• Informiamo tutti gli utenti che attualmente abbiamo un problema sul server che non ci permette di inviare e ricevere e-mail. Pertanto momentaneamente non è possibile effettuare nuove registrazioni e ricevere notifiche via mail. Stiamo provvedendo per risolvere il malfunzionamento nel più breve tempo possibile.

Il lupo: può diventare un pericolo per gli escursionisti?

Significherebbe fare sparire tutte le piccole realtà di allevamento della zona, e non parlo di vacche, non ci sono pascoli per vacche, qui ci sono capre e poche pecore... Perché questo è un territorio povero ma, se mi passi il termine, "stretto".
se ho capito giusto Berceto dovrebbe essere nella tua zona... al confine magari ma dovrebbe rientrarci.

saranno più di 10 anni in realtà che non ci passo
ma ricordo che le vacche al pascolo c'erano,
c'erano anche cavalli
 
Berceto è solo sull'altro versante degli Appennini essendo in provincia di Parma, inoltre resta al confine della zona toscana della Lunigiana e c'è un pochino di differenza fra le valli lato Pianura Padana e Toscana e quelle lato Mare Ligure...
 
Grazie Daedin per averci fatto comprendere un po' del territorio dove abiti.
Ora per noi che non lo conosciamo, quello che hai detto acquista piu senso.
 
il problema è che nella zona dove abito io (nella parte spezzina della Lunigiana) ci sono pochissime valli ampie e larghe, la maggioranza degli allevatori quindi ha greggi piccole e basta subire la predazione di pochi capi in una stagione per avere un danno enorme. Aggiungi che non è possibile mantenere uno o due cani maremmani con greggi così piccole, hanno senso con greggi più numerose.
La difesa dai lupi (che stanno iniziando ora a crescere in numero diventando fastidiosi, prima erano in pochi e quindi non costituivano ancora un problema) crea grossi problemi organizzativi che ancora non sono stati affrontati e risolti.

Probabilmente una volta che si sia trovata una soluzione le cose potrebbero cambiare ma per il momento non è sensato aggiungere guai inserendo anche gli orsi... Significherebbe fare sparire tutte le piccole realtà di allevamento della zona, e non parlo di vacche, non ci sono pascoli per vacche, qui ci sono capre e poche pecore... Perché questo è un territorio povero ma, se mi passi il termine, "stretto".
Salute,ma che bischerata hai scritto ? Mantenere un cane da pastorizia non costa miliardi è che parlate senza sapere di cosa state parlando ! Ripeto io sono allevatore e ho cani da guardiania (si chiamano così i cani utilizzati per il controllo del bestiame ) e se uno fa l'allevatore a meno che non si parli di uso familiare , i cani gli servono ,diciamo che ci sono troppi allevatori incapaci e abusivi che si fanno abbindolare da quello che trovano scritto su internet
--- Aggiornamento ---

Salute, e voglio aggiungere che gli allevatori registrati presso la usl veterinaria possono registrare i cani da guardiania avendo uno sgravio maggiore rispetto ai normali cittadini perché passano da animali da compagnia a animali da lavoro !
 
Ultima modifica:
Non pensate a persone che abbiano chissà quali attività di allevamento, quando lo hanno preferiscono tenere un cane pastore, di quelli piccoli, solo per aiutarli a guidare le piccole greggi, roba al massimo da una ventina di capre o una decina di pecore... sono in pochi ad avere più bestie e loro li hanno i cani.
Ma per la maggioranza gli diventa troppo costoso o almeno così dicono.
 
, roba al massimo da una ventina di capre o una decina di pecore...
non so quanto possano rendere una ventina di capi, ma dubito molto che possano dare un reddito sufficiente a sostenersi,
La conseguenza è che occorre fare anche un altro lavoro
e questo significa che non si riesce a prestare tutte le cure che sarebbero opportune al gregge.

Probabilmente da qui nascono i problemi perché significa dover lasciare a se stesso il gregge per un tempo considerevole esponendolo a tutti i rischi ...lupi compresi.

Effettivamente non vedo soluzioni facili ma non credo nemmeno
che lo sterminio dei lupi lo sia.

Mi chiedo se i recinti elettrificati funzionino coi lupi
 
Debbo dire che la figura dell'... "allevatore part time", cioè della famiglia che si fa in quattro, per badare ad orto, campi, stalla piccola (4-5 vacche, il più delle volte), qualche coniglio e pollaio con una ventina di galline, più magari qualche capra e/o pecora, dalle mie parti si è estinta. Ben inteso: con il capo famiglia contemporaneamente operaio, trattorista, fabbro, meccanico, norcino, pastore, ecc. ecc....
Era la regola, fino agli anni '60: gli appennini sono un terreno difficile, orograficamente aspro, spesso più delle alpi. La diversificazione produttiva, aveva un senso: diminuiva il rischio di ritrovarsi a zero, in caso di particolari avversità (malattie, predatori).
Poi, le "regole europee", con i loro incomprensibili diktat burocratici, un mondo in rapidissimo divenire, con un sempre maggiore inurbamento, le nuove esigenze (il frigorifero, l'auto, internet, il cellulare) hanno spinto all'angolo questo mondo. Che non c'è più. Lo rimpiango? Non lo so, l'ho conosciuto bene, ci passavo due mesi d'estate, da bambino. So che adesso case, campi, stalle, quando non sono "abitate" da qualche anziano, che non riesce più a fare quasi niente, sono in rovina.
In particolare i campi, tornano ad essere bosco. Bosco incolto, intricato, selvaggio.
Bello? Mah... a giudicare dai danni, quando piove o scoppia un incendio, mica tanto...
 
ma infatti non campano di quell'allevamento e proprio per questo se dovessero anche mantenere dei cani o perdessero tre quattro capi finirebbero per mandare tutto al diavolo e i terreni che quelle poche bestie un po' qui e un po' lì tengono puliti dai rovi diventerebbero presto abbandonati e impraticabili.

Tanti che conosco infatti le tengono proprio per tenere puliti i propri terreni e magari anche quelli dei vicini che non gli pare vero di avere qualcuno che ci pascola.
 
In particolare i campi, tornano ad essere bosco. Bosco incolto, intricato, selvaggio.
Bello? Mah... a giudicare dai danni, quando piove o scoppia un incendio, mica tanto...
ne so qualcosa, ho da poco preso uno di questi terreni per 2 soldi e sto cercando di ripulirlo un po',
bello è bello per chi ama la natura selvaggia ma tra rovi e alberi morti che il gelicidio di qualche anno fa ha fatto una strage, significa ritrovarsi con tantissima legna secca sparsa che se scatta una scintilla è un disastro.
Sto anche valutando come creare qualche linea tagliafuoco perché anche quando fossi riuscito a ripulire il mio tutti i boschi vicini sono nelle stesse condizioni e quindi il pericolo può arrivare da li.

Per le parti che erano campi vorrei coltivarci qualcosa ...senza tanto impegno che comunque sarà molto difficile salvare qualcosa con tutti i selvatici che girano, tra cinghiali caprioli istrici non so cosa posso ottenere.... poco importa io conto di provarci.
 
Per le parti che erano campi vorrei coltivarci qualcosa ...senza tanto impegno che comunque sarà molto difficile salvare qualcosa con tutti i selvatici che girano, tra cinghiali caprioli istrici non so cosa posso ottenere.... poco importa io conto di provarci.
Tu pianta qualcosa, qualunque cosa, e poi appostati con un fucile: se non ti rendo l'orto, ti rifai con la selvaggina :biggrin:
 
Tu pianta qualcosa, qualunque cosa, e poi appostati con un fucile: se non ti rendo l'orto, ti rifai con la selvaggina :biggrin:
Guarda se proprio le cose dovessero mettersi male
credo sarebbe utile avere un grosso orto che permette di avere ... qualche patata due cavoli un po' di insalata una coscia di cinghiale, costine di capriolo ..... ;)

Però in condizioni di normalità preferirei trovare una equilibrata convivenza.
 
URKA!

Mi sembra una situazione piuttosto pericolosa...

Mai visto uno Stambecco avvicinarsi così tanto ed essere così intraprendente.
 
l'unica cosa che mi fa paura sono i cinghiali con cuccioli. Gli orsi li fermi con l'OC e i lupacchiotti non attaccano mai se non sfidi, anzi, tendono ad allontanarsi dall'uomo. Se li incroci a forza, basta farsi i cavolacci propri e tirar dritto senza far minchiate come abbassarsi per chiamarli come cagnolini, fermarsi a fissarli, provare ad avvicinarcisi o mettersi a correre/fare movimenti bruschi. MAI farseli amici a suon di snack: quella volta in cui lo snack non ce l'hai, lo snack diventi tu.
 
non so quanto possano rendere una ventina di capi, ma dubito molto che possano dare un reddito sufficiente a sostenersi,
La conseguenza è che occorre fare anche un altro lavoro
e questo significa che non si riesce a prestare tutte le cure che sarebbero opportune al gregge.

Probabilmente da qui nascono i problemi perché significa dover lasciare a se stesso il gregge per un tempo considerevole esponendolo a tutti i rischi ...lupi compresi.

Effettivamente non vedo soluzioni facili ma non credo nemmeno
che lo sterminio dei lupi lo sia.

Mi chiedo se i recinti elettrificati funzionino coi lupi
Salute,i recinti elettrificati funzionano bene ma vanno messi doppi per intenderci vanno passati 4 capi
 
l'unica cosa che mi fa paura sono i cinghiali con cuccioli. Gli orsi li fermi con l'OC e i lupacchiotti non attaccano mai se non sfidi, anzi, tendono ad allontanarsi dall'uomo. Se li incroci a forza, basta farsi i cavolacci propri e tirar dritto senza far minchiate come abbassarsi per chiamarli come cagnolini, fermarsi a fissarli, provare ad avvicinarcisi o mettersi a correre/fare movimenti bruschi. MAI farseli amici a suon di snack: quella volta in cui lo snack non ce l'hai, lo snack diventi tu.
Che cos'è l'OC?
 

Discussioni simili



Alto Basso