Il mistero della "tagliata"

Gli JU88 aveva, normalmente, un equipaggio di 4 membri ma vi erano anche varianti del JU88 con 3 membri.

Non sapendo quale JU88 è caduto difficile pronunciarsi, ma a prescindere da ciò potrebbe anche esserci stato qualche volo con personale inferiore per qualsiasi motivo.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
Anche se l'articolo parla di ricognitore, agli ju 88 A17 aerosiluranti veniva eliminata una mitragliatrice e l'equipaggio era di 3 avieri.
 
Ultima modifica:
So di essere pignolo, in passato ho rognato con chi definisce avventuriero l'avventuroso, per cui oggi vengo a fare il pignolo su un termine usato da Saboccio ;).

Aciere; Quasi mai l’aviere è anche un aviatore, ma a volte capita, in quel caso, si può usare l’espressione aviere aviatore, ma meglio sarebbe scegliere tra le due espressioni.
Per come ho studiato nel tempo, per me avieri sono normalmente i componenti del personale di terra delle foze aeronautiche, quindi quelli che non fanno parte dell'equipaggio di volo.
 
Mamma mia povera tua moglie se se così pignolo :)
A parte gli scherzi l'importante è che nel contesto si reiesce a capire che si parla di personale di volo, tra l'altro sono stato pure aviere avendo fatto il militare in aeronautica.
;)
 
Aggiornamento: ...
Grazie per le interessanti informazioni.
Ho una considerazione, ma in decenni di escursioni non dovrebbero ogni tanto trovarsi frammenti dell'aereo? Se pensiamo che sulle Alpi ancora troviamo roba della Prima Guerra Mondiale.
Un ritrovamento aiuterebbe ad individuare il posto.
 
So di essere pignolo, in passato ho rognato con chi definisce avventuriero l'avventuroso, per cui oggi vengo a fare il pignolo su un termine usato da Saboccio ;).

Aciere; Quasi mai l’aviere è anche un aviatore, ma a volte capita, in quel caso, si può usare l’espressione aviere aviatore, ma meglio sarebbe scegliere tra le due espressioni.
Per come ho studiato nel tempo, per me avieri sono normalmente i componenti del personale di terra delle foze aeronautiche, quindi quelli che non fanno parte dell'equipaggio di volo.
Se non sbagli aviere è un grado dell' aviazione. Dovrebbe equivalere a soldato semplice nell' esercito
 
Grazie per le interessanti informazioni.
Ho una considerazione, ma in decenni di escursioni non dovrebbero ogni tanto trovarsi frammenti dell'aereo? Se pensiamo che sulle Alpi ancora troviamo roba della Prima Guerra Mondiale.
Un ritrovamento aiuterebbe ad individuare il posto.
Ciao Al, in effetti dopo decenni si scrive,si parla,si discute,c'e' anche chi ha trovato l'aereo (tutti andati..) e contribuito ad assicurare una degna sepoltura (dove?) ai corpi ma il posto dove e' caduto rimane sconosciuto. O si e' voluto e dovuto tacere..sai all'epoca non erano rose e fiori, o si vuole volutamente cavalcare l'accaduto per continuare a mantenere vivo l'interesse sul fatto per continuare a scrivere. Che ti posso dire? anche io sono sorpreso che dopo tanti anni si stia ancora a parlare di questo fatto come un mistero. L'unica cosa da fare, e' andare zaino in spalla e vedere di trovare il punto esatto. Vi terro' aggiornati sugli sviluppi.Ci vorra' un po' perche' in questi giorni sono impegnato Ps: un altra grande stranezza di questo episodio,come ho gia' scritto prima,rimane il fatto che chi ha sistemato la croce in legno con la targhetta in alluminio sul posto dove e' caduto l'aereo,pare che l'abbia sistemata nel posto sbagliato.Allora i casi sono due: o Francesco Giorgio ha ragione ad aver messo li' la croce in legno oppure l'ultimo autore dell'articolo di cui riporto alcuni passaggi sbaglia a collocare il luogo del disastro sotto la cima del Dolcedorme sul versante nord.Mah....vedremo di porre la parola fine almeno in merito al luogo del disastro. Grazie per la vs collaborazione. @appenninocentrale attendo anche i tuoi interventi. Un saluto.
 
Ultima modifica:
Ciao Al, in effetti dopo decenni si scrive,si parla,si discute,c'e' anche chi ha trovato l'aereo (tutti andati..) e contribuito ad assicurare una degna sepoltura (dove?) ai corpi ma il posto dove e' caduto rimane sconosciuto. O si e' voluto e dovuto tacere..sai all'epoca non erano rose e fiori, o si vuole volutamente cavalcare l'accaduto per continuare a mantenere vivo l'interesse sul fatto per continuare a scrivere.

[/QUOTE




Esiste anche una terza ipotesi oltre a quella da te citata: che l' aereo sia una delle tente leggende che ancora circolano sulla seconda guerra tra cui anche parecchi "areoplani fantasma"..................
 
Esiste anche una terza ipotesi oltre a quella da te citata: che l' aereo sia una delle tente leggende che ancora circolano sulla seconda guerra tra cui anche parecchi "areoplani fantasma"..................
No...Ciccio non penso perche' ci sono molti riscontri. Se leggi il thread dall'inizio,c'e' un link: "Ali infrante" che ora purtroppo non si apre piu', nel quale erano pubblicate foto e un articolo di giornale della Gazzetta del Sud che parlava dell'episodio.
 
Ultima modifica:
...
oppure l'ultimo autore dell'articolo di cui riporto alcuni passaggi sbaglia a collocare il luogo del disastro sotto la cima del Dolcedorme sul versante nord
...
Sbaglio o se fosse caduto nel versante nord sarebbero dovuti intervenire i Reali Carabinieri di Rotonda (PZ) e non quelli di Castrovillari (CS) e quindi le ricerche si dovrebbero spostare in Lucania?
 
No...Ciccio non penso perche' ci sono molti riscontri. Se leggi il thread dall'inizio,c'e' un link: "Ali infrante" che ora purtroppo non si apre piu', nel quale erano pubblicate foto e un articolo di giornale della Gazzetta del Sud che parlava dell'episodio. Forse mi sento di fare un'altra affermazione,cattiva ma presumo molto vicina alla reale consistenza dei fatti....ovvero che ci siano stati negli anni troppi personaggi in cerca di autore che hanno fatto proprio l'argomento e che ne hanno occultato o mistificato i dati salienti come ad esempio il luogo del ritrovamento, forse per averne l'esclusiva sulla trattazione dei vari particolari man mano sbiaditi dal tempo per farne materia di discussione esclusiva,specie i vari autonominati esploratori pro tempore che esistono in tutte le realta' montane,alpine provincialotte e dei vari tuttologi locali anche loro pro tempore che trattano su tutto cio' che sia possibile trattare dell'ambiente montano circostante senza mai aver portato almeno uno zaino da 50 litri sulle spalle per un paio d'ore o conoscere almeno un sentiero... Un saluto.
Sarà............................
Ho letto tutto il topic ma ci sono tante cose che non tornano: perchè l' unica fonte d'epoca che ne parla è questo fantomatico articolo della Gazzetta del Sud?Possibile che non ci sia altro?
Dove sono finiti i corpi? Perchè è così complicato scoprire dove sono stati sepolti?
Possibile che negli archivi della Luftwaffe non ci sia rimasta nessuna traccia?
Che fine ha fatto il relitto? Possibile che non ce ne sia rimasta traccia?
Per non parlare di quella curiosa targa firmata in latino che a me sempra fatta apposta per creare curiosità....................
A me da l' idea che qualcuno negli anni 50/60 abbia preso quella che fino ad allora era una chiacchera sul tempo di guerra e l' abbia sviluppata magari per motivi turistici..............
Comunque non voglio scoraggiarti, i misteri più belli sono quelli più ingarbugliati.

P.S.
Questo link dovrebbe aprirsi
https://paroladiacalandros.blogspot.com/2016/07/appello-ad-un-ignaro-ladro-restituisci.html

P.P.S.
Nel link si parla di un certo Alfredo Viggiano che ha scattato la foto (quindi era presente). Magari provare a contattare lui o qualcuno dei suoi eredi?
 
Ultima modifica:
Si e' vero,ci sono molti lati oscuri su questa vicenda ma molti particolari ora sono stati chiariti anche grazie a tutti voi che avete partecipato attivamente.Il blog di cui hai pubblicato il link, l'ho letto mesi fa' e proprio dopo aver contattato l'autore sono venuto a conoscenza dell'articolo pubblicato sulla rivista che aggiunge a quello che sapevamo il presumibile punto esatto dell'impatto.Come dicevo prima,appena avro' un po' di tempo andro' su' alla ricerca del posto. In merito alle persone che hanno trovato l'aereo,come avrai compreso,sono tutti andati...e chi ha scritto l'ultimo articolo e' il figlio di uno degli scopritori,inutile poter sapere di piu' al momento.
--- Aggiornamento ---

Kallaghan ma hai provato a chiedere in giro se qualcuno ha trovato e conserva qualche rottame dell'aereo?
No, non saprei a chi chiedere.Conto pero' di cercare di individuare il posto.
 
Ultima modifica:
Domenica scorsa sono andato nella zona dove,a detta di chi ha scritto l'articolo sulla rivista, dovrebbe trovarsi il punto preciso dove è caduto lo Junkers Ju 88. Dopo aver girovagato tutta la mattinata fino a oltre mezzogiorno nella zona, posso dirvi che nel posto indicato nell'articolo non e' caduto nessun aereo.Pero'...pero'....adesso sono in possesso di informazioni che potrebbero farmi riuscire presto a trovare finalmente il punto esatto. Non scrivo altro. Aspettate,se volete, le foto della prossima uscita. Per gli altri dati quali identita' degli aviatori ecc. mi sto' muovendo per avere solide informazioni. A breve la parola fine,ne sono certo.
 

Allegati

:) Mamma che roba.... e se e' manzo ancora meglio!! Preciso e mi pare che non l'abbia fatto che tale termine abbia origine dal fatto cher il sentiero su cui in un certo punto e' stata posta la croce a memoria dell'incidente sia stato ricavato scavando la roccia,come da foto allegata, e da qui'......;)
 

Allegati

Sono salito Venerdi' scorso per il sopralluogo nel posto indicatomi da fonte attendibile ma purtroppo non sono riuscito ad individuare il punto preciso.Ancora un po' di pazienza...Intanto hanno rimesso al suo posto la targhetta.E' una brutta copia ma meglio di niente...
 

Allegati

Discussioni simili



Alto Basso