Il lupo: può diventare un pericolo per gli escursionisti?

Notate, tutti, per favore che :
"Gli esperti del progetto Life Wolf Alps definiscono un episodio eccezionale"
son sempre eventi eccezionali
Trilussa docet.
Ora ripeto e approfitto x ringraziare @emiliano76 x la bellissima testimonianza (che culo però! Io al max sempre e solo volpi!) che io non voglio dare troppo credito a nessuna delle 2 teorie Lupo vs Uomo, credendo che in fondo la verità sia in una nebulosa di probabilità che ha la sua parte più fitta nella zona "scappano" ma le cui propaggini arrivano anche ai 2 estremi.


Ecco qua, proprio all'inizio. Il problema grosso di sto thread é che la gente non lo legge e continua a resettarsi, come una ruota che gira senza arrivare da nessuna parte.
 
e si talmente pigro che mi sono letto tutto l'elenco degli attacchi da parte dei lupi verso l'uomo a livello mondiale e il vostro bel canada è una pippa in confronto a quelli avvenuti nell' europa dell'est che comunque la casistica di morte per l'uomo è inferiore al 20% mentre per i lupi supera l 80% e neanche uccisi con armi da fuoco solo la minima parte ma con pietre e bastoni ,poi pigro sarai te perchè se avessi letto bene l'ultimo attacco è stato nel 1792 quindi ancora più vecchio,difatti se aveste letto quello che ho scritto stanno pure valutando di denunciare il presidente dell'associazione allevatori per procurato allarme e la notizia è sulla nazione di Pistoia
Una possibilità di 5 di morire fra atroci sofferenze mentre si viene mangiati, che culo!
 
Mah il fatto che siano tutti lupi non vuol dire che abbiano lo stesso comportamento, cioè volete davvero paragonare i lupi del Canada con quelli italiani? Che io sappia un lupo italicus va sui 35 kg più o meno, il lupo grigio va sui 50 kg. Sarebbe come paragonare l orso marsicano con il grizzly. Sono entrambi orsi no? Eppure la stazza è l aggressività è molto diversa. Quindi io personalmente non faccio affidamento sul professore canadese, che per carità, sarà anche esperto e competente, ma ci sono altri suoi colleghi che affermano il contrario. Ripeto che io da escursionista non ho mai avuto problemi con i selvatici nei miei giri. Gli incontri sono stati rari e di brevissima durata. Attacchi zero.
Vedi il punto è che le stesse cose che si dicono qui ed ora si dicevano in nordamerica qualche anno fa, gli stessi argomenti, la stessa aria di sufficienza verso chi osava mettere in discussione il dogma che il lupo e' schivo e non attacca l'uomo.

purtroppo però, se vogliamo rimanere in ambito scientifico, nessuna teoria è vera ma, almeno seguendo l'epistemologia popperiana, sono tutte falsificabili.

ora, pare che a te (e anche ad altri) non sia chiaro questo concetto di falsificazione, ogni volta che la tua bella teoria ha un (si ne basta anche solo uno) maledetto fatto che la smentisce diventa immediatamete inutile.

Continuare a ripetere come un mantra teorie che sono state smentite dai fatti e rifiutarsi sempre e comunque di voler entrare nel merito di questi fatti chiosando o cavillando su presunte differenze nei dettagli ed ignorando le forti affinità nella sostanza è tipico di due categorie: gli ignoranti che di scienza e logica capiscono poco e i prezzolati che in cambio di uno stipendio, visibilità mediatica, carriera appoggiano l'ideologia richiesta dalla classe dominante.
 
Ultima modifica:
Vedi il punto è che le stesse cose che si dicono qui ed ora si dicevano in nordamerica qualche anno fa, gli stessi argomenti, la stessa aria di sufficienza verso chi osava mettere in discussione il dogma che il lupo e' schivo e non attacca l'uomo.

purtroppo però, se vogliamo rimanere in ambito scientifico, nessuna teoria è vera ma, almeno seguendo l'epistemologia popperiana, sono tutte falsificabili.

ora, pare che a te (e anche ad altri) non sia chiaro questo concetto di falsificazione, ogni volta che la tua bella teoria ha un (si ne basta anche solo uno) maledetto fatto che la smentisce diventa immediatamete inutile.

Continuare a ripetere come un mantra teorie che sono state smentite dai fatti e rifiutarsi sempre e comunque di voler entrare nel merito di questi fatti chiosando o cavillando su presunte differenze nei dettagli ed ignorando le forti affinità nella sostanza è tipico di due categorie: gli ignoranti che di scienza e logica capiscono poco e i prezzolati che in cambio di uno stipendio, visibilità mediatica, carriera appoggiano l'ideologia richiesta dalla classe dominante.
Posso essere anche ignorante come dici tu in scienza, ma non mi pare che tu ne capisca di più, è stato accettato un po' da tutti che il lupo è necessario per la catena alimentare. Quali sono le tue soluzioni? ( se fosse un problema, ma per quanto mi riguarda non lo è affatto), l abbattimento lo escluderei visto che fa più danni che altro.
 
U

Utente 29473

Guest
Mio pensiero personale cmq, che andate a fare in natura, se avete paura di incontrare ors, cinghiali, lupi e vipere. Siamo in natura e loro ne fanno parte che lo vogliate o no con tutti i pro e i contro.
Invece di essere contenti di una natura viva finalmente completa dei suoi principali attori che un tempo erano scomparsi nei nostri teatri naturali, questi se ne dicono preoccupati poiché vorrebbero campeggiare ed escursionare nel giardino di casa o nella natura resa sicuro parco cittadino... A tutti quelli che criticano qui in questo forum il ritorno del lupo e dell orso e se ne dicono spaventati io rispondo statevene a casa nelle vostre belle cittadine che la natura nn ha bisogno di voi e del vostro inquinato stato mentale
 
Siamo ritornati al victim shaming,

che vanno a fare in giro con le minigonne di notte se hanno paura di essere stuprate? Che stessero in casa a fare la calzetta se non vogliono andare incontro alla "natura umana", giusto?

che poi la "semplicità di pensiero" si evince anche dal fatto che a uno che viene a chiedere consiglio su come debba comportarsi in caso di incotro, qualora non accetti il mantra mediatico del lupetto innocuo, viene immediatamate richiesto di fornire soluzioni

io, chiaramente, soluzioni non ne ho. (altrimenti che chiedevo a fare?)

Anzi, non è una soluzione, ma un mezzo per trovarla: inizare a sparare meno cazzate ripetendo il "vangelo" a memoria ed osservare il comportmento del lupo per quello che è: una ripresa di coraggio e una diminuzione drastica delle barriere inibitorie che lo hanno tenuto lontano dall'uomo.

Comincio a pensare che qualora ci scappasse davvero l'incidente qualcuno potrebbe anche essere contento del fatto che finalmente la natura avrebbe ripreso il suo corso.

Per certo un branco di lupi confidenti e non timorosi dell'uomo è un pericolo ben più concreto di un orso o di una vipera (ma c'è realmente qualcuno che teme le vipere?)
 
Siamo ritornati al victim shaming,

che vanno a fare in giro con le minigonne di notte se hanno paura di essere stuprate? Che stessero in casa a fare la calzetta se non vogliono andare incontro alla "natura umana", giusto?

che poi la "semplicità di pensiero" si evince anche dal fatto che a uno che viene a chiedere consiglio su come debba comportarsi in caso di incotro, qualora non accetti il mantra mediatico del lupetto innocuo, viene immediatamate richiesto di fornire soluzioni

io, chiaramente, soluzioni non ne ho. (altrimenti che chiedevo a fare?)

Anzi, non è una soluzione, ma un mezzo per trovarla: inizare a sparare meno cazzate ripetendo il "vangelo" a memoria ed osservare il comportmento del lupo per quello che è: una ripresa di coraggio e una diminuzione drastica delle barriere inibitorie che lo hanno tenuto lontano dall'uomo.

Comincio a pensare che qualora ci scappasse davvero l'incidente qualcuno potrebbe anche essere contento del fatto che finalmente la natura avrebbe ripreso il suo corso.

Per certo un branco di lupi confidenti e non timorosi dell'uomo è un pericolo ben più concreto di un orso o di una vipera (ma c'è realmente qualcuno che teme le vipere?)
Nessun victim shaming, semplicemente il comportamento da adottare in natura è quello che si adotta da sempre, ovvero fare rumore, un bastone di legno, dei petardi, un bel fuoco la notte e via a dormire. Il problema non lo vedo se si adottano i giusti comportamenti. Se non volevo pericoli stavo a casa vicino il camino invece di andare a dormire fuori al freddo. Sto in natura, e loro della natura fanno parte. Pensavi ci fossero i puffi blu nel bosco?
 
Qui nell'Appennino ligure mi sono imbattuto in un branco di lupi, una mattina presto mentre ero a funghi con il mio cane e guaivano intorno a noi. Non hanno fatto assolutamente nulla, ce ne siamo andati tranquillamente. Credo che chi vive la natura sia spesso esposto a qualche rischio in più, guadando un fiume sono scivolato nell'acqua gelida, i temporali e così via. Mi ricordo anni fa una signora fu travolta da dei caprioli che correndo l'hanno accidentalmente presa e si fece molti giorni in ospedale. Però non credo che ci vogliano precauzioni particolari, la paura spesso spinge a far sciocchezze.
 
Nessun victim shaming, semplicemente il comportamento da adottare in natura è quello che si adotta da sempre, ovvero fare rumore, un bastone di legno, dei petardi, un bel fuoco la notte e via a dormire. Il problema non lo vedo se si adottano i giusti comportamenti. Se non volevo pericoli stavo a casa vicino il camino invece di andare a dormire fuori al freddo. Sto in natura, e loro della natura fanno parte. Pensavi ci fossero i puffi blu nel bosco?

il fuoco "credo" che in molti posti che frequento sia *giustamente* vietato, petardi ok si potrebbero provare ma non è che per andare a pisciare di notte si buttino preventivamente un paio di petardi, bastone buono per un lupo ma se sono da 3 in su credo serva davvero a poco.

molto più facile tenere conto degli orsi che sono interessati solo al cibo che ti porti e non a te. (mangiare e dormire in posti diversi e tenere il cibo sigillato dovrebbero fare oltre il 90% di quello che serve, inoltre d'inverno quando la notte è lunga e una pisciata è facile che si debba fare sono provvidenzialmente in letargo)

nel caso tu non ten ne fossi ancora accorto, victim shaming è *esattamente* dire:
"Se non volevo pericoli stavo a casa vicino il camino invece di andare a dormire fuori al freddo."

qui il problema è che, al momento, si viene messi in condzioni di inferiorità dalle norme vigenti che rendono illegali le *contromisure* davvero efficaci.

l'ultima volta che in passato ci sono stati altrettanti lupi che adesso, qui come in nordamerica, chi andava lontando dal camino ci andava armato. ed è stato poroprio il fatto che la gente girasse armata che ha *creato* quelle statistiche favorevoli che vengono citate spesso.

soluzioni facili non ne vedo: o si trova un metodo efficace per ridurne il numero o l'atteggiamento o si permette a chi va in natura di difendersi adeguatamente o si proibisce di andare in natura. non vedo molte alternative
 
il fuoco "credo" che in molti posti che frequento sia *giustamente* vietato, petardi ok si potrebbero provare ma non è che per andare a pisciare di notte si buttino preventivamente un paio di petardi, bastone buono per un lupo ma se sono da 3 in su credo serva davvero a poco.

molto più facile tenere conto degli orsi che sono interessati solo al cibo che ti porti e non a te. (mangiare e dormire in posti diversi e tenere il cibo sigillato dovrebbero fare oltre il 90% di quello che serve, inoltre d'inverno quando la notte è lunga e una pisciata è facile che si debba fare sono provvidenzialmente in letargo)

nel caso tu non ten ne fossi ancora accorto, victim shaming è *esattamente* dire:
"Se non volevo pericoli stavo a casa vicino il camino invece di andare a dormire fuori al freddo."

qui il problema è che, al momento, si viene messi in condzioni di inferiorità dalle norme vigenti che rendono illegali le *contromisure* davvero efficaci.

l'ultima volta che in passato ci sono stati altrettanti lupi che adesso, qui come in nordamerica, chi andava lontando dal camino ci andava armato. ed è stato poroprio il fatto che la gente girasse armata che ha *creato* quelle statistiche favorevoli che vengono citate spesso.

soluzioni facili non ne vedo: o si trova un metodo efficace per ridurne il numero o l'atteggiamento o si permette a chi va in natura di difendersi adeguatamente o si proibisce di andare in natura. non vedo molte alternative

Scusa se mi intrometto, ma credo che tu non abbia bisogno di grandi misure per contrastare un animale, mi spiego meglio, i lupi non ti vedono come una preda, se non forse nel caso in cui tu sia gravemente ferito. Non penso rischino ferite (che a loro costerebbero la vita, perché anche una ferita non mortale se non permette loro di cacciare li rende abbastanza di peso) in più tu nei boschi probabilmente vai già con coltelli e accette. Quindi che altro ti servirebbe? Perché sinceramente se si iniziano a prendere in considerazione i fucili come difesa allora si che avrei paura di andare nel bosco, ma non per gli animali :biggrin:
 
Caro Skoll,

un altro che non ha letto/capito quanto riportato dallo zoologo canadese.

La favoletta che i lupi non ti vedono come una preda l'andiamo a raccontare ai genitori di quelli che (credendoci) si sono fatti sbranare?

No io in montagna vado senza accette ed ho un coltellino che penso farebbe sbellicare chiunque (potrebbe avere la lama di meno di 2 cm)

peraltro girare con coltelli (importanti) ma forse anche con tomahowk non sono sicuro sia esattamente legale (magari è anche tollerato) ma legale legale scommetterei di no.
 
No perdonami non ho proprio letto l'articolo da te citato. Comunque se anche fosse, se anche fossimo visti come prede non capisco dove sia il problema? Cioè non mi viene neanche in mente di permettere alle persone di girare con un fucile, ne tanto meno ucciderei animali solo perché potrebbero uccidere una persona. Anche le api o i calabroni uccidono le persone. Credo che l unico nemico qui, sia la paura, in qualsiasi escursione. Perché in natura prevenire il pericolo totalmente, sarà sempre impossibile. Poi magari sbaglio, ma la penso così :si: buona giornata!
 
Caro Skoll,

un altro che non ha letto/capito quanto riportato dallo zoologo canadese.

La favoletta che i lupi non ti vedono come una preda l'andiamo a raccontare ai genitori di quelli che (credendoci) si sono fatti sbranare?

Non ho capito perchè conto solo quello che dice lo zoologo canadese e non i tanti zoologi italiani che parlano del comportamento del lupo italiano, in Italia... :-?


No io in montagna vado senza accette ed ho un coltellino che penso farebbe sbellicare chiunque (potrebbe avere la lama di meno di 2 cm)

Mi dispiace dirtelo, ma tu NON hai un coltellino... :biggrin:

Il mio temperamatite che ho in ufficio ha la lama più lunga... (appena misurata: 2,4 cm ;))

temperamatite-in-metallo-1-foro.jpg
 
Il problema sta nella propaganda ideologizzata di un sacco di persone che non leggono o ignorano per motivi tutti loro, fatti che smentiscono le loro belle teürie che i lupi sono timidi e bonaccioni.

Peraltro quando a corto di argomenti tendono, come in questo caso, a mettere in bocca agli interlocutori cose non dette, come questa cosa qui dei fucili.

Non mancano poi le argomentazioni benaltriste, in un topci ove si parla di rischio lupo è assolteamente normale parlare di calabroni api e quant'altro. Posso suggerire valanghe e scivolate sul ghiaccio?
 
Il coltellino fa quello che deve fare, taglia le confezioni di cibo, ha le forbicine per problemi con le unghie e una pinzetta per quando non riesco a svitare il tubo della benzina del fornellino. Mai pensato di scuoiarci un lupo.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso