Recensione Giacca ibrida

In invernale direi un possibile secondo o terzo strato.
In estate potrebbe anche andare bene per parare un po' il vento, comunque tendenzialmente le giacche ibride sono da usare in salita quando spingi.

Poi non so che prodotto in particolare sia quello, io parlo delle giacche ibride in generale.
 
In invernale direi un possibile secondo o terzo strato.
In estate potrebbe anche andare bene per parare un po' il vento, comunque tendenzialmente le giacche ibride sono da usare in salita quando spingi.

Poi non so che prodotto in particolare sia quello, io parlo delle giacche ibride in generale.
Ok grazie infatti le vedo per la salita
 
Giacche ibride ti consiglio di prendere , in generale , modelli che non abbiano imbottitura dietro la schiena che , se non usi zaini a rete, é fin troppo coperta e lì si suda comunque.
Prendere modelli con lo schienale imbottito mi sembra una follia, non so se questo qui ce l abbia , un imbottitura sul petto é più che sufficiente ad integrare una giacchetta.
Alle volte ho adottato la soluzione "sparagn' e cumbarisc" (famoso detto abruzzese che suona tipo: risparmia e accontentati) intimo con guscio e il pile inserito ripiegato sul petto.
 
Ultima modifica:
Benvenuta nel club! :wall:
E poi tu sei giovane, quindi non sei passata - dalla lana - attraverso pile, pile 100, 200 e 300, therinda, meraklon, capilene, thermore, etc. etc....
Ma non buttare via nulla, li passi a figli e nipoti.:rofl:
No no ti sbagli sono passata anche da li
--- Aggiornamento ---

Alla fine ho trovato a 68 € una Patagonia nano air ibrida....
 

Allegati

Discussioni simili



Alto Basso