Recensione Garmin Instinct

Il mio non dice la carica rimante in giorni essendo l'1 ma non ho notato cali riscontrabili in quasi 3 anni. È successo in passato, anche a me, che qualche aggiornamento FW portasse a problemi di batteria, solitamente risolti in breve tempo con l'aggiornamento seguente.
Ah vero, recentemente si é aggiornato!
 
Potrebbe essersi attivata qualche impostazione.
Sul fenix c'era un aggiornamento che automaticamente attivava il pulsossimetro, per cui la durata della batteria calava drasticamente. Riporta le impostazioni all'origine e tutto torna normale.
Le impostazioni sono sempre le stessa uso il pulsissometro la.notte e mi dava sempre 28gg
 
Alla fine ho preso l'Instinct a 150 euro da Unieuro.
Testato ieri in una Skyrace: allora devo dire che per me non ha senso per l'escursionismo. Per fare navigazione è inadeguato sia perché non è cartografico sia perché leggere un orologio in navigazione è macchinoso e complicato. Trovo sia invece un prodotto perfetto proprio per fare trail running perché è di certo comodissimo per leggere i dati in marcia (molto più di un telefono) e all'occorrenza permette di accorgersi se si è andati fuori traccia e di rientrarvi.
Insomma buon prodotto per fare allenamenti e trail, per escursionismo un Etrex rimane mille volte meglio ed anche uno smartphone con wikiloc.

Approfitto per chiedervi una delucidazione: ma non c'è modo di caricare i gpx senza passare per quel fracassamento di balle di Garmin connect o per Basecamp come per l'Etrex? Cioè non esiste una semplicissima cartella GPX in cui mettere la traccia? Perché non sono riuscito a trovarla.
 
Ultima modifica:
Per fare navigazione è inadeguato
comodissimo per leggere i dati in marcia (molto più di un telefono) e all'occorrenza permette di accorgersi se si è andati fuori traccia e di rientrarvi
Forse abbiamo un concetto di verso di navigazione: per me è caricare una traccia e seguirla, guardando il bisciolino nero e anche grazie agli avvisi di fuori traccia. Anche senza mappe è sufficiente per orientarsi.

La cartella se non ricordo male è nominata NEWFILES, metti il gpx lì e poi l'orologio se la converte/sposta dove gli serve che sia.
Ora non ho con me il cavo per verificare.
 
Forse abbiamo un concetto di verso di navigazione: per me è caricare una traccia e seguirla, guardando il bisciolino nero e anche grazie agli avvisi di fuori traccia. Anche senza mappe è sufficiente per orientarsi.

La cartella se non ricordo male è nominata NEWFILES, metti il gpx lì e poi l'orologio se la converte/sposta dove gli serve che sia.
Ora non ho con me il cavo per verificare.
Ti ringrazio, ora provo.

Beh ma se devo seguire una traccia è fondamentale comunque avere idea di come è fatto il territorio, di quali bivi si possono incontrare (compresa la possibilità di cambiare idea strada facendo) e soprattutto avere una leggibilità della mappa. Nel momento in cui un Etrex fa questo lavoro mille volte meglio non trovo sensato usare l'orologio.
Diverso invece il discorso sportivo dove debbo avere i dati alla mano costantemente, avere una vestibilità comoda, non dover ogni volta estrarre il dispositivo perdendo tempo e concentrazione. Nel caso dell'Instinct si aggiunge anche la possibilità di seguire una traccia all'occorrenza, anche se con diversi handicap rispetto ad un dispositivo dedicato, il che è un'ottima cosa.
Quindi ribadisco il mio pensiero: buonissimo per gare di trail e allenamenti di trail ma per l'escursionismo c'è di nettamente meglio.
 
Il mio uso dell'instinct, come ho letto di altri, è in accoppiata connsmartphone.
A casa studio il terriotrio e lo conosco, creo la traccia (che quindi conosco bene) e.la.carico su smartphone e instinct.
In escursione so già cosa fare, mi basta il biscio jero dell'instinct per essere certo di non essere fuori traccia.
Quando ho dubbi o cambio programma guardo smartphpne, xche si vede bene memtre etrex (che ho) si vede da schifo.
Il limite di questo approccio resta in ambienti o condozioni severe, dove cinvorrebbe scehrmo e tastoni tipo etrex...ma ilnprodotto tutto giusto ancora non c'è.
Io cmq cosi copro il 90% dei miei bisogni. E l'etrex l'ho preso solo da quando faccio alpinismo, x le condizioni più difficili.
 
su questo non c'è dubbio!

Se fai la prova di caricamento, fammi sapere se ha funzionato ;)
Sì sì appena riesco provo e ti dico!
Il mio uso dell'instinct, come ho letto di altri, è in accoppiata connsmartphone.
A casa studio il terriotrio e lo conosco, creo la traccia (che quindi conosco bene) e.la.carico su smartphone e instinct.
In escursione so già cosa fare, mi basta il biscio jero dell'instinct per essere certo di non essere fuori traccia.
Quando ho dubbi o cambio programma guardo smartphpne, xche si vede bene memtre etrex (che ho) si vede da schifo.
Il limite di questo approccio resta in ambienti o condozioni severe, dove cinvorrebbe scehrmo e tastoni tipo etrex...ma ilnprodotto tutto giusto ancora non c'è.
Io cmq cosi copro il 90% dei miei bisogni. E l'etrex l'ho preso solo da quando faccio alpinismo, x le condizioni più difficili.
Ci può stare senz'altro ma anche lo smartphone ti dà l'allarme di fuori traccia se è solo per quello che lo utilizzi. Poi certo è meglio avere un doppio dispositivo per sicurezza.
Io con l'Etrex mi trovo bene sinceramente e la sua affidabilità è quasi totale anche nei canyon o dove lo smartphone impazzisce quindi per escursionismo serio resta la mia prima scelta.
 
Feedback a 3 anni (e qualche mese) di distanza con un po' di contesto per capirne l'uso:

Instinct al polso 24/7 salvo rare occasioni, in cui lascia il posto per qualche ora all'orologio serio analogico. Lo indosso anche in doccia e al mare.

Praticamente mai spento ad eccezione rarissimi casi in cui l'ho portato a zero di batteria. Sempre fatto tutti gli aggiornamenti firmware.

Utilizzato principalmente come tracker GPS e navigazione per escursionismo, bici (prima che comprassi un EDGE dedicato) e allenamenti (crossfit/pesi).

Ricarica sempre completa prima di escursioni/attività lunghe, tipicamente quindi ogni fine settimana, o seguendo il suo ciclo di scarica (14 giorni circa) se ho la sfortuna di non fare escursioni nel weekend.

Bluetooth e sensori sempre attivi, uniche impostazioni di risparmio sulla retroilluminazione, timeout 4 secondi, luminosità 5%, attivazione con il polso solo dopo il tramonto.

Com'è messo:

Da un punto di vista estetico "vetro" e cassa non hanno alcun segno, sono pari al nuovo nonostante non ne abbia particolare cura. Il cinturino si è "pelato" nel tempo della sua patina traslucida raggiungendo uno stato opaco uniforme.
Tasti leggermente induriti e meno sensibili al click ma comunque sempre funzionanti.

Durata della batteria stabile a riposo, calata invece dall'inizio del quarto anno in modo avvertibile durante l'attività (con GPS), recentemente sto notando comportamenti anomali tipo le tacche di carica che dopo essere scese durante un'attività, risalgono nelle ore successive (senza metterlo in carica ovviamente).

Nel complesso sono molto soddisfatto, ha fatto quel che prometteva e anche qualcosa di più.

Ho tralasciato il discorso precisione altimetro, problema noto, innegabile, ma arginabile e non sempre così accentuato su tutte le unità. Il mio va mediamente bene.
 
Il cinturino si è "pelato" nel tempo della sua patina traslucida raggiungendo uno stato opaco uniforme.
Io ho un istinct 2s...dopo un mese ha iniziato a pelarsi anche a me in questa maniera nei punti più in rilievo. Non si nota per nulla a meno che non si guardi apposta. Però dà un po' di fastidio il fatto che non abbiano aggiustato questa cosa con la seconda versione.
 
Condivido ogni virgola della recensione di @Cmps e anch’io sono un utilizzatore di vecchia data dell’Instinct prima versione (non Solar).
Quanto al cinturino io sono già al terzo; la prima cosa che salta è la fascetta di fermo con il dentino, poi con il passare del tempo salta anche la seconda. Ad ogni modo credo che dipenda molto dal fatto che io lo indosso sul polso destro (anche se non sono mancino) e anche per questo motivo subisce un discreto stress durante la mia giornata lavorativa. Problema che ho comunque risolto con un paio di Euro su Aliexpress sperimentando anche i più disparati abbinamenti cromatici :biggrin:
 
U

Utente 33524

Guest
Probabilmente non sarà il genere di utilità che ti interessa, però a me è stato utile, e mi è utile ogni giorno, non solo durante le passeggiate in montagna.
Il tracciato su Connect riportato nel primo screenshot è stato consultato direttamente sull'app con interesse professionale anche dagli addetti ai lavori dopo le 12 del 22 marzo, più o meno poco prima che la registrazione si interrompesse per un po' poiché mi ero tolto l'orologio per questioni elettromagnetiche, credo (secondo screenshot). Dico: "Beh, vedo che 'sto baracchino serve..." Risposta decisa: "Altroché!"
So' soddisfazioni...

P.S. Avevo fatto fatica a disattivare gli allarmi, alla fine, dopo le 23 del 21, sul letto del pronto soccorso, ormai incaprettato ai monitor, avevo trovato il PDF del manuale. (Triage alle 17, mi avevano messo in sicurezza con l'eparina verso le 21/22, mi pare).
 

Allegati

  • Screenshot_20230324_181147_Connect.jpg
    Screenshot_20230324_181147_Connect.jpg
    62 KB · Visite: 49
  • Screenshot_20230324_181237_Connect.jpg
    Screenshot_20230324_181237_Connect.jpg
    46,9 KB · Visite: 43
Ultima modifica di un moderatore:
Deduco che hai avuto un episodio di infarto o qualcosa di simile, e spero che si sia risolto per il meglio. Però ad essere onesto, non credo ci sia una funzione di ECG continuo su nessuno smartwatch Garmin al momento, e non mi risulta che l'Instinct possa dare allarmi in caso di fibrillazione o simili... può, tuttalpiù registrare anomalie (come nel grafico) e inviare allarmi di superamento soglia massima e minima (impostate dall'utente).

A me al massimo, alla visita per donare il sangue, mi hanno preso il battito guardandomi l'orologio. :D
 
U

Utente 33524

Guest
Era una tachicardia, più precisamente un flutter atriale 2:1, 240 o più pulsazioni dell'atrio a riposo, seduto, che (fortunatamente) si dimezzano al ventricolo, ma poteva anche essere 1:1... o peggio. È una possibile conseguenza di un intervento a cuore aperto in emergenza "estrema" di sei anni fa, la prima volta che mi capita, a parte due casi in ospedale all'epoca dell'intervento, ma risoltisi in poche ore con l'amiodarone. Nei fatti equivale a una fibrillazione. Non se ne è andata con il bolo di cordarone (amiodarone) e dunque c'è voluta l'elettricità (applicata nel periodo di interruzione del tracciato nel secondo screenshot). L'utilità dell'orologio sta nel fatto che io non avevo alcun sintomo, nemmeno quando stavo camminando dall'auto al pronto soccorso, con 150 bpm. Sono stati gli allarmi a segnalarmi l'evento. Inoltre il tracciato di tutta la giornata prima dell'evento e fino alla visita al pronto soccorso, è stato utile al cardiologo che ha fatto la cardioversione elettrica. Garmin può rilevare la fibrillazione atriale con un ECG a una derivazione solo con Venu 2 plus, Venu 3, Epix 2 Pro, Fenix 7 Pro, ma la versione necessaria di Connect non è ancora stata introdotta in Europa, e Garmin non dice nulla, sebbene qualcuno con qualche trucco l'abbia già scaricata e installata in Europa. Ha la clearance della FDA americana, e quindi anche l'agenzia europea non dovrebbe porre ostacoli, ma da Garmin non viene ancora nessuna data. Comunque, come per l'Apple, si tratta di un ECG a una derivazione, (quelli clinici ne hanno 12), valido per la fibrillazione atriale. Io uso il Kardia mobile 6L che ha 6 derivazioni, ma è un po' più scomodo da usare di un orologio. Ovviamente quando l'app Garmin arriverà dovrò pensare a un cambio di orologio, è troppo utile.
Qui una foto del Kardia.
 

Allegati

  • 20231115_143312.jpg
    20231115_143312.jpg
    107,3 KB · Visite: 40
Ultima modifica di un moderatore:
Garmin può rilevare la fibrillazione atriale con un ECG a una derivazione solo con Venu 2 plus, Venu 3, Epix 2 Pro, Fenix 7 Pro, ma la versione necessaria di Connect non è ancora stata introdotta in Europa, e Garmin non dice nulla, sebbene qualcuno con qualche trucco l'abbia già scaricata e installata in Europa.
Il trucco è andare fisicamente negli Stati Uniti e aggiornare Connect. Forse anche con una connessione VPN si potrebbe riuscire ma non ne sono sicuro.

Comunque, felice che l'Instinct ti sia stato utile in una situazione così delicata. Immagino tu abbia un 1 Solar...
 
U

Utente 33524

Guest
Sì, 1 solar, proprio ora durante la mia passeggiatina cardio quotidiana e molto tardiva mi segnalava una frequenza un po' alta e oscillante. Da qualche giorno è ballerina quando faccio la passeggiata, ho controllato con il Kardia, ritmo sinusale normale.
 

Allegati

  • 20231115_153954.jpg
    20231115_153954.jpg
    153,3 KB · Visite: 46
Alto Basso