I due coltelli che portereste con voi...

Volevo sapere dagli utenti del forum se doveste partire per una "missione in natura potendo portare con voi solo un coltello di grandi dimensioni e uno di dimensioni ridotte (tipo bushcraft) su quali coltelli rimarrebbe la vostra scelta.
Sarebbe interessante capire anche le motivazioni che vi portano a scegliere proprio qui due utensili, scatenatevi....
 
Volevo sapere dagli utenti del forum se doveste partire per una "missione in natura potendo portare con voi solo un coltello di grandi dimensioni e uno di dimensioni ridotte (tipo bushcraft) su quali coltelli rimarrebbe la vostra scelta.
Sarebbe interessante capire anche le motivazioni che vi portano a scegliere proprio qui due utensili, scatenatevi....
Come coltello di grandi dimensioni porterei il tops m4x perché è il coltello più grande e robusto che possiedo, per l'altro porterei il real steel bushcraft perché di quelli che ho è quello più indicato per il puro taglio.
 
in una situazione del genere porterei sicuramente un coltellone da spacco per eventuali lavori pesanti. sicuramente affilato convex, almeno 18cm di lama.

al quale unirei un affilatissimo lama fissa sui 9 o 10 centimetri, preferisco i full flat, per tutto il resto.

Ora scelgo i nomi in base ai coltelli che possiedo.

Il candidato ideale come coltellone in realtà non è un vero e proprio coltello... porterei infatti il Silky Nata. La chiamano accetta giapponese ma non è un'accetta.... è uno strumento di distruzione e basta.
E' un anno che la uso e non ho ancora trovato un punto debole. Chopper spaventoso.
In alternativa direi il Bravo Survivor ma ancora non l'ho testato sufficientemente bene per esserne sicuro.

Come fisso di piccole dimensioni ero tentato da un puukko ma non amando molto lo scandi credo che andrei senza patemi sul Lionsteel M4.
 
Il candidato ideale come coltellone in realtà non è un vero e proprio coltello... porterei infatti il Silky Nata. La chiamano accetta giapponese ma non è un'accetta.... è uno strumento di distruzione e basta.
E' un anno che la uso e non ho ancora trovato un punto debole. Chopper spaventoso.
Son curioso, puoi postare una foto? È lo stesso bestione che si trova su passionepericoltelli?
 
Ciao, io porterei un coltello piccolo (Opinel) per i lavori di fino e un Gerber StrongArm per il chopping/batoning. L'Opinel ce l'ho sempre con me, dovunque, lo trovo eccezionale e non mi ha mai tradito, soprattutto per il blocco, quindi lo posso dare anche ai bimbi. Il Gerber è un nuovo acquisto, lo sto testando, per ora reagisce bene anche se la lama non è lunghissima ed è di dimensioni compatte.
 
Ciao, io porterei un coltello piccolo (Opinel) per i lavori di fino e un Gerber StrongArm per il chopping/batoning. L'Opinel ce l'ho sempre con me, dovunque, lo trovo eccezionale e non mi ha mai tradito, soprattutto per il blocco, quindi lo posso dare anche ai bimbi. Il Gerber è un nuovo acquisto, lo sto testando, per ora reagisce bene anche se la lama non è lunghissima ed è di dimensioni compatte.
Lo strongarm ce l'ho anche io. È un bel coltello, peccato l'acciaio che poteva essere sicuramente migliore.
 
Primo: se dovessi portare solo due coltelli, non sarebbe l'escursione che fa per me :lol:

Scherzi a parte, al momento ti direi il Kershaw Camp 10 (anche se ancora non l'ho testato approfondimente ma le prime impressioni sono veramente buone) e l'Opinel 10 carbon che si affila a rasoio con un niente.
 
Probabilmente la Leatherman Skeletool come coltellino e il Lionsteel M7 come Allround. Valuterei in base ad altra attrezzatura disponibile... Nel senso che se fossi senza un Segaccio sicuramente opterei per multifunzione con una sega, per esempio:
Potendo portare un accetta e una sega invece opterei per per un coltello più piccolo come potrebbe essere un cold steel Srk in CPM 3v o un fallkniven A1x.... Alla fine torniamo lì...
 
Piccolo il vic esercito tedesco se valgono i multitool.. se no Rasul o esee 3
Grande M7 o Legion... in ordine di preferenza.
Se lo avessi valuterei anche lo skrama come grande.
 
in una situazione del genere porterei sicuramente un coltellone da spacco per eventuali lavori pesanti. sicuramente affilato convex, almeno 18cm di lama.

al quale unirei un affilatissimo lama fissa sui 9 o 10 centimetri, preferisco i full flat, per tutto il resto.

Ora scelgo i nomi in base ai coltelli che possiedo.

Il candidato ideale come coltellone in realtà non è un vero e proprio coltello... porterei infatti il Silky Nata. La chiamano accetta giapponese ma non è un'accetta.... è uno strumento di distruzione e basta.
E' un anno che la uso e non ho ancora trovato un punto debole. Chopper spaventoso.
In alternativa direi il Bravo Survivor ma ancora non l'ho testato sufficientemente bene per esserne sicuro.

Come fisso di piccole dimensioni ero tentato da un puukko ma non amando molto lo scandi credo che andrei senza patemi sul Lionsteel M4.
Condivido pienamente!! Anche io porterei un coltello grande, acciaio al carbonio, per lavori pesanti. Direi un bel 10 pollici, che sono alla fine i miei preferiti. Poi porterei un coltello più piccolo, a lama fissa, sui 10-12 cm, inox, super affilato, usabile per cibo ecc. ma anche eventualmente come coltello da back up.

Dire proprio il modello specifico non è facile... forse il bark river dark timber grizzly, oppure il bark river bravo crusader. Per il piccolo probabilmente uno dei trc in elmax, magari il bushcraft o il k1.

Se avessi un budget infinito direi custom di Peter kohler o di Adam Des Rosiers, forgiato, con tempra differenziata, stile grande bowie con guardia singola e per il piccolo qualcosa di mid tech di Peter Kohler o un fiddelback forge inox o ancora un survive gso o un malanika custom.

Se invece avessi un budget ridotto direi terawa skrama o kershaw camp 10 e per il piccolo un classico mora companion inox.

Poi c'è la categoria strumento di distruzione, come giustamente dici, dove rientrano al momento il silky nata 240 e il bark river bravo 3.
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso