Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

Escursione Giogo dela Bala - Corni e Punta Setteventi - Monte Matto - Punta dell'Auccia

Dati

Data: 21 luglio 2019
Regione e provincia: Brescia
Località di partenza: Goletto del Giogo dela Bala
Località di arrivo: idem
Tempo di percorrenza: 3h15'
Chilometri: 7.8
Grado di difficoltà: E, per la cresta integrale dei Corni EE/F
Descrizione delle difficoltà: nessuna. La cresta dei Corni è molto ripida e scivolosa,
Periodo consigliato: estate
Segnaletica: scarsa
Dislivello in salita: cumulativo 400 m
Dislivello in discesa: uguale
Quota massima: 2250 (Punta Setteventi)
Accesso stradale: ci sono alcuni posti per parcheggiare al Giogo della Bala
Traccia GPS: https://www.avventurosamente.it/xf/pagine/mappa/?do=loadmarker&id=8241


Descrizione

Dopo quasi due mesi di fermo dovuto a brutta storta a Cima Vezzena, ritorno in montagna per saggiare la condizione.

Un disastro.

La caviglia fa ancora molto male, e per questo motivo ho dovuto rinunciare alla cresta integrale dei Corni: troppo il rischio di scivolare:
190944


Come si vede, i corni non sono difficilissimi ma neanche banali. Meglio tenerli per un'altra volta.

Per questo ho ripiegato sul primo Corno (a sinistra), raggiungibile per via escursionistica, e poi sono tornato indietro a riprendere il sentiero Crus dos del Bonom che taglia il pendio Ovest dei Corni, fino ad arrivare alla Sella Setteventi. Da lì, di fronte a me si trova la Punta Setteventi, cima più alta delle Prealpi Bresciane:

190942


Il sentiero ne taglia il pendio ovest, poi secondo Openstreetmap ad una curva si dovrebbe staccare un sentierino che porta sotto la cima.
Il sentierino è una vaghissima cengia erbosa praticamente impossibile da vedere se non sai che c'è: una indicazione avrebbe fatto comodo.

Com'è come non è, grazie al GPS la seguo e arrivo alla non invitantissima cima:
190945


Me ne riparto poco dopo per raggiungere la terza elevazione di giornata, il Monte Matto, innocuo dossone erboso ma comodo per la sosta merenda:
190946

190947


Dopo un bel panino con speck e formaggio Maniva (ovviamente), me ne torno indietro col sentiero basso, ritorno alla macchina ma decido che per oggi non è ancora finita. La Punta dell'Auccia mi guarda storto, e io guardo storto lei:
190949


Dall'auto alla cima è poca strada, prendo una traccia di sentiero parallela alla provinciale ma qualche metro più in alto. Salgo dal versante ovest e scendo dal ripido versante est, per poi tornare all'auto e tornare verso casa.

Alla prossima!
 

Allegati

Ultima modifica:

Alto Basso