Escursione Genova - Marina Sestri P.

Pasqua 01/04/2018

Quando torno da un lungo periodo di trasferte sento quasi il bisogno fisico di fare un giro in qualche sentiero e/o passeggiate in prossimità della costa Ligure, in modo da respirare l'aria del mare e sentirmi a casa.

Purtroppo quest'anno, almeno a Genova, nei fine settimana il clima non è stato quasi mai favorevole.

Il primo Aprile approfittando delle ottime condizione meteo, prima del pranzo di Pasqua, riesco a fare un giro alla Marina di Sestri P.

Ho deciso di condividere questa passeggiata per fornire un punto di vista differente rispetto a quello che si trova più facilmente in rete e cioè dai monti verso il mare, ma dal mare verso i monti.

La zona è quella dell'aeroporto di Genova:
Mappa.jpg

Tramite un cavalcavia supero la ferrovia e la piccola stazione di Sestri, dietro alla quale si possono vedere le gru dei cantieri di Genova (dove hanno costruito il Rex 1931 e l'Andrea Doria 1951)
A01.JPG

Voltandosi su cavalcavia si possono vedere i monti a ridosso delle abitazioni.
A02.JPG

Quindi si arriva al piccollo borgo
A03.JPG

A04.JPG

Supero le abitazioni ed arrivo al mare
A05.JPG

Nonostante siamo protetti dalla di diga, per effetto della mareggiata che oggi sta colpendo la costa, la risacca "scuote" le imbarcazioni producendo il tipico rumore degli ormeggi.

Mi avvicino alla marina superando i numerosi circoli Nautici:
A06.JPG

A07.JPG

Nella parte più esterna che confina con l'Aeroporto c'è la Torre di Controllo
A08.jpg

Riporto alcune foto di imbarcazioni presenti:
A09.JPG

A10.JPG

A11.JPG

La zona dei locali (ristoranti e bar)
A12.JPG

I cantieri con dietro il monte Gazzo
A13.JPG

A14.JPG

Il porto petroli:
A15.JPG


Oggi le ottime condizioni di visibilità permettono di vedere oltre gli alberi delle imbarcazioni anche i monti imbiancati dell'estremo ponente , finisco con queste due zoomate.
A16.JPG

A17.JPG

Spero di non avervi annoiato

Ciao
 
Accidenti, c'ero anch'io lì, quel giorno. Ma nel primo pomeriggio, una giornata splendida. A Pasquetta, sulle pendici del monte Tardia, invece, ho beccato solo nebbia e vento :biggrin:
 
Ultima modifica:
Hai la fortuna di vivere proprio in una bella città. E quando a ottobre scorso ci sono tornato dopo alcuni anni l'ho trovata anche molto migliorata e più vivibile. Anche io sarei in una bella città, ma quanto a vivibilità...
 
Sono stato in quei posti per diverso tempo (mi ricordo bene il cavalcavia della seconda foto e la strada sotto) ma non sono mai andato a vedere la zona dei cantieri.
Bello, grazie per aver condiviso.
 
Accidenti, c'ero anch'io lì, quel giorno. Ma nel primo pomeriggio, una giornata splendida. A Pasquetta, sulle pendici del monte Tardia, invece, ho beccato solo nebbia e vento :biggrin:

Il Tardia dal Curlo è la prima cima del Parco del Beigua che ho raggiunto e quando l'ho fatto, nonostante fosse estante era completamente coperto dalle nuvole.
 
Hai la fortuna di vivere proprio in una bella città. E quando a ottobre scorso ci sono tornato dopo alcuni anni l'ho trovata anche molto migliorata e più vivibile. Anche io sarei in una bella città, ma quanto a vivibilità...

Rispetto a quando ero ragazzino alcune cose sono peggiorate, ad esempio il traffico, la disponibilità dei parcheggi, il trasporto pubblico ed in parte anche la pulizia della città.
Per gli altri aspetti è sicuramente migliorata.

Comunque non cambierei città, perché mi ci trovo bene e mi piace ancora esplorarla a piedi con l'ausilio dei mezzi pubblici per apprezzare al meglio la sua bellezza.

Ovviamente, come tutte le grandi città esistono dei luoghi non proprio belli.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso