[help]cerco bici x cicloturismo

un saluto a tutti gli avventurosi:)

miei cari ragazzi,dopo un periodo di difficoltà cn la salute e con conseguente ripresa delle attività sportive,ho addocchiato il cicloturismo,come diversivo.....

l'aiuto che vi chiedo è semplice:cerco una bici adatta allo scopo!!!!!!

bazzico i vari forum del settore dai quali ho preso diversi spunti,ma non riesco a trovare una bicicletta con le caratteristiche ke cerco:

-telaio in acciao;
-forcelle non ammortizzate o al massimo con sistema escludibile;
-portapacchi dedicati e non,di indubbia compatibilità;
-budget di spesa circa200€-250€,esclusi gli accessori ed i sistemi di sicurezza;

ogni volta che credo di aver trovato una bici adatta,ecco che scopro che il prezzo è salatissimo,oppure accetta solo portapacchi particolari e difficili da trovare,oppure è in alluminio o di marche ignote cui Non mi sento di riporre fdiducia....

premetto subito che sono un neofita e che non vado in bici da un sacco di anni,quindi accetto tutti i consigli del caso e tutti i modelli di bici ke vogliate proporre,l'unica cosa è il budget che non dovrebbe sforare i500€ complessivi,xkè più di qulli non ho....hahaahahaha

non prevedo di fare giri del mondo,ma qualcosina di impegnativo sicuramente,probabilmente in condizioni stradali non sempre ottimali..mi sembra di aver dato tutte le informazioni del caso....PLEASE,HELP ME..:rofl:
 
bazzico i vari forum del settore dai quali ho preso diversi spunti,ma non riesco a trovare una bicicletta con le caratteristiche ke cerco
Effettivamente non è così facile; prova a dare un'occhiata anche al mio blog ma penso che troverai poche risposte.

Telaio in acciaio e forcella rigida è un binomio difficile per il mercato attuale attinente una bicicletta ibrida o da cicloturismo.
E un binomio che comunque sia mi piace.
Nel cicloturismo la forcella ammortizzata non è indispensabile, anche si si percorrono tratti su strade bianche. Anche se c'è la possibilità di disinserirla "qualcosa" rimane sempre e in salita la perdita di grip si sente.
Per quello che riguarda il telaio è una scelta personale. Certo l'alluminio è decisamente più leggero però con una oculata scelta del sistema di trasmissione tra corone e pignoni si può in parte sopperire al problema dell'aumento del peso.
Prima cercherei una bici con il binomio acciaio/forcella rigida, poi passerei ad accessoriarla.
In gamba per la tua salute.
Amedeo
 
è proprio vero,credevo ke invece fosse il contrario,ma ora è tutto improntato sull'alluminio......

il sistema di trasmissione tra pignoni e corone,è un argomento a me sconosciuto,quindi chi mi vuole istruire,venga pure!!!
 
Quoto tutto ció che ha scritto il buon Amedeo.
Aggiungo solamente due aspetti a favore dell'acciaio per il telaio.
E' molto piú confortevole alla guida rispetto all'alluminio. L'acciaio riesce ad assecondare meglio i percorsi accidentati, mentre con l'alluminio le botte le senti molto di piú. L' acciaio si riesce a riparare con piú facilitá ed efficienza rispetto all'alluminio.
Comunque esistono delle ottime leghe in acciaio che hanno un buon compromesso in peso.
 
L' acciaio si riesce a riparare con piú facilitá ed efficienza rispetto all'alluminio
E questo è senz'altro l'aspetto più importante.
Anche se ti trovi nel paese più sperduto del mondo un fabbro che ti salda l'acciaio lo trovi senz'altro; per l'alluminio ci possono essere dei problemi.

Concordo ancora con Mez sulla sopportazione agli urti anche se in sede di cicloturismo stradale è un aspetto di secondaria importanza.
 
bene o male ci siam trovati come soluzioni tecniche,ora aspetto qualcuno che mi mostri qualche modello e qualche luogo in cui cercare....io non sò più dove guardare...
 
ragazzi,è ufficiale....sto avendo molte difficolta a trovare una semplicissima bicicletta con le caratteristiche già esposte!

in negozio cercano di orientarmi sull'alluminio,opppure se proprio voglio l'acciaio mi propongono modelli di biciclette dai prezzi proibitivi e neanche troppo vicini a quello che serve a me......ma i cari vecchi cancelloni di una volta,che fine han fatto?
ho provato a cercare anche nell'usato,ma o trovo solo marche sconosciute o bici troppo fruste!ho chiamato qualche negozio nelle regioni limitrofe(piemonte-lombardia),per conoscere la possibilità di reperire dei modelli di vecchie serie di case un pò più blasonate,ma ho ricevuto risposte negative o evasive....

se conoscete un canale o un rivenditore che può essermi d'aiuto non esitate a postare!ben venga chi si ritrova una bici x casa o conosce qualcuno che se ne vuol disfare...
 
Molla l'alluminio che sulla bilancia è più grasso dell'acciaio e sulla schiena è una sciatalgia cronica. Molla gli ammortizzatori che in folle discesa ti buttano fuori strada. L'acciaio è elastico e ti asseconda ogni sforzo come una gheisha mentre con l'alluminio quando scendi ti serve la gheisha per raddrizzarti la schiena. Per il budget pensa che due ruote con camere e gomme vai sui centoventi Leuri. A Ferrara abbiamo Ricicletta che rigenera buone bici sabbiando e verniciando i telai e preparandole per le necessità del cliente. Buoni prezzi. AMICI DELLA BICICLETTA DI FERRARA clicca sotto CHI SIAMO su RICICLETTA ci sono telefoni mèil ecc. Una gita in treno a Ferrara potrebbe esaudire i tuoi desideri, magari una telefonata informativa, una prima gita per i contatti con l'officina e l'ordine in funzione del tuo budget eppoi vedi il pezzo ed una seconda gita per il ritiro. Penso che parlando coi meccanici ai box ed esprimendo le tue esigenze potresti fare centro magari spendendo venti Leuri in più o venti in meno. Ferrara è una bella città per i ciclisti, c'è un ostello della gioventù che è la fine del mondo. Il ritorno te lo puoi programmare in treno con la bici al seguito, niente di più facile. Ciao. Bosdaves
 
Molla l'alluminio che sulla bilancia è più grasso dell'acciaio e sulla schiena è una sciatalgia cronica. Molla gli ammortizzatori che in folle discesa ti buttano fuori strada.
Alcune precisazioni, premettendo che non sono un "tifoso" nè dell'acciaio nè dell'alluminio per cui mi ritengo neutro.
A parte il comportamento intrinseco di questi due materiali, la prima bicicletta che ho avuto è stata un'Atala mtb1 a suo tempo completamente in acciaio che all'inizio mi dette non pochi problemi fisici dovuti all'inevitabile adattamento posturale nella guida e dal fatto che a suo tempo ero completamente all'oscuro di come si calcolavano le dimensioni del telaio con tutte le relazioni e regolazioni tra l'altezza della sella, del manubrio ecc.
Con lo studio, la pratica e l'esperienza ho affinato queste conoscenze e i problemi sono gradualmente scomparsi e non sono mai più subentrati con tutte le altre biciclette che ho avuto comprese le due che attualmente uso e che sono in alluminio.
Quindi la corretta scelta della misura del telaio e le regolazioni successive fanno veramente la differenza; se poi il materiale asseconda tanto meglio, ma che l'alluminio di per se stesso sia causa di tutti i problemi fisici da te elencati questo non esiste o almeno non risulta a me personalmente.
Per quello che riguarda la forcella ammortizzata questa ha i suoi pro e i suoi contro.
In sede di cicloturismo prettamente stradale non è indispensabile anzi, forse è anche controproducente, ma non a tal punto di mandare il cicloturista fuori strada. Lo stesso può accadere guidando una bici con forcella rigida; dipende da come si guida.
Il cicloturista serio che sta guidando una bicicletta con dei bagagli al seguito magari posizionati anche nella parte anteriore sa che la bici avrà una direzionalità difficoltosa, tempi di reazione rallentati e sovraccarico sui freni per cui affronterà la discesa in maniera coscienziosa mantenendo un'andatura adeguata alla circostanza.
Se proprio vuole scendere in modo folle si comprerà una bici da downhill e si butterà a capo chino in uno dei sentieri predisposti per questa disciplina.
 
Oh Amedeo, ti ringrazio per il puntuale intervento molto tecnico e saggio al fine di dirimere i dubbi del nostro amico Arty Hardcore. Se fai cicloturismo di alluminio con o senza bagaglio e la sera leggi sullo strumento di bordo che hai pedalato per sei-sette ore e per 120-150 chilometri, butti la bici e ti ricoveri dalla gheisha a farti raddrizzare le ossa. Se scendi con gli ammortizzatori sull'alfalto di una strada con qualche lunga curva che, senza frenare, ti tira il tachimetro a 60-70-80 km/ora, finita la corsa te li fai sostituire con una bella forcella di acciaio rigida ed elastica quanto basta. E soprattutto vogliamo allontanare Arty dalle marche blasonate e dirgli che sono soltanto degli adesivi incollati sul telaio che gli raddoppiano il prezzo della 'biga'? Ciao, Bosdaves
 
Amedeo, cos'è una bici da downhill? Grazie, Bosdaves
Sono biciclette studiate e realizzate per resistere a dei percorsi in discesa veramente folli, con la forcella anteriore che è quasi simile a quella di una moto perché molto sollecitata durante il percorso su strada sterrata.
Naturalmente è richiesta competenza e abilità tecnica nella guida perchè altrimenti ti massacri veramente.
Prova a guardare questo video
 
Posso assicurare con certezza "quasi" matematica che l'acciaio è più pesante dell'alluminio...se si escludono alcune tubazioni di Dedacciai e di Columbus che fanno alcuni acciai davvero leggeri e davvero costosi, in telai in alluminio sono anche più reperibili. Però è anche vero che sono abbastanza rigidi. Tuttavia con delle ruote da 26 abbastanza larghe si recupera un bel pò di confort.
Per le forcelle, se devi acquistare una forcella giocattolo meglio quella rigida. Quelle più serie però hanno il bloccaggio quasi totale.
L'idea di Bosdaves del riciclo è però davvero interessante e credo possa fare per te!
 
Concordo. Il riciclo ed il recupero ancora non fa del tutto parte della nostra mentalità.
Spesso mi capita di vedere in qualche angolo di qualche officina cumuli di biciclette rotte destinate al macero.
Eppure qualche telaio discreto si potrebbe trovare, qualche cerchione, qualche ingranaggio; qualsiasi cosa per assemblare con pazienza un'altra bici.
A suo tempo avevo iniziato questa forma di recupero per impratichirmi con i lavoretti da fare su una bici.
 
A suo tempo avevo iniziato questa forma di recupero per impratichirmi con i lavoretti da fare su una bici.
Che bello!! io le bici me le sistemo da me da anni! Questo perché un meccanico dignitoso era a 15 km da casa mia e faceva sempre tutto di fretta...così mi sono adeguato! Adesso sono capace di montarle da zero, strada facendo ho acquistato diversi attrezzi ecc.
 
Che bello!! io le bici me le sistemo da me da anni! Questo perché un meccanico dignitoso era a 15 km da casa mia e faceva sempre tutto di fretta...così mi sono adeguato! Adesso sono capace di montarle da zero, strada facendo ho acquistato diversi attrezzi ecc.
Per non parlare della soddisfazione che procura.
Anch'io sono abbastanza autosufficiente. "Abbastanza" significa che non avendo gli arnesi adatti alcuni tipi di lavori non li posso fare. Comunque sia il necessario e la pratica per la manutenzione ordinaria e per sopravvivere nel caso di guasti più comuni non mi manca e l'ho acquisita proprio come ti dicevo prima, recuperando vecchie bici in disuso.
 
Una volta se non sbaglio l'organizzazione del giro d'italia durante un'edizione passata promosse una campagna nella quale agli arrivi/partenze di tappa si potevano portare le proprio vecchie bici, che venivano recuperate e sistemate ed inviate ai bambini africani.
 
Scusate ragazzi, non vorrei sembrare logorroico. Il peso specifico dell'alluminio è inferiore a quello dell'acciaio (pesa meno). L'alluminio non ha l'elasticità e la resistenza dell'acciaio, è di molto inferiore. Giocoforza i costruttori di telai per formare una struttura in alluminio devono forzare diametro e spessore delle tubazioni con conseguente irrobustimento dei giunti di collegamento. Avete mai visto un telaio in alluminio snello al pari di quello di acciaio perciò stesso diametro e stesso spessore? Chiedetevi perchè i telai di alluminio sono tutti dei 'tuboni'. Ondepercui vi prego, o voi patrocinatori del telaio di alluminio, di fare la prova bilancia che vi dirà che il 'tubone' è più obeso di un volgare telaio d'acciaio, lasciamo perdere Columbus, carbonio e acciai speciali. Voglio perorare la causa di una povera bici da turismo per un caro amico cui abbiamo fatto scoppiare il centralino con le nostre 'paturnie'. Alla prossima. Buonanotte a tutti. Bosdaves
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso