Google Street View sul Monte Bianco!

#4
Grazie per la segnalazione.

Comunque trovo abbastanza diseducativo intervistare un tizio che letteralmente correndo è salito e sceso dal Monte Bianco in meno di 5 ore. E' un invito ad approcciare così l'alpinismo?
Poi il tizio parla di "connessione tra la montagna e te stesso".... Mah...
 
#6
Grazie per la segnalazione.

Comunque trovo abbastanza diseducativo intervistare un tizio che letteralmente correndo è salito e sceso dal Monte Bianco in meno di 5 ore. E' un invito ad approcciare così l'alpinismo?
Poi il tizio parla di "connessione tra la montagna e te stesso".... Mah...
Anche io disapprovo, ma io non sono nessuno quindi non conta...
Credo nel forum ci sia una discussione su quel fatto...
 
#7
Grazie per la segnalazione.

Comunque trovo abbastanza diseducativo intervistare un tizio che letteralmente correndo è salito e sceso dal Monte Bianco in meno di 5 ore. E' un invito ad approcciare così l'alpinismo?
Poi il tizio parla di "connessione tra la montagna e te stesso".... Mah...
perché diseducativo?
ognuno di noi ha un modo diverso di andare in montagna, sulla base di cosa un modo dovrebbe essere educativo o diseducativo?
perché non coincide con il tuo o con quello classico caiano o con quello mio?
 
#8
perché diseducativo?
ognuno di noi ha un modo diverso di andare in montagna, sulla base di cosa un modo dovrebbe essere educativo o diseducativo?
perché non coincide con il tuo o con quello classico caiano o con quello mio?
In effetti siamo nel campo delle opinioni, che per definizione sono tutte rispettabili... per carità.
Sono convinto che per arrivare "di corsa" in vetta sia necessaria una lunga e seria preparazione.
Io infatti non contesto l'atleta. Il suo approccio è rispettabilissimo.

Mi pare però che sia proposto nel filmato in una specie di carosello di varie spettacolarità che non mi sembra possa giovare a fare avvicinare alla montagna nuovi appassionati in modo corretto.
Sul Bianco si sale di corsa! Wow... E' una presentazione che sembra rendere tutto facile e soprattutto "consumabile" in meno di 5 ore..... E' un po' come fast food e buona tavola.

Personalmente se dovessi fare avvicinare dei giovani alla montagna, insisterei invece sulla lentezza, che significa attenzione. Attenzione all'ambiente in cui ti trovi, attenzione a te stesso e al valore della tua esperienza di vita in quel luogo.
Naturalmente è un'opinione personale ed ha il valore che ha.
Posso anche partire per la Cina, stare via una settimana, ed essere convinto di averla visitata tutta... Questione di approccio.
 
#9
sul bianco c'è anche la funivia...e quella altro che diseducativa!
a me personalmente non piace quel tipo di approccio, ma non lo vedo diseducativo al massimo non lo trovo educativo rispetto al mio modo di considerare la montagna, ma la montagna vista dal punto sportivo è educativa come può esserlo qualsiasi altro sport, calcio nuoto corsa...
ma in verità c'è un mucchio di gente che va in montagna con cui non mi sento in sintonia, competitivi, sportivi, vanagloriosi, capetti ecc ecc, direi anzi che sono la maggioranza
 
#10
Fantastico, nulla da dire, e ci sono proprio tutti !
Purtroppo le mie risorse fisiche "mi costringono" ad un approccio mooooolto più contemplativo ...
Anzi, sto partendo per un' esplorazione ... scrollo via anche le briciole dalle tasche per andare via più leggero !!!! :biggrin:
g
 

Autore Discussioni simili Forum Replies Date
Spinoza News 2
oloapota News 12

Discussioni simili

Alto