Escursione Gran Sasso - Rifugio Franchetti

M

millamilla

Guest
Parchi d'Abruzzo
Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Dati

Data: 26/09/2010
Regione e provincia: Abruzzo - Teramo
Località di partenza: Prati di Tivo
Località di arrivo: Rifugio Franchetti
Tempo di percorrenza: 3 ore
Chilometri:
Grado di difficoltà:
Descrizione delle difficoltà:
Periodo consigliato:
Segnaletica:
Dislivello in salita:
Dislivello in discesa:
Quota massima: 2433
Accesso stradale:

Descrizione

...Sveglia!... No, non ho voglia adesso di raccontare tutto... Quindi la farò breve, ieri sera sono partita da Roma con un amica alla volta di Amatrice, ci aspettava un amico che è nato in quei posti e che la mattina dopo, ci avrebbe portate, incontrando un altro gruppo (troppo folto!), al Rifugio Franchetti per l'anniversario dei 50 anni di attività... Buona camminata, "buon dislivello" ma molta carica da parte mia, panorami fantastici... Arrivati sopra, la festa dell'anniversario... Dopo la fatica, la festa... Divertente... A breve foto... Notte... :p
 
Ultima modifica di un moderatore:
M

millamilla

Guest
Non ce la posso fa'! Grazie Livio per avermi "salvato" da 'sto centro commerciale!!!
E invece mi è piaciuto... Tutta la camminata me la sono vissuta in assoluta solitudine, distaccandomi dal resto del gruppo e una volta tutti sopra, pausa pranzo, con festa, musica, bla bla bla... Tutto ciò per un paio d'ore poi, d'incanto, tutti sono scesi a valle e noi siamo rimasti a goderci "la calma della montagna" almeno fino alle quattro... ;)
 
Grande milla^2 !! Per caso era l'evento 99 alpiniste sul gran sasso?
Vorrei aggiungere che anche io preferisco la montagna poco affollata però ogni tanto ci sta bene anche la bagarre :D
 
S

sun75

Guest
Non ce la posso fa'! Grazie Livio per avermi "salvato" da 'sto centro commerciale!!!
E invece mi è piaciuto... Tutta la camminata me la sono vissuta in assoluta solitudine, distaccandomi dal resto del gruppo e una volta tutti sopra, pausa pranzo, con festa, musica, bla bla bla... Tutto ciò per un paio d'ore poi, d'incanto, tutti sono scesi a valle e noi siamo rimasti a goderci "la calma della montagna" almeno fino alle quattro... ;)
Che ti sia piaciuto a te mi fa un immenso piacere...:cool:

...ma io non sopporto "ferragosto al mare" a 2433mt di quota...:roll:

per quanto, sarebbe stato interessante conoscere una per una le 99 alpiniste...:D:D:p:cool::rofl:
 
M

millamilla

Guest
Festa? Musica??? D'accordo, era l'anniversario, quindi una qualche forma di "festeggiamento" può anche starci. Ma la musica (e temo di sapere quale musica!) in montagna proprio no...
Massi avevano dei tamburi... Era musica tipica da montagna... E mi è sembrato di vevere che diversi di loro erano "alticci"... Girava vino rosso, vin broulè e polenta... Ma era l'anniversario dei 50 anni del rifugio diavolo e ci può pure stare in quel caso... ;)
 
M

millamilla

Guest
Grande milla^2 !! Per caso era l'evento 99 alpiniste sul gran sasso? Vorrei aggiungere che anche io preferisco la montagna poco affollata però ogni tanto ci sta bene anche la bagarre
Grande Squobss... Comunque, anche io cerco le escursioni e la montagna per il "distacco" dalla vita quotidiana ma se mi trovo in una situazione del genere non fuggo certo... Elasticità ragazzi... Quando serve elasticità... :eek:;)
 
C'era pure un amico mio che si è dimenticato i bastoncini a casa ed è tornato con ginocchio dolorante.
Ale, tiè!!
Sorpresina.... :rofl:
 
Festa? Musica??? D'accordo, era l'anniversario, quindi una qualche forma di "festeggiamento" può anche starci. Ma la musica (e temo di sapere quale musica!) in montagna proprio no...
Massi avevano dei tamburi... Era musica tipica da montagna... E mi è sembrato di vevere che diversi di loro erano "alticci"... Girava vino rosso, vin broulè e polenta... Ma era l'anniversario dei 50 anni del rifugio diavolo e ci può pure stare in quel caso... ;)
D'accordo, ma stiamo parlando di alta montagna: certe abitudini "mondane" sarebbe meglio relegarle ad altri contesti.
Per me, di musica "da montagna" ce n'è una sola: il silenzio. ;)
 
M

millamilla

Guest
D'accordo, ma stiamo parlando di alta montagna: certe abitudini "mondane" sarebbe meglio relegarle ad altri contesti. Per me, di musica "da montagna" ce n'è una sola: il silenzio.
In assoluto disaccordo! Se in "alta montagna" c'è un evento particolare, come un anniversario di un rifugio, non vedo dov'è il dramma... Resta comunque un contesto da vivere in assoluto silenzio perchè in tale modo la montagna e la natura vanno vissute ma, per un occasione particolare, con una "variante" sul tema... ;)...
 
S

sun75

Guest
D'accordo, ma stiamo parlando di alta montagna: certe abitudini "mondane" sarebbe meglio relegarle ad altri contesti. Per me, di musica "da montagna" ce n'è una sola: il silenzio.
In assoluto disaccordo! Se in "alta montagna" c'è un evento particolare, come un anniversario di un rifugio, non vedo dov'è il dramma... Resta comunque un contesto da vivere in assoluto silenzio perchè in tale modo la montagna e la natura vanno vissute ma, per un occasione particolare, con una "variante" sul tema... ;)...
In assoluto disaccordo, sull'assoluto disaccordo!:no::no:
 
D'accordo, ma stiamo parlando di alta montagna: certe abitudini "mondane" sarebbe meglio relegarle ad altri contesti. Per me, di musica "da montagna" ce n'è una sola: il silenzio.
In assoluto disaccordo! Se in "alta montagna" c'è un evento particolare, come un anniversario di un rifugio, non vedo dov'è il dramma... Resta comunque un contesto da vivere in assoluto silenzio perchè in tale modo la montagna e la natura vanno vissute ma, per un occasione particolare, con una "variante" sul tema... ;)...
Il dramma, per così dire, sta nel fatto che anche "lassù" sono arrivate quelle abitudini tipicamente cittadine, che niente hanno a che spartire con la montagna. Non dico che si debba diventare seri e muti appena si imbocca il sentiero (sono io il primo a non esserlo, fra l'altro), ma neanche fare finta di non essere dove si è: non a tutti (me compreso), dopo ore di fatica, piacerebbe ritrovarsi praticamente al "bar dello sport".
 
In assoluto disaccordo, sull'assoluto disaccordo!
Mi stupisci. Eppure sei un essere intelligente, non c'è dubbio alcuno.
Cinquantanni non sono pochi e questo mi par di capire che è l'eccezione che conferma la regola.
La giusta occasione per rallegrarsi d'essere in tanti, di amare le stesse cose, di apprezzare il fatto che esista quel posto e che resista...
Se fosse la "regola" capirei...
 
Il dramma, per così dire, sta nel fatto che anche "lassù" sono arrivate quelle abitudini tipicamente cittadine, che niente hanno a che spartire con la montagna. Non dico che si debba diventare seri e muti appena si imbocca il sentiero (sono io il primo a non esserlo, fra l'altro), ma neanche fare finta di non essere dove si è: non a tutti (me compreso), dopo ore di fatica, piacerebbe ritrovarsi praticamente al "bar dello sport".
Questo binomio montagna-silenzio a volte mi lascia un po' perplesso...
Ma se il rifugio è l'ultimo avamposto della "civiltà" in un contesto di natura selvaggia mi pare anche possibile che andandovi si possa incontrare gente e qualche volta una festa... che male c'è? io se volessi silenzio e pace (dei sensi :D) non mi dirigerei di certo a un rifugio, o no?... la montagna-tempio la trovo un po' snob come cosa, se la si vuole la si può cercare ancora più LONTANO oppure più in ALTO! Lo spazio c'è... :roll: Come dice Millamilla bisogna essere elastici... e rispettosi anche di quelli che hanno una visione diversa dello stesso ambiente... ;)

Certo che se poi sulla vetta del Velino trovi un gruppo che balla la tarantella giorno e notte magari qualche incavolatura ti viene (ed è pure andata bene, pensa se stavano con la musica House a palla :p)!!
 
Tutte parole sante ma se considerate quello che è oggi il Gran Sasso nelle domeniche estive probabilmente tutta quella gente domenica scorsa era niente rispetto al solito. Inoltre chi va a festeggiare il cinquantesimo di un rifugio è sicuramente amante della montagna. Non si può dire lo stesso di tutti quelli che salgono al Corno Grande nei fine settimana sopra citati.
 
M

millamilla

Guest
Questo binomio montagna-silenzio a volte mi lascia un po' perplesso...
Questo è un discorso più ampio che "abbraccia", eventualmente, anche le motivazioni che ti possono spingere ad amare, pian pianino, la montagna... Ne riparleremo, contaci... Ora, al volo invece, nel caso specifico si è trattato di un evento che, probabilmente, solo i veri amanti della montagna conoscevano, credo sia stato una sorta di "tam-tam". Il mio amico, che "é" quei posti (per radici familiari, per passione, bla bla), mi ha detto che il proprietario del rifugio era ben contento di festeggiare una ricorrenza del genere e in quel modo, soprattutto... E stiamo parlando di una ricorrenza davvero particolare, non certo di "feste all'aperto" in alta montagna con "long-island" e "musica da discoteca"... Ma su, per favore...
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso