Giacca impermeabile e traspirante

Allora ti consiglio di informarti su altre fonti che non siano il sito della goretex o i video su youtube stipendiati dalla goretex!
Perché alla prova empirica l unica differenza significativa é che il 3l é bello robusto, invece il 2l é leggero x essere una membrana. E questo é quanto!
Ti lascio alle tue prove empiriche, non ho interesse a convincerti del contrario.
Per quanto riguarda l'informarsi, sorvolo.
 
La butto lì.
Il test della colonna d'acqua è un test di pressione. Nessuna patina d'acqua sul capo può generare una pressione pari a quella del test.
In base a ciò un capo da 2000mm dovrebbe tenere come uno da 20000mm.
Invece no e spesso il costruttore specifica quante "ore di temporale" ti puoi beccare.

Bene, immagino quindi che la colonna d'acqua sia legata più che altro alla probabilità nel tempo di una penetrazione da parte dell'acqua.
Mi spiego, se ho dei pori che sopportano una deformazione fino 2000mm, suppongo che nel normale uso, soggetti a stress meccanici, la probabilità che si aprono questi pori(e magari rimangano poi aperti grazie alla goccia d'acqua) sia più alta rispetto a dei pori da 20.000mm.
Questa è la mia considerazione.
Una membrana da 20000 ha una probabilità inferiore di "fare aprire" i pori rispetto quella da 2000.

Il millimetro (esagero) d'acqua che si fermerebbe sul tuo capo non è nemmeno lontanamente paragonabile alla colonna di test.
 
...'Sta discussione ormai è diventata come quelle sull'intersuola in EVA o in PU degli scarponi, o sul primo strato in merino o sintetico...
Sapete che vi dico ?... Non se ne esce, ci sono sempre alcuni che si ritegnono depositari della verità assoluta.
A mio parere, e l'ho già detto prima, il Goretex è un'ottima invenzione e funziona, ho citato l'abbigliamento da sci, ma anche provando a indossare una giacca tipo Kway vecchio tipo (traspirazione = 0), mentre con il guscio in Gtx o membrane varie, una certa traspirazione c'è... Non dico che non si sudi, ma senza dubbio si suda di meno.
Poi, è ovvio, è sempre un ulteriore strato che si frappone tra il corpo e l'esterno e quindi è logico che rallenti l'evaporazione rispetto a non avere null'altro addosso, ma sicuramente non si può dire che non funzioni o sia inutile.
 
è che ognuno fa esperienze diverse, in situazioni diverse...

clima:
  • caldo secco
  • caldo umido
  • temperato secco
  • temperato umido
  • fresco secco
  • fresco umido
  • freddo secco
  • freddo umido
  • variabile vento...
...


attività:
  • bushcraft
  • ricerca funghi
  • trekking di più giorni, in che contesto?
  • speed hiking
  • trail running
  • sci discesa
  • sci fondo
  • sci alpinismo
  • bici
  • ciaspolata
  • arrampicata
  • alpinismo d'alta quota
  • alpinismo invernale
  • bici + alpinismo
  • escursione + fotografia
  • pesca
  • caccia
...

In alcune attività e situazioni preferirei avere determinati capi, in altre no...
 
...'Sta discussione ormai è diventata come quelle sull'intersuola in EVA o in PU degli scarponi, o sul primo strato in merino o sintetico...
Sapete che vi dico ?... Non se ne esce, ci sono sempre alcuni che si ritegnono depositari della verità assoluta.
Condivido il fatto che siamo andati off-topic.
Però un discorso sulle membrane con un po' di approccio critico può essere interessante.

Come detto, vedendo come si esegue il test, reputo plausibile la teoria della probabilità.
Non so, per chi ha un capo in GTX che ha 24k come colonna d'acqua...quante ore sotto la pioggia resiste?
Poi se potrò mi informerò meglio, cercherò se esiste un paper al riguardo.
 
on so, per chi ha un capo in GTX che ha 24k come colonna d'acqua...quante ore sotto la pioggia resiste?
Senza offesa, ma questa domanda non ha senso, un conto è parlare di un test di laboratorio che si svolge con parametri controllati e ripetitivi.
Quante ore sotto la pioggia non vuol dire nulla, che intensità aveva la pioggia? il capo era nuovo? etc.

E poi chi fa un escursione quando le previsioni danno pioggia tutto il giorno? credo e spero nessuno; il rischio concreto, che si corre è il temporale improvviso, altrimenti il problema non è la membrana, ma il cervello...
 
Ultima modifica:
Senza offesa, ma questa domanda non ha senso, un conto è parlare di un test di laboratorio che si svolge con parametri controllati e ripetitivi.
Quante ore sotto la pioggia non vuol dire nulla, che intensità aveva la pioggia? il capo era nuovo? etc.

E poi chi fa un escursione quando le previsioni danno pioggia tutto il giorno, credo e spero nessuno, il rischio che si corre è il temporale improvviso, altrimenti il problema non è la membrana, ma il cervello...
Sono d'accordo per quello voglio trovare un paper...era giusto per avere un idea.
 
Come detto, vedendo come si esegue il test, reputo plausibile la teoria della probabilità.
Non so, per chi ha un capo in GTX che ha 24k come colonna d'acqua...quante ore sotto la pioggia resiste?
Poi se potrò mi informerò meglio, cercherò se esiste un paper al riguardo.
Al di là delle schede tecniche e dei test report, che non possiedo, sulla base della mia esperienza, posso dire che le giacche e i pantaloni in Goretex offrono un'ottima protezione dall'acqua.
Nel tempo poi c'è stata una proliferazione di membrane e di versioni del Goretex stesso, per cui ora c'è davvero l'imbarazzo della scelta...
Io ho dei pantaloni da sci, ormai vecchissimi, della Invicta (!) che, a distanza di quasi vent'anni sono tuttora perfetti (erano stati prodotti quando il Goretex era di un solo tipo), non passa un goccio d'acqua e spero sinceramente che durino ancora a lungo.
La giacca Marmot Minimalist in Goretex Paclite, secondo me ha una membrana meno robusta, essendo più leggera, ma finora non mi posso lamentare, l'unico appunto è che è essenziale ripristinare regolarmente il trattamento DWR, infatti la lavo con detergenti appositi e poi faccio il trattamento nell'asciugatrice. Quando il DWR perde efficacia, il tessuto si imbibisce (e lo si nota subito, in quanto in quelle zone diventa più scuro rispetto al resto) ma l'acqua comunque non penetra all'interno, si ha solo una sensazione di freddo in quel punto perchè il tessuto all'esterno è bagnato.
Quanto sopra per quanto riguarda l'impermeabilità, testata empiricamente sciando o sotto acquazzoni, e lo ripeto, non è mai passata acqua.
Per quanto concerne la traspirabilità, posso dire che è nettamente meglio di altri indumenti privi di membrana, in quanto con quelli sicuramente ci ho sudato, mentre col Goretex no, o comunque nettamente di meno.
 
Il test della colonna d'acqua è un test di pressione. Nessuna patina d'acqua sul capo può generare una pressione pari a quella del test.
Si, ma tieni presente che l'acqua cade dal cielo. Come un tronco su cui batti con l'accetta, anche piano, ma prima o poi lo abbatti.
IMPORTANTE: questo nel caso delle membrane. Nei materiali siliconati/pu non traforato, come tarp o appunto antipioggia non traspirante, con 4 o 5000 ne hai finchè campi, perchè il silicone fa tutta la differenza, è come un dwr infinito ed elastico che torna rapidamente al suo posto, o qualcosa del genere.

Al di là delle schede tecniche e dei test report, che non possiedo, sulla base della mia esperienza, posso dire che le giacche e i pantaloni in Goretex offrono un'ottima protezione dall'acqua.
Nel tempo poi c'è stata una proliferazione di membrane e di versioni del Goretex stesso, per cui ora c'è davvero l'imbarazzo della scelta...
Io ho dei pantaloni da sci, ormai vecchissimi, della Invicta (!) che, a distanza di quasi vent'anni sono tuttora perfetti (erano stati prodotti quando il Goretex era di un solo tipo), non passa un goccio d'acqua e spero sinceramente che durino ancora a lungo.
La giacca Marmot Minimalist in Goretex Paclite, secondo me ha una membrana meno robusta, essendo più leggera, ma finora non mi posso lamentare, l'unico appunto è che è essenziale ripristinare regolarmente il trattamento DWR, infatti la lavo con detergenti appositi e poi faccio il trattamento nell'asciugatrice. Quando il DWR perde efficacia, il tessuto si imbibisce (e lo si nota subito, in quanto in quelle zone diventa più scuro rispetto al resto) ma l'acqua comunque non penetra all'interno, si ha solo una sensazione di freddo in quel punto perchè il tessuto all'esterno è bagnato.
Quanto sopra per quanto riguarda l'impermeabilità, testata empiricamente sciando o sotto acquazzoni, e lo ripeto, non è mai passata acqua.
Per quanto concerne la traspirabilità, posso dire che è nettamente meglio di altri indumenti privi di membrana, in quanto con quelli sicuramente ci ho sudato, mentre col Goretex no, o comunque nettamente di meno.
Questo è vero, ed è un'altra dimostrazione che il goretex anni '90 rispetto al goretex "ultimo modello" anno 2020 in realtà è la stessa identica cosa o quasi; non per dire, un processore di un computer che in 20 anni fa una differenza abissale ed incomparabile. Qui la base è sempre la stessa, e può andar bene, o no.

MA per qualche ragione non vorrei passasse il messaggio sbagliato, poi ci si impunta sulle singole parole e si perde il quadro generale.
La verità è che il goretex funziona, ma non è niente di che, non è così vitale come sembra.
Per me o quelli come me (ammesso che ce ne siano, visto che il 99% delle persone per un motivo o per l'altro usa membrana)(non ultimo il fatto che in commercio giacche non traspiranti non ce ne sono, tenete presente che il "kway da supermercato" un po' in realtà traspira! ti rendi conto di certe cose solo quando cerchi esattamente il contrario. Io ho 2 giacche di cui una autocostruita e una fatta arrivare su misura da una piccola azienda con sede in usa) una "cerata" non solo è un ripiego, anzi è desiderabile, se domani mi regalassero un goretex ultimo modello da 400euro, quello che farei è rivenderlo subito su amazon e con quei soldi mi compro una cerata da 400 e (si, esistono).

E tutti hanno provato il goretex, ma non so quanti usano antipioggia in silnylon come dico io, forse se vedeste con i vostri occhi la pensereste come me.
 
Si, ma tieni presente che l'acqua cade dal cielo. Come un tronco su cui batti con l'accetta, anche piano, ma prima o poi lo abbatti.
La quantità di moto di una goccia che cade non è sufficiente a creare pressioni così elevate. Inoltre la membrana non è il primo strato che incontra. Non nego, che rimanendo legato alla probabilità, può essere che vada ad influire, come ragionamento statico... Non credo raggiunga l'equivalente di una colonna 1000mm. Anche di questo cercherò un paper con dei test sul drop di gocce d'acqua.
 
Si, ma tieni presente che l'acqua cade dal cielo. Come un tronco su cui batti con l'accetta, anche piano, ma prima o poi lo abbatti.
IMPORTANTE: questo nel caso delle membrane. Nei materiali siliconati/pu non traforato, come tarp o appunto antipioggia non traspirante, con 4 o 5000 ne hai finchè campi, perchè il silicone fa tutta la differenza, è come un dwr infinito ed elastico che torna rapidamente al suo posto, o qualcosa del genere.


Questo è vero, ed è un'altra dimostrazione che il goretex anni '90 rispetto al goretex "ultimo modello" anno 2020 in realtà è la stessa identica cosa o quasi; non per dire, un processore di un computer che in 20 anni fa una differenza abissale ed incomparabile. Qui la base è sempre la stessa, e può andar bene, o no.

MA per qualche ragione non vorrei passasse il messaggio sbagliato, poi ci si impunta sulle singole parole e si perde il quadro generale.
La verità è che il goretex funziona, ma non è niente di che, non è così vitale come sembra.
Per me o quelli come me (ammesso che ce ne siano, visto che il 99% delle persone per un motivo o per l'altro usa membrana)(non ultimo il fatto che in commercio giacche non traspiranti non ce ne sono, tenete presente che il "kway da supermercato" un po' in realtà traspira! ti rendi conto di certe cose solo quando cerchi esattamente il contrario. Io ho 2 giacche di cui una autocostruita e una fatta arrivare su misura da una piccola azienda con sede in usa) una "cerata" non solo è un ripiego, anzi è desiderabile, se domani mi regalassero un goretex ultimo modello da 400euro, quello che farei è rivenderlo subito su amazon e con quei soldi mi compro una cerata da 400 e (si, esistono).

E tutti hanno provato il goretex, ma non so quanti usano antipioggia in silnylon come dico io, forse se vedeste con i vostri occhi la pensereste come me.
Guarda io daccio anche regate di altura di scariati giorni e in mare la cerata(fatta con la membrana) è mooooolto diversa rispetto ai gusci da nontagna ,la mia che non è la migliore ma nemmeno la più sfigata(sono prldiere e di acqua ne prendo a quintali,quando dico quintali intendo onde nel muso ,altro che pioggia torrenziale qua) posso dire che le membrane col cavolo che cedono anche dopo 5 giorni ,e non è che ti puoi riparare da qalche parte lì prendi e zitto. Quindi le membrane NON cdedono e chi pensa il contrario si vada a vedere le immagini della VOLVO OCEAN RACE quelle giacche prendono quelle onde 24/7 e non si muivono fate voi.Le giacche il tela cerata hanno senso se si parla di attività non particolarmente intensa per esempio nei pescherecci si utilizzano tantisssimo perchè sono stagne e proteggono ,ma sono altrettanto perivolose avete mai sentito parlare di SUDORE FRWDDO? È quabdo il sudore a causa delle temperature si congela sulla pelle perchè la giacca non riesce ad evacuarlo.Questo in mare durante le prime traversate era un incubo e mieteva vittime poi sono arrivate le membrane.In conclusione volete una giacca che tenga?Cerata da vela.La mia è la musto mpx race e tiene qualsiasi cosa.In montagna uso la torrentshell ma se volete qualcosa che regga prendete le cerate da vela.
 
Guarda io daccio anche regate di altura di scariati giorni e in mare la cerata(fatta con la membrana) è mooooolto diversa rispetto ai gusci da nontagna ,la mia che non è la migliore ma nemmeno la più sfigata(sono prldiere e di acqua ne prendo a quintali,quando dico quintali intendo onde nel muso ,altro che pioggia torrenziale qua) posso dire che le membrane col cavolo che cedono anche dopo 5 giorni ,e non è che ti puoi riparare da qalche parte lì prendi e zitto. Quindi le membrane NON cdedono e chi pensa il contrario si vada a vedere le immagini della VOLVO OCEAN RACE quelle giacche prendono quelle onde 24/7 e non si muivono fate voi.Le giacche il tela cerata hanno senso se si parla di attività non particolarmente intensa per esempio nei pescherecci si utilizzano tantisssimo perchè sono stagne e proteggono ,ma sono altrettanto perivolose avete mai sentito parlare di SUDORE FRWDDO? È quabdo il sudore a causa delle temperature si congela sulla pelle perchè la giacca non riesce ad evacuarlo.Questo in mare durante le prime traversate era un incubo e mieteva vittime poi sono arrivate le membrane.In conclusione volete una giacca che tenga?Cerata da vela.La mia è la musto mpx race e tiene qualsiasi cosa.In montagna uso la torrentshell ma se volete qualcosa che regga prendete le cerate da vela.
Concordo in pieno, e ho ribadito questo concetto più volte in questa discussione.
Ma, sai com'è... "Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire"...
 
Più che altro di pioggia ne si può prendere quanta be si vuole ma se una giacca resiste alle onde credo che ci sia poco da discutere,poi ribadisco la mia (tra virgolette mia dato che me l'ha pagata l'armatore)costa più di 700 e ripeto che le cerate sono una valida opzione ma da lì a dire che il goretex fallisce per la pioggia be passa.
 
... E soprattutto, il Goretex ti evita (o riduce nettamente) le sudate, è un fatto piuttosto chiaro. Anch'io, quando avevo la barca, qualche volta ho usato le classiche cerate impermeabili, ma lo facevo solo in inverno, per pescare e quindi con attività fisica ridotta con temperatura che evitava di sudare. Per attività più impegnative, la giacca con membrana è veramente un altro vivere...!
 
Che poi il goretex non è la migliore nell'ambito nautico c'è di meglio...
--- Aggiornamento ---

Poi io da prodiere debbo praticamente stare sempre in acquw e correre ovunque sudo un casino e mi bagno altrettanto.Inoltre in mare non esistono le zip di ventilazione anzi usiamo polsini e colletto stagni
 
Mi pare che non ci sia il bisogno di scatenare guerre e polemiche pro o contro questo o quello. Ognuno scelga ciò che gli sembra meglio per lui e viva felice con quello, giusto o sbagliato che sia.
 
Mi pare che non ci sia il bisogno di scatenare guerre e polemiche pro o contro questo o quello. Ognuno scelga ciò che gli sembra meglio per lui e viva felice con quello, giusto o sbagliato che sia.
Si, ovviamente detta così va bene.
Però, fate la vostra scelta basandovi sulla realtà, non sulla fantasia, se no che stiamo qui a parlarne?
Senza gore si vive benissimo, non muore nessuno, lo giuro, in tutte le stagioni e ogni temperatura, in mare o in montagna. Se è meglio o peggio è un 'opinione personale e ognuno può usare l'equipaggiamento che lo rende più felice.
 
Si, ovviamente detta così va bene.
Però, fate la vostra scelta basandovi sulla realtà, non sulla fantasia, se no che stiamo qui a parlarne?
Senza gore si vive benissimo, non muore nessuno, lo giuro, in tutte le stagioni e ogni temperatura, in mare o in montagna. Se è meglio o peggio è un 'opinione personale e ognuno può usare l'equipaggiamento che lo rende più felice.
No fermo qua no si parla di pensiero personale(almeno in mare) il gore è meglio.Ci sono regate particolri fatte in particolari periodi come la middle sea race e DEVI avere come equipaggiamento le tute di sopravvivenza(in caso di abbandono) e ci sono vari produttori se tra questi l'unica omologata in membrana è in goretex e le altre sono di neoprene secondo te se ne può fare a meno?Secondo te è meglio delle cerate di tela cerata?
Un associazione internazionale permette di usare il goretex per equipaggiamento SALVAVITA e qui si discute della sua efficacia? Almeno mettiamo le cose in chiaro e capiamoci perchè i dati oggettivi ci sono.Escludendo la montagna in cui è IMPOSSIBILE trovare le stesse condizioni che in mare perchè un guscio di montagna non sarà mai sottoposto alla forza di un onda (ripeto guardatevi i video di Middle sea race,sidbey to hobart race,volvo ocean race e vandee globe ) se in quelle condizioni resiste non si può minimamente paragonare rispetto ad una tela cerata(che ha la sua utilità ripeto se si vuole spendere poco come fanno nei pescherecci) però è infinite volte sotto.Nelle prime VOlvo ocean race la gente MORIVA per le cerate cge non traspiravano.
--- Aggiornamento ---

Rimango comunque del fatto che si può portare ciò che si vuole,ma bisogna anche avere l'onestà intellettuale di dire che certe cose sono migliori di altre ,poi ripeto per certi scopi la tela cerata è meglio posso essere d'accordo anzo lo sono,ma dire che mi fa passare la pioggia quello no .
Comunque rispetto la tua idea però bisogna distinguere tra rispettare le idee altrui e ignorare dati di fatto.
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso