Proposta Giro intorno al Pelmo

Ci provo anch'io con una proposta in questo sito, per un giro-escursione che è da un po' che vorrei fare.

Data: 3 Giugno
Regione e provincia: Veneto, provincia di Belluno
Località di partenza: Tiera - Serdes (San Vito di Cadore)
Località di arrivo: Tiera - Serdes (San Vito di Cadore)
Tempo di percorrenza: 7 ore (indicative)
Chilometri:16 km (più o meno, non ho fatto il conto preciso)
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà: Non ci sono difficoltà particolari, un po' impegnativo il primo tratto verso il rifugio Città di Fiume (si supera una forcella, forcella Forada). L'intero percorso è soprattutto lungo (c'è da camminare un bel po')
Periodo consigliato: Giugno-Settembre
Segnaletica: Presente
Dislivello in salita: 828 mt
Dislivello in discesa: 828 mt
Quota massima: 1947 mt
Accesso stradale: da San Vito di Cadore, deviazione per località Tiera - Serdes


Descrizione

La mia intenzione è di fare (se c'è bel tempo per tutto il giorno il 3 Giugno p.v.) un giro completo del monte Pelmo.
Sotto l'itinerario (da openstreetmap:

http://www.openstreetmap.org/#map=14/46.4241/12.1528



Quindi sarebbe:
Partenza località Tiera - Serdes (San Vito di Cadore) (1271 mt slm)
Prima tappa Rifugio Città di Fiume (1918 mt slm) (tratto più impegnativo-faticoso, salita con 647 mt dislivello)
Seconda tappa Rifugio Staulanza (1766 mt slm) (tratto medio-facile)
Terza tappa Rifugio Venezia (1947 mt slm) (tratto medio)
Ritorno a Tiera (tratto medio-facile)
 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per chiarire: le difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.
Previsioni per Sabato 3 discrete, direi che si può fare:


Dal fidato sito dell'ARPAV:
http://www.arpa.veneto.it/previsioni/it/html/meteo_dolomiti.php

sabato 3. Tempo perlopiù soleggiato, anche se nelle ore più calde lo sviluppo dei cumuli potrà in parte ridurre il soleggiamento e potrà provocare qualche fenomeno di instabilità termoconvettiva, meno probabile dei giorni precedenti. Contenuta ripresa delle temperature diurne.

upload_2017-6-1_9-57-13.png
 
Nota per chi volesse partecipare: fatemi sapere entro le 17:00 di oggi, dopo non rispondo (non accedo più ad Internet).
 
Fatto, finalmente posso mettere una crocetta anche su questo percorso :) .
Ci ho messo 8 ore invece che 7 (la forma fisica non era al 100%), ma sono partito dal paese di Serdes (1000mt) e non da Tiera (1271mt).
E' stato un ottimo esercizio, sono abbastanza soddisfatto.
 
E bravo Andrea! :)

Ho visrto solo ora il post (non avrei cmq potutto venire) ma il Pelmo è uno di quei monti su cui alnch'io avrei qualche "crocetta" da mettere...

Al momento l'unico giro che ho fatto è stato il ben poco alpinistico forcella Staulanza -> rif. città di Fiume! (in invernale, con la piccola da 4 anni che è stata bravissima a camminare!) :D
 
E bravo Andrea! :)

Ho visrto solo ora il post (non avrei cmq potutto venire) ma il Pelmo è uno di quei monti su cui alnch'io avrei qualche "crocetta" da mettere...

Al momento l'unico giro che ho fatto è stato il ben poco alpinistico forcella Staulanza -> rif. città di Fiume! (in invernale, con la piccola da 4 anni che è stata bravissima a camminare!) :D
Beh, anche il giro che ho fatto non era difficilissimo.
Da Serdes (1000) alla forcella Forada (1977) (sentiero 468) una salita discreta ma non impossibile, saliva in modo abbastanza graduale.
Poi il resto si rimane più o meno in quota 1900-1800 fino al rifugio Venezia (che tra l'altro Sabato era chiuso).
Il giro in quota merita soprattutto per la splendida vista del massiccio e delle montagne circostanti.
La discesa lungo il sentiero 470 è un po' insidiosa per la ghiaia (se penso a quella volta che l'ho fatta in scarpe da ginnastica :)).
Se lo rifaccio un'altra volta, faccio il giro in senso contrario, perchè la discesa dalla forcella Forada mi sembra meno insidiosa.
Ovviamente non sono passato per la Val d'Arcia - il sentiero Flaibani (immenso ghiaione con anche passaggi esposti, come ho visto nelle guide), che fa parte dell'itinerario dell'Alta via n. 1.
Questo si è un passaggio alpinistico, secondo me, ma per ora non sono abbastanza preparato/non è alla mia portata.

Prossimo giro lungo prima settimana di luglio (ho le ferie): sto pensando a un bel giro sulla Croda da Lago.
 
che bel giretto, mi hai fatto venire voglia di farlo ! (chissà quando troverò il tempo) Non è che per caso hai preso una traccia gps completa ?
 
che bel giretto, mi hai fatto venire voglia di farlo ! (chissà quando troverò il tempo) Non è che per caso hai preso una traccia gps completa ?
Mi spiace non ho una traccia GPS. In montagna giro ancora con le cartine di carta (e "a sentimento").
Finora non mi sono mai perso (sono ancora qua :)).
 
Alcune foto dal giro del Pelmo (quelle venute meglio).
 

Allegati

è uno di quei anelli che volevo fare partendo dalle 5 di casa mia, adoro quei posti... mi sembra che il nevaio d'Arcia sia messo male, giusto?
 
è uno di quei anelli che volevo fare partendo dalle 5 di casa mia, adoro quei posti... mi sembra che il nevaio d'Arcia sia messo male, giusto?
Nell'itinerario non ho fatto la val d'Arcia (è al di sopra delle mie capacità), alpinisticamente interessante con qualche passaggio esposto.
Le ultime 3 foto sono del nevaio della val d'Arcia (da un lato del Pelmo, dall'altro lato non ho fatto foto di quel particolare) dalla base del Pelmo, nei dintorni del rifugio Venezia.
Il 3 giugno c'era solo un po' di spruzzata di neve, poco significativa.
Adesso credo non ci sarà niente, a meno di qualche spruzzata in caso di abbassamento della temperatura. Forse qualcosa ci sarà oggi-domani, da quello che dicono le previsioni.
 
Visto che ho quasi completamente recuperato da un recente intervento, mi piacerebbe rifare anche quest'anno il giro del Pelmo (che avevo proposto l'anno scorso), sempre se tempo buono tutto il giorno.
Una data possibile potrebbe essere il 9 Giugno p.v. (rifugio Venezia non ancora aperto come l'anno scorso, ma non importa, gli altri sono sicuramente aperti).
Qualcuno potrebbe essere interessato (anche a fare solo una parte)?
 
Vediamo come sarà il tempo la prossima settimana (mercoledì/giovedì dovremo avere un quadro abbastanza chiaro) e poi ci mettiamo d'accordo per l'orario della partenza.
L'anno scorso sono partito alle 7:00 di mattina da San Vito di Cadore-Serdes e ho concluso alle 15:00.
Forse a te viene più comodo o preferibile partire da Rifugio Passo Staulanza (Val di zoldo) e fare un altro tipo di giro (probabilmente passando per la Val d'Arcia).
In tal caso potremmo incontrarci ad un punto del percorso (Rifugio Città di Fiume?).
 
ciao andreal, proposta interessante il giro, peraltro lo ho già fatto più volte. Ma hai considerato le condizioni neve? vedo dalla webcam che dalla forcella nord ce n'è parecchia ancora. Io di solito il giro lo ho fatto partendo da palafavera in senso antiorario. Ad ogni modo se confermi il giro perchè le condizioni lo permettono e non ho altri grilli per la testa, mi farà piacere partecipare, se posso
buona montagna
 
Ah la prossima settimana? Fino a fine giugno tra esami, scrutini e burocrazia non sono sicuro di niente perciò, dato che non voglio fare la parte del bidonaro (e con rammarico), mi astengo
 
Ultima modifica:
ciao andreal, proposta interessante il giro, peraltro lo ho già fatto più volte. Ma hai considerato le condizioni neve? vedo dalla webcam che dalla forcella nord ce n'è parecchia ancora. Io di solito il giro lo ho fatto partendo da palafavera in senso antiorario. Ad ogni modo se confermi il giro perchè le condizioni lo permettono e non ho altri grilli per la testa, mi farà piacere partecipare, se posso
buona montagna
Si ho visto webcam su forcella nord, c'è ancora un po' di neve.
Se hai visto bene l'itinerario proposto (l'ho rimesso in allegato) io non ho intenzione di farla, ma di passare a quota più bassa intorno ai 2000 mt, dove la neve non ci dovrebbe essere.
Lo so, è un giro alpinisticamente poco interessante, ma corrisponde al mio attuale livello di preparazione.
 

Allegati

Ah la prossima settimana? Fino a fine giugno tra esami, scrutini e burocrazia non sono sicuro di niente perciò, dato che non voglio fare la parte del bidonato (è è con rammarico), mi astengo
Ok, vediamo. Se non lo faccio questa volta (per avverse condizioni meteo) è possibile che lo ripropongo a luglio o più avanti.
 

Discussioni simili



Alto Basso