Trekking Il Grande Anello dei Sibillini

### Guida all'uso di questa sezione del forum. Cancella questo testo prima di inviare la nuova discussione ###

1) Seleziona il prefisso adeguato alla discussione che vuoi iniziare:
  • Informazione: per chiedere informazioni o inviare segnalazioni su luoghi ed itinerari
  • Proposta: per proporre escursioni ed eventi
  • Escursione: per raccontare la tua escursione a piedi senza pernottamento
  • Trekking: per raccontare la tua escursione a piedi di più giorni
  • Bushcraft: per raccontare la tua esperienza di bushcraft nella natura selvaggia
  • Viaggio: per raccontare il tuo viaggio
  • Nautica: per raccontare la tua escursione nautica
  • Bicicletta: per raccontare la tua escursione in bicicletta
  • Alpinismo: per raccontare la tua ascesa alpinistica
  • Arrampicata: per raccontare la tua arrampicata in falesia
  • Ferrata: per raccontare la tua ferrata
  • Speleologia: per raccontare la tua escursione speleologica
  • Torrentismo: per raccontare la tua escursione di torrentismo
  • Sci: per raccontare la tua escursione con gli sci
  • Ciaspole: per raccontare la tua escursione con le ciaspole
  • Corsa in montagna: per raccontare la tua corsa in montagna
  • Volo: per raccontare la tua escursione in parapendio, deltaplano, volo a vela
  • Rifugio: per recensire o segnalare un rifugio o un bivacco
  • Campeggio: per recensire o segnalare un campeggio
  • Varie: per fare altro inerente a questa regione che non sia quanto sopra
2) Seleziona un parco se la discussione è inerente al territorio di un parco tra quelli riportati sopra.

3) Utilizza la struttura sottostante (Dati e Descrizione) se vuoi raccontare o proporre una escursione di qualsiasi disciplina specificando il maggior numero di dati che conosci ed eliminando le voci che non conosci.


### Fine della guida all'uso di questa sezione del forum. Cancella questo testo prima di inviare la nuova discussione ###


Dati


Data:
Regione e provincia:
Località di partenza:
Località di arrivo:
Tempo di percorrenza:
Chilometri:
Grado di difficoltà:
Descrizione delle difficoltà:
Periodo consigliato:
Segnaletica:
Dislivello in salita:
Dislivello in discesa:
Quota massima:
Accesso stradale:
Traccia GPS: [puoi caricare la tua traccia GPS nella Mappa Escursioni ed inserire il link permanente al posto di questo testo]


Descrizione

Scrivi qui la descrizione e le tue impressioni!
 
images.jpg



@carlo96 grazie per la disponibilità continuiamo qui.

In prima battuta vorrei informazioni circa lo stato del Cammino e la possibilità di pernottare sempre in struttura.
Tu come hai diviso le tappe?
00_map.jpg
 
Ultima modifica:
Ciao, allora lo stato del sentiero è perfetto, ci sono alcune deviazioni proposte causa zone rosse (da terremoto) ben segnalate. Il percorso è sempre chiaro e molto ben segnato io non ho quasi mai utilizzato cartine o la descrizione dettagliata che avevo.
Allora tieni conto che il conosco abbastanza bene i Sibillini e quindi decisi di farla in autonomia e da solo, comunque ho diviso così il percorso:
-Lago di FIastra --> Garulla
-Garulla --> Colle di Montegallo
-Colle di Montegallo --> Castelluccio
-Castelluccio --> Visso
-Visso --> Lago di Fiastra

Tu come pensavi di organizzarti? Con le tappe così magari ti posso dire se c'è qualche particolare problematica.
In che periodo lo vorresti fare?
Sul pernottare io utilizzo sempre la tenda quindi non sono molto esperto, a Visso conosco un B&B che so che ha riaperto regolarmente e ospita spesso gente che fa l'anello, se vuoi ti do il nome
 
Ciao, allora lo stato del sentiero è perfetto, ci sono alcune deviazioni proposte causa zone rosse (da terremoto) ben segnalate. Il percorso è sempre chiaro e molto ben segnato io non ho quasi mai utilizzato cartine o la descrizione dettagliata che avevo.
Allora tieni conto che il conosco abbastanza bene i Sibillini e quindi decisi di farla in autonomia e da solo, comunque ho diviso così il percorso:
-Lago di FIastra --> Garulla
-Garulla --> Colle di Montegallo
-Colle di Montegallo --> Castelluccio
-Castelluccio --> Visso
-Visso --> Lago di Fiastra

Tu come pensavi di organizzarti? Con le tappe così magari ti posso dire se c'è qualche particolare problematica.
In che periodo lo vorresti fare?
Sul pernottare io utilizzo sempre la tenda quindi non sono molto esperto, a Visso conosco un B&B che so che ha riaperto regolarmente e ospita spesso gente che fa l'anello, se vuoi ti do il nome

Ancora non ho un programma preciso, sto valutando alcuni cammini da fare entro l'estate ed anche questo è in gioco. Per il B&B ok, avere un contatto è sempre interessante, ovviamente non utilizzando la tenda ho necessità di appoggi in strutture alla fine di ogni tappa. Appena ho un minuto butto giù una divisione delle tappe.
Quello che un po' mi sorprende di questo cammino è che non passa mai per le vette/creste quindi stavo anche ragionando sul fare una variante che tagli il massiccio.
Per il resto che impressioni hai avuto? Che feeling dà questo sentiero?
 
Il B&B si chiama il Borgo è a 5 minuti a piedi dal centro.
Allora il giro è disegnato e studiato veramente bene e quando lo fai te ne rendi conto, non a caso è stato ideato da uno dei più esperti dei Sibillini e non solo.
Io conosco molto bene il gruppo centrale quindi per me girare attorno alle vette potendole vedere tutte mi ha regalato molte emozioni e riportato alla mente le escursioni fatte, e ti permette anche di vedere le realtà montane, senza comunque togliere nulla al paesaggio.
Le impressioni sono state grandiose mi è piaciuto da morire sono stato felicissimo di averlo fatto poi così senza legarmi a nulla e nessuno, passi per posti veramente poco frequentati (io per giorni ho camminato sempre solo, incontrando giusto qualche pastore) vedi luoghi storici un po' fuori dai normali sentieri e poi ti rendi conto veramente di spostarti a piedi ed è impagabile .
Altra cosa, le tappe sono sempre su percorso facile quindi la difficoltà puoi adattarla alle tue esigenze, se lo fai in una settimana le tappe sono relativamente corte, altrimenti diventano sempre più di 20 km con dislivelli comunque discreti e quindi inizia ad essere impegnativo.
 
Il B&B si chiama il Borgo è a 5 minuti a piedi dal centro.
Allora il giro è disegnato e studiato veramente bene e quando lo fai te ne rendi conto, non a caso è stato ideato da uno dei più esperti dei Sibillini e non solo.
Io conosco molto bene il gruppo centrale quindi per me girare attorno alle vette potendole vedere tutte mi ha regalato molte emozioni e riportato alla mente le escursioni fatte, e ti permette anche di vedere le realtà montane, senza comunque togliere nulla al paesaggio.
Le impressioni sono state grandiose mi è piaciuto da morire sono stato felicissimo di averlo fatto poi così senza legarmi a nulla e nessuno, passi per posti veramente poco frequentati (io per giorni ho camminato sempre solo, incontrando giusto qualche pastore) vedi luoghi storici un po' fuori dai normali sentieri e poi ti rendi conto veramente di spostarti a piedi ed è impagabile .
Altra cosa, le tappe sono sempre su percorso facile quindi la difficoltà puoi adattarla alle tue esigenze, se lo fai in una settimana le tappe sono relativamente corte, altrimenti diventano sempre più di 20 km con dislivelli comunque discreti e quindi inizia ad essere impegnativo.

Ok grazie, io sicuramente opterò per tappe oltre i 20 km. Sì è molto interessante anche l'idea di camminare con le vette che fanno da sfondo come mi intriga questo senso di solitudine e immersione in paesaggi legati alla tradizione della montagna. A naso punterei a concluderlo in 4-5 giorni.
 
4 giorni è una bella mazzata ma certo se riesci a fermarti in un rifugio o struttura si fa, mentre se uno lo fa con tenda e tutto il cibo 5 giorni erano per me il giusto mezzo tra portare meno cose nello zaino e dover camminare molto.
Per le strutture sicuramente a Fiastra/Visso/Garulla trovi qualcosa, a Colle c'è un bel camping ma non so se hanno anche qualche stanza in caso per te che non hai la tenda, Castelluccio non so veramente...
 
4 giorni è una bella mazzata ma certo se riesci a fermarti in un rifugio o struttura si fa, mentre se uno lo fa con tenda e tutto il cibo 5 giorni erano per me il giusto mezzo tra portare meno cose nello zaino e dover camminare molto.
Per le strutture sicuramente a Fiastra/Visso/Garulla trovi qualcosa, a Colle c'è un bel camping ma non so se hanno anche qualche stanza in caso per te che non hai la tenda, Castelluccio non so veramente...

Proprio per quello amo andare ultra-light e appoggiarmi a strutture: mi piace macinare tanti km e camminare molte ore al giorno. Inoltre adoro fermarmi nei borghi e vivere il luogo anche trovandomi le osterie in cui mangiare e scambiando due chiacchiere con gli abitanti.
Non sopporto invece i rifugi/albergo in stile dolomitico.

Ah per inciso vivere i trekking in tenda deve essere favoloso e garantire la massima libertà, esperienze diverse ed entrambe valide.
 
Ultima modifica:
Proprio per quello amo andare ultra-light e appoggiarmi a strutture: mi piace macinare tanti km e camminare molte ore al giorno. Inoltre adoro fermarmi nei borghi e vivere il luogo anche trovandomi le osterie in cui mangiare e scambiando due chiacchiere con gli abitanti.
Non sopporto invece i rifugi/albero in stile dolomitico.

Ah per inciso vivere i trekking in tenda deve essere favoloso e garantire la massima libertà, esperienze diverse ed entrambe valide.
Rifugi e alberghi dolomitici non ci sono nemmeno a cercarli sui Sibillini :rofl: :rofl:
Fai benissimo! Io pure quest'estate quando ho potuto mi sono fermato a fare due chiacchiere
 
Rifugi e alberghi dolomitici non ci sono nemmeno a cercarli sui Sibillini :rofl: :rofl:
Fai benissimo! Io pure quest'estate quando ho potuto mi sono fermato a fare due chiacchiere

E' proprio per questo che amo l'Appennino: autenticità.
--- ---

Sperando di fare cosa gradita anche per il topic, oltre che per il sottoscritto, inserisco questo ottimo riferimento su Wikiloc. Questo escursionista lo ha fatto in 5 tappe (6 perché si è fermato un giorno attorno al lago di Fiastra) mettendo sempre riferimenti della struttura di pernottamenti.

Questa la sua divisione:

1_Visso - Fiastra----------------> 22.74 km [Rifugio di Tribbio ]
2_Fiastra - Garulla Superiore ---->23.95 km [Rifugio Garulla ]
3_Garulla Superiore - Pignotti --->18.64 km [La Baita di Pilato]
4_Pignotti - Castelluccio --------->24.56 km [ Agriturismo Monte Velletta]
5_Castelluccio - Visso ------------>22.19 km

Non inserisco i dislivelli perché mi sembrano tutti sbagliati (tutte le tappe con oltre 1000 metri di dislivello, guardando le altimetrie non ci siamo deve essere un errore del GPS). Anche sul chilometraggio qualcosa non mi torna pienamente.

@carlo96 che te ne pare?


Anche qui c'è un bel resoconto ma, in tal caso, pre-sisma.
 
Ultima modifica:
Secondo me invece le distanze sono giuste in base ai dati che avevo dal libro, e anche i dislivelli sono dell'ordine di 1000 metri al giorno (dato che praticamente sommi sempre due tappe).
Come divisione ci sta e se vedi più o meno ricalca la mia tranne per Pignotti, io quella tappa l'ho allungata fino a Colle ma come ti dicevo lì è quasi tutto distrutto tranne il camping quindi o fai come lui oppure puoi vedere se trovi qualcosa ad Altino, che dista 45 minuti da pignotti (vado a memoria poi tu controlla). Così accorci un po' la tappa fino a Castelluccio che è veramente lunga dato che il "sentiero dei mietitori" è chiuso e devi allungare per la strada asfaltata che sale fino a forca di presta. Io da Colle a Castelluccio ho impiegato 12 ore precise, comprese pause e tutto.

I dati tecnici che ho derivano dal libro "sibillini le più belle escursioni" di Calibani e Alesi, che ti consiglio veramente non solo per il GAS ma per i Sibillini in generale.
Di mio non ho nulla perché non uso gps.
 
Secondo me invece le distanze sono giuste in base ai dati che avevo dal libro, e anche i dislivelli sono dell'ordine di 1000 metri al giorno (dato che praticamente sommi sempre due tappe).
Come divisione ci sta e se vedi più o meno ricalca la mia tranne per Pignotti, io quella tappa l'ho allungata fino a Colle ma come ti dicevo lì è quasi tutto distrutto tranne il camping quindi o fai come lui oppure puoi vedere se trovi qualcosa ad Altino, che dista 45 minuti da pignotti (vado a memoria poi tu controlla). Così accorci un po' la tappa fino a Castelluccio che è veramente lunga dato che il "sentiero dei mietitori" è chiuso e devi allungare per la strada asfaltata che sale fino a forca di presta. Io da Colle a Castelluccio ho impiegato 12 ore precise, comprese pause e tutto.

I dati tecnici che ho derivano dal libro "sibillini le più belle escursioni" di Calibani e Alesi, che ti consiglio veramente non solo per il GAS ma per i Sibillini in generale.
Di mio non ho nulla perché non uso gps.

Ti ringrazio, ero convinto che fossero dislivelli più contenuti ma la cosa non mi spaventa anzi mi stimola ancora di più. La asfaltata fino a Forca di Presta (che ho presente) è in effetti una bella rogna devo valutare bene la suddivisione.
Comunque a volte la vita è incredibile; proprio tre giorni fa la mia ragazza (che ha lontane origini marchigiane) mi dice che dalla casa di famiglia di Gagliole ha prelevato un libro che potrebbe interessarmi : "PARCO DEI SIBILLINI le più belle escursioni" di Alesi Calibani, 1992.
Non sono io che ho scelto il GAS, è il GAS che ha scelto me.
Il libro è letteralmente stupendo e mi ha fatto venire una voglia incredibile di esplorare a fondo questa catena di cui conosco solo la maestosa escursione Forca di Presta - Zilioni - Vettore - Cresta del Redentore fatta la scorsa estate.
 
Nemmeno a saperlo !!!
Quello con la copertina bianca e verde??
Io ho l'edizione più recente comprata quando ho fatto la prima escursione senza genitori a 16 anni ed erano proprio tre tappe del GAS :biggrin:
 
Nemmeno a saperlo !!!
Quello con la copertina bianca e verde??
Io ho l'edizione più recente comprata quando ho fatto la prima escursione senza genitori a 16 anni ed erano proprio tre tappe del GAS :biggrin:

Esatto, con copertina bianca e verde.
Pensa che il Grande Anello dei Sibillini è denominato "Anello dei Sibillini" con la specifica che è in corso di progettazione e che gli autori hanno avuto l'autorizzazione di pubblicarne il tracciato in anteprima.
Dal libro permea ancora quel meraviglioso spirito conservazionista che ha travolto l'Appennino tra la fine degli '80 e i primi '90.
Tra l'altro gli autori individuano anche un trekking denominato "Trekking dei Sibillini" di 50 km e 4800 metri di dislivello da fare in 4 giorni che va da Vallecanto di Acquacanina a Forca di Presta attraversando gran parte delle creste (soste al Rifugio del Fargno, Eremo di San Leonardo, Casale Ghezzi). Cercando on line non ho trovato nulla, è come se questo percorso fosse caduto nel dimenticatoio eppure promette di essere la traversata più spettacolare in assoluto.
 
Esatto, con copertina bianca e verde.
Pensa che il Grande Anello dei Sibillini è denominato "Anello dei Sibillini" con la specifica che è in corso di progettazione e che gli autori hanno avuto l'autorizzazione di pubblicarne il tracciato in anteprima.
Dal libro permea ancora quel meraviglioso spirito conservazionista che ha travolto l'Appennino tra la fine degli '80 e i primi '90.
Tra l'altro gli autori individuano anche un trekking denominato "Trekking dei Sibillini" di 50 km e 4800 metri di dislivello da fare in 4 giorni che va da Vallecanto di Acquacanina a Forca di Presta attraversando gran parte delle creste (soste al Rifugio del Fargno, Eremo di San Leonardo, Casale Ghezzi). Cercando on line non ho trovato nulla, è come se questo percorso fosse caduto nel dimenticatoio eppure promette di essere la traversata più spettacolare in assoluto.
Sto programmando per quest'estate un trekking di 7 giorni, che vada dal lago di Fiastra a quello di Campotosto e fino a forca di Presta più o meno seguirò il percorso (con variazioni perché lo farò in 3 giorni e in tenda)

Io ho praticamente tutte le loro guide sono fatte no bene qualcosa di più!! Piene di curiosità, storia, sentieri particolari e poi trasmettono la loro filosofia. Quando invece spesso le guide risultano sterili da sto punto di vista
 
Sto programmando per quest'estate un trekking di 7 giorni, che vada dal lago di Fiastra a quello di Campotosto e fino a forca di Presta più o meno seguirò il percorso (con variazioni perché lo farò in 3 giorni e in tenda)

Io ho praticamente tutte le loro guide sono fatte no bene qualcosa di più!! Piene di curiosità, storia, sentieri particolari e poi trasmettono la loro filosofia. Quando invece spesso le guide risultano sterili da sto punto di vista

Bellissimo! Ma passi sul Cammino nelle Terre Mutate per caso?
 
No no dopo Forca di Presta scendo ad Arquata e poi entro nel gruppo della Laga, come arrivare da Arquata alla Macera della Morte ancora devo studiarlo e deciderlo bene, magari farò anche un sopralluogo.
Poi da lì sempre nel cuore della Laga fino al Lago.
Non seguo un percorso descritto unisco sentieri e tracce che conosco o di cui sono a conoscenza. Poi magari anche in base al meteo e come mi gira faccio deviazioni.
Se riuscirò e se dopo ne avrò le forze potrei anche descriverlo qui.
 
No no dopo Forca di Presta scendo ad Arquata e poi entro nel gruppo della Laga, come arrivare da Arquata alla Macera della Morte ancora devo studiarlo e deciderlo bene, magari farò anche un sopralluogo.
Poi da lì sempre nel cuore della Laga fino al Lago.
Non seguo un percorso descritto unisco sentieri e tracce che conosco o di cui sono a conoscenza. Poi magari anche in base al meteo e come mi gira faccio deviazioni.
Se riuscirò e se dopo ne avrò le forze potrei anche descriverlo qui.
Da Arquata vai a Spelonga. Uscendo dal paese in direzione Colle, all'altezza di un tornante, sulla sinistra trovi l'inizio di una sterrata con un malandato cartello che indica la direzione per Passo il Chino. Quella sterrata finisce dove inizia il sentiero che conduce alle pendici del monte Comunitore e poi alla Macera della Morte. Per non fare asfalto tra Arquata e Spelonga o anche per vedere il sentiero che da Forca di Presta ti porta ad Arquata puoi consultare il sito dell'associazione Arquata Potest che ha ripristinato quasi tutta la rete sentieristica del comune dei due parchi, unico in Europa. Hanno fatto un ***** di lavoro veramente incredibile. Meritano veramente. Grande esempio di resistenza e resilienza.
 
Da Arquata vai a Spelonga. Uscendo dal paese in direzione Colle, all'altezza di un tornante, sulla sinistra trovi l'inizio di una sterrata con un malandato cartello che indica la direzione per Passo il Chino. Quella sterrata finisce dove inizia il sentiero che conduce alle pendici del monte Comunitore e poi alla Macera della Morte. Per non fare asfalto tra Arquata e Spelonga o anche per vedere il sentiero che da Forca di Presta ti porta ad Arquata puoi consultare il sito dell'associazione Arquata Potest che ha ripristinato quasi tutta la rete sentieristica del comune dei due parchi, unico in Europa. Hanno fatto un ***** di lavoro veramente incredibile. Meritano veramente. Grande esempio di resistenza e resilienza.
A quindi hanno sistemato il sentiero che scende da forca di presta fino alla rocca di Arquata perfetto!! Quello sicuramente lo avrei preso comunque, meglio però se è segnato :biggrin:
Da Spelonga fino a passo di chino ho anche la descrizione del libro ma se ho la possibilità mi sa che ci farò comunque un sopralluogo per vedere più o meno anche dove piazzare la tenda. Mi tenta l'idea di dormire ai laghetti sopra Colle (non so se conosci) ma così facendo dovrei per forza seguire la strada da Spelonga a Colle...

Stasera mi guardo anche il sito che mi hai indicato sono curioso di vederlo.
 
Da Borgo di Arquata a Forca di Presta c'è un anello, i sentieri recuperati sono segnalati in maniera ottimale anche con nuova segnaletica su pali. Sul sito ci sono anche le tracce gps se ti servissero ed approfitta per guardare l'immane lavoro che hanno svolto...si tratta di associazione di volontari, mi sembra doveroso puntualizzarlo. Per la Macera della Morte puoi passare o dal Chino oppure, come hai già detto, dal sentiero dei laghetti partendo da Colle. Sono più o meno equivalenti. Per la tenda non dovresti avere problemi in nessuno dei due sentieri. Non so come suddividi le tappe quindi non saprei consigliarti. Ti muovi in solitaria o con cane al seguito?
--- ---

C'è anche un sentiero che da Arquata porta direttamente a Colle... controlla sul sito di Arquata Potest.
 
Ultima modifica:
Corso di Orientamento
Alto Basso