Il coltellino per lo scout (e non solo)

A proposito di cambio di mentalità e sensibilità, è vero che si poteva girare con il coltellino in tasca senza problemi, ma erano onori ed oneri...


Meno epico, ma nella famosa nevicata dell'85 il mio liceo era in periferia, c'era mezzo metro di neve e ci eravamo arrivati chi a piedi chi in bicicletta.
Speravamo che la prof di latino rimanesse bloccata. Macchè, con la sua Renault 4 entrando nella viuzza che manco Markku Alen, la vedemmo arrivare con una nuvola di neve alzata dietro, spegnendo ogni speranza di evitare la versione.
Come disse un compagno sconsolato "ma p*** p***, è peggio di Michele Strogoff!"

Scusate l'OT.

A proposito, e gli alox da 93 e i vecchi 108 mm tipo Bundeswehr, come li vedete in tasca a degli scout?
Io frequentavo un corso di informatica insieme a mio fratello, gli unici ad arrivare all'istituto dove il corso veniva tenuto (ed in orario, sia chiaro9 con una Mini 90 ,,, rispediti a casa da un guardiano che ci guardava come fossimo alieni arrivati da mondi di altre galassie.
--- ---

ne ho un paio, quello costruito da Victorinox ed uno più recente ma meno bello e affascinante.

Venendo al tema dei coltelli x Scout, i pieghevoli tutti hanno una caratteristica/difetto, tendono a sporcarsi dove ci sono i perni. Pulirli bene diventa una rogna, per mangiare meglio mettere insieme un kit di posate dedicato, per questo motivo ho sempre "dimenticato" di rendere alle hostess le posate in acciaio quando le compagnie aeree ancora le usavano. Sono abbastanza piccole ma robuste e facili da pulire, ma ci sono anche dei kit che stanno dentro ad una busta tipo spazzolino da denti, corredati anche da da cannucce, bacchette orientali, etc etc
Per me quindi, a seconda delle età, e tenendo in considerazione anche altri 3ad che girano ultimamente circa le attuali e spesso limitate possibilità di alcune famiglie, per i più piccoli, diciamo i Lupetti, vic da ragazzini+kit di posate da tavola (NN pieghevoli, fa meno figo ma + salutare); per gli scout un Vic 98/110mm che abbia il seghetto e le solite cose base, lame, , grande e piccola, apri bottiglia e apriscatole, lesina e al massimo pinzette e, dato che vanno in coppia, stuzzicadenti. non vedo altre necessità. Per i più grandi, dopo averli edotti e responsabilizzati (TANTO ma TANTO) non vedrei male dei coltelli economici e con una lama con lunghezza max intorno ai 12 cm, ma vedo benissimo anche un Terävä Jääkäripuukko 85, che va da una 40ina di € fino alla 70ina di € col fodero in cuoio (quello del Terävä Jääkäripuukko 110, per me è super). Da notare che il kit posate durerebbe una vita.
 
Ultima modifica:
Io frequentavo un corso di informatica insieme a mio fratello, gli unici ad arrivare all'istituto dove il corso veniva tenuto (ed in orario, sia chiaro9 con una Mini 90 ,,, rispediti a casa da un guardiano che ci guardava come fossimo alieni arrivati da mondi di altre galassie.
--- ---

ne ho un paio, quello costruito da Victorinox ed uno più recente ma meno bello e affascinante.

Venendo al tema dei coltelli x Scout, i pieghevoli tutti hanno una caratteristica/difetto, tendono a sporcarsi dove ci sono i perni. Pulirli bene diventa una rogna, per mangiare meglio mettere insieme un kit di posate dedicato, per questo motivo ho sempre "dimenticato" di rendere alle hostess le posate in acciaio quando le compagnie aeree ancora le usavano. Sono abbastanza piccole ma robuste e facili da pulire, ma ci sono anche dei kit che stanno dentro ad una busta tipo spazzolino da denti, corredati anche da da cannucce, bacchette orientali, etc etc
Per me quindi, a seconda delle età, e tenendo in considerazione anche altri 3ad che girano ultimamente circa le attuali e spesso limitate possibilità di alcune famiglie, per i più piccoli, diciamo i Lupetti, vic da ragazzini+kit di posate da tavola (NN pieghevoli, fa meno figo ma + salutare); per gli scout un Vic 98/110mm che abbia il seghetto e le solite cose base, lame, , grande e piccola, apri bottiglia e apriscatole, lesina e al massimo pinzette e, dato che vanno in coppia, stuzzicadenti. non vedo altre necessità. Per i più grandi, dopo averli edotti e responsabilizzati (TANTO ma TANTO) non vedrei male dei coltelli economici e con una lama con lunghezza max intorno ai 12 cm, ma vedo benissimo anche un Terävä Jääkäripuukko 85, che va da una 40ina di € fino alla 70inadi € col fodero in cuoio (quello del Terävä Jääkäripuukko 110, per me è super). Da notare che il kit posate durerebbe una vita.
più che altro uno scout, anche grande, se ne fa ben poco di coltelloni... a meno che non sia appassionato alla materia. Io ce l'ho il mio SRK e mi è capitato di portarlo, ma non ha proprio senso tranne che se si vuole far vedere come usare un coltellone o costruire qualcosa di importante.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso