Il lupo: può diventare un pericolo per gli escursionisti?

Mi piace andare da solo in montagna e nei boschi e anche distendermi e dormire se giunge la notte.
Finora a chi mi chiedeva se non avevo paura, rispondevo che a parte altri essere umani non ci sono animali particolarmente pericolosi sulle nostre montagne. Sì, le vipere, qualche cinghiale, sono stato inseguito da cavalli, mucche a anche pecore, ma niente di particolarmente preoccupante.

Poi, lo scorso agosto, ho vissuto l’esperienza di imbattermi da solo nel bosco di notte in un branco di lupi.
https://www.montinvisibili.it/#!/Monte-Prena
E un dubbio mi è sorto. La crescita della loro popolazione può diventare pericolosa per noi escursionisti e anche per i nostri cani?

La vulgata comune vuole che il lupo non attacchi l’uomo, ma ritengo mica perché non ne gradisce il sapore o per istinto, ma perché ha imparato a temerlo e i branchi sono stati nel tempo sempre meno numerosi, strutturati e aggressivi.
In internet (pur con tutte le cautele su tale mezzo di reperimento delle informazioni) diverse fonti raccontano di come gli attacchi non siano invece cosa impossibile.
https://en.wikipedia.org/wiki/Wolf_attacks_on_humans
https://iocaccio.it/lupo-e-rischio-di-aggressione-alluomo-verita-bugie-e-mistificazioni
http://www.reggioreport.it/2015/03/il-lupo-uccide-ma-non-si-puo-dire-raniero-davoli-attacca-gli-animalisti-da-divano-di-casa/
https://www.wikihow.it/Sopravvivere-all'Attacco-di-un-Lupo

Due allevatori (in Abruzzo e in Alto Adige) mi hanno raccontato di aver subito perdite negli ultimi tempi.

L’aumento della pressione della specie sul territorio (quindi la fame) e la crescita delle dimensioni dei branchi può portare a un avvicinamento del lupo agli insediamenti umani e alla nascita di esemplari o branchi confidenti, come già è avvenuto, per l’orso, il cinghiale e il cervo, con conseguente diminuzione dell’atavica paura della specie umana?

Mi chiedo altresì quali potrebbero essere degli efficaci dissuasori. Ho una scacciacani, ma non m’ispira portarmela appresso. Porto invece dei petardi, ma non sono di pratico impiego. Il flash della fotocamera mi sembra invece sia stato utile durante la mia avventura.

Ringrazio in anticipo chi avrà qualcosa da dire.
PNALM Lupo 2008.jpg
 
Questa estate mi avventureró in territori frequentati dai lupi (Parco Orsiera Rocciavré) percui l'argomento senz'altro mi interessa.
Per i petardi una volta c'erano quelli ad accensione veloce senza miccia (hanno solo una parte da accendere sfregando contro una superficie ruvida, tipo fiammifero) ma forse li hanno esclusi dal commercio perché troppo pericolosi... Per questi casi erano comodi.
 
Dunque io ho incontrato qualche volta dei lupi e nello specifico una volta durante una sua/loro battuta di caccia al camoscio ed il risultato è stato solo quello di farlo/li fuggire (ne ho visto uno solo ma suppongo ci fossero anche gli altri visto che il lupo caccia in branchi); la zona è quella dei boschi tra Cels e Ramats in Valle di Susa. Ho anche dormito nelle stesse zone e una notte mentre ero in solitaria ho sentito ululare a distanza ma non mi si è avvicinato nessuno.
Ultimamente ho seguito alcuni incontri organizzati al parco del gran bosco di Salbertrand sul lupo e ho letto molte cose prodotte fra l'altro anche da LifeWolfsAlps.

Il lupo non attacca l'uomo perché non rientra nel novero delle sue prede, generalmente caccia prede che ritiene più "deboli" e meno pericolose per la sua incolumità quindi predilige comunque animali o molto giovani o feriti o malati, difficilmente attacca ad esempio un cervo maschio adulto, almeno che non sia proprio affamato.
Un guardiaparco mi faceva notare che il lupo vede l'uomo come un predatore pari a lui e quindi potenzialmente pericoloso eventualmente per la propria incolumità: occhi frontali (appunto caratteristica dei predatori) e posizione eretta che ai suoi occhi vuol dire "più grande", c'è poi anche il nodo dell'odore da carnivoro dell'uomo. Ciò non vuol dire in assoluto che un branco non possa attaccare, ma la possibilità è remotissima; considerate anche che le sue prede naturali -cervidi et similia- sono presenti in numeri impressionanti sulle nostre montagne l'uomo sarà davvero una possibilità predatoria remotissima. Gli esemplari di lupo in italia non sono tantissimi in relazione alle popolazioni di ungulati quindi la possibilità di scarsità di prede non c'è, il problema semmai è più legato all'allevamento di montagna perché questo è cambiato e si è sviluppato in assenza del lupo e quindi ora come ora gli allevatori sono impreparati a gestire la questione, ma anche li si sta trovando la quadra con recinti adeguati e cani antilupo (più pericolosi del lupo stesso, se non si sa come approcciarli).
Lascerei perdere le posizioni strumentali dei cacciatori e i racconti di dubbi attacchi, qualche mese fa a Giaveno in una zona dove i lupi non ci sono fu denunciato un attacco con ad avallo "evidenze" portate da federcaccia e beh, poi l' "attacco" si è dimostrato una bufala...ma non voglio far polemica sui cacciatori, restiamo sul tema, per concludere rispetto alla mia esperienza e rispetto a quel po che mi son documentato posso dire che il lupo normalmente non attacca l'uomo, io continuo ad affrontare le mie uscite ed i miei bivacchi in tranquillità.
Per chi fosse in zona Torino/Valle di Susa sabato c'è questo, io vorrei andare ma la mia compagna lavora e se non trovo un passaggio dovrò saltare, arrrggghhh: https://www.parchialpicozie.it/news/detail/22-02-2018-custodi-erranti-uomini-e-lupi-a-confronto/
 
oh io sta cosa della paura atavica dell' uomo l'ho sempre pensata una gran ca..ata.
IMHO come tutti i predatori sono normalmente prudenti soprattutto con le specie che non sanno essere una loro preda e mgari pure di dimensioni notevoli.
Più uomini vedono e meno ne avranno paura e in caso di molta fame e/o branco grande un pensierino ad addentarci ce lo fanno.
Rimane una possibilità molto remota, ma se sei solo o peggio con un cane non fortissimo la scacciacani io un pensierino a portarla lo farei.
c'è poi anche il nodo dell'odore da carnivoro dell'uomo
ah beh vorrà dire che sò ca..i dei vegani! :lol:
 
Per chi fosse in zona Torino/Valle di Susa sabato c'è questo, io vorrei andare ma la mia compagna lavora e se non trovo un passaggio dovrò saltare, arrrggghhh: https://www.parchialpicozie.it/news/detail/22-02-2018-custodi-erranti-uomini-e-lupi-a-confronto/
Beh a Salbertrand c'è il treno comodo, da dove parti? Se fa brutto sto weekend magari ci andiamo a fare un giro da quelle parti assieme...

più che la scacciacani (penso pesi troppo per quello che serve...) mi porterei un fischietto (che già ho) e al massimo dei petardi
 
oh io sta cosa della paura atavica dell' uomo l'ho sempre pensata una gran ca..ata.
IMHO come tutti i predatori sono normalmente prudenti soprattutto con le specie che non sanno essere una loro preda e mgari pure di dimensioni notevoli.
Più uomini vedono e meno ne avranno paura e in caso di molta fame e/o branco grande un pensierino ad addentarci ce lo fanno.
Rimane una possibilità molto remota, ma se sei solo o peggio con un cane non fortissimo la scacciacani io un pensierino a portarla lo farei.

ah beh vorrà dire che sò ca..i dei vegani! :lol:
Non è una questione di paura atavica, ma di efficienza nella caccia, il lupo vede l'uomo come un competitore e quindi evita lo scontro, tutto qui, poi come dicevo tutto può starci, in teoria, ma l'attacco è un caso remoto.

E riguardo ai vegani...eccomi! Tipo da quasi 20 anni e non hanno mangiato nemmeno me, ma insomma avevo una discreta ascella dopo una giornata di camminata ;)

Beh a Salbertrand c'è il treno comodo, da dove parti? Se fa brutto sto weekend magari ci andiamo a fare un giro da quelle parti assieme...
ecco magari portati dietro un vegano da lasciare in pasto ai lupi :lol:
Purtroppo per molti mesi sono out causa un brutto infortunio, mi muovo ancora per brevi tratti in stampelle o altrimenti in sedia a rotelle quindi ho bisogno di un autista, solitamente c'è la mia compagna ma sabato ha un mercato e quindi forse salto, almeno che non recuperi il socio di cordata e la sua clio :)

Ma insomma mi volete proprio sacrificare :) ma tanto come detto non gli piaccio :)
 
Si, imbattersi in un branco, o soggetto affamato:azz:, essere soli, oppure non essere all'altezza della circostanza:(, dispone il nostro "amico" a soddisfare il suo primario bisogno (detta molto soft):biggrin:; se il nostro caro peloso ci accompagna, è doveroso tenerlo a guinzaglio molto corto e non liberarlo se intendiamo ricambiargli tutto l'affetto :D.
Cosa fare? Non c'è spazio per opinionisti:p,.....:sorry:.
 
considerate che il lupo ormai è tornato da anni nei nostri boschi e contestualmente il numero degli escursionisti è aimé cresciuto e comunque non ci sono stati attacchi documentati; in passato ci sono stati piuttosto attacchi di cani inselvatichiti, quelli si
 
Riguardo alla possibilità di attacco ai cani domestici si, pare che ci siano stati e quello si è un problema. Qualche mese fa, quando camminavo ancora :( abbiamo organizzato una giornata di raccolta erbe in una zona papabile anche per i lupi e consigliai di lasciare a casa il proprio amico peloso ecco, in presenza di cani non saprei gestire la situazione, non avendo cani non mi sono mai posto la questione che effettivamente però sussiste
 
Non è una questione di paura atavica, ma di efficienza nella caccia, il lupo vede l'uomo come un competitore e quindi evita lo scontro, tutto qui, poi come dicevo tutto può starci, in teoria, ma l'attacco è un caso remoto.
Infatti. Ho messo il "mi piace" al tuo post xkè la vedo uguale a te.

E riguardo ai vegani...eccomi! Tipo da quasi 20 anni e non hanno mangiato nemmeno me, ma insomma avevo una discreta ascella dopo una giornata di camminata
:lol::lol:
:puah: :biggrin:
Riguardo alla possibilità di attacco ai cani domestici si, pare che ci siano stati e quello si è un problema.
non "pare" sono documentati.
Qui da me son stati confermati sia in piena pianura che in collina dalla forestale. Uno è successo a 500m da dove sono adesso.
 
Provata a vederla dal lato opposto: voglio andare in un luogo che so frequentato dai lupi per carcare di vederli/fotografarli: pensate di farcela?

Da questo considerate la probabilità di incontrare accidentalmente un lupo...
Oh non so a te ma a me son capitate 1000 volte cose che "ca..o avessi voluto farlo apposta non ci sarei riuscito"
non sono per nulla bravo in statistica ma direi che la tua correlazionenon sia così giusta. O cmq me ne faccio poco.
Poi io sulle mie colline ho il filmato e foto del branco di lupi che si contende il capriolo con un' aquila, vedi tu se è un evento probabile... :)
 
Ciao a tutti partecipo alla discussione visto che anche qua in Liguria la presenza del lupo si sta rafforzando.
Secondo stime della Regione relative al 2017 sull'appennino ligure ne sarebbero presenti almeno una sessantina.
http://www.ilsecoloxix.it/p/la_spezia/2018/01/30/ACQ9A1l-territorio_forestale_spezzino.shtml
Da vedere se chi scrive ha ben chiaro la differenza tra appennino ligure e alpi liguri,forse la stima è più realistica per tutta la Liguria ma non ho approfondito.
Secondo me Maduva nel suo primo post ha centrato il segno,l'uomo è troppo un'incognita per il lupo,troppo rischioso attaccarlo.
Che poi non possa mai succedere quello non lo do sicuramente per scontato,certo sono più tranquillo se siamo in 2 o 3 ma spesso e volentieri dormo da solo e continuerò a farlo così come ho fatto negli anni passati visto che comunque il lupo non è spuntato ieri sulle nostre montagne.
 
Qui in alta valle i lupi ci sono, si sa, io ne ho incontrati 2 nei boschi ed uno...sulla statale all'altezza del ponte di Exilles ma non è in discussione la presenza appunto, basterebbero solo le deiezioni copiose o le carcasse spolpate che si trovano spesso anche vicino al mio paese (un paesano ha trovato un lupo pure nel parcheggio del paese, 4 anni fa, che manco a dirlo si è dileguato immediatamente) per attestarla, ma proprio della frequenza (relativa) degli incontri si dovrebbe parlare, quanti attacchi o situazioni di potenziale pericolo? Nessuna e perché avere paura? Paradossalmente Io temerei più i cinghiali allora, che in caso di percezione del pericolo possono essere imprevedibili, ma in realtà sono convinto che con il giusto approccio ed il giusto comportamento verso i selvatici gli unici pericoli riscontrabili nei boschi siano legati agli infortuni, piuttosto che agli attacchi di animali
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso