I bastoncini da trekking fanno male?

Ciao a tutti.
E' da un po' di tempo che mi è sorto un dubbio, e volevo condividerlo.
Da sempre per andare in escursione ero solito usare i bastoncini telescopici. In particolare li ritenevo utili per i trekking di più giorni, quando lo zaino è pesante e fa comodo scaricare del peso da schiena e gambe. Mi son accorto però che se mi trovo a fare dei passaggi esposti, attrezzati con del cordino o che comunque richiedono equilibrio e magari anche l'uso delle mani, tendo ad andare in panico. Ho sempre sofferto un po' di vertigini, ma di solito riuscivo a tenere le sensazioni spiacevoli sotto controllo. Un paio di episodi, in cui invece mi sono proprio sentito a disagio, mi hanno fatto pensare.
Che sia l'uso dei bastoncini a cambiare il modo di camminare?
O invece era il fatto che usando uno zaino grosso e pesante, l'equilibrio era più instabile e precario?
O sta tutto soltanto nella mia testa?
Dopo aver "sperimentato" un po', un'idea me la sono fatta. Ma di sicuro è sbagliata :D
e al prossimo giro verrà confutata, ci scommetto.
Ogni idea, parere o esperienza simile che possa chiarirmi le idee è ben accetta...
 
Attenzione che a secondo di come stringi lo zaino,avrai due configurazioni diverse.
Più stabile,ma con aggravio del lavoro sulle spalle,
meno stabile,zaino più lontano dalla schiena,meno lavoro sulle spalle,più sui fianchi.

Sulla stabilità influenza anche il modo di caricare lo zaino. Cose pesanti sotto,meglio.
Ciao
 
se non hai problemi di ginocchia/altri prova a lasciare a casa i bastoncini almeno per le uscite più corte nelle quali (presumo) lo zaino sia leggero; non credo possano cambiare il tuo modo di camminare ma potrebbero darti una falsa idea di equilibrio.
 
Per quanto riguarda le regolazioni dello zaino, ci ho perso parecchio tempo, e ancora non ne ho trovata una soddisfacente, almeno a "pieno carico". Di solito alterno le due possibilità a seconda dei casi. E le cose più pesanti (l'acqua ad esempio), più che in basso tendo a metterle contro lo schienale, in modo da cercare di alterare il meno possibile il baricentro naturale.
Per quanto riguarda lasciare a casa i bastoncini, è quello che ho fatto, quando mi è venuto il dubbio. In effetti mi sento molto più a mio agio anche quando c'è da usare le mani, se prima non stavo usando i bastoncini. E' anche vero che in questi casi avevo uno zaino molto più piccolo e leggero (per dire 26L contro 65L)...
 
Dopo quasi un milione di metri di dislivello sono giunto alla
conclusione (personale) che l'ideale è avere un solo bastoncino
telescopico da tenere eventualmente nello zaino.
Due NON telescopici per le gite con le ciaspole.
Nessun bastoncino in presenza di numerosi tratti attrezzati e/o da arrampicare.
Un bastoncino tel. + 1 picca classica in presenza di nevaio inclinato o facile ghiacciaio.

Per altri contesti lascio parlare chi ne sa di più.
Lo zaino è un discorso a sè e lo lascierei stare.

g
 
Ciao peolo,
Secondo me è questione di abitudine,
I bastoncini aiutano molto per l' equilibrio ( per lo meno a me)
Ma al momento però, che devi ripiegarli ti senti " nudo", perché l' abitudine ti ha fatto tutt'uno con loro

Presumo tu abbia fatto molte escursioni, prova a farne una senza zaino, vedrai che ti mancherà.......
Spero sono riuscito ad illustrare il mio pensiero...........

Saluti e buona montagna a tutti
 
@giuliof: interessante la tua lista. L'unica cosa che non capisco è perchè uno solo nelle escursioni normali? Questione di ingombro o altro? In che occasione lo useresti? Personalmente, usarne solo uno mi sembra più un impiccio che altro.

@zetacane: credevo anch'io che fosse così, che i bastoncini fossero un aiuto. Ma già il fatto che quando sono costretto ad abbandonarli provo un certo "disagio" (dovuto anche ad altri fattori, ovviamente), non è un bel segno. E anche in generale, provando a farne a meno, ho riscoperto che a volte è meglio senza, ma ne ero assuefatto e non me ne accorgevo :rofl:
E' per questo che dico che fanno male! :D

Grazie a tutti per le risposte!
 
@zetacane: credevo anch'io che fosse così, che i bastoncini fossero un aiuto. Ma già il fatto che quando sono costretto ad abbandonarli provo un certo "disagio" (dovuto anche ad altri fattori, ovviamente), non è un bel segno. E anche in generale, provando a farne a meno, ho riscoperto che a volte è meglio senza, ma ne ero assuefatto e non me ne accorgevo :rofl:
E' per questo che dico che fanno male! :D

Grazie a tutti per le risposte!
In effetti non ho mai considerato la questione sotto questo aspetto, e devo dire che il tuo punto di vista non fa una grinza
Ciao, mauro
 
Personalmente li trovo di grande impiccio in salita o in passaggi impegnativi, in discesa invece mi sono di grande aiuto visto le mie ginocchia malandate... Il peso lo si scarica sui bastoncini...
 
@giuliof: interessante la tua lista. L'unica cosa che non capisco è perchè uno solo nelle escursioni normali? Questione di ingombro o altro? In che occasione lo useresti? Personalmente, usarne solo uno mi sembra più un impiccio che altro.
E' una questione di concentrazione ! E' più facile tenere a bada un punto d'appoggio che non due distanti tra di loro. E' un po' come vedere da uno specchietto retrovisore in auto, oppure tenerne a bada 2 su di un camion ... provare per credere ! :)

Se poi guardi la storia, lungo i millenni, vari pellegrini, mercanti, ecc. si sono sempre spostati con un solo bastone ! Ci sarà un motivo ! ;)

Poi C'e' il vantaggio di avere sempre una mano libera.

ps.: dalla foto nel tuo avatar si vede che ne tieni 2 nella stessa mano, quindi pare che ce ne sia uno di troppo ! ;) :D

g
 
@siddharta: eh, quando ho visto che veniva evidenziata in blu, mi ha fatto riflettere. Starò più attento la prossima volta :biggrin: fine OT

giuliof ha scritto:
E' una questione di concentrazione ! E' più facile tenere a bada un punto d'appoggio che non due distanti tra di loro. E' un po' come vedere da uno specchietto retrovisore in auto, oppure tenerne a bada 2 su di un camion ... provare per credere ! :)

Se poi guardi la storia, lungo i millenni, vari pellegrini, mercanti, ecc. si sono sempre spostati con un solo bastone ! Ci sarà un motivo ! ;)

Poi C'e' il vantaggio di avere sempre una mano libera.

ps.: dalla foto nel tuo avatar si vede che ne tieni 2 nella stessa mano, quindi pare che ce ne sia uno di troppo ! ;) :D

g
Mi hai scoperto! :D
Non so, con uno solo bastone mi sembra molto asimmetrica la camminata, non mi ci trovo. Dipende molto dal contesto: su sentiero o due o nessuno, per me.
Però è anche vero che attraversando un ghiaione, usarne uno solo potrebbe essere un'ottima via di mezzo... beh, sperimenterò

E il mio dubbio è che c'entri anche lo zaino, sulla percezione dell'equilibrio (e delle vertigini), in particolare se è pesante.
 
Io tendo ad usarli solo in discesa, soprattutto dopo una brutta distorsione ad un ginocchio che mi sono procurato quest'estate e che ancora mi da problemi, ed i bastoncini mi aiutano a scaricare il peso. In salita non li uso, mi piace avere le mani libere. Comunque portarsene uno nello zaino non la vedo una cattiva idea.
 
S

Speleoalp

Guest
Il mio primo consiglio è "se soffri di vertigini (realmente), non fare escursioni con punti esposti" e in caso rinuncia. Se invece la tua "strana sensazione" è forse causata dal fatto di non essere abituato ad essere "sul ciglio" di un dirupo, ecc allora questo lo puoi allenare. Secondo me i bastoncini sono utili e differentemente a quanto si pensa ci sono da sempre,... non così evoluti.
Però secondo me vanno bene nelle discese e nelle salite, per aiutare le ginocchia e il fisico in generale. Non per aiutarsi in posti pericolosi e nemmeno da usare sempre e comunque. Perché un uso sproporzionato e abusarne, come per tutto, rovina anche il tuo equilibrio.

Quindi non fanno male se usati con moderazione.

MIO MODO DI VEDERE
 
Ciao a tutti.
E' da un po' di tempo che mi è sorto un dubbio, e volevo condividerlo.
Da sempre per andare in escursione ero solito usare i bastoncini telescopici. In particolare li ritenevo utili per i trekking di più giorni, quando lo zaino è pesante e fa comodo scaricare del peso da schiena e gambe. Mi son accorto però che se mi trovo a fare dei passaggi esposti, attrezzati con del cordino o che comunque richiedono equilibrio e magari anche l'uso delle mani, tendo ad andare in panico. Ho sempre sofferto un po' di vertigini, ma di solito riuscivo a tenere le sensazioni spiacevoli sotto controllo. Un paio di episodi, in cui invece mi sono proprio sentito a disagio, mi hanno fatto pensare.
Che sia l'uso dei bastoncini a cambiare il modo di camminare?
O invece era il fatto che usando uno zaino grosso e pesante, l'equilibrio era più instabile e precario?
O sta tutto soltanto nella mia testa?
Dopo aver "sperimentato" un po', un'idea me la sono fatta. Ma di sicuro è sbagliata :D
e al prossimo giro verrà confutata, ci scommetto.
Ogni idea, parere o esperienza simile che possa chiarirmi le idee è ben accetta...
fai esercizi propriocettivi ogni giorno , vedrai che differenza ...
io in montagna faccio alpinismo 3-4 mesi all anno e aggiungo lo skyrun gli altri mesi , dopo una distorsione al reticolo del malleolo , ogni giorno 10 15 minuti di tavoletta e mi è cambiato dal giorno alla notte , piu sicurezza dove metti i piedi , e gli scarponi li uso solo in inverno ;)
 
"Gambe e colpo d'occhio, bisogna sapere subito dove andare, è solo un problema di scaricare il peso"
"Le braccia fino al quinto grado servono a poco"

 
Ultima modifica di un moderatore:
@giuliof: ferrate ne ho fatte pochine, non mi appassionano particolarmente. Ma come terapia d'urto ho iniziato ad arrampicare :D
Non grandi cose, e solo in falesia, ma ha dato i suoi frutti, mi sentivo molto più sicuro. Ma a volte ritornano... e quindi ho aperto il topic

Speleoalp ha scritto:
[...]Perché un uso sproporzionato e abusarne, come per tutto, rovina anche il tuo equilibrio.[...]
Questo lo dici perchè anche tu hai avuto questa sensazione, a intuito o per quale altro motivo?
E' quello che ho iniziato a pensare anch'io ma non so spiegarmi perchè...

Mauro S ha scritto:
fai esercizi propriocettivi ogni giorno , vedrai che differenza ...
io in montagna faccio alpinismo 3-4 mesi all anno e aggiungo lo skyrun gli altri mesi , dopo una distorsione al reticolo del malleolo , ogni giorno 10 15 minuti di tavoletta e mi è cambiato dal giorno alla notte , piu sicurezza dove metti i piedi , e gli scarponi li uso solo in inverno ;)
ho dato un'occhiata su google, per vedere cosa sono questi esercizi propriocettivi. Ne avevo già sentito parlare (in ambito arrampicata, credo) ma non li avevo mai considerati. Non hai qualche link o qualche consiglio su come approfondire la questione?

Grazie ancora
 
@giuliof: ferrate ne ho fatte pochine, non mi appassionano particolarmente. Ma come terapia d'urto ho iniziato ad arrampicare :D
Non grandi cose, e solo in falesia, ma ha dato i suoi frutti, mi sentivo molto più sicuro.
Va bene, l'importante è acquisire disinvoltura nell'andare da primo e andarci quanto necessario
per non perdere quanto acquisito ;)
Altrimenti si riparte sempre daccapo come nel giuoco dell'oca ...

g
 

Discussioni simili



Alto Basso