Fuoco, tecnica di accensione dall'alto

Usando dei fornelli a legna autocostruiti il mio piu grande rammarico era quello che una volta accesi fanno un gran fuoco e subito dopo tendono a spegnersi dimostrandosi scomodi per la cottura dei cibi e costringendo ad alimentarli continuamente.
 
 
Questo problema si risolve con l'accensione dall'alto, guardatevi tutti i filmati di questo post. guardate l'ultimo della seconda pagina come è carino il concentratore conico della fiamma
 
 
L'idea è che questo fornello poco piu grande di uno ad alcool viene caricato con pezzettini di legna messi in verticale invece che alla rinfusa e accesi dall'alto al contrario di quello che la logica lascierebbe pensare.
 
 
Ho provato a emulare il costruttore americano la mia è solo una dimostrazione e non un fornello finito e questi sono i risultati:
 
 

 
 
Ho preso un barattolo di latta piccolo, tolto il fondo e riempito con pezzetti di una tavoletta di legname da costruzione probabilmente abete, tagliare dei pezzetti cosi corti costringe ad avere un segaccio con se ed è un po una seccatura quando si è sul campo.
 
 

 
 
Sopra questi pezzetti verticali si mette della carta in cerchio e sopra degli altri pezzetti di legno ancora piu fini
 
 

 
 
Non sono riuscito ad accenderlo con la carta, probabilmente ce ne vuole molta di piu, allora ho provato col solito batuffolo impregnato di vasellina con un risultato positivo
 
 

 
 
I pezzetti verticali prendono fuoco sopra come avviene in una candela che mano a mano si consuma
 
 

 
 
In questo modo il fuoco è stato molto graduale è durato molto tempo, a dire la verita si è spento piu di una volta costringendomi a soffiarci sopra, probabilmente dovevo lasciare piu spazio sotto per la ventilazione oppure spaccare il legno piu sottile di come si vede in foto, sui filmati dell'americano invece fila tutto liscio
 
 

 
 
I pezzetti verticali si trasformano prima in carbone e poi in cenere lasciando veramente un piccolo residuo a fine combustione.
Il tizio probabilmente commercializzera il fornelletto da lui costruito, vende anche su ebay
Sostiene che con questi semplici dispositivi è possibile la pirolisi del legno cioè la trasformazione di questo in gas metano durante la combustione.
 
Ultima modifica:
Il tizio probabilmente commercializzera il fornelletto da lui costruito, vende anche su ebay Sostiene che con questi semplici dispositivi è possibile la pirolisi del legno cioè la trasformazione di questo in gas metano durante la combustione.
quindi se lo monto sulla mia punto a metano posso viaggare gratsi bruciando legna??
 
quindi se lo monto sulla mia punto a metano posso viaggare gratsi bruciando legna??

Se vuoi capire qualcosa di questo fenomeno cerca Pirolisi con google si ottiene con temperature piuttosto elevate e il gas che ne deriva non è metano puro

!
 
Ultima modifica:
Prova a praticare un foro nella parte bassa del fornelletto in modo da alimentare di ossigeno il fuoco. Credo che non si spegnerà più.
 
Bellissima idea, da sperimentare alla prossima mangiata di fagioli (mi serve la latta e poi tutti lontani da me :D )
Da quello che ho capito della pirolisi i buchi non bisogna farli sotto la latta.
Penso che sarebbe opportuno farli intorno al bordo superiore per permettere di poggiarci il pentolino ed alimentare d'ossigeno la fiamma dall'alto.

Che ne pensi?
 
Il concetto è di mettere una lattina dentro un'altra in modo che l'aria incandescente che si crea nell'intercapedine innalzi e migliori la combustione arrivando cosi alla pirolisi, un esempio commerciale di questo è BUSHBUDDY ... Compact woodburning cookstove for outdoors se vuoi costruirne uno cerca su youtube wood gas stove troverai un sacco di esempi YouTube - How to make a Wood Gas Stove (HD)


Il l'autore del fornello che ho linkato nel post asserisce che non è necessario una costruzione con intercapedine d'aria per arrivare alla pirolisi infatti puoi notare  che non ce l'ha, ma io sono molto scettico su questo.


Comunque l'intento del mio messaggio è solo quello di illustrare l'accensione dall'alto piuttosto che da sotto, per mantenere la fiamma viva molti usano una ventola da computer sotto al fornello alimentata da un pacco di batterie stilo anche di questo troverai molti esempi su youtube
 
Il l'autore del fornello che ho linkato nel post asserisce che non è necessario una costruzione con intercapedine d'aria per arrivare alla pirolisi infatti puoi notare  che non ce l'ha, ma io sono molto scettico su questo.
E' possibile che la disposizione dei legnetti in verticale serva proprio a creare un flusso d'aria simile a quello che si crea con una lattina dentro l'altra. la mia è solo una ipotesi, ed in tal caso la disposizione esatta dei legnetti e fondamentale per il buon funzionamento. Chi può sperimenti e riferisca :), io ogni volta che provo a far cose nuove vengo guardato strano da moglie e figli.
 
Dai un'occhiata alla Lucia Stove di cui ne parlava Federico in un altro topic.
Fondamentalmente la cosa è fantastica perché quel che rimane (nella lucia stove fatta ad hoc però) è del biochar e l'alimentazione può essere qualsiasi cosa organica.
Il problema è che nel blog che citava federico si può leggere una discussione tra "addetti ai lavori" che parlavano di eventuali emissioni tossiche di un simile processo. Chissà ora se si è evoluta la discussione e sono arrivati a qualche conclusione!
 

Discussioni simili



Alto Basso