Giacca per escursioni

non fissatevi troppo sul discorso impermeabilità . Una 10.000 basta e avanza anche perché più chiudete e più sudate ;) Da questo punto di vista il mai decollato neoshell era insuperabile. Tra le due prendi quella che costa meno (marmot).
 
non fissatevi troppo sul discorso impermeabilità . Una 10.000 basta e avanza anche perché più chiudete e più sudate ;) Da questo punto di vista il mai decollato neoshell era insuperabile. Tra le due prendi quella che costa meno (marmot).
Ho scelto la marmot appunto per il prezzo e per l'uso sporadico che ne faró. Mi porto dietro sempre la Gore windstopper in caso di vento o freddo. Non sono mai uscito con previsioni meteorologiche avverse ma almeno ora ho qualcosa che mi ripari in caso di pioggia.
Al valore di impermeabilità non ho fatto caso e ho solo seguito i consigli del forum e qualche video recensione.
Tra precip e torrentshell forse la seconda é migliore per via del 3 strati a fronte di un prezzo più elevato.
 
non fissatevi troppo sul discorso impermeabilità . Una 10.000 basta e avanza anche perché più chiudete e più sudate ;) Da questo punto di vista il mai decollato neoshell era insuperabile. Tra le due prendi quella che costa meno (marmot).
Bisognerebbe quantificare per quanto basta.
Ho già una vaude da 10.000 2.5L ma l'ultima volta non mi è bastata. Ma ho molti dubbi da come leggo che una a membrana sarebbe bastata.
 
modello precip eco non lo conosco,
Bisognerebbe quantificare per quanto basta.
Ho già una vaude da 10.000 2.5L ma l'ultima volta non mi è bastata. Ma ho molti dubbi da come leggo che una a membrana sarebbe bastata.
Lavata? Quante volte? Quanto tempo ha?
Boh io con la Precip (15000 ) ho preso tanta acqua e neanche una goccia è passata, idem i miei pantaloni 10000.
Le membrane degradano rapidamente se lavate "normalmente"
 
mi intrometto nel discorso perché stavo valutando le stesse giacche. consigliereste gusci come precip e torrentshell anche per attività come scialpinismo?
grazie
 
La salita nello scialpinismo è attività intensa e consiglio giacche con bodymap (ossia imbottiture diverse a seconda della posizione sul corpo) o Hybrid che dir si voglia
Esempio:
https://www.decathlon.it/p/giacca-alpinismo-uomo-hybrid-sprint-azzurra/_/R-p-309785

Per la discesa si usano di solito delle hard-shell (ossia senza imbottiture) molto resistenti e idrorepellenti... Il classico Gore-Tex 3 strati o similare per esempio... per non bagnarti con la neve...
 
sì mi riferivo principalmente alla discesa. da quanto ho capito servono giacche più resistenti delle due citate. toccherà aumentare il budget ahah
grazie
 
ciao, io per scialpinismo oltre al baselayer ho una giacca marmot in polartec alpha, che traspira molto e lo indosso se fa freddo in salita. per la discesa aggiungo un guscio marca eider, che è molto simile a quello indicato da andrepaiola. Non faccio mai uscite molto lunghe, ma credo che facendo traversate o soste prolungate potrebbe servire un piumino ultralight
 
Anche io ho la marmot alpha 60, che dire, é uno spettacolo: se indossata con soltanto un buon intimo sotto traspira alla grandissima pur tenendo caldo, ha resistenza totale al vento e resistenza parziale all acqua, regge la pioggia leggera. Per chi fa attivitá ad intensitá medio- alta in montagna il polartec alpha é veramente una svolta, evita il continuo metti - togli e fa risparmiare uno strato, invece di intimo+pile+guscio leggero fai intimo+polartec e vai come un treno.
 
non fissatevi troppo sul discorso impermeabilità . Una 10.000 basta e avanza anche perché più chiudete e più sudate ;) Da questo punto di vista il mai decollato neoshell era insuperabile. Tra le due prendi quella che costa meno (marmot).
Non dimentichiamoci di Fjallraven fa giacche softshell in robusto g1000 con impermeabilità intorno agli 8000 e traspiranti. Inoltre possono essere cerate con la Greenwax per aumentarne a piacere la resistenza.
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso