Georeferenziare carte di cui non si conosce il reticolo

Vorrei georeferenziare una scansione di una carta kompass. Mi sorgono un paio di dubbi.
  1. dovrei farlo sfruttando le coordinate dei rifugi che posso vedere sulla carta
  2. la carta in questione non dichiara il tipo di coordinate che usa, reticolo, datum ecc ecc

Posso comunque farlo prendendo le coordinate UTM da google earth? O sto per fare una faticaccia che non mi porterà a nulla?

Oppure, ancora, esistono altri sistemi per fare ciò?
 
Se hai dei chiari punti di riferimento su cui basarti per effettuare la calibrazione puoi fare dei tentativi..
Tieni comunque conto che utilizzare google non è il massimo della precisione, quindi potresti faticare più del dovuto... ehehheehe....

La mappa potrebbe avere comunque quasi sicuramente come Map Datum l'ED50 (European 1950) e quindi potresti partire da questo particolare per calibrarla cercando le coordinate dei rifugi in questione e basandoti su quel map datum per calibrarla.
 
Allora ci provo. Casomai non utilizzo google per le coordinate ma faccio un po' più di ricerca in rete. Molti rifugi dichiarano le loro coordinate, non tutti però.
L'importante è aver avuto conferma che la cosa sia fattibile.
Grazie.

Un'altra domanda, che mi è venuta in mente or ora. C'è un sistema per verificare il datum sulle carte? Facendo dei tentativi magari e confermandoli con un sistema di riferimento.
 
Piu' che altro la mia e' una curiosita': ma se vado al rifugio (di persona) e prendo le coordinate, o ho un amico che passa di la' e me le da?

Due: google earth non e' precisissimo, ma di quanto?
(ho un sospetto, ma non dico niente finche' non lo so di preciso).

Ciao
A.
 
Piu' che altro la mia e' una curiosita': ma se vado al rifugio (di persona) e prendo le coordinate, o ho un amico che passa di la' e me le da?
Si potrebbe andare al rifugio e prendere le coordinate con il gps, anzi, a quel punto si potrebbero prendere le coordinate di una struttura più piccola e presente sulla carta così da ridurre l'errore, tipo una fonte.
Il problema è che, nel mio caso, la carta è di una zona delle alpi e io sono a Roma!
 
Se hai dei chiari punti di riferimento su cui basarti per effettuare la calibrazione puoi fare dei tentativi..
Tieni comunque conto che utilizzare google non è il massimo della precisione, quindi potresti faticare più del dovuto... ehehheehe....

La mappa potrebbe avere comunque quasi sicuramente come Map Datum l'ED50 (European 1950) e quindi potresti partire da questo particolare per calibrarla cercando le coordinate dei rifugi in questione e basandoti su quel map datum per calibrarla.
Esatto: ED50 vedi:Mappe escursionistiche KOMPASS Italia, digital map, carte cicloturistiche, guide escursionistiche e atlanti escursionistici FAQ'S
 
Piu' che altro la mia e' una curiosita': ma se vado al rifugio (di persona) e prendo le coordinate, o ho un amico che passa di la' e me le da?

Due: google earth non e' precisissimo, ma di quanto?
(ho un sospetto, ma non dico niente finche' non lo so di preciso).

Ciao
A.
Ovviamente prendere le coordinate in loco è sempre la soluzione migliore se questo viene fatto con un certo criterio di precisione...
Faccio un esempio...
Se mi piazzo a prendere le coordinate appiccicato alla porta di entrata del rifugio significa sicuramente farsi togliere dalla sagoma stessa del rifugio la visuale di parecchi satelliti peggiorando enormemente la precisione del rilevamento..
L'ideale (NON PRENDETEMI ALLA PAROLA PLEASE!!!!!) è prendere la posizione sul tetto... ;)

Io mi piazzo comunque sempre a due/tre metri dalla porta di entrata in modo da favorire maggior visualizzazione dei satelliti.
Del resto il rifugio come punto si trova anche se il punto stesso è ad un metro da esso!!!
Cosa diversa per calibrare una mappa... le coordinate dovrebbero essere molto precise e come detto sopra l'ideale a quel punto sono piccole costruzioni, bivi di sentieri, ecc.....

Comunque google ha degli errori che possono essere differenti da zona a zona in base alla calibrazione che hanno effettuato delle ortofoto..
Diciamo che in alcuni luoghi può essere precissimo, mentre in altri anche fuori più di 10 metri..

Per il discorso CARTE e MAP DATUM.
Il Map Datum in pratica è il punto di partenza da cui viene "creata la mappa", quello su cui poi a sua volta viene basato il posizionamento del reticolo e la scelta delle coordinate....

Se una mappa è priva di reticolo di fatto poi io posso crearci sopra il reticolo che voglio una volta identificati dei punti precisi da cui partire...
L'importante è che i punti siano presi con lo stesso Map Datum, reticolo, ecc su cui si decide poi di impostare la mappa.
Stesso discorso vale per la sua calibrazione...

A me non interessa se prendo dei riferimenti materialmente sul territorio o tramite altri sistemi che tipo di Map Datum ha la mappa, ma il Map Datum ed il reticolo (la proiezione) che utilizzo per fare la calibrazione della mappa.....

Spero di essermi spiegato....
 
muchas gracias :si:

A me non interessa se prendo dei riferimenti materialmente sul territorio o tramite altri sistemi che tipo di Map Datum ha la mappa, ma il Map Datum ed il reticolo (la proiezione) che utilizzo per fare la calibrazione della mappa.....

Spero di essermi spiegato....
Chiarissimo grazie :si:

Stasera mi metto a lavoro, vediamo che esce fuori.

Ma poi, secondo voi, queste cose possono essere condivise oppure no? Perchè dopo tutto il lavoro sarebbe comodo metterlo a disposizione. Lo scambio reciproco ha i suoi innegabili vantaggi. Magari non si potrà condividere la scansione della mappa ma i dati per la georeferenziazione?
 
I dati di georeferenziazione, almeno quelli che uno fa per se, non sono ovviamente coperti da Copyright, ma occorre ovviamente un database piuttosto grande visto le mappe in commercio e soprattutto diventerebbe complicato poi identificare le mappe stesse... oltre al fatto che dovresti indicare per quale programma le hai calibrate ecc....
Sarebbe carino, ma mi sa che uno fa prima a referenziarsi la mappa.... ;)
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso