Dati

Data: 22/07/22
Regione e provincia: Trentino Alto Adige / Trento
Località di partenza e arrivo: parcheggio forte Belvedere, Lavarone
Tempo di percorrenza: 1h 40min
Chilometri: 5,15
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà: nessuna
Periodo consigliato: tutto l'anno
Segnaletica: ottima (giro dei camini)
Dislivello in salita: 205m
Dislivello in discesa: 205m
Quota massima: 1357m s.l.m.
Accesso stradale: direttamente dalla strada
Traccia GPS: Giro dei camini
Giro dei camini.png



Descrizione

Per che frequenta le zone dell'altopiano di Lavarone sicuramente ne avrà sentito parlare, anche perchè si tratta di un percorso a stretto contatto con la storia del nostro paese e che comunque risulta praticabile senza troppa fatica.
Si parrte appunto dal parcheggio situato in principio della strada secondaria che porta al forte Belvedere
IMG_20220722_101043.jpg

in pochissimi minuti ci troviamo al forte che da solo meriterebbe una discussione a parte
IMG_20220722_102133.jpg
IMG_20220722_103832.jpg
IMG_20220722_112310.jpg
IMG_20220722_121301.jpg

volendo la struttura è visitabile e, parere mio, ne vale assolutamente la pena!
Si prosegue costeggiando il forte e prendendo il sentiero che sale a sinistra
IMG_20220722_121745.jpg
IMG_20220722_124307.jpg

questo percorso rimane prevalentemente all'obra del bosco ma non mancano le zone esposte al sole, di questi tempi poco piacevoli
IMG_20220722_130306.jpg

quando si arriva a metà percorso circa, ci ritroviamo i camini dinnanzi a noi
IMG_20220722_130948.jpg
IMG_20220722_131055.jpg

questa può essere una buona zona per una pausa e uno spuntino. Dopodichè si torna sul sentiero e si continua verso la statale da percorrere per pochissimi metri
IMG_20220722_141624.jpg
IMG_20220722_142201.jpg

all'altezza di questa cappelletta, ci si ributta sullo sterrato, a sinistra, e si comincia a scendere per chiudere l'anello, arrivati alle prime case che incontriamo si svolta nuovamente a sinistra
IMG_20220722_143720.jpg
IMG_20220722_144326.jpg

il percorso continua a scendere sino all'arrivo al punto di partenza, senza mai ritornare sulla strada asfaltata
IMG_20220722_145344.jpg

come si può vedere le forze non mancano, il sentiero non è affatto duro, anzi; rimane comuque un piacevole giretto adatto praticamente a tutti, non ai passeggini
 
Tanti anni fa mi spiegarono che si trattava di una zona logistica del vicino forte Belvedere, il che potrebbe avere anche un senso: in caso di fumo visibile da lontano non avrebbero segnalato la posizione precisa della fortezza Austriaca; rimando comunque ai più esperti la spiegazione più precisa
 
Erano i camini delle cucine sotteranee che preparavano i pasti...
Sotto è tutto scavato e adibito a magazzini e cucine, fino a qualche anno fa si poteva anche entrare ed esplorare...
 
Molto interessante, si tratta quindi di tunnel parecchio lunghi perchè, anche in linea d'aria, non è proprio vicino al forte
 
Nn erano collegati al forte. Il forte aveva le sue cucine e i suoi forni.
In questa zona denominata camini c erano cucine e forni per il pane strategicamente nascosti, che rifornivano la consistente presenza di truppe che presidiavano tutto questo altipiano.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso