quasi 100kg, anche fossi Reinold Messner non potrei portarlo.
Alcune foto dei posti menzionati:

Piana del Nivolet (con cometa Neowise e passaggio della ISS):

i-rG5fv3v-4K.jpg


Nivolet:
i-gWCrJDP-4K.jpg


Nivolet:
i-5W97WTQ-X4.jpg


Crissolo - Pian della Regina....la cometa Wirtanen sorvola il Monviso
i-P9sBpwx-X5.jpg


Izoard (un paio di ore da Torino):
i-2ckLvmg-4K.jpg


Izoard (con Giove sulla sx e la nebulosa trifida ben visibile circa al centro)
i-pbt92NF-4K.jpg


Assietta....M42 la Grande Nebulosa di Orione si specchia nel laghetto.....
i-98ZCVh6-4K.jpg


Mont Ventoux:
3J2A9349-4K.jpg


3J2A9339-4K.jpg
Applausi :si:
 
Il Nivolet è discretamente buio, anche perchè è abbastanza incassato tra le montagne (quindi visuale non molto aperta, ma cmq buona). Non c'è nessun bisogno di camminare perchè va benissimo la piana dei laghetti dove si arriva in macchina, e di notte c'è tutto il posto che vuoi.
La piana dello Scarfiotti va bene, ma bisogna fare un bel tratto di sterrata non sempre bellissima....molto più comodo il Colle della Scala li vicino.
Non male e abbastanza comodo il Moncenisio al fondo del lago....le parti centrali della via lattea in corrispondenza delle costellazioni del Sagittario e Scorpione, passano proprio nella zona aperta verso sud.
Grandissima apertura sull'orizzonte est/sud/sudovest (quella che interessa) al Pian delle Nere, sopra Cuorgnè.
Val Varaita....ottime postazioni poco prima di arrivare sul colle dell'Agnello e sul colle di Sampeyre.
Spettacolare Bellecombe nel parco della Vanoise...si passa il Moncenisio, e poco prima di Termignon si svolta a dx e si sale su verso il lago....molto buio e sempre grandi cieli...meno di 2 ore da Torino.
Tutti i posti che ti ho menzionato sono raggiungibili in macchina..........anche perchè con un telescopio di quasi 100kg, anche fossi Reinold Messner non potrei portarlo.
Alcune foto dei posti menzionati:

Piana del Nivolet (con cometa Neowise e passaggio della ISS):

i-rG5fv3v-4K.jpg


Nivolet:
i-gWCrJDP-4K.jpg


Nivolet:
i-5W97WTQ-X4.jpg


Crissolo - Pian della Regina....la cometa Wirtanen sorvola il Monviso
i-P9sBpwx-X5.jpg


Izoard (un paio di ore da Torino):
i-2ckLvmg-4K.jpg


Izoard (con Giove sulla sx e la nebulosa trifida ben visibile circa al centro)
i-pbt92NF-4K.jpg


Assietta....M42 la Grande Nebulosa di Orione si specchia nel laghetto.....
i-98ZCVh6-4K.jpg


Mont Ventoux:
3J2A9349-4K.jpg


3J2A9339-4K.jpg
Giù il cappello!!
 
In realtà non l'ho mai capita nemmeno io ed onestamente non ho mai indagato sui motivi "scientifici, tecnici".

Il motivo è abbastanza semplice (in realtà bisognerebbe anche specificare VERSO SUD)..il nostro sistema solare si trova in una zona abbastanza marginale della via lattea....alle nostre latitudini e nel periodo maggiormente favorevole (fine primavera/estate) il "bulge" della nostra galassia (la sua parte centrale, quella con il numero nettamente superiore di stelle) è possibile vederlo scorrere da sud/est verso sud/ovest....la zona è quella delle costellazioni Sagittario e Scorpione, e la cosa è ben visibile nelle 2 foto dall'Izoard (con le polveri intergalattiche che creano quelle zone scure). Perchè ad occhio nudo non vediamo questa cosa (o almeno non in maniera così evidente). Perchè il nostro occhio ha grosse limitazioni quanto a "raccolta di luce"....una persona con ottima vista e pupilla dilatata al massimo (circa 7mm) è in grado di vedere stelle fino a magnitudine 6....il che, numericamente parlando, significa che, dal nostro emisfero boreale, possiamo vedere al massimo meno di 2000 stelle (sfido chiunque ad affermare che era una valutazione facile)....però se sostituiamo la nostra pupilla da 7mm con le lenti di un binocolo da 50mm, aumentando così in maniera importante la raccolta di luce, anche con i nostri occhi inizieremo a vedere chiaramente l'immagine della fotografia (ovviamente non con i colori, ma monocromatica). La macchina fotografica è in grado di riprendere quelle immagini, perchè lei può fare una cosa che i nostri occhi non sono assolutamente in grado di fare, e cioè "sommare" i fotoni che arrivano in un lasso di tempo lungo in un'unica immagine...noi l'unica possibilità che abbiamo è utilizzare strumenti che raccolgano più luce. Questo per dire che, quando leggiamo di gente che definisce "photoshoppate" tante immagini di astronomia, si dovrebbe discutere più che di postproduzione, di ignoranza cosmologica sulle leggi che regolano la fisica/ottica.
 
Ma infatti quello che io non sopporto è l'equazione postproduzione=falso. Se mi metto a fare grafica e fotomontaggi ok...se prendo una luna e la metto su un'altra immagine devastandone proporzioni e luminosità ok.....ma se uso la pp per fare quello che DEVE fare, e cioè migliorare dettagli, certi aspetti cromatici, equilibrare alte luci e ombre, etc allora penso proprio che la pp sia un passaggio FONDAMENTALE per arrivare ad una bella foto...anche perchè la Verità nell'immagine non esiste per definizione....ovviamente evito di discutere di queste cose con chi dice "scatto in jpg senza modificare nulla!!"..............Bravo!!....Nr1!!.......... :rofl: :rofl::rofl:
 
Lo stesso sensore può essere montato su macchine di marchi diversi...lo stesso jpg fatto con parametri tutti azzerati su Sony, Nikon e Pentax da 3 immagini jpg completamente diverse, perchè il jpg è il massimo della postproduzione fotografica possibile ed il risultato è quello che hanno scelto gli ing. di canon, nikon, sony etc.
Per altro TUTTE le macchine scattano cmq prima in raw...poi, se uno vuole solo il jpg, buttano via il 70/80% di informazioni di quel raw...inoltre da un'immagine che ha una possibilità di profondità colore di 4.400.000.000.000 di colori (14 bit) ti ritrovi con una da 16.800.000 colori (8bit)......per non parlare di un file immagine che si degrada sempre più ad ogni nuovo salvataggio...se uno si accontenta, chi sono io per criticarlo???
 
Alto Basso